"Infernetto e Dintorni" è un blog realizzato dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, ideato con lo scopo di agevolare lo scambio di opinioni tra gli abitanti dell'Infernetto e del X Municipio, ex XIII Municipio. L'obiettivo del blog è di fornire visibilità circa l'urbanizzazione del quartiere e le criticità ad essa connesse. Divulghiamo informazioni, condividiamo emozioni. L'Associazione è stata promotrice ed è stata fra i Soci Fondatori del Coordinamento Infernetto fino al 09/04/2016.

Istituto Luce Cinecittà - Polvere d'archivio

Loading...

CERCA NEL BLOG

giovedì 28 dicembre 2006

"L'OCCHIO CHE..." DICEMBRE 2006







Ecco l'edizione di dicembre del mensile "L'occhio che...", con il quale questo Blog collabora e ne cura l'omonima rubrica ospitata all'interno.

In questo numero:

pag. 7 Editoriale a cura di Giancarlo Germoni

pag. 9 Iena... e ribadisco iena a cura di Davide Venditozzi

pag. 13 La cultura si impara a scuola a cura di Corinna Corneli

pag. 15 Le attività culturali del Municipio a cura di Davide Venditozzi

pag. 17 Procoio, fiera di Natale, ... a cura di Marco Belmonte

pag. 18 Cosa succede in città a cura di Marco Belmonte

pag. 21 La XIII diventa mondiale a cura di Antonello Sforza

pag. 23 Centro Giano a cura di Simone Colaiacomo

pag. 25 XIII: prigionieri di se stessi a cura di Andrea Maria Arrigo

pag. 27 I respiri dell’arte a cura di Simone Colaiacomo

pag. 28 Formello&Trigoria a cura di Davide Venditozzi

pag. 33 La solitudine del centrista a cura di Simona Bottoni

pag. 35 AN fa gioco di squadra a cura di Davide Venditozzi

pag. 37 Irlanda tra cielo e mare di Massimiliano Vitelli

pag. 39 Grizzly man a cura di Federico Nervo

pag. 41 Incidenti Stradali a cura di Enrico Murmura

pag. 43 Il sound del futuro a cura di DJ Fabian

pag. 45 Singles contro Coppie a cura di Fabrizio Vasta

pag. 47 Roma Yacht Club a cura di Andrea Germoni

pag. 48 Mara Autilio, giovane artista a cura di Emiliano Belmonte


Come ormai di consueto in questo Blog, clicca sul logo de "L'occhio che..." e buona lettura.

domenica 24 dicembre 2006

"BUONGIORNO ROMA" DICEMBRE 2006






Nel territorio è in distribuzione il numero di dicembre 2006 del mensile "BUONGIORNO ROMA" con il quale questo Blog collabora.

All'interno l'articolo di "Infernetto e dintorni", clicca qui per scaricare dalla pagina "ARRETRATI" l'edizione del mese.

Buona lettura.

BUONE FESTE

sabato 23 dicembre 2006

CORSO GRATUITO "AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO"

Notizie dall'Associazione Lavoro Over 40.

L'Istituto G. Meschini offre un'importante opportunità formativa: un corso gratuito per diventare "Agente e rappresentante di Commercio" (cfr. programma allegato, per complessive 250 ore in 4 mesi). Il corso inizierà a gennaio 2007 e le lezioni si svolgeranno dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle 20. Al termine del corso gli allievi che avranno superato le prove d'esame, conseguiranno un attestato valido per l'iscrizione al ruolo degli Agenti e rappresentanti presso le Camere di Commercio.



CORSO GRATUITO (clicca sulle immagini per conoscere l'iter formativo)
Progetto cofinanziato dall'Unione Europea


"AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO" (OPERATORE DI VENDITA NEI NUOVI
BACINI)

Corso riservato a candidati in possesso dei seguenti requisiti:
Titolo di studio: Diploma di Scuola Media Superiore
Età: superiore ai 20 anni (senza limite massimo)
Stato di inoccupazione / disoccupazione (12 - 23 mesi)
Il 10% dei posti è riservato militari di leva, il 50% alle donne.

Il corso della durata di n° 250 ore sarà svolto presso la sede dell'Istituto G. Meschini s.r.l. di Viale Giotto n° 1 - ROMA. Al termine del corso gli allievi che avranno superato le prove d'esame, conseguiranno un attestato valido per l'iscrizione al ruolo AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO presso la CCIAA.

La domanda di ammissione al corso, redatta in carta semplice e con allegata la documentazione relativa al possesso dei requisiti richiesti, anche in autocertificazione, dovrà essere presentata dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle 18,00 presso la sede dell'Istituto Meschini o essere inviata tramite fax al n°065745308, e dovrà pervenire entro il termine improrogabile del giorno 29 dicembre 2006 alle ore 18.00.

La sede, la data e l'orario delle selezioni saranno indicate con apposito avviso affisso presso la sede dell'Istituto Meschini il giorno 8 gennaio 2007 dalle ore 11,00 alle 18,00.

Per ulteriori informazioni e per presentare domanda si può contattare l'amico e socio Luciano Penna, che ci ha gentilmente segnalato il corso in questione (tel. 328 3582172 - e-mail luciano.penna@fastwebnet.it).

lunedì 18 dicembre 2006

Casalpalocco, Axa e Infernetto sono veramente quartieri poco sicuri?

L’allarmismo che periodicamente si crea circa la sicurezza in questi tre quartieri residenziali dell’entroterra è spesso frutto di voci non suffragate dai fatti. Sia chiaro, problemi ci sono, reati ne vengono commessi, ma la situazione non è assolutamente da allarme sociale. Detto ciò, riteniamo comunque che né le forze dell’ordine né i cittadini debbano, nell’ambito dei propri campi d’azione, abbassare la guardia.

Periodicamente ci capita di incontrare il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Casalpalocco Maresciallo Liguori. Dati statistici alla mano, risulta che i reati (in particolare furti, rapine e scippi) rientrano assolutamente nella percentuale cittadina. Anzi rapine e scippi, in questi tre quartieri, sono quasi inesistenti, mentre più consistente è il problema dei furti in appartamento o in villa. Ma anche in questo caso la percentuale è quella che purtroppo si registra in tutta Roma, ed anzi negli ultimi tempi se ne è registrata una diminuzione. Discorso diverso per il resto del XIII Municipio dove i problemi sono ben più gravi. Da fonti giornalistiche si apprende che ad Acilia si verifica almeno una rapina al giorno e ad Ostia quasi tutte le notti vengono incendiate delle auto.E’ bene precisare che i Carabinieri di Casalpalocco devono controllare un territorio (Axa, Palocco, Infernetto) che conta circa 60.000 residenti ufficiali ed ha l’ampiezza di una piccola città di provincia italiana (come Siena o Grosseto) con un numero limitato di uomini, mezzi e risorse. Dall’inizio di dicembre abbiamo comunque visto per Casalpalocco dei carabinieri in servizio di pattugliamento a piedi. Occorre in sostanza alzare anche il livello di vigilanza da parte nostra, anche segnalando situazioni sospette. Sebbene quindi non vi siano le condizioni per determinare un allarmismo diffuso, ci permettiamo comunque di segnalare alle forze dell’ordine, ma sappiamo che ne sono a conoscenza e sono già intervenuti più volte, almeno due situazioni che destano preoccupazione fra i residenti: una riguarda l’isola 46 e l’altra riguarda il parcheggio di fronte alla scuola di Via Pirgotele, entrambi a Casalpalocco.

Gianluca Morale



Tratto da: Buongiorno Roma

sabato 16 dicembre 2006

INFERNETTO: L'INCROCIO VISTO DA QUATTRORUOTE

Ringraziamo l'amico Silvio Marinelli, esperto di motori, per averci segnalato che nel numero di dicembre di QUATTRORUOTE, a pagina 20 dell'inserto "Roma e Lazio", è presente l'articolo "Il diabolico incrocio dell'Infernetto" redatto dal dr. Francesco Parente.

Il giornalista del mensile sviluppa un'attenta analisi dell'incrocio evidenziando minuziosamente le criticità, che agli abitanti dei quartieri limitrofi all'incrocio sono tristemente note. Clicchiamo e leggiamo l'articolo sopra riportato.

Dall'analisi del dr. Parente possiamo evincere che grazie alla denuncia del concittadino Christian Curati, rappresentante del comitato di quartiere "Il Macchione", avvenuta tramite la raccolta delle firme dei residenti, è stato possibile per gli Enti e le Autorità competenti eseguire uno studio per la messa in sicurezza dell'incrocio. A seguito di ciò, sono stati raccolti i fondi sufficienti per la messa in esercizio del progetto che, tra le altre cose, prevedeva la riqualificazione dell'impianto semaforico (luci ad alta visibilità e separazione della viabilità in immissione da via Pindaro sulla Colombo e verso via Ferrari). L'intervento all'impianto semaforico, come abbiamo potuto vedere tutti è stato realizzato, ma ad oggi i restanti lavori sono rimasti inevasi, ricordiamo che la fine lavori era stata prevista per la fine del maggio scorso.

Inoltre apprendiamo con soddisfazione che il sovrappasso ciclopedonale, compreso nel progetto iniziale, sarebbe finalmente stato "archiviato". I lettori del Blog conoscono perfettamente il nostro pensiero circa la realizzazione del famigerato sovrappasso (vedi gli articoli: 30 ANNI: UN INCROCIO, TANTE IDEE E TROPPI INCIDENTI - 1^ parte e 2^ parte) che a nostro avviso sarebbe stata solo l'ennesima spesa inutile a carico dei cittadini, un pericolo in più per tutti gli automobilisti ed i pedoni che, percorrendo il sovrappasso nelle ore di buio e di minor frequentazione, potrebbero essere facilmente vittime di probabili aggressioni da parte di malviventi.

Nella speranza che le Autorità e gli Enti competenti trovino presto una soluzione che soddisfi le esigenze dei cittadini contribuenti, gli autori e la redazione del blog "Infernetto e dintorni" ringraziano ancora il dr. Parente ed il mensile QUATTRORUOTE per aver trattato l'argomento ed averne evidenziato le criticità. Ringraziamo anche il CdQ "Il Macchione" nella persona di Christian Curati per aver portato l'argomento sui tavoli istituzionali, nonchè il XIII Municipio, il suo presidente Paolo Orneli, i consiglieri comunali Davide Bordoni, Innocenzi e Cucunato ed il VII Dipartimento per l'attenzione dedicata all'incrocio in questione. Incrocio che a dire dei cittadini e del mensile QUATTRORUOTE "sta passando alla storia come l'incrocio più pericoloso della capitale".



Articoli correlati:

venerdì 15 dicembre 2006

gita suggerita da Paola Scacciavillani.........


Paola Scacciavillani ha il piacere di comunicare che, per la prima volta dalla sua costruzione, la Torre Civica di Pomezia verrà utilizzata a scopo espositivo, entrando definitivamente a far parte del circuito culturale della città già rappresentato dal Museo Archeologico Lavinium e dalla Biblioteca Comunale.

Dal 10 al 22 dicembre 2006,
orario: dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19

sarà possibile andare a visitare la mostra d'arte
“I percorsi dell’Anima”

L'iniziativa è strutturata in tre esposizioni che si snodano tra la Torre Civica e la Biblioteca Comunale:
“Linguaggi Onirici”
personale di Paolo Sommaripa (Piazza Indipendenza, Torre Civica)
“Arte in Movimento”
di P. Barone, M. Balducci, L. Palmieri , P. Ferranti, S. De Luca Associazione Culturale PLEIADI (Largo Catone, Biblioteca Comunale)
“Icone dai Balcani”
Personale di Ljljana Pavković (Largo Catone, Biblioteca Comunale).

in gita con Paola Scacciavillani.........

TREVIGNANO Romano
Centro Volo Rapaci
“I Falchi di Rocca Romana”
Sabato 30 dicembre, 2006

…tra un cenone e l’altro…che ne dite di una bella giornata all’aria aperta, in un posto incantevole con vista sul Lago di Bracciano, all’interno del “Parco Regionale di Bracciano e Martignano” in una zona di particolare pregio paesaggistico e faunistico a pochi chilometri da Roma? Il Centro didattico-naturalistico che proponiamo di andare a visitare promuove, attraverso un approccio dinamico ed interattivo con i visitatori, la conoscenza del mondo dei Rapaci.

Sullo sfondo del Lago di Bracciano: Gufi, Falchi ed Aquile, nati in cattività e provenienti da allevamenti autorizzati, saranno messi in volo e presentati dai loro allenatori specie per specie, mentre eseguiranno, completamente liberi, le loro evoluzioni sulle nostre teste in un ambiente sereno e rilassante. Potremo, quindi, ammirarli da vicino ad occhio nudo e riprenderli con videocamere e macchine fotografiche. Durante la visita guidata saremo accompagnati in un percorso didattico ricco di informazioni per meglio capire l’habitat, la morfologia, l’alimentazione e la riproduzione dei nostri amici Rapaci. Sarà un’esperienza molto interessante e certamente unica anche per i nostri bambini, vedere da vicino i Rapaci Europei, Africani e Americani e sensibilizzarli sull’importanza che questi ricoprono nell’equilibrio biologico della Natura.
PROGRAMMA
ore 8.30 - partenza in pullman dal Metro Drive In, arrivo al Centro Volo Rapaci, presentazione degli esemplari presenti nel Centro alla quale seguirà la dimostrazione di volo. Mentre ciascun rapace è in volo, verranno date tutte le informazioni inerenti le caratteristiche morfologiche e di volo, l’alimentazione e la riproduzione, ci verrà insegnato come si può riconoscerlo in natura e quale è il suo habitat . Pausa pranzo (*)
Passeggiata lungo i sentieri del Parco accompagnati da una guida esperta che ci illustrerà la zona, si raccomanda di attrezzarsi con idonei scarponcini. Rientro al Centro Volo Rapaci e alle 16 circa partenza per il rientro a Roma.
Adulti = Euro 20; Bambini da 3 a 10 anni =18 euro
La quota comprende viaggio in pullman a/r, ingresso comprensivo di visita al Centro e dimostrazione con i Rapaci in volo.
(*) Per il pranzo avremo a disposizione un’area pic-nic appositamente attrezzata, quindi proponiamo:
-pranzo al sacco
-oppure, su prenotazione, grigliata con bistecca di maiale, salsiccia, bruschetta, contorno, acqua e vino, con costo supplementare di € 15.
Informazioni e prenotazioni: 06 50913805 (lasciare messaggio segreteria telefonica) – 339 5467212 – infoacanto@yahoo.it

martedì 12 dicembre 2006

I CONCITTADINI DELL'INFERNETTO CHIEDONO PIU' SICUREZZA

Salve, sono una cittadina dell'infernetto, abito in via pedrotti.

Ho subito in data 07/12/2006 un furto in appartamento alle 18,30 del pomeriggio mentre ero dai vicini, mi hanno asportato alcuni oggetti di valore sia economico che affettivo.

Consapevole del fatto che la microcriminalità non è prevedibile, chiedo quantomeno maggior presenza delle forze dell'ordine sul ns territorio.

In cinque anni che sono qui ad abitare, si possono contare sulla dita delle mani le pattuglie dei carabinieri e polizia che ho visto girare, anzi le dirò di più, i posti di blocco sono fatti per fare le multe ai cittadini senza le cinture che vanno a fare la spesa al supermercato vicino casa e magari ti stanno rubando anni di sacrifici senza essere minimamente disturbati.

Ho visto un proliferare impressionante di extracomunitari nella ns zona e mi chiedo, consapevole del fatto che tra di loro c'è anche tanta brava gente, se tutti sono regolari e pagano le tasse come noi.

Non mi sento assolutamente tutelata, in quanto i furti avvengono anche in pieno giorno e in maniera troppo naturale.

Che fine ha fatto la proposta di costruire una caserma dei carabinieri all'infernetto?

Grazie per l'attenzione.



Liliana Bozzi

sabato 9 dicembre 2006

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Riceviamo e pubblichiamo la richiesta di aiuto pervenutaci dall'amico Roberto, di seguito riportata.

Si tratta di poter reperire il maggior numero possibile di notizie circa il camion che ha provocato l'incidente occorso al papà di Roberto. Ecco la mail pervenutaci.





In data 06/12/06 alle 9.20 mio padre è stato coinvolto in un brutto incidente stradale sul GRA carreggiata interna km 59+500 (direz. aurelia poco prima della Roma Fiumicino).

Lui era a bordo di una fiat cinquecento celestina (si vede nelle foto allegate) ed è stato tamponato da un "camion" che lo ha fatto mettere di traverso al centro del G.R.A. dove sopraggiungeva una Lancia Y che lo centrava in pieno.

Solo un miracolo ha voluto che non fosse preso dalla parte del guidatore, anche se tutt'ora si trova in ospedale con una ferita alla testa.

Purtroppo il conducente del "camion" è fuggito e i testimoni presi dal soccorrere mio padre, non si ricordano nè modello, nè colore e purtroppo nemmeno il numero di targa (nel senso che ognuno ha fornito indicazioni diverse su colore e modello ma nessuno è riuscito a prendere la targa).

Prego quindi di far girare questa mail, sperando di far capire a codesto signore che con la sua "bravata" poteva uccidere una persona e rovinare una famiglia.

Grazie a tutti anticipatamente.

Roberto


Chiunque possa fornire informazioni in merito può inviarle via mail direttamente a Roberto all'indirizzo pcstart@fastwebnet.it.

mercoledì 6 dicembre 2006

ISTITUTO COMPRENSIVO “W. A. MOZART”:... E IO PAGO!

Dal comunicato del 29/11/06 avente prot. N. 8937/co18 con oggetto: Assicurazione alunni e contributo alle spese (clicca sull’immagine per ingrandirlo), inviato a tutti i genitori degli alunni della scuola “Mozart”, si evince che il Consiglio di istituto ha deliberato il versamento, da parte dei genitori, di quanto di seguito descritto (come da comunicato):



1 - € 6,80 per assicurazione infortuni e responsabilità civile verso terzi.
Intendiamoci, è assolutamente corretto che vi sia una assicurazione, ma se è così necessaria ci perplime alquanto che non sia già stata compresa nelle tasse scolastiche e, quindi, nell’assicurazione dell’edificio scolastico. Altro dubbio è nel costo. Abbiamo saputo che il costo di tali assicurazioni non è uguale in tutte le scuole, come mai? Ma, poi, perché la recinzione della scuola è divelta? Perché i banchi hanno spigoli vivi? Perché le sedie e i banchi non sono a misura di bambino? Perché solo due anni dopo la sua apertura è stata allacciata una linea telefonica dedicata al padiglione in legno? Per non parlare delle condizioni del giardino, già più volte segnalate, quasi una discarica, che obbliga i docenti a far giocare i bambini nel piazzale asfaltato, con le conseguenze che possiamo immaginare se i bambini dovessero cadere correndo. Se la sicurezza dei bambini è veramente così importante da far stipulare una polizza aggiuntiva a quella obbligatoria per legge, perchè l’assicurazione si, e le altre cose no? Dunque, sarebbe “carino” da parte dell’amministrazione scolastica, se prima di chiedere qualsiasi cosa ai genitori, riqualificasse quanto sopra menzionato, poiché si tratta di situazioni ad oggi molto critiche.

2 – Contributo - sul bollettino allegato al comunicato c’è scritto “volontario” - di € 20,00 per il primo figlio frequentante, di € 15,00 per il secondo figlio frequentante e di € 10,00 per ciascun figlio dal terzo in poi - quindi una famiglia con tre figli frequentanti dovrà pagare € 45,00!!! - . Tale contributo - continuiamo a leggere -, oltre a coprire le spese per il Libretto Personale dell’alunno (giustificazioni assenze, ritardi, valutazioni, comunicazioni scuola famiglia, …) - praticamente inutile se si usa il diario del bambino come si è sempre fatto fino ad ora - e per il Tesserino di riconoscimento da utilizzare nelle attività parascolastiche (obbligatorio ai sensi della normativa vigente in materia di visite guidate e viaggi di istruzione), sarà utilizzato per incrementare le esigue risorse finanziarie attribuite alla scuola dagli enti istituzionali preposti - a quanto pare le istituzioni non sono “distratte/inefficienti” solo per quel che concerne l’urbanizzazione del quartiere, ma anche sui servizi essenziali tra i quali la scuola dell’obbligo - e sarà finalizzato essenzialmente all’acquisto di materiale e sussidi per attività didattiche e di laboratorio - di quale laboratorio si parla? visto che ad oggi non tutte le classi utilizzano laboratori. Molte classi non effettuano nemmeno l’attività ginnica, figuriamoci se utilizzano i laboratori! - .
L’utilizzo di tale somma sarà rendicontato a consuntivo ai genitori che ne faranno richiesta(?).

Abbiamo più volte suggerito alla dirigenza scolastica, che, l’autofinanziamento per le attività scolastiche non deve attingere alle risorse delle famiglie, bensì, deve scaturire, per esempio, dall’affitto di spazi pubblicitari perimetrali la scuola e/o l’affitto delle sale interne (palestre, teatri, saloni,…) per lo svolgimento di riunioni, di attività ed eventi sportivi, di manifestazioni culturali, ecc…. Tali suggerimenti ad ora sono rimasti ignorati, continuando ad insistere sempre e solo sulle famiglie. Fin troppo facile!

Visto che le tasse le paghiamo tutti, gradiremmo sapere perché, oltre alle tasse obbligatorie per legge, ci si debba trovare a dover pagare due volte lo stesso servizio.

martedì 5 dicembre 2006

Over 40: Strumenti e Azioni nel Territorio

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato pervenutoci dalle associazioni ATDAL e LAVORO OVER 40, con le quali il Blog collabora.

Lunedì 11 dicembre dalle ore 16 alle ore 19,30, le Associazioni ATDAL e LAVORO OVER 40 organizzano presso la sala consiliare del Municipio Roma XI in via Benedetto Croce 50 (zona EUR Montagnola) un'assemblea partecipata, sul tema "Over 40: Strumenti e Azioni nel Territorio".

Alla manifestazione porterà il saluto il Presidente del Municipio Roma XI Andrea Catarci ed interverrà, tra gli altri, l'Assessora al lavoro, alle Pari Opportunità e alle Politiche Giovanili della Regione Lazio, On. le Alessandra Tibaldi. Sono previsti interventi da parte di cittadini e lavoratori.

Per motivi organizzativi è gradita una conferma della propria partecipazione all'assemblea al n. tel. 338 7434485 o via e-mail all'indirizzo del Vice Presidente ATDAL (au.delaurentiis@libero.it)
.

Di seguito ecco il comunicato, clicca per ingrandire.

domenica 3 dicembre 2006

BUONGIORNO ROMA: i 10 articoli più letti






Riportiamo i 10 articoli più letti del web BUONGIORNO ROMA:

- 1: Infernetto, al via il "condominio di zona" - (320 Letture)
- 2: Palocco 84 - (35 Letture)
- 3: Writers o Pirla? - (24 Letture)
- 4: Sul diritto d'autore - (23 Letture)
- 5: La Sentina d'Europa - (20 Letture)
- 6: Il sogno di Claudio e Traiano: un porto per Roma imperiale - (19 Letture)
- 7: Una rete contro tutte le mafie - (18 Letture)
- 8: Pubblicità senza regole - (17 Letture)
- 9: VIRUS ALIENO - (17 Letture)
- 10: LA FINANZIARIA - (16 Letture)

Da questo elenco non possiamo essere che soddisfatti e lieti di vedere che il nostro articolo inerente al "Condomionio di zona" ha avuto un discreto seguito, arrivando a ben 320 letture dalla sua pubblicazione, avvenuta, il 18 novembre sul presente Blog, ed il 22 novembre sul web di Gianluca Morale, BUONGIORNO ROMA.

Un successo certamente dovuto all'argomento trattato, proposto dai signori Mauro Orlandi e Giovanni delle Fratte e promosso da "BUONGIORNO ROMA" e da "Infernetto e dintorni".

Grazie a tutti e continuate a seguirci fornendoci i vostri contributi in merito.


Articoli correlati:
- CONDOMINIO DI ZONA
- INFERNETTO E DINTORNI PROMUOVE IL "CONDOMINIO DI ZONA"

sabato 2 dicembre 2006

ARGOMENTO VIABILITA’

Salve a tutti.
Con alcuni miei amici e colleghi universitari sto approfondendo la situazione della viabilità del quartiere.
Il nostro obiettivo al momento è principalmente riuscire a individuare i luoghi dove poter proporre degli interventi.
Per esempio partiamo da Via Cilea, un’arteria viaria asfaltata e servita da illuminazione (forse qualcuno può confermarmi che sia pubblica?) compresa tra Via Ferrari e Via Romani.
Dal materiale fotografico a nostra disposizione e da quanto scritto da Andrea nei suoi numerosi articoli sappiamo che questa strada è solo in parte aperta al traffico dei veicoli; come più volte si è accennato in questa sede l’ apertura totale al traffico della via renderebbe molto più facile l’attraversamento di quella zona di quartiere.
Oltretutto si potrebbe creare un nuovo asse viario principale Via Cilea – Via Torcegno che faciliterebbe lo sgravio di Via Castel Porziano creando così i presupposti per il declassamento di quest’ultimo previsto dal famoso Piano Particolareggiato (una corsia per i mezzi pubblici e veicoli dei residenti, copertura dei canali, pedonalizzazione, piste ciclabili).
Sempre restando nella parte Nord Est del quartiere avremmo ipotizzato un possibile prolungamento di Via Lotti fino alla corsia laterale della Via Colombo per il traffico veicolare.
Così facendo si potrebbe diminuire il traffico sulla oggi congestionata Via Ferrari, cosa ne pensate?
Poi, ci sarebbe la questione della messa in sicurezza dei vari incroci; come primo esempio abbiamo l’incrocio tra Via Castel Porziano – Via Ferrari e Via Dobbiaco dove si potrebbe intervenire con una rotatoria (oggi molto usate) per aumentare la sicurezza. Il problema è semmai capire se c’è spazio a sufficienza per un simile intervento, cosa ne pensate?
Ultimamente ho visto in TV un servizio giornalistico di una emittente locale che trattava degli avvenimenti nel Municipio XIII e si parlava anche di Via Salorno una strada (che voi sappiate pubblica o privata?) ad oggi sterrata e completamente fatiscente priva di ogni servizio che in realtà rivestirebbe un ruolo importante collegando Via Torcegno con Via Castel Porziano.

Grazie per l’attenzione.
Un saluto e a presto

VIALE DI CASTEL PORZIANO

Sono circa le 17.00 quando su viale di Castel Porziano due automobili finiscono entrambe nei canali di scolo delle acque chiare siti ai lati della carreggiata presumibilmente a seguito di un impatto fra loro.

E' successo nel tratto tra via W. Ferrari e via Cilea, uno dei pochi tratti del viale dove i canali sono rimasti scoperti. Una "distrazione" costata il cappottamento e la caduta nel fosso delle vetture. Sono subito intervenuti i mezzi di soccorso, due ambulanze, i Vigili del Fuoco ed i Carabinieri, speriamo che i danni siano solo alle auto.

Come più volte scritto e testimoniato in questo Blog, vedi l'articolo ANCORA UN ALTRO INCIDENTE, il problema della viabilità interna al quartiere è, e deve essere, sicuramente una delle priorità da risolvere. Non è possibile che la vita degli abitanti dell'Infernetto sia messa a repentaglio perchè le strade non sono sicure: la distrazione alla guida può accadere, ma se ci fosse stata l'adeguata messa in sicurezza, forse le auto sarebbero andate a finire sul marciapiede o addosso ad un muro, ma non dentro ad un fosso e cappottate.

Ribadiamo quanto sia urgente la totale apertura di via Cilea al fine di snellire il traffico su viale di Castel Porziano e delle strade limitrofe. In ogni caso, è essenziale trovare soluzioni adeguate per riqualificare una rete viaria ormai obsoleta e pericolosa, non solo per le auto ed i loro occupanti, ma anche per pedoni e ciclisti. Non dimentichiamo che il già citato fosso di viale di Castel Porziano, mette tutti i giorni a repentaglio la sicurezza dei malcapitati che, scendendo dall'autobus alle fermate antistanti il fosso, rischiano di caderci dentro.

PHOTOFRAME - di Paolo Martino

Ricevo dall'amico Paolo l'invito alla sua mostra fotografica, invito che il Blog estende a tutti i suoi gentili lettori.

L'evento si terrà dal 15 dicembre al 7 gennaio in piazza M. Buonarroti n.14 presso il centro commerciale Parco Leonardo.

Ecco di seguito la locandina e il tema della rappresentazione (clicca per ingrandire).



Partecipiamo numerosi all'evento.