"Infernetto e Dintorni" è un blog realizzato dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, ideato con lo scopo di agevolare lo scambio di opinioni tra gli abitanti dell'Infernetto e del X Municipio, ex XIII Municipio. L'obiettivo del blog è di fornire visibilità circa l'urbanizzazione del quartiere e le criticità ad essa connesse. Divulghiamo informazioni, condividiamo emozioni. L'Associazione è stata promotrice ed è stata fra i Soci Fondatori del Coordinamento Infernetto fino al 09/04/2016.

Istituto Luce Cinecittà - Polvere d'archivio

Loading...

CERCA NEL BLOG

venerdì 27 aprile 2007

con Paola Scacciavillani...

Visita guidata a Campo de' Fiori...ai tempi di Giordano Bruno e, in via Giulia, visita speciale alla Chiesa di Santa Maria dell’Orazione e Morte

giovedì 3 maggio dalle 17.30 alle 22

Una visita serale nella Roma al tempo di Giordano Bruno durante la quale incontreremo una persona speciale...pensate...troveremo lì, ad attenderci, un turista veneziano, vestito con abito del 700, in soggiorno a Roma durante il Giubileo del 1700 !
Chissà quante cose avrà da raccontarci...un'occasione da non perdere...
Campo de' fiori deve il suo nome alle margherite, ai papaveri, ai "nontiscordardimé", ai fiori di prato che un tempo ornavano la piazza, chiusa da un lato da una fila di palazzetti appartenenti alla famiglia Orsini e dall'altro digradante verso il fiume. La piazza era luogo di passaggio obbligato per personalità di spicco quali ambasciatori e cardinali, ciò portò un certo benessere nella zona. La piazza divenne sede di un fiorente mercato dei cavalli che si teneva due volte la settimana (lunedì e sabato) ed intorno sorsero molte locande, alberghi e botteghe artigiane divenendo centro di attività sia commerciali che culturali. Alberghi, osterie e locande..."della Nave", "della Luna", "dell'Angelo", "della Scala", e ai numeri 11 e 14 del vicino vicolo del Gallo, la celebre "Locanda della Vacca" gestita, nel secondo decennio del Cinquecento, da Vannozza Caetani, amante del Papa Alessandro VI Borgia. Ma la piazza non fu soltanto luogo di affari o di piacere, ma anche luogo di esecuzioni capitali, a memoria di ciò ancora oggi, al centro della piazza, la statua del filosofo Giordano Bruno, messo al rogo per eresia nel 1600 proprio in quel punto! Dal 1869 è sede di un mercato...popolare...ora …molto snob! Passeggeremo poi per via del Pellegrino, analizzando l'origine del nome attuale ed anche di quelli avuti nei tempi precedenti e, sempre a proposito di nomi, vedendo l'Arco degli Acetari ci chiederemo se all'origine del nome c'era l'eventuale residenza di una qualche antica famiglia Acetari, oppure il nome derivava dall’ Università degli Acetari che, proprio in zona, aveva la sede, oppure, più verosimilmente, dalla contrazione del termine Acquacetosari, detti anche Acetosari, dai nome dei rivenditori di Acqua Acetosa che pare qui avessero i loro depositi mentre l'acqua era quella che scaturiva nella zona di Tor di Quinto dal sapore di aceto, ma ritenuta salubre e curativa per "i reni, la milza, il fegato e per mille altri mali", grazie a queste proprietà nacque il mestiere degli acetosari che, servendosi di somarelli o carrettini, trasportavano l'acqua, all'interno di fiaschi impagliati o damigiane chiuse da tappi di fili di paglia, fine nelle case della città. La nostra visita guidata ci condurrà poi a Via Giulia, dove, in esclusiva per noi, verrà aperta la Chiesa di Santa Maria dell'Orazione e Morte dal nome dell'Arciconfraternita che lì risiedeva e che si occupava di dare sepoltura a cadaveri di persone morte e abbandonate lungo le strade di Roma. All'interno della chiesa si possono ancora vedere i macabri gonfaloni e una cripta chiamata cimitero di Terrasanta, con decorazioni di teschi (simile al Cimitero dei Cappuccini a Via Veneto), un luogo conosciuto da pochi ed estremamente suggestivo. Una visita molto esclusiva e suggestiva che vale proprio la pena di vedere!
Termineremo la nostra serata al bar Farnese , in Piazza Farnese dove prepareranno per noi, un ricco aperitivo e brinderemo tutti, insieme alla nostra guida, alla meravigliosa città di Roma.
PROGRAMMA Partenza, con il pullman, alle ore 17.30 dal Metro Drive In, rientro previsto ore 23 circa

Euro 30 costo della passeggiata comprensivo di guida, auricolari, aperitivo al bar Farnese, pullman a/r e…sorpresissima!

mercoledì 25 aprile 2007

I ragazzi della Yoshokan alla manifestazione “Insieme per lo sport”: un altro ottimo risultato

Solo posti in piedi oggi al pala FIJLKAM di Ostia per la manifestazione “Insieme per lo sport” dove, tra le tante scuole sportive presenti nel territorio presentanti varie discipline come ad esempio: ballo di sala e moderno, pattinaggio artistico, scherma, ginnastica artistica… ha partecipato anche la scuola di arti marziali Yoshokan di Paola e Massimo di Luigi.

Essa rappresenta una grande realtà presente dal 1960 sul territorio, che prepara ogni anno centinaia di atleti, junior e senior, all’attività agonistica con l’ausilio di una valida struttura organizzativa (scuole e maestri), che soddisfa egregiamente e professionalmente l’esigenza del XIII Municipio. La scuola ha sempre conseguito ottimi risultati in campo agonistico, riuscendo ad ogni confronto a portare a casa un cospicuo e meritato medagliere. Maestri preparati ed ottimi allievi che, ad oggi, hanno consegnato alla Yoshokan 81 medaglie alle regionali ed il secondo posto nazionale come società sportiva di arti marziali, su 67 società partecipanti con un totale di 763 atleti, con 13 medaglie d’oro, 10 d’argento e 8 di bronzo.

In particolare per la sezione di karate della scuola, in questa occasione i maestri della Yoshokan hanno preparato uno speciale kata molto coreografico e di impatto: il Pinan-Shodan. Si tratta di un rombo incastonato in un quadrato composto dagli atleti, che eseguivano la dimostrazione in maniera alternativa rispetto alla figura di appartenenza. Un ottimo kata della scuola sotto la magistrale direzione del maestro Massimo di Luigi. Un vero gioiello di esecuzione.















Tutti i maestri di arti marziali presenti alla manifestazione hanno contribuito alla realizzazione dell’evento, ed a far si che gli atleti si impegnassero al loro meglio, dimostrando al pubblico presente la loro forte preparazione, che è valsa la partecipazione dell’intero palazzetto ed il lungo applauso al termine dell’esecuzione.

La Yoshokan all’Infernetto è presente presso la sede scolastica dell’Istituto Comprensivo Mozart sita in via Cles, grazie alla lungimiranza della Preside dell’Istituto, dott.ssa Giuseppina Palazzo, che ha fortemente voluto ed ottenuto la realizzazione di un progetto finanziato dalla Regione Lazio e dal Ministero della Pubblica Istruzione. La scuola di arti marziali è quindi in collaborazione con l’Istituto non solo per le attività extra scolastiche (arti marziali), ma anche per l’attività fisica interna all’Istituto stesso, sia per le medie che per l’elementari, al fine di aiutare i ragazzi con difficoltà di inserimento nel tessuto sociale, per disagio comportamentale, ad integrarsi con gli altri attraverso lo sport.



martedì 24 aprile 2007

con Paola Scacciavillani...in barca a vela...

avete voglia di approfittare di questo magnifico anticipo d'estate?
venite in barca a vela, partiamo dal Porto di Ostia, veleggiando lungo costa raggiungeremo il mare profondo, così blu da invitarci a fare un tuffo, a lasciarci trainare dal vento nelle vele...legati ad una cima, divertentissimo! Poi gusteremo un magnifico piatto di spaghetti al......(sorpresa), poi ancora veleggiare, prendere il sole, chiacchierare e rientrare in porto verso le 17.30, un aperitivo in barca...e..non avere nessuna voglia di scendere!
programma:
sabato 28 partenza ore 10.3o, spaghettata a bordo e rientro verso le 17.30 -
con rimborso spese tutto incluso € 55
domenica 29 idem come sopra
martedì 1 maggio idem come sopra,
venite? prenotate anche con sms al 339 5467212

CITTADINI DI SERIE “B”

Scritto da Mauro Orlandi

Ciao Andrea,
leggendo le problematiche che affliggono il ns. quartiere sul sito, vorrei soffermarmi su una tua affermazione riguardo al trattamento che ci riservano le istituzioni nonostante il pagamento annuale dell’ICI (ndr: vedi articolo "MOZART, SEMPRE MOZART, FORTISSIMAMENTE MOZART" del 21 aprile 2007): siamo cittadini di serie "b", non c'è dubbio!
Questa sensazione la vivo da quando sono in quest'area, dal tempo dell'abusivismo, del pretori d'assalto, delle ruspe, delle fontanelle dove prendere l'acqua potabile, dello 06 che passava ogni 40 min....etc etc.
Con l'avvio del piano regolatore e relativi particolareggiati pensavo che le cose potessero migliorare, forse non subito e per onestà qualcosa è cambiato, ma sicuramente alcune aspettative legittime ed elementari, sembrano ancora lontane.

L'ICI è una tassa dura da digerire in questa situazione, ma ti sei chiesto dove è finito il fiume di soldi della Bucalossi?
Dall'incontro con la segreteria di Pomponi (recupero periferie) sono uscito ancora più amareggiato di quanto pensassi, una sorta di conferma del ns. status di sudditi!

Per le strade "minori" non c'è nulla da fare, sono sotto ai 10 mt. di larghezza e quindi il comune non le prende in carico, sono private, vale a dire ci dovete pensare voi. Per le opere a scomputo è possibile accedere ai fondi solo per la realizzazione delle fogne che garantiscono lo smaltimento delle acque chiare.

Fino a quì nulla di nuovo anche se delle domande mi sorgono spontanee: ma quando è stato fatto il particolareggiato non si sono accorti che gran parte delle strade erano sotto i 10 mt.?
Perchè avvantaggiare solo alcuni (i soliti noti?) cittadini all'accesso alle opere a scomputo?

La cosa che però mi ha amareggiato di più è quando abbiamo chiesto informazioni sul famoso terreno ex casa mia di via Marenco. Cercherò di essere il più chiaro possibile.
Su quel terreno è possibile edificare un "commerciale" di 11.000 mt. cubi, il terreno è di circa 5000 mt. quadri. Quando abbiamo chiesto come è stato possibile stabilire tutto ciò, la risposta è stata. "Per poter espropriare il terreno tra via Giordano e Stradella sempre ex coop casa mia, dove verrà il liceo è stato creato un comparto e alla coop (che non esiste!) è stata data la possibilità di avere una area da "sfruttare" commercialmente"!

Siamo alla frutta, un terreno che sulla carta nasce per servizi il comune lo trasforma in commerciale! Non solo, via Marenco che per una parte costeggia il terreno stesso sarà in parte (indovina fino dove) comunale ed il proseguimento privata, visto che non soddisfa i famosi 10 mt. di ampiezza.

Mi riservo di avere ulteriori notizie sulla coop casa mia, hai visto mai!!!, forse qualche bene informato "sogna" di ricostituirla, nel frattempo vorrei cavalcare un'idea del buon Delle Fratte: perchè non pensare, sognare, rendere reale un'utopia....Città di Castelporziano......

ZTL a spese dei cittadini


Da oggi i consiglieri del XIII Municipio potranno godere di un tagliando per ingresso al Centro Storico gratuitamente. Ciò significa che il permesso ZTL sarà a spese della cittadinanza e che richiederà uno storno da una delle altre voci di bilancio. Un bell’esempio di sensibilità ambientale e sociale. Ma del resto si poteva pensare di costringere i nostri poveri consiglieri all’uso del mezzo pubblico?


Andrea Angeletti

con Paola Scacciavillani sull'ISOLA di MONTECRISTO

venerdì 25 maggio 2007
una crociera nelle acque limpide e pulite del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano con escursione alla Riserva Naturale dell’Isola di Montecristo. Abbiamo una speciale autorizzazione che ci consente di attraccare e scendere su questa oasi così esclusiva, visitando, accompagnati dagli Agenti del Corpo Forestale dello Stato, il Museo Naturalistico e godere della vista di questo splendido mare.
Alle ore 13 torneremo a bordo per il pranzo, tutto a base di pesce e preparato dalla cucina di bordo. Nel pomeriggio navigazione verso L'Isola del Giglio dove sosteremo fino alle ore 18.00.
PROGRAMMA:
- ore 5.30 un pullman partirà dal Metro Drive In
- ore5.30 un pullman partirà dalla fermata della Metropolitana EUR
PALASPORT
ore 8.00 partenza da Porto S.Stefano con motonave da crociera.
Navigazione verso la Riserva Naturale Isola di Montecristo, approdo e passeggiata sull’isola. ore 13.00 pranzo a bordo tutto a base di pesce e servito al tavolo.Nel pomeriggio andremo sull'Isola del Giglio dove sosteremo fino alle ore 18.00.Ore 19.00 circa ritorno a Porto S.Stefano e rientro a Roma al Metro Drive In e Metro Eur Palasport.
Costo comprensivo di pullman a/r, navigazione e pranzo a bordo:
adulti € 90, ragazzi fino a 10 anni € 55, bambini sotto i 4 anni omaggio.
Da questo momento è possibile prenotare, poichè abbiamo la disponibilità di soli 50 posti, verranno prese in considerazione esclusivamente le prenotazioni con pagamento del 50% della quota
06.50913805 (lasciare messaggio in segreteria telefonica) oppure 339 5467212
infoacanto@yahoo.it
Si raccomanda di indossare scarpe chiuse e antiscivolo (ottime le scarpe da ginnastica e simili) e si declina ogni responsabilità per danni da cadute sul particolare terreno dell’Isola di Montecristo.

lunedì 23 aprile 2007

Concorso Assunzioni Met.Ro.


40 operatori + 100 operai qualificati
questo il primo lotto di assunzioni in Met.Ro. maggiori informazioni questa sera sul sito del comitato utenti Met.Ro. Roma Lido - IL TRENINO

scadenza 05 maggio 2007

(http://www.iltrenino.info/assunzioniMETRO.php)


Andrea Angeletti

sabato 21 aprile 2007

MOZART, SEMPRE MOZART, FORTISSIMAMENTE MOZART

RECINZIONE DIVELTA
Rieccoci a parlare della rete divisoria fra il plesso della scuola “I.C. Mozart” e la materna “Cucciolo”.

Durante il corrente anno scolastico (2006/2007) prima il Blog e poi l’Associazione Culturale Infernetto e Dintorni hanno più volte denunciato la mancanza della recinzione che separa le scuole in questione, ma a tutt’oggi non vi è stato alcun cambiamento dello stato delle cose. Ribadiamo che l’assenza di tratti della rete (clicca sulla foto per ingrandirla) inficia sulla sicurezza degli alunni di entrambe le scuole poiché chiunque, approfittando dei momenti di maggior confusione (entrata ed uscita dei bambini) o dei cancelli spesso lasciati aperti ed incustoditi, può passare da una scuola all’altra e poter perpetrare dei danni alle strutture scolastiche, ai lavoratori ed agli stessi bambini. Ricordiamo che nell’anno scolastico passato, presso la scuola di via Cilea grazie al mancato funzionamento delle porte allarmate, dei malviventi sono potuti entrare e sottrarre la borsa di una insegnante durante l’orario scolastico e alla presenza dei bambini (vedi l’articolo nel Blog “MICROCRIMINALITA' E PUBBLICA SICUREZZA 2 (IL RITORNO)” del 23 febbraio 2006).

In quell’occasione il presente Blog aveva denunciato alle autorità competenti l’accadimento, con conseguente intervento del Presidente della Regione Lazio dr. Piero Marrazzo e dell’allora Presidente del XIII, sig. Davide Bordoni, che fecero ristabilire le dovute norme di sicurezza in tempi brevissimi (vedi l’articolo nel Blog “E POI DI' CHE LE COSE NON FUNZIONANO!” del 27 aprile 2006).

In merito, l’Associazione nel tempo ha potuto raccogliere varie osservazioni da parte dei lavoratori delle scuole suddette, ed è emerso che la situazione non è dovuta ad una scarsa attenzione da parte delle Amministrazioni scolastiche, come si potrebbe pensare, ma da insufficienti fondi erogati da parte degli Organi soprastanti: fondi che non permettono una corretta funzione degli organi scolastici. Ma ai cittadini, genitori degli alunni e lavoratori delle strutture scolastiche, non interessa di chi sia la responsabilità della mancata o distratta amministrazione, bensì interessa che le varie anomalie, ivi compresa la mancanza della recinzione, siano al più presto sanate e ripristinato il corretto funzionamento, e che, anzi, siano sviluppate nuove iniziative di interesse sociale che portino alla scuola un maggior interesse finanziario da parte delle Istituzioni.

I cittadini in generale ed i genitori degli alunni in particolare, si continuano a domandare del perché l’Infernetto soffra di una oggettiva scarsa considerazione agli occhi dell’Amministrazione Comunale.

Perché non abbiamo diritto a strade asfaltate, a scuole sufficienti per il bacino d’utenza, all’illuminazione pubblica, a sufficienti cassonetti per lo smaltimento dei rifiuti, ad una adeguata rete di comunicazione viaria da e per Roma… perché? Eppure le tasse vengono pagate, e che tasse!!! L’ICI (IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI), ad esempio, è nata nel 1992 come ISI (IMPOSTA STRAORDINARIA SUGLI IMMOBILI) per agevolare l’ingresso in Europa dell’Italia e poi è stata trasformata in ICI nel 1993. I Romani sono soggetti ad una aliquota ordinaria del 7 x 1000, mentre c’è una buona notizia per l’abitazione principale, che passa dal 4,9 al 4,6 x 1000 (vedi il sito del comune di Roma). Per il pagamento dell’ICI, oltre all’aliquota si deve considerare la classe della rendita catastale dell’immobile, che, trovandosi in una zona come l’Infernetto, considerata residenziale, possiamo immaginare che sarà sicuramente adeguata all’occasione.

Poi ci sono le tasse sulle entrate, che con la devolution hanno acquisito un’importanza rilevante per le amministrazioni locali. Queste tasse vengono detratte ai lavoratori dipendenti, come sempre e come qualsiasi altro contributo, con ritenute alla fonte, quindi è il datore di lavoro che opera la detrazione direttamente dalla busta paga del lavoratore: contributi certi e sistematici provenienti da milioni di lavoratori.

Ebbene, evidentemente tutti questi soldi non sono sufficienti per garantire i servizi primari (strade, scuole, pubblica sicurezza, sanità…) ai cittadini. Forse le cose da fare sono talmente tante che i fondi non sono mai abbastanza? O le tasse pagate dai cittadini non sono utilizzati al meglio? Oppure vengono distratti da altre priorità non di pubblica visibilità? Sta di fatto che zone come l’Infernetto e scuole come la “I.C. Mozart” soffrono di mancanza di “ossigeno” e sono costrette a vivere di espedienti come la raccolta di fondi dai privati e dalle famiglie dei bambini per poter tamponare le esigenze e le priorità che di volta in volta si vengono a creare.

I residenti dell’Infernetto più che cittadini si possono considerare ancora pionieri dell’agro romano, con la differenza che, mentre ai pionieri venivano concesse agevolazioni, come ad esempio venivano regalate le terre da coltivare per il proprio sostentamento, a noi rimangono le tasse e i disservizi come premio per aver scelto di vivere in un quartiere, ottimo per i nostri figli (aria pura, poco traffico, molto verde), ma privo di ogni primaria necessità.

giovedì 19 aprile 2007

VIA CILEA: ANCORA IN CANTIERE

VIA CILEA 19-04-07 08.20Questa la situazione ad oggi di via Francesco Cilea.

Proprio da questo Blog più volte è stata segnalata la pessima situazione viaria del quartiere Infernetto con la scarsa presenza di posti auto nei pressi dei plessi dell’ “I.C. Mozart” e della materna “Cucciolo”, la pericolosità dell’incrocio di via Torcegno con viale di Castelporziano e via Cilea, le strade del quartiere ancora in attesa della presa in carico da parte del Comune.

Nonostante le promesse dell’Amministrazione, la situazione sostanzialmente non è cambiata, e, a giudicare dalla foto, non cambierà nel breve.

L’apertura dell’incrocio di via Cilea con via Pietro Romani risolverebbe non poco la viabilità della zona. Come tutti sanno la via in questione smaltirebbe il traffico mattutino delle auto da e per le scuole sopra citate, per non parlare del traffico da e per la scuola della GdF sita in fondo a via Torcegno, che oggi è costretto su viale di Castelporziano aumentando il disagio ai genitori dei bambini frequentanti le scuole limitrofe.

Ricordiamo che il 2 dicembre scorso nel tratto di strada di viale di Castel Porziano fra via Ferrari e via Cilea alle 17.00 circa due automobili sono finite entrambe nei canali di scolo delle acque chiare siti ai lati della carreggiata, presumibilmente a seguito di un impatto fra loro, dovuto proprio all'elevato numero di auto che utilizzano il viale che danno vita ad un traffico che sarebbe ben minore se via Cilea fosse praticabile.

Gli abitanti stanno ancora aspettando l’apertura di questa come di altre strade dell’Infernetto. Ricordiamo a tutti i cittadini che il quartiere è considerato dal Comune un quartiere di lusso con il tasso ICI tra i più alti di Roma, che può quindi, permettersi il "lusso" di avere una percentuale altrettanto alta di strade non asfaltate e non prese in carico, di mancanza di illuminazione pubblica e, nonostante lo sviluppo edilizio, di una totale carenza di edifici scolastici per i residenti, nonché di altri servizi quali la presenza di un punto di Pronto soccorso, una caserma dei carabinieri, ecc.

Quanto si dovrà ancora aspettare, per vedere, non diciamo tutte, ma almeno alcune di queste priorità realizzate?

con Paola Scacciavillani...veleggiando verso le "Secche di Tor Paterno"

sabato 21 aprile dalle ore 10.30 alle ore 17.30 circa,
costo comprensivo di spaghettata euro 55

domenica 22 aprile dalle ore 10.30 alle ore 17.30 circa,
costo comprensivo di spaghettata euro 55

mercoledì 25 aprile dalle ore 10.30 alle ore 17.30 circa,
costo comprensivo di spaghettata euro 55

info e prenotazioni: Paola 339 5467212 (comunicare anche con sms)

martedì 17 aprile 2007

RADDOPPIO VIA DI ACILIA E SOTTOPASSO VIA COLOMBO.

Scritto dal Gruppo Verdi Provincia di Roma

CAVINO (VERDI) CHIEDE A COMUNE E REGIONE INFORMAZIONI SUI TEMPI DI APPROVAZIONE REALIZZAZIONE DEL PROGETTO.

L’ASSESSORE ZARATTI ATTENDE DAL COMUNE DI ROMA LA DOCUMENTAZIONE MANCANTE DI CUI E’ STATA GIA’ FATTA RICHIESTA.

I VERDI A FAVORE DELL’OPERA AUSPICANO SI REALIZZI QUANTO PRIMA PER RISOLVERE I PROBLEMI DELLA VIABILITA’ IN QUEL PUNTO.

IL PARERE V.I.A. RICHIESTO DALLA COMMISSIONE DI RISERVA E’ IMPOSTO DALLA NORMATIVA COMUNITARIA E NAZIONALE. NECESSARIO UN PARERE CHE GARANTISCA LA MASSIMA SICUREZZA PER I CITTADINI E IL MINORE IMPATTO AMBIENTALE POSSIBILE.


In merito al progetto di raddoppio di Via di Acilia e di realizzazione del sottopasso alla Via C. Colombo, Gianluca Cavino, Capogruppo dei Verdi alla Provincia di Roma, ha chiesto al Comune di Roma e all’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio notizie in merito ai tempi di approvazione.

“I Verdi sono naturalmente a favore dell’opera – dichiara Cavino – ed auspichiamo si realizzi quanto prima per risolvere i problemi della viabilità in quel punto. Poiché alcuni cittadini e comitati avevano rilevato carenze di informazioni al riguardo, ho chiesto notizie agli enti competenti, ovvero al Comune e all’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio. Ricordo che l’opera è interna alla Riserva “Litorale Romano” e che la Commissione di Riserva ha rinviato il proprio parere in attesa dell’esito della Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) da parte dell’Assessorato Ambiente regionale. L’Assessore Regionale all’Ambiente, Filiberto Zaratti, ci ha immediatamente informato che gli uffici V.I.A. hanno inviato il 12 marzo scorso una richiesta di integrazione documenti al Comune di Roma, poiché, a quanto pare, non erano state presentate carte fondamentali per l’emissione del parere. In particolare mancano parte degli elaborati relativi al sottopasso, che costituisce la parte più delicata sotto il profilo statico del progetto; manca il piano di gestione delle terre e rocce di scavo, previsto da un D.L. nazionale e parte delle indagini idrogeologiche.”

“Anche l’Assessore Zaratti – prosegue Cavino – ci ha comunicato di essere a favore dell’opera auspicando di ricevere in tempi brevi la documentazione richiesta al fine di poter emettere il parere, come richiesto dalla Commissione di Riserva e come imposto dalla normativa comunitaria e nazionale, un parere che garantisca la massima sicurezza per i cittadini che utilizzeranno l’infrastruttura e che garantisca il minore impatto ambientale possibile, riducendo quindi al minimo il consumo di suolo dell’area protetta della Riserva Statale, affinché anche il progetto possa essere approvato in tempi brevi anche dalla Commissione di Riserva.”

con Paola Scacciavillani in Tenuta Presidenziale di Castelporziano

sabato 12 maggio 2007..........
in gita con Paola Scacciavillani....In Tenuta Presidenziale di Castelporziano

E' vicinissima alle nostre case... a volte confina con i nostri giardini... spesso vediamo volare sulle nostre case o incontriamo sulle nostre strade la fauna selvatica ospite di questo eden....e... non lo conosciamo... allora venite a visitare, con Paola Scacciavillani, la TENUTA PRESIDENZIALE DI CASTELPORZIANO. La Visita autorizzata si svolgerà prevalentemente in pullman per visitare i seimila ettari della Tenuta e consentirà di ammirare il bosco di querce e la macchia mediterranea sempre verde, gli animali selvatici e sorprendenti siti arecheologici mirabilmente conservati. Sono previste anche passeggiate a piedi per raggiungere alcuni luoghi particolari, quindi sono consigliati abbigliamento da campagna e scarpe comode.La partenza avverrà in pullman dal Metro Drive In (Piazzale degli Acilii) alle ore 9 e si protrarrà fino alle 13.30 circa.
Costo Euro:10

URGENTISSIMO entro il 29 aprile COMUNICARE, per ottenere l'autorizzazione a visitare la Tenuta Presidenziale:
Nome, Cognome, Luogo e Data di nascita, Residenza
ai numeri 06 50913805 (lasciare messaggio in segreteria telefonica e sarete richiamati) oppure 339 5467212, oppure scrivere a indirizzo e.mail: infoacanto@yahoo.it

domenica 15 aprile 2007

"BUONGIORNO ROMA" APRILE 2007






Nel territorio è in distribuzione il numero di aprile 2007 del mensile "BUONGIORNO ROMA" di Gianluca Morale con il quale l'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni collabora.

All'interno l'articolo dell'Associazione, clicca qui per scaricare dalla pagina "ARRETRATI" l'edizione del mese.

Buona lettura.

giovedì 12 aprile 2007

con Paola Scacciavilani in barca a vela...

Porto di Ostia, sabato 14 e domenica 15 aprile:
uscite giornaliere in barca a vela

Grande successo per le proposte di uscita in barca a vela.....sabato e lunedì di Pasqua con un tempo magnificamente estivo ci siamo veramente goduti il mare...veleggiando, prendendo il sole, chiacchierando allegramente, rimanendo in silenzio ad ascoltare solo il fruscio del vento nelle vele e il canto dei gabbiani...un'esperienzabellissima!
A grande richiesta, la riproponiamo per i prossimi sabato 14 e domenica 15 aprile.
Programma:
partenza dal Porto di Ostia alle ore 10 e rientro verso le 17, costo comprensivo di spaghettata a bordo, vino, caffè, 55 euro.
x prenotazioni: 06 50913805 (lasciare messaggio), 3395467212 (anche con sms) oppure scrivere a: infoacanto@yahoo.it

"IL MESTIERE DI CREARE LAVORO"

L'Associazione ATDAL-OVER 40 segnala che sono variate le date dell'ultimo appuntamento del Progetto Labirintus "IL MESTIERE DI CREARE LAVORO"
L'ultimo incontro formativo del programma, a suo tempo pubblicato, si terrà nei giorni 19, 26 aprile e 3 maggio dalle 17,00 alle 19,30 presso la parrocchia Gran Madre di Dio a Ponte Milvio.
Il corso è gratuito e non occorre prenotarsi, comunque ,ai fini organizzativi, è preferibile segnalare la propria presenza all'organizzatore: LUCIANO PENNA 3283582172

martedì 10 aprile 2007

Master di II livello in ‘Servizi pubblici Locali’


Il master è promosso dall'Unione Europea insieme alla Regione Lazio, è organizzato dall’Università Roma Tre e da Confservizi Lazio in collaborazione con Acea, Ama, Atac, Metropolitana di Roma e Trambus.

Tutte le informazioni su www.iltrenino.info

Case popolari per emergenza abitativa all'infernetto


... la “rete” non dimentica...

“…apprendiamo con sconcerto che viene maliziosamente attribuita al Comune di Roma la volontà di realizzare “tre mega edifici popolari” nel quartiere dell’Infernetto, nell’ambito del programma di edilizia residenziale pubblica di cui alla L. 167.
Addirittura, esisterebbe già una delibera al riguardo, in fase di approvazione, che avallerebbe questa “colata di cemento”...dicevano Orneli e Morassut. leggi il seguito su www.udcroma13.blogspot.com

CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO

Consiglio del Municipio XIII è convocato in via straordinaria ed in seduta pubblica nell’Aula Massimo Di Somma, piazza della Stazione Vecchia, 26 – Ostia Lido nel giorno di 18 aprile 2007, dalle ore 16,00 alle ore 19,00.
L’appello sarà effettuato alle ore 16,15 Sono invitati a partecipare: On.le Sindaco Veltroni cons. Comunale Bordoni Presidente della Commissione Urbanistica del Comune di Roma dott.sa Paone – Dipartimento IX – III U.O. ing. Andreangeli – Dipartimento IX – III U.O

Il fotovoltaico a Casalpalocco e nel XIII Municipio

Scritto da Gianluca Morale, Denise Lancia

Abbiamo un progetto ambizioso: il comitato "Il sole sul tetto", Buongiorno Roma, l'assessore all'ambiente del Municipio Paolo Stellino, l'agenzia del Comune di Roma "Roma Energia", il partito dei Verdi e molti esperti qualificati di questo settore stanno lavorando per fare del nostro bel Municipio il primo a Roma nell'utilizzo delle energie alternative, in particolare del fotovoltaico.
Il 31 marzo scorso, in un’affollatissima sala messa a disposizione dal Centro di Iniziativa, per la cui disponibilità ringraziamo il suo presidente Luciano Antolini, abbiamo dato il via al progetto Il Sole sul Tetto, partito da un’idea di Renato Gatti, di “1000 tetti fotovoltaici” a Casalpalocco.

Tante informazioni e tante domande danno l’idea di come i cittadini siano interessati alle tecnologie che utilizzano fonti energetiche rinnovabili e non inquinanti. Il peso della bolletta energetica, per le famiglie e per le comunità, il desiderio di non lasciare ai propri figli e nipoti un mondo che “scotta”, sono diventati nel corso degli approfondimenti, la consapevolezza che, grazie al nuovo Conto Energia approvato dal Governo, diventare piccoli produttori di energia sia anche l’investimento attualmente più remunerativo sul mercato.

Sono stati approfonditi i temi delicati della progettazione e della necessità di rivolgersi, per l’installazione, ad aziende che possano rilasciare le certificazioni senza le quali non si avrebbero le autorizzazioni per l’allacciamento in rete.

Il convegno ha richiamato l’attenzione di aziende che operano nel settore e di istituti bancari interessati a finanziare l’intero costo degli impianti, da ripagare con l’energia prodotta in eccesso rispetto alle proprie necessità.

Il progetto, tramite il gruppo di acquisto collettivo "Buongiorno Roma Servizi", si propone di selezionare le aziende migliori che si occupano di fotovoltaico garantendo serietà, correttezza, informazioni, controllo dell'operato e certificazioni di legge.

Ciò è possibile grazie al supporto di ingegneri ambientali e alla continua collaborazione con l'agenzia comunale "Roma Energia". Il gruppo d’acquisto si occuperà anche di proporre aziende selezionate di credito e finanziamenti e ditte edili che si occupano del trattamento dell’amianto.

Le aziende che si vogliono proporre possono contattarci e fornirci la documentazione da noi richiesta, sarà nostra cura valutarla attentamente, sì da fornire ai soci le proposte più serie e vantaggiose.

L’iscrizione al gruppo di acquisto collettivo "Buongiorno Roma Servizi" ha un costo di 20 euro annui. Tale iscrizione, oltre a consentirvi di avere tutte le informazioni sul fotovoltaico, vi permetterà di usufruire dei servizi dell'associazione: consulenza gratuita di avvocati, acquisto di prodotti alimentari biologici ed equo solidali a prezzi scontati.

L’iscrizione può essere effettuata in Largo Esopo 31 oppure chiamando il 3476632997.

Chiunque sia interessato ad approfondire il discorso sugli impianti fotovoltaici o a mettere un impianto a casa o in azienda, può contattare:

Gianluca Morale 3476632997,

Renato Gatti 335320363, 3381716756

Laura D'andrea 3478443198

Denise Lancia 3343752552

Oppure scrivere una mail a redazione@buongiornoroma.it Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

con Paola Scacciavillani sull'Isola di Montecristo

sull' Isola di MONTECRISTO
venerdì 25 maggio 2007

una crociera nelle acque limpide e pulite del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano con escursione alla Riserva Naturale dell’Isola di Montecristo. Abbiamo una speciale autorizzazione che ci consente di attraccare e scendere su questa oasi così esclusiva, visitando, accompagnati dagli Agenti del Corpo Forestale dello Stato, il Museo Naturalistico e godere della vista di questo splendido mare.

Alle ore 13 torneremo a bordo per il pranzo, tutto a base di pesce e preparato dalla cucina di bordo. Nel pomeriggio navigazione verso L'Isola del Giglio dove sosteremo fino alle ore 18.00.

PROGRAMMA:
- ore 5.30 un pullman partirà dal Metro Drive In
- ore5.30 un pullman partirà dalla fermata della Metropolitana EUR PALASPORT
ore 8.00 partenza da Porto S.Stefano con motonave da crociera.

Navigazione verso la Riserva Naturale Isola di Montecristo, approdo e passeggiata sull’isola. ore 13.00 pranzo a bordo tutto a base di pesce e servito al tavolo.Nel pomeriggio andremo sull'Isola del Giglio dove sosteremo fino alle ore 18.00.Ore 19.00 circa ritorno a Porto S.Stefano e rientro a Roma al Metro Drive In e Metro Eur Palasport.
Costo comprensivo di pullman a/r, navigazione e pranzo a bordo:
adulti € 90, ragazzi fino a 10 anni € 55, bambini sotto i 4 anni omaggio.

Da questo momento è possibile prenotare, poichè abbiamo la disponibilità di soli 100 posti, verranno prese in considerazione esclusivamente le prenotazioni con pagamento del 50% della quota 06.50913805 (lasciare messaggio in segreteria telefonica) oppure 339 5467212 infoacanto@yahoo.it

Si raccomanda di indossare scarpe chiuse e antiscivolo (vanno bene le scarpe da ginnastica e simili) e si declina ogni responsabilità per danni da cadute sul particolare terreno dell’Isola di Montecristo.

domenica 8 aprile 2007

LEGGE 18 APRILE 1962, n. 167

A quanto ne sappiamo, ovvero quello che si è potuto apprendere, i palazzi che si dovrebbero realizzare di fronte alla Scuola della Guardia di Finanza, grazie alla Legge 167 del 18/04/1962, sarebbero destinati ad accogliere le famiglie dei militari di varie armi. A prescindere da chi siano realmente gli assegnatari degli appartamenti, ci perplimono alquanto le modalità di realizzazione di queste opere, sempre che si porteranno a termine in breve tempo e che non facciano la fine della realizzazione dell'odierno complesso delle Terrazze del Presidente di via di Acilia, rimasto scheletro e fermo per più di venti anni prima della definitiva e non ancora portata a termine edificazione.

Poi ci sarà il problema della futura gestione dovuta alla sovraccrescita demografica improvvisa che ne scaturisce. In un quartiere già iper sviluppato come l'Infernetto, dove nessun servizio è adeguato all'improvviso aumento della popolazione (mancano strade, mezzi di trasporto, scuole, illuminazione, rete fognaria, servizi di pubblica utilità come il gas, il telefono, il pronto soccorso, la caserma dei CC, ecc...), la presenza di un ulteriore incremento di nuclei familiari non farà altro che aggravare una situazione già collassata anni prima.

Se la realizzazione edilizia in questione fosse realmente l'occasione per il Comune per portare finalmente a compimento tutte quelle opere necessarie al quartiere che i suoi abitanti aspettano da anni, ben venga. Ma solo a questa condizione. Non vorremmo pagare in futuro con altri disservizi la mancata o la distratta amministrazione dell'argomento. Sarà pure una banalità, le tasse le paghiamo tutti, ma non tutti a Roma e nel XIII godono dello stesso livello qualitativo dei servizi.

Ci auguriamo che i nostri Amministratori analizzino con particolare attenzione la situazione prima di dar vita ad una realizzazione improba e dolorosa per tutti, perchè il problema non sarà chi andrà ad abitare nei nuovi appartamenti, ma come faremo tutti, loro compresi, a recarci sul posto di lavoro senza strade sufficienti, a far frequentare le già insufficienti scuole ai figli, ad avere una linea telefonica decente, ad avere una rete fognaria degna di questo nome, ecc....

mercoledì 4 aprile 2007

Infernetto: Raccolta porta a porta scarti vegetali


Partirà dopo Pasqua un servizio sperimentale mirato di raccolta porta a porta di scarti vegetali (sfalci, erbacce, ramaglie e potature domestiche provenienti dall’attività di giardinaggio) in 2 aree del XIII Municipio: Saline e Madonnetta.

Altri dettagli su www.udcroma13.blogspot.com

VIA PIETRO ROMANI: ORE 8.30

Questa la situazione di via Petro Romani questa mattina alle 8.30. Percorrendo la via in questione da via Cilea in direzione Cristoforo Colombo, appena superato l’ufficio postale troviamo uno scouter a terra ed accanto il suo conducente in piedi presumibilmente in attesa dei VV.UU. e forse anche dei soccorsi.

La fila iniziava già dall’incrocio di via Torcegno con viale di Castel Porziano (strade già abbondantemente ipertrafficate dai veicoli da e per i plessi scolastici dell’Istituto "Mozart" e dalla materna "il Cucciolo") e via Francesco Cilea, strada mai portata a compimento ed ancora in lavorazione all’incrocio con via Pietro Romani. In pratica, già di prima mattina, il traffico era pressoché immobile e, nelle citate vie sembrava di essere in pieno centro nell'ora di punta. Ma, se andiamo ad analizzare i fatti, quello di oggi non è altro che l'estremizzazione di una situazione già abbastanza critica. Sulla stessa strada dove questa mattina è avvenuto l'incidente, infatti, quasi nel punto dove scouter ed auto si sono scontrati, si affaccia l'Ufficio Postale dell'Infernetto.

Ne vogliamo parlare? Si tratta dello stesso ufficio che, da sempre, gestisce tutto il bacino della zona Infernetto. Con la differenza che, quando è stato deciso di realizzarlo, la gente che risiedeva nel quartiere era un decimo dell'attuale. In pratica, questo piccolo ufficietto sito in via Pietro Romani, oggi, si trova a dover gestire la stessa utenza che, dall’altra parte della Colombo, è gestita dalla posta centrale di Acilia e dall’ufficio postale di Casalpalocco. Inoltre, quando il suddetto ufficio è stato realizzato, nella zona non circolavano tutte le auto che ci sono oggi, le quali auto, data la totale assenza di parcheggi nei pressi dell'Ufficio postale, vengono lasciate dai conducenti in doppia fila ed in sosta vietata… A questo punto la domanda sorge spontanea: "non sarà forse il caso che l’Infernetto abbia un adeguato ufficio postale completo di annesso parcheggio?"

Come possiamo vedere dall’immagine, l’area compresa tra la Colombo e via di Castel Porziano comprende strade come via Alberto Pizzini, via Carl Orff e la stessa via Francesco Cilea ancora non aperte al traffico. Questa anomalia è stata segnalata più volte da questo Blog alle Autorità competenti, ma ad oggi di fatto nessuna di queste vie è stata consegnata ai cittadini, costringendo gli abitanti ad estenuanti file sulle uniche vie principali (via di Castel Porziano e via Ermanno Wolf Ferrari), il cui assetto, peraltro non perfetto anche a causa della presenza delle radici dei pini che sollevano in più punti l'asfalto, determina un oggettivo aumento del rischio di incidenti (ricordiamo la caduta ed il conseguente cappottamento di due auto nel canale di scolo di via di Castel Porziano avvenuto il 2 dicembre del 2006).

Ma, evidentemente, gli incidenti accaduti fino ad ora, sono ancora insufficienti per giustificare una riqualificazione della rete stradale attualmente in uso all’Infernetto e per spingere le Autorità ad ampliare il numero delle vie di collegamento così da snellire quell'enorme serpente d'acciaio che occupa il nostro quartiere.

martedì 3 aprile 2007

con Paola Scacciavillani: pic nic di Pasquetta in barca a vela

Abbiamo rinviato il programma a Porto Ercole per Pasqua ad altra data e proponiamo:

per scambiarci gli auguri di Pasqua:
sabato 7 in barca tutto il giorno con spaghetti alle vongole e vino a bordo:
ore 10 partenza dal porto di ostia e rientro nel pomeriggio verso le 17
costo comprensivo di spaghettata, vino e caffè Euro 55

lunedì di Pasquetta pic nic in barca in alto mare:
partenza ore 10 dal porto di ostia e rientro nel pomeriggio verso le 18, ognuno porta qualcosa per il pic nic!!!!!!!!!! Euro 50

Week end "lezioni di vela full immersion":
2 giorni, 1 notte a bordo
partenza sabato 14 ore 10 e rientro nel tardo pomeriggio di domenica 15, destinazione Nettuno o Santa Marinella (si deciderà la località in base al vento).
Costo comprensivo di carburante (dove sarà necessario usare il motore), ormeggio e cambusa euro: 150

Il fotovoltaico a Casalpalocco e nel XIII Municipio

Scritto da Gianluca Morale.

Abbiamo un progetto ambizioso: il comitato "Il sole sul tetto", Buongiorno Roma, l'assessore all'ambiente del Municipio Paolo Stellino, l'agenzia del Comune di Roma "Roma Energia", il partito dei Verdi e molti esperti qualificati di questo settore stanno lavorando per fare del nostro bel Municipio il primo a Roma nell'utilizzo delle energie alternative, in particolare del fotovoltaico.

Sabato 31 marzo 2007 si è svolta a Casalpalocco la prima assemblea sull'uso del fotovoltaico. L’iniziativa, che ha avuto molto seguito tra i cittadini, verrà presto replicata negli altri quartieri del XIII Municipio.

COME CI STIAMO ORGANIZZANDO

Chiunque sia interessato (privato cittadino o azienda) ad approfondire il discorso sugli impianti fotovoltaici o a mettere un impianto a casa o in azienda, può contattarci per mail a redazione@buongiornoroma.itIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo oppure chiamarci al 3476632997.

Buongiorno Roma mette a disposizione di questo progetto il proprio "Gruppo d'Acquisto Collettivo", che già esiste da anni, per consentire a gli interessati di avere migliori condizioni e progettazioni qualificate.

Degrado stazione Lido Centro



Continua l'azione di denuncia del comitato utenti metro roma lido "IL TRENINO" questa volta su segnalazione di Mario la stazione presa in esame è quella di Lido Centro. Tutte le foto sul sito del comitato

lunedì 2 aprile 2007

con Paola Scacciavillani ... uscita gratuita in barca a vela

Navigando in barca a vela….
Il corso gratuito ha riscosso un grande successo, siamo stati sommersi da telefonate, e.mail …e tutti a scuola di vela! Prima tutti timorosi perché, si sa, quando qualcuno ti regala qualcosa c’è la fregatura dietro l’angolo, poi, scoperto che non vendevamo, non dico una pentola, ma nemmeno il tegamino per l’uovo, hanno tutti gradito e partecipato alle lezioni con serietà e impegno.
Claudio (il comandante), inebriato da tanto successo, ha deciso di regalare, a coloro che, per motivi di orario di lavoro, non hanno potuto partecipare ai corsi precedenti, un'uscita in mare durante la quale...veleggiando...fare un riassunto del corso teorico unito alla pratica! Che ve ne pare? Primo appuntamento in barca mercoledì 4 aprile dalle ore 15.30 al tramonto, e mercoledì 18 mattina dalle 10 alle 13.30 oppure dalle 15.30 al tramonto.infoacanto@yahoo.it oppure telefonate al 339 5467212

..............e poi......................Un’idea per Pasqua?
a Porto Ercole, in barca a vela, veleggiando lungo costa
Venite con noi ? Partenza dal porto di Ostia sabato 7 aprile e rientro il 9, lunedì di pasqua, in serata e senza trovare il traffico del rientro in città! Sarà una bellissima esperienza anche per quelle persone che non hanno mai provato il piacere di una crociera in barca a vela. Veleggiando lungo la costa approderemo a Porto Ercole dove trascorreremo il giorno di Pasqua per rientrare, al porto di Ostia, la sera del lunedì di pasquetta. Attenzione: non è gratuita!!! Parteciperemo alle spese per carburante, ormeggio e cambusa, per un totale di 250 Euro. Per informazioni dettagliate scrivete infoacanto@yahoo.it oppure telefonate…solito numero (vedi sopra)

ROMA: UNA CITTA’ NON A MISURA D’UOMO

Scritto da Fabrizio Santori


AN: “SUBITO PIANI REGOLATORI MUNICIPALI DEI TEMPI E DEGLI ORARI”

“La durata del lavoro, la disorganizzazione dei trasporti, il traffico, l’assenza o l’insufficienza dei servizi pubblici e privati, la mancanza di coordinamento dei diversi orari rendono la giornata a Roma non disciplinata dalle norme di un ordinato vivere civile a causa di un’insufficiente regolamentazione da parte della giunta capitolina” lo dichiara con una nota Fabrizio Santori, capogruppo di AN al Municipio Roma XVI.

“La Legge nazionale n° 53/00, fornisce ai Comuni i criteri e i contributi necessari per elaborare interventi di politica temporale urbana, pianificando a livello territoriale le misure necessarie ad armonizzare i tempi di vita e di lavoro con il sistema orario dei servizi e con i tempi sociali della città ma ad oggi l’amministrazione comunale ha totalmente fallito la sua missione, – prosegue la nota - Roma non ha orari, non ha ritmi comunitari simili agli standard delle grandi città europee, il lavoro non è distinto dal riposo, gli uffici pubblici non permettono di usufruire di servizi che durante la settimana, a causa di impegni lavorativi, possono rendersi raggiungibili solo se si perdono ore di lavoro o ferie retribuite, è come se il grande corpo della metropoli mai riuscisse a trovar respiro senza fornire strumenti di facile accessibilità che rendano il rapporto con la città, gli uffici, trasporti, commercio al minuto, servizi bancari, farmacie, ambulatori, biblioteche, musei, uffici pubblici, spettacoli, meno complicato e più diretto”.

“A Roma, il sabato ad esempio, non è possibile fare una carta d’identità o un certificato nella maggior parte delle municipalità capitoline e il Piano dei Tempi e degli Orari della città del Comune di Roma è stato costruito superficialmente in soli due municipi attraverso un mancato percorso di progettazione partecipata che coinvolga tutti gli attori sociali, i cittadini e le cittadine della Capitale, nella definizione degli obiettivi e nella verifica della praticabilità e sostenibilità di interventi di armonizzazione e conciliazione dei tempi, – conclude Santori, membro dell’esecutivo di AN – per tutte queste ragioni presenteremo la proposta di stilare diversi piani regolatori dei tempi e degli orari della città suddivisi per municipio ma da integrare in un unico grande progetto capitolino per la mobilità sostenibile finalizzata al miglioramento della viabilità e della qualità ambientale, per l’accessibilità e la fruibilità temporale dei servizi pubblici e privati attraverso il coordinamento tra orari e localizzazione dei servizi, per il coordinamento tra orari dei servizi e sistema degli orari di lavoro e infine per la promozione delle pari opportunità per favorire il riequilibrio tra impegni familiari e professionali e la miglior ripartizione delle responsabilità familiari”.

Per info: www.fabriziosantori.com

OBIETTIVO INFERNETTO

L'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni lancia l'iniziativa: "OBIETTIVO INFERNETTO" - Fotografa tutto quello che non va nel tuo quartiere.

Si vuole realizzare una mostra fotografica con le foto dei cittadini che ha come soggetto il territorio, l'urbanistica, l'ambiente, il verde, la viabilità dell'Infernetto. Con questa iniziativa l'Associazione intende raggiungere un duplice scopo: sensibilizzare i cittadini circa l'oggettiva situazione in cui si trova l'Infernetto ed allertare le Autorità competenti riguardo le problematiche evidenziate da coloro che il quartiere lo vivono.

Tutte le foto inviate non devono riprodurre soggetti privati (persone, veicoli targati, nominativi, insegne, loghi, ecc....), ma solo luoghi e cose di pubblico dominio; pertanto, qualora ciò avvenisse devono essere accompagnate dall'autorizzazione alla loro modifica per quanto concerne la cancellazione di volti, targhe, e quant'altro riguardi soggetti privati.

Invia tramite mail (segreteria@infernettoedintorni.org) le tue foto denuncia scattate nel territorio.

Nella email dovrai indicare anche le diciture:
- PRIVACY: "Si autorizza il trattamento dei dati personali ai sensi della legge 196/03";
- PATERNITA' DELL'OPERA: "Dichiaro di essere autore dell'opera e di averne i totali diritti";
- AUTORIZZAZIONE ALLA PUBBLICAZIONE:"Si autorizza la pubblicazione di quanto inviato".

La mostra sarà realizzata con le foto più significative ed in tale occasione sarà anche premiata la più votata dai cittadini. Tutte le foto troveranno posto nel sito dell'associazione. Sul sito verrà comunicato il giorno ed il luogo della mostra delle foto pervenute, ogni partecipante sarà inoltre avvertito direttamente.

In bocca all'obiettivo.

con Paola Scacciavillani...

"GIOVEDI SANTO in COENA DOMINI"

Visita guidata a Sette Chiese di Trastevere



giovedì 5 aprile 2007, ore 20 andremo a visitare alcune delle più importanti Chiese di Trastevere allestite con gli Altari della Deposizione realizzati secondo la tradizione cristiana in memoria dell'ultima cena.
San Bartolomeo all'Isola, Santa Cecilia, Santa Maria dell'Orto, San Francesco a Ripa, San Crisogono, Sant'Agata, Santa Maria in Trastevere.

Il nostro itinerario culturale inizia dall'Isola Tiberina che, vista da Ponte Garibaldi, ha proprio l’aspetto di una nave. La poppa protesa verso la foce in un viaggio ovviamente impossibile, dal momento che, in effetti, è un’isola. Un'immagine suggestiva che nasce dalla leggenda come la sua stessa origine: l’isola Tiberina si sarebbe formata nel 510 a .C dai depositi di grano dei Tarquini, i Romani che odiavano questa famiglia di cui avevano cacciato l’ultimo re Tarquinio il superbo, gettarono i depositi di grano nel fiume appesantiti con pietrame che avrebbe dovuto farli affondare. Ma la quantità era tale che ammassati l’uno sull’altro formarono un terrapieno primo nucleo dell'isola.
Sull'isola la famosa Basilica di San Bartolomeo risalente al 997, quell’anno si ebbe il martirio di sant’Adalberto di Praga e l’imperatore Ottone III volle onorare il martire con questa chiesa. costruita sulle rovine del tempio di Esculapio nell’isola Tiberina. Richiese poi alla città di Benevento il corpo di san Bartolomeo apostolo e i beneventani aderirono, ma inviarono il corpo di san Paolino da Nola e si tennero quello dell’apostolo. L’imperatore si accorse dell’inganno e ricorse alle armi per entrare in possesso della vera salma: espugnò Benevento e portò il corpo di san Bartolomeo a Roma, collocandolo nella nuova chiesa che ebbe così l’appellativo dei santi Adalberto, Paolino e Bartolomeo. Quest’ultimo ne è poi rimasto l’eponimo. Rimodernata in seguito ad una piena del Tevere del 1557 che danneggiò seriamente la chiesa, ad opera del Torrioni (1601-1657) e poi ancora ritoccata nel 1852. Il campanile è uno splendido esemplare romanico, anche se purtroppo ha le monofore chiuse per motivi di stabilità nel Settecento.
Il nostro itinerario prosegue verso la Basilica di Santa Cecilia in Trastevere dove si può vedere tuttora il Calidario ove la Martire subì per tre giorni il supplizio. Scaduto il terzo giorno, non essendo ancora morta soffocata, perché protetta dal suo Angelo custode, fu decapitata dai suoi aguzzini. Il Calidarium, trasformato in Cappella è accessibile dalla navata di destra, attraverso un corridoio decorato dagli affreschi di Paul Brill. Valeriano, marito della Santa, ritrovò il corpo della giovane sposa nelle catacombe di San Callisto dopo un Sogno rivelatore ed eresse la Chiesa sulle mura della casa, dove Santa Cecilia aveva subito il martirio. Sotto l’altare la stupenda statua giacente della Martire nella postura in cui fu sorpresa dalla morte, capolavoro di Stefano Maderno e datato 1599 Oggi il convento è sede di suore di Clausura.
Poco più avanti troviamo la Bellissima chiesa della Madonna dell'Orto,deve la sua origine ad un miracolo che si sarebbe verificato alla fine del Quattrocento (probabilmente intorno al 1488) ed ebbe grande risonanza in tutto il rione: un contadino ammalato ottenne infatti la guarigione dopo aver pregato un'immagine della Madonna dipinta accanto al portale di accesso ad un orto. Ne nacque una devozione popolare per l'immagine e fu eretta una prima piccola cappella votiva e quindi una vera e propria chiesa più grande, i cui arredi e spese per il culto furono forniti da 12 associazioni professionali. Nel 1492 papa Alessandro VI concesse l'istituzione di una confraternita e nel 1588 papa Sisto V la decretò "arciconfraternita". La chiesa, completata nel 1567 presenta una facciata opera del Vignola, mentre l'interno si deve a Guidetto Guidetti. La Madonna dell'Orto, incoronata dal "Capitolo Vaticano" nel 1657 compare nella raccolta della fine del Settecento dell’incisore romano Pietro Bombelli. Si conservano opere degli Zuccari di Corrado Giaquinto e di Giovanni Baglione. Proseguendo nell'Itinerario Trasteverino, troviamo la Basilica di San Francesco a Ripa che trae la sua denominazione dalla vicinanza con il porto di Ripa Grande, affacciato sul Tevere. Fondata nel XI secolo e annessa inizialmente ad un ospedale, la chiesa fu rinnovata e dedicata a San Francesco d'Assisi dopo che lo stesso Santo vi aveva dimorato nel 1229. L'edificio attuale risale alla ristrutturazione secentesca di Onorio Longhi e di Mattia de Rossi (facciata 1681-1701). La chiesa è nota ai più per la presenza della statua della Beata Ludovica Albertoni, scolpita da Gian Lorenzo Bernini per il cardinale Paluzzi (nipote di papa Clemente X) tra il 1671 e il 1675. La statua, vero esempio di trasporto mistico-carnale e di estasi barocca, è collocata su uno spettacolare drappo in diaspro sopra la mensa dell'altare della cappella; la parete di fondo, sempre secondo i suggerimenti di Gian Lorenzo Bernini, è stata scenograficamente arretrata per permettere alla luce di penetrare nell'ambiente da due finestre laterali nascoste, creando un effetto quasi soprannaturale, proprio come nell'Estasi di Santa Teresa di Santa Maria della Vittoria. La pala della cappella, inquadrata da teste di cherubini in stucco che ribadiscono il sentore di apparizione mistica che pervade tutto il sacello, è del Baciccio.
Proseguendo per la nostra passeggiata, troviamo la Chiesa di San Crisogono che fu costruita sopra l'abitazione dello stesso martire greco ed é probabilmente costantiniana. Il titulus Crisogoni nacque sfruttando ben due (e forse tre) Domus romane di II e III secolo, prima di assumere la consueta pianta basilicale nel V secolo, ed è relativo alla primitiva basilica fatta costruire a sette metri di profondità dall’attuale livello stradale. Gli scavi mostrano l'ampia abside con lo zoccolo decorato da clipei e da losanghe e similmente sono visibili due navatelle laterali e il nartece. L'attuale Basilica si deve al Cardinale Scipione Borghese, che nel 1600 ne ordinò la sistemazione a Giambattista Soria, dopo i ritocchi voluti dal Cardinal Giovanni da Crema nel XII secolo. La visita ai sotterranei di San Crisogono (aperti durante il giorno) è essenziale per conoscere i tesori della Roma sotterranea. La stratificazione archeologica e la pratica del riuso di monumenti antichi per scopi diversi da quelli originari trova qui uno dei migliori esempi, per non parlare della suggestione che coglie il visitatore che varca la soglia del tempo...Di fronte la chiesa di San Crisogono proprio davanti al ristorante Rugantino si trova la chiesa di Sant'Agata che fu costruita nel VII secolo, quando Papa era Gregorio Magno. La costruzione ha subito nel corso dei secoli diverse modifiche prima di avere la struttura definitiva attuale. Singola navata circondata da tre cappelle. All'interno la famosa statua della Madonna del Carmine meglio conosciuta come "Madonna de'Noantri", patrona dei trasteverini. Il Nostro itinerario Culturale termina con la "settima" Basilica, Santa Maria in Trastevere, la più importante del rione Trastevere. Fondata fin dal III secolo da Papa Callisto I, la chiesa fu poi rinnovata durante il papato di Innocenzo II (1130-1143). La facciata, che conserva nella parte superiore un mosaico del XIII secolo, è preceduta dal portico progettato da Carlo Fontana (1702). All'interno, a tre navate su colonne (ispirato a Santa Maria Maggiore), si notano il bel soffitto ligneo, disegnato da Domenichino (autore anche dell'Assunzione al centro) e alcune pitture risalenti al restauro del XIX secolo, durante il papato di Pio IX. Nella prima cappella della navata destra troviamo S.Francesca Romana di Giacomo Zoboli mentre nella seconda cappella la Natività di Etienne Parrocel. Nella conca dell'abside si può ammirare un mosaico con l'Incoronazione della Madonna (XII secolo), ornato, nella parte inferiore, da Storie della Vergine, sempre a mosaico, opera di Pietro Cavallini.

L'itinerario si scioglie per una durata di circa due ore e mezza... scarpe comode e... tanta voglia di conoscere... in un giorno così importante per la tradizione di Santa Romana Chiesa.

Nel corso della serata sono garantite...piacevoli sorprese!!!!

Partenza con pullman dal Metro Drive In alle ore 20
Costo della visita guidata comprensivo di guida, auricolari e pullman andata e ritorno: euro 18

ENERGETICA- per un futuro sostenibile

DAL COORDINAMENTO LAZIO ATDAL-OVER 40:
i giorni 27 e 28 marzo si è svolto al centro Frentani il convegno ENERGETICA-per un futuro sostenibileIl 27 è intervenuto il ministro PECORARO SCANNIO che nel suo discorso ha sottolineato il suo "credo" verso l'uso dell'energia solare. Questo è molto confortante perché siamo veramente all'inizio di una nuova era: l'era del sole e del risparmio energetico.
Pare che a breve in Europa sarà vietato l'uso delle lampadine ad incandescenza, e si faranno altri interventi del genere..
Prima del Ministro ci sono stati interventi interessanti sull'eolico; tra l'altro le enormi difficoltà che i costruttori di molini a vento hanno sempre trovato nel loro lavoro.Intralci di ogni genere,che scoraggerebbero l'installazione di molini, se l'attuale tecnologia non fosse andata avanti conseguendo grandi successi.