"Infernetto e Dintorni" è un blog realizzato dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, ideato con lo scopo di agevolare lo scambio di opinioni tra gli abitanti dell'Infernetto e del X Municipio, ex XIII Municipio. L'obiettivo del blog è di fornire visibilità circa l'urbanizzazione del quartiere e le criticità ad essa connesse. Divulghiamo informazioni, condividiamo emozioni. L'Associazione è stata promotrice ed è stata fra i Soci Fondatori del Coordinamento Infernetto fino al 09/04/2016.

Istituto Luce Cinecittà - Polvere d'archivio

Loading...

CERCA NEL BLOG

mercoledì 30 settembre 2009

VIA CASTRUCCI: DOPO I LAVORI UNA PISTA DA CORSA


L'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni ringrazia la Redazione de "il Giornale di Ostia".

Clicca per ingrandire

DISBOSCAMENTI E TSUNAMI

Secondo alcuni ricercatori, il feroce disboscamento commesso dall'uomo sulla vegetazione delle coste, mette in serio pericolo la popolazione residente nelle città limitrofe.

Secondo quanto riportato da "Focus.it" in un articolo del 12 giugno 2008, se la foresta di mangrovie della Birmania non fosse stata abbattuta, la devastazione provocata dall'uragano sarebbe stata meno grave e si sarebbero salvate molte vite umane.

Ora, è chiaro che l'Italia non è la Birmania, e che non siamo un paese tropicale (non ancora), comunque non appare saggio disboscare o non rimboscare quelle aree di verde che dividono le città dal mare. Tanto per fare un esempio, la pineta di Castel Fusano, ha subito molti, troppi, incendi che da luglio del 2008 hanno di fatto disboscato una considerevole area della nostra pineta (clicca qui per vedere gli articoli correlati), aree che a tutt'oggi non hanno ricevuto un adeguato rimboscamento cosa che, a parte l'evidente danno ambientale, rende di fatto più vulnerabile l'entroterra del XIII Municipio a probabili, anche se remote, inondazioni provenienti dal mare. Ricordiamoci che l'Infernetto è una di quelle zone più a rischio, in quanto si trova sotto il livello del mare, e se basta un banale acquazzone per allagare il quartiere, figuriamoci cosa potrebbe accadere con un maremoto/tsunami.

Di seguito, l'articolo di Focus precedentemente indicato.

Mangrovie per la vita

Difficile districarsi tra le radici subacquee delle mangrovie rosse (Rhyzophora mangle). Queste piante tropicali crescono lungo i litorali o nei pressi degli estuari dei fiumi, dove possono starsene con le "gambe a mollo". Le loro radici infatti si sviluppano sott'acqua e riemergono solo nei momenti di bassa marea, donando al paesaggio un'aria molto suggestiva.
Ma oltre ad essere belle, queste foreste costiere sono anche utili, perché formano una specie di barriera naturale che protegge i raccolti dalle inondazioni e frena l’impeto delle onde più devastanti.
Proprio il disboscamento delle foreste di mangrovia avrebbe contribuito, secondo gli esperti, a rendere più distruttivo il ciclone che si è recentemente abbattuto sulla Birmania. Durante l'uragano il mare non ha trovato ostacoli naturali e si è abbattutto sulle coste provocando la morte di molte persone. Aggravando in questo modo il bilancio delle vittime, che sono state centinaia di migliaia.

COMITATO QUARTIERE EUR NEWS - Anno III - Settembre


Il Comitato Quartiere EUR
organizza

lunedì 5 OTTOBRE 2009
ore 17:30

presso la Sala Quaroni (Eur Spa) – V. Ciro il Grande, 16 - EUR

un incontro pubblico sul tema:

E U R
QUALE FUTURO CON LA NUOVA AMMINISTRAZIONE EUR Spa


Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

martedì 29 settembre 2009

OSTIA: RITROVATO IL SERPENTE

Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio, ringrazia il Corpo Forestale dello Stato e gli uomini del Cites per l’ottimo lavoro svolto nella Pineta di Castelfusano.

“Le ricerche attivate da subito- ha spiegato Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio- hanno dato l’esito sperato. Mi congratulo con il Corpo Forestale di Ostia e gli uomini del Cites per aver catturato il serpente a sonagli”.

Il rettile, della specie Crotalus Atrox, è stato ritrovato alle 12.50 di oggi, a pochi metri da dove era stato avvistato l’ultima volta, vale a dire all’incrocio di via della Villa di Plinio con la Cristoforo Colombo. Gli esperti hanno confermato che si tratta di un esemplare fortemente stanziale.

Mobilità, la capitale volta pagina

Tratto da "il Giornale.it"

La giunta capitolina ha approvato ieri le linee guida di indirizzo del Piano Strategico per la Mobilità Sostenibile. Una svolta sul sistema dei trasporti nella città e nell’area metropolitana, per garantire mobilità, sicurezza e salute. A presentare il piano in Campidoglio il sindaco Alemanno, l’assessore alla mobilità Marchi, l’assessore all’ambiente De Lillo, l’assessore ai lavori pubblici Ghera, e l’assessore all’urbanistica Corsini. Il documento sarà sottoposto alla fase di concertazione con i Municipi, la Provincia, la Regione, il Ministero delle infrastrutture e i cittadini, per poi approdare in consiglio comunale a novembre. Strade, metro, parcheggi. Stando al Piano, Roma nell’arco di un decennio, di qui al 2020, sarà radicalmente diversa da oggi. Il centro da piazza del Popolo a piazza Navona sarà in gran parte liberato dalle auto. Con una rete di 85 chilometri di metropolitane la città salirà al livello delle altre capitali europee. Col sottopasso di Castel Sant’Angelo e quello di Ripetta si tornerà a dare fluidità ai lungotevere.
Ed ecco in sintesi il Piano. Cominciamo dagli interventi a breve e medio periodo. Corridoi della Mobilità: in programma Anagnina-Tor Vergata (realizzato), Eur-Tor Pagnotta-Trigoria, Tiburtino, Jonio-Bufalotta, riorganizzazione Togliatti. Rete tranviaria: potenziamento della linea 2 e possibile prolungamento della linea 8 verso Termini e viale Marconi. Linee C e B1: ultimazione della C nel tratto Pantano-S.Giovanni e della B1 tra Bologna e Jonio. Ferrovie concesse (qui il Piano si volge all’hinterland, ndr): trasformazione in metro della attuale Roma-Lido; potenziamento della Roma Nord verso Viterbo; trasformazione della ferrovia Roma-Pantano in tranvia. Fin qui il trasporto pubblico. Sempre nel breve-medio periodo, il Piano prevede la realizzazione del nuovo Parcheggio del Galoppatoio, che va a sostituire quello cancellato al Pincio. Prevista anche l’attuazione del Piano particolareggiato del traffico nel centro storico, con l’avvio della pedonalizzazione del Tridente. Ciclabilità: estensione del bike-sharing e nuove piste ciclabili. Altre misure riguardano lo sviluppo delle colonnine di ricarica per bici e motorini elettrici, l’estensione dei servizi di car-sharing e car pooling, e il potenziamento della flotta elettrica Atac.
Ancora più radicali gli interventi nel lungo periodo per cercare di limitare il traffico. Linee metro C e D: completamento della C da Pantano alla Farnesina (Clodio e oltre) e realizzazione della linea D (Eur-Talenti). Prolungamento Metropolitane: saranno realizzati sistemi leggeri in sede propria. Automazione delle Metro: sarà realizzata quella integrale delle linee A e B. Ulteriori Corridoi della Mobilità: Infernetto-Lido-Fiumicino Aeroporto; Romanina-Ciampino; collegamento fra il terminal Jonio della B1 e Bufalotta-Talenti. Parcheggi di Scambio: potenziamento posti e realizzazione di parcheggi vicino alle stazioni metro. Anello Stradale Olimpico: completamento dell’anello con tracciati alternativi per le tratte Cipro-circ.ne Clodia e Prenestina- piazza Zama; nuovo ponte sul Tevere fra Ostiense e Fermi; riunificazione di Villa Pamphili. Sistema stradale intermedio: completamento delle bretelle Ovest (Trionfale-Newton, Nuovo Ponte dei Congressi) ed Est (viadotto della Magliana-Togliatti-Saxa Rubra). Lungotevere: realizzazione dei Sottopassi di Ripetta e Castel S.Angelo.

VIA CASTRUCCI - sicurezza stradale e tranquillità sono ormai solo un mero miraggio.

Riceviamo e pubblichiamo.

Ebbene si! Dopo i lavori di allargamento della sede stradale, pavimentazione e installazione dell'illuminazione, via Castrucci si è trasformata in una vera e propria PISTA da CORSA. I veicoli: motocicli, auto e furgonati, percorrono giorno e notte la via ad una velocità folle, senza alcun genere di remora. La sicurezza stradale di chi quotidianamente abita o percorre quella zona è drasticamene minacciata. Impossibile attraversare a piedi per tentare di raggiungere i cassonetti dell'immondizia, senza rischiare di essere investiti da qualche veicolo in folle corsa che spunta dal "nulla".

La tranquillità e la pace che contraddistinguevano la zona in parola ormai sono solo un ricordo. La strada è percorsa quasi 24h al giorno da ogni tipo di veicolo, che infastidisce e disturba (primi tra tutti motorini e automobiline "smarmittate") la naturale quiete che questa zona potrebbe offrire. Speriamo che le autorità prendano in seria considerazone la situazione, e che si possa giungere all'installazione di dossi o sovraelevamenti del terreno, allo scopo di contenere le folli corse dei nostri concittadini frettolosi, ed evitare così tragedie mortali sempre più probabili.

Per ultimo si evidenzia la totale assenza di qualunque segnaletica stradale relativamente alla velocità da tenere.

lunedì 28 settembre 2009

NOTA UFFICIALE DEL PRESIDENTE DEL XIII MUNICIPIO

Il Presidente del XIII Municipio, Giacomo Vizzani interviene in merito alla vicenda della presenza del serpente a sonagli all’interno della Pineta di Castelfusano.

“Ringrazio personalmente il Corpo Forestale dello Stato e gli agenti del Servizio Cites che stanno dando la caccia al rettile, specie rara e dal morso velenoso. L’area in questione è stata circoscritta e messa in sicurezza: gli uomini che stanno lavorando sono esperti della materia e si sono attivati tempestivamente. L’esemplare di Crotalus Atrox non è autoctono della zona e ciò significa che qualcuno poco intelligente se ne è disfatto, mettendo a rischio la collettività invece di rivolgersi agli Uffici Comunali competenti”.

Lo ha dichiarato Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio.

HEAL THE WORLD - SALVA IL MONDO

Ostia, Forestale a caccia di un serpente a sonagli

Tratto da "roma.repubblica.it"

Un serpente a sonagli, specie rara e dal morso velenosissimo, è stato individuato verso le 11.30 di ieri mattina nella Pineta di Castelfusano, a Ostia, da una pattuglia di agenti del Corpo forestale dello Stato in servizio nella zona.

Il rettile, che è stato visto per l'esattezza in via di Villa Plinio, all'angolo con via Cristoforo Colombo, è stato fotografato dagli agenti della Forestale e successivamente identificato, dagli agenti del Servizio Cites di Fiumicino, come un grosso esemplare di Crotalus Atrox, il più diffuso tra i crotali che vivono nel nord del continente americano.

La zona è stata immediatamente delimitata ed è in corso, in queste ore, una serrata battuta da parte degli agenti della Forestale per catturare il pericolosissimo animale. Il serpente a sonagli, che può raggiungere anche un metro e ottanta 180 cm di lunghezza e 7 chili di peso, è dotato di lunghi denti del veleno cavi e retrattili che talvolta possono rimanere conficcati nel corpo della vittima. Il Crotalus Atrox, che si nutre di roditori e altri piccoli mammiferi come uccelli, pesci, anfibi e altri rettili, ha bisogno di procurarsi cibo ogni due, tre settimane.

XIII MUNICIPIO: PRONTO IL PIANO SALVA-PALME. L’ASSESSORATO ALL’AMBIENTE CONTRO IL PUNTERUOLO ROSSO

Partirà nel giro di poche settimane il piano “Salva-Palme”, messo a punto dall’Assessorato all’Ambiente del XIII Municipio. Si tratta di un vero e proprio intervento di prevenzione per contrastare il punteruolo rosso.

“La cura- ha spiegato Giancarlo Innocenzi, Assessore all’Ambiente XIII Municipio- interesserà tutte le palme presenti sul territorio in aree pubbliche. Con una variazione di bilancio- ha continuato Innocenzi- abbiamo recuperato i fondi per la realizzazione di quest’azione di contrasto al punteruolo rosso. Il trattamento di prevenzione sarà effettuato con prodotti particolari, secondo le linee guida dettate dal Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali”.

con Paola Scacciavillani a ...castagne, ovoli e porcini alle pendici del Monte Amiata

Andiamo a fare la “castagnatura” e raccogliere porcini e ovoli - con permesso speciale - alle pendici del Monte Amiata: sabato 10 ottobre …

… una giornata all’insegna della natura tra massi di trachite abbandonati dal vulcano e verdi radure pulite, “pettinate” dalla pazienza dell’uomo, alla scoperta dell’albero del castagno, delle matricine … la ceppaia …il seccatoio per far asciugare le castagne raccolte, la ricciaia, il tutto in un paesaggio di pietra, lasciato dal vulcano a ricordo di un’ eruzione lontana.
Il monte Amiata è circondato da castagneti ultracentenari e il castagneto che andremo a visitare ha essenze arboree di oltre trecento anni. Per capire quanto l’economia dei montagnoli amiatini sia stata influenzata da quest’albero bisogna tornare a quando, proprio a causa dell’altezza e del terreno impervio, non si poteva seminare grano, i montagnoli quindi per sfamarsi ricorsero al pane con farina di castagne. Ancora oggi la raccolta delle castagne è una voce importante nel reddito dei montagnoli. Quest’anno si è raggiunto un altro obiettivo siglando l’accordo per inserire i castagni del monte Amiata nell’associazione europea della castagna. Nel periodo della raccolta detta “la castagnatura”, nei terreni è vietato entrare, ma noi grazie ad un permesso speciale dei proprietari ci potremo visitare un castagneto in località Capocastagno; avremo così la rara possibilità di raccogliere marroni dell’Amiata, bastarde bionde IGP e cece toscano, scopriremo i segreti per riconoscere le castagne partendo dall’albero e arrivando alla vagliatura e mangiare le “caldarroste” cotte sul camino alla maniera arcidossina. Una giornata immersi nella natura, tra zone d’ombra e il sole, che filtra tra le fronde, il silenzio rotto solo dall’emozione alla vista di un capriolo, raccoglieremo castagne e funghi porcini e i “cucchi”, gli ovoli arancioni. Una intera giornata per stare insieme condividendo la scoperta e la raccolta, ascoltando nuova cultura e vecchie tradizioni contadine, in un ambiente incontaminato, lontano dalla civiltà dove i suoni non arrivano se non il rumore dei nostri piedi tra le foglie, un leggero fruscio che non disturba la nostra pace. Abbracciando un albero ne cogliamo la sua forza, la sua sapienza: nel castagneto naturale ne trarremo tutto il benessere della forza della natura e ritornando a casa porteremo nel cuore e negli occhi un pezzetto del monte, con le sue mille colorate sfaccettature.
PROGRAMMA
Partenza sabato 10 ottobre, alle ore 7.00, dal Metro Drive In di Casalpalocco e rientro a Roma in serata.
Arrivo al castagneto in località San Lorenzo – Arcidosso e dopo un breve incontro illustrativo del luogo e sui sistemi di raccolta di castagne e funghi… via per i castagni alla raccolta … Pranzo al sacco e nel pomeriggio ritorno al pullman per il rientro a Roma
Per problemi organizzativi la partecipazione a questa gita è riservata a soli 18 partecipanti
Costo della gita comprendente a/r in pullman, permessi ed ingressi nel castagneto privato: Euro 35 Chi vuole le castagne e i funghi raccolti avrà la possibilità di sceglierli e portare a casa dietro pagamento di un costo molto modesto.
ABBIGLIAMENTO RACCOMANDATO: adatto alla montagna e portare un paio di guanti di gomma necessari per la raccolta.

con Paola Scacciavillani ... Autunno ai Giardini della Landriana

Gita ai Giardini della Landriana (Tor S.Lorenzo) per festeggiare l’arrivo dell’autunno alla mostra-mercato di giardinaggio e florovivaismo.

Venerdi 9 ottobre …

… dopo un’estate calda e assolata quale modo migliore per accogliere ed apprezzare i colori dell’autunno e scoprire che anche questa stagione ha il suo fascino, non solo tristezza per le giornate più corte e meno luminose, ma anche colori e profumi diversi da ammirare e godere con rinnovata curiosità.
Il 9 ottobre i magnifici Giardini della Landriana ci accoglieranno con la loro atmosfera particolare, carica di nuovi colori e profumi un vero e proprio tappeto di colori caldi ed intensi che preannunciano l’arrivo della “stagione fresca”. Un appuntamento accompagnato dai frutti antichi e dimenticati, dalle bacche e dalle divertenti zucche, dai peperoncini, dalle castagne, dai funghi e da variopinte fiammate di foglie che cambiano colore con l’arrivo dei primi freddi. L’evento ospita numerosi espositori provenienti da ogni parte d’Italia che mettono in mostra le piante e le essenze arboree tipiche della stagione autunnale, quella legata ai lavori della terra: in autunno si pianta, si pota, si rifanno le siepi ed i prati, si interrano i bulbi, si dà avvio al paziente lavorio grazie al quale la primavera che verrà troverà un giardino ancora più smagliante e festoso. “Autunno alla Landriana” è un’occasione per trarre spunti ed ispirazione dalla permanente bellezza di questi giardini unanimamente considerati i giardini mediterranei più suggestivi. Questi si estendono attorno al casale per circa dieci ettari, con un miscuglio di colori e suoni d'acqua provenienti dalle vasche delle ninfee.
Sono quasi quaranta giardini, divisi in "stanze", alcune grandi, altre minuscole, ognuna con un carattere specifico molto definito che ci riporta ad un'atmosfera particolare: allegria, quiete, stupore e meditazione. Caratteristici sono il giardino degli ulivi e quello degli aranci, con bellissime aiuole circondate da agrumi profumati, e poi … il giardino delle eriche, ricco di esemplari di piante australiane e poi ancora…la valle delle rose ricoperta da una varietà di splendide rose antiche. In fondo si apre un bel lago artificiale, ricco di cipressi e di enormi foglie della Gunnera manicata. Lì il silenzio è rotto solo dai rumori della natura e si respira a pieni polmoni l'aria che profuma di fiori e del vicino mare. Da questa gita torneremo a casa carichi di fiori, piante, idee ed entusiasmo pronti ad affrontare la stagione autunno-inverno e con rinnovato entusiasmo ed amore inizieremo subito ad abbellire il nostro giardino e la nostra casa.

PROGRAMMA

Partenza Venerdì 9 Ottobre alle ore 9.15 dal Metro Drive In (P.le degli Acilii)

Pausa pranzo al sacco (all’interno del giardino esiste un comodo punto ristoro)

Partenza per il rientro a Roma alle ore 16 circa,

Costo della gita comprensivo di pullman a/r, ingresso e visita guidata ai Giardini € 20


prenotazioni con e.mail a infoacanto@gmail.com

oppure sms al 339 5467212

domenica 27 settembre 2009

OSTIA: SUCCESSO DI PUBBLICO PER LA FANFARA DEI CARABINIERI IN PIAZZA ANCO MARZIO.

È stata festeggiata da tutta la cittadinanza del XIII Municipio la chiusura del servizio dei Carabinieri a Cavallo all’interno della Pineta di Castel Fusano. Per l’occasione, la Fanfara dei Carabinieri si è esibita in Piazza Anco Marzio ad Ostia davanti a centinaia di persone che hanno affollato l’isola pedonale. Presenti all’evento, il Prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio, il Generale Vittorio Tomasone, Comandante provinciale dei Carabinieri di Roma, il Tenente Colonnello Canio Giuseppe La Gala, Comandante del Gruppo Territoriale Carabinieri Ostia e il Colonnello Francesco Ferace, Comandante del 4° Reggimento dei Carabinieri a Cavallo, il reparto che per tutta l’estate ha pattugliato il nostro polmone verde, oltre ai rappresentanti delle altre forze dell’ordine, che hanno contribuito a garantire la sicurezza a tutti i residenti del XIII Municipio.

“A nome di tutta la cittadinanza- ha dichiarato Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio- voglio rivolgere il mio più sentito ringraziamento al Colonnello Ferace e ai suoi uomini che hanno difeso la nostra pineta, pattugliandola costantemente. L’esito di questa operazione- ha continuato Vizzani- è sotto gli occhi di tutti: i roghi estivi sono stati scongiurati, e il 4° Reggimento dei Carabinieri a Cavallo ha anche difeso la nostra pineta da eventuali attacchi dei piromani. All’interno di Castel Fusano, non è stato permesso neanche di accendere una sigaretta”.

Il Prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, invece, nel corso del suo intervento sul palco allestito in Piazza Anco Marzo, ha tenuto a precisare l’impegno non solo del 4° Reggimento dei Carabinieri a Cavallo, ma anche di tutte le altre forze dell’ordine che hanno concorso a garantire la sicurezza: Polizia, Polizia Municipale, Guardia di Finanza e le associazioni di volontariato di Protezione Civile.

Il tradizionale scambio di targhe, in questo caso tra il Presidente Vizzani e il Colonnello Ferace, ha dato il via all’esibizione della Fanfara del 4° Reggimento dei Carabinieri a Cavallo che ha coinvolto ed entusiasmato il pubblico presente.

All’evento, hanno preso parte anche gli Assessori del XIII Municipio, Olive, Innocenzi e Pace, i consiglieri del XIII Municipio, Zaccaria, Salvemme e Stornaiuolo, oltre che Giorgio Ciardi, Delegato alla Sicurezza del Comune di Roma.

sabato 26 settembre 2009

VIA PESCETTI: ENNESIMO INCIDENTE


Clicca per ingrandireA solo poco più di un mese dall'ultima "tragedia sfiorata", vedi l'articolo "BASTEREBBE SOLO UN PO' DI BUON SENSO" siamo di nuovo a parlare di via Pescetti e della sua pericolosità.

Erano circa le ore 13.15 di oggi, 26 settembre 2009, quando due autovetture, una Mercedes classe "A" ed una Ford "KA" sono entrate in collisione all'incrocio fra via Pescetti e via Olivieri (vedi foto).

Tralasciando le oggettive responsabiltà dei rispettivi automobilisti, che saranno accertate dai VV.UU. chiamati proprio dai responsabili dell'accaduto, resta inequivocabile che questa via, come molte altre del quartiere, è priva di:

- adeguata asfaltatura;
- segnaletica orizzontale, mentre la verticale è presente a tratti;
- specchi che agevolino la visibilità agli incroci che di visibilità ne concedono assai poca;
- regolamentazione della viabilità.

Come da noi più volte segnalato, via Pescetti è troppo stretta per essere percorsa a doppio senso di marcia, ma finora le Istituzioni, sicuramente distratte da problemi più urgenti, non sono ancora intervenute per mettere in sicurezza la via in questione. Tutto ciò a danno dei veicoli e dei pedoni in transito che troppo spesso ne rimangono vittime, come nel caso odierno.

Grazie a Dio non ci sono stati feriti, solo tanto spavento, qualche dolore e molti danni alle vetture.

E' ovvio, come spesso ricordiamo, che molto probabilmente tutto questo non sarebbe accaduto se i veicoli procedessero con maggiore prudenza e a velocità moderata, perchè il quartiere è abbondantemente abitato da bambini e ragazzi che vanno in bicicletta o che, semplicemente, spesso passeggiano in strada per la mancanza dei marciapiedi e possono attraversare la strada anche in maniera azzardata. In questo caso le conseguenze sarebbero ben più disastrose di un'auto distrutta e un po' di spavento!

INFERNETTO: TRASPORTI PUBBLICI, VIABILITA' E SCUOLE

L'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni ed il Coordinamento Infernetto ringraziano la Redazione de "il Giornale di Ostia" per aver dato visibilità ad argomenti tanto sentiti dai residenti.

Ecco la pagina 7 dell'edizione di oggi, sabato 26 settembre 2009.

Clicca per ingrandire

venerdì 25 settembre 2009

RACCOMANDAZIONI PER LA GESTIONE DEI CASI DI INFLUENZA DA VIRUS "A" NELLE SCUOLE


Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

VIA CILEA: L'ANNO SCOLASTICO E' RICOMINCIATO... IL CAOS ANCHE


Clicca per ingrandire
Prendiamo spunto dalla segnalazione fatta da un nostro assiduo lettore, nonchè residente dell'Infernetto, per portare all'attenzione generale un problema molto sentito nel nostro quartiere: la viabilità.

Dopo aver ricevuto la segnalazione, di seguito riportata, siamo tornati sul posto ed abbiamo fotografato nuovamente la strada "incriminata": l'immagine parla da sola.

Ecco la mail in questione.

"Buona sera, mi chiamo Daniele (omissis) e le scrivo perché forse Lei e la Vostra Associazione è l'unico "mezzo" che può mettere in luce e risolvere un problema di viabilità stradale.

Abito in via
(omissis), una traversa di via Francesco Cilea e nonostante un mio esposto ai vigili urbani di Ostia, fatto circa un anno fa, ancora non ho visto nessuna pattuglia a vigilare sul traffico e sui parcheggi abusivi che si formano davanti al supermercato Todis, al bar e alla scuola. Vorrei invitarLa a farsi una passeggiata nelle ore di "punta" di anarchia stradale che avviene con l'ingresso e l'uscita dalla scuola di via Francesco Cilea e i clienti del bar/supermercato "comodini" che pur di non posteggiare la propria auto qualche decina di metri più in là, dove ci sono dei parcheggi a spina di pesce, preferiscono occupare le corsie della via in questione creando notevoli disagi sia per i pedoni che per gli automobilisti, tutto perché forse il caffè si fredda?

Spero che Lei riesca a sensibilizzare chi DEVE vigilare sulla viabilità, anche perché nel modo in cui vengono illegalmente posteggiate le auto, oltre a creare sistematicamente un imbuto che produce la cosa più banale, il traffico, di conseguenza si innescano litigi fra gli automobilisti accompagnati da una sinfonia di clacson. In questi momenti, uscire di casa con l'auto diventa un incubo perché oltre a calcolare il "famoso e normale" traffico della via Cristoforo Colombo devo anche aggiungere quello poco conosciuto di via Francesco Cilea.

Spero che Lei riesca a sensibilizzare il disagio, La ringrazio per l'attenzione, cordiali saluti.
"

Ogni commento alla mail del nostro amico è superfluo.

In passato ci siamo più volte occupati di questo argomento (vedi FACCIAMO QUALCOSA PER MIGLIORARE IL NOSTRO QUARTIERE e gli articoli su VIA CILEA).

Chiediamo agli Enti Competenti di verificare e risolvere quanto segnalato.

Ricordiamo che su via Cilea è presente una scuola di recente costruzione, ma non sono presenti sufficienti parcheggi per i lavoratori di detta scuola e per consentire agevolmente ai genitori di accompagnare e riprendere i propri figli, soprattutto nei giorni di pioggia.

INFERNETTO: L'ORIGINE DEL NOME

Infernetto è il nome della zona urbanistica 13i del XIII Municipio del comune di Roma. Si estende sulla zona Z.XXX Castel Fusano, sul lato orientale di via Cristoforo Colombo, di fronte alla zona di Casal Palocco.

L'area del quartiere include le due zone diversificate di Castelfusano e dell'Infernetto. La superficie è totalmente ubicata al lato dell'importante via di comunicazione C. Colombo e per un'estensione che va dalla tenuta di Castelfusano, estesa fino al mare, a quella del Presidente della Repubblica di Castelporziano. La spartizione del territorio secondo il catasto Alessandrino del 1660, senza la minima apparizione della denominazione "Infernetto", divideva così la zona: Tumoletto, Quarto del Casale, Spinerba, Macchia del Guerrino, Fusano.

Il nome Infernetto, così insolito, è frutto dell'uso che veniva fatto di grosse carbonaie nella zona che, impegnate per produrre lentamente carbone, producevano grandi fuochi che rendevano, viste da lontano, l'idea dell'inferno.

ACSA (AXA): L'ORIGINE

L'Axa è un quartiere-consorzio di Roma, contenuto nel tredicesimo municipio e adiacente ad Acilia, Madonnetta, Casal Palocco e Infernetto.

ACSA: dapprima Agricola Costruzioni Società per Azioni e successivamente trasformata in Associazione Consortile Società per Azioni, in seguito denominata AXA, con sede sociale in via di Macchia Saponara.

Si trova nella borgata di Acilia, territorio compreso tra la via di Acilia, via Cristoforo Colombo, via Tespi, via di Macchia Saponara e via Tirteo.

Nato tra la fine degli anni '60 e l'inizio degli anni '70, si propone subito come un quartiere residenziale a carattere consortile con case destinate alla media ed alta borghesia romana. Più volte è stato paragonato e denominato come la "Beverly Hills" italiana. Nel suo interno possiamo trovare centri commerciali, discoteche, polisportive e il famoso drive-In, il più grande d'Europa e caduto in disuso negli anni '80, ora utilizzato per accogliere manifestazioni di vario genere, sede di un asilo e comprensivo di una pista per mini-kart e mini-moto.

Il quartiere è letteralmente diviso in due dalla via dei Pescatori (antica via di comunicazione, usata da Benito Mussolini, che collegava Acilia e il Borgo dei Pescatori ad Ostia, dov'era la sua darsena personale), che separa l'AXA vecchia (da via Tespi a via dei Pescatori nata con la sua fondazione) dall'AXA nuova (da via dei Pescatori a via Cristoforo Colombo, nata nei primi anni '80 e tutt'oggi in sviluppo).

mercoledì 23 settembre 2009

‘Infernetto, indispensabile un istituto scolastico’

Tratto da "Il Faro on line"

Il consigliere Cucunato (Pdl) sollecita la Provincia a velocizzare l'iter progettuale

Con una lettera inviata alla Giunta ed un ordine del giorno pronto per il prossimo Consiglio, il consigliere Piero Cucunato sollecita l'Amministrazione provinciale nella progettazione e realizzazione di un istituto scolastico superiore nel quartiere dell'Infernetto, uno tra i più grandi quartieri di Roma che con i suoi oltre 40.000 abitanti, “è cresciuto più con l'edilizia residenziale che con una pianificazione strategica in grado di prevedere servizi come scuole e strade per i cittadini”. “E' indispensabile, - ha proseguito Cucunato - così come ho fatto presente in passato, la realizzazione di un istituto scolastico, non solo in grado di rispondere alle esigenze di un'utenza scolastica così ampia come quella del XIII Municipio, ma anche di favorire lo sviluppo di attività socio -culturali promosse dalle molte Associazioni attive sul territorio”.
“Ringrazio il Consigliere Cucunato, che ha ritenuto opportuno sollecitare l'iter procedurale per realizzare il nuovo Istituto in tempi brevi – sottolinea il Consigliere Marchesi, Consigliere Municipale e Presidente della Commissione Lavori Pubblici - in virtù, non solo delle esigenze del territorio ma anche della valenza sociale del progetto in un quartiere che ha più volte denunciato scarsa attenzione a problemi emergenti.
"In tal senso - concludono Cucunato e Marchesi - no a proclami e dichiarazioni fini a se stesse come quelle spesso lanciate dell'Amministrazione Provinciale di centro sinistra , sì ad iniziative concrete da realizzare in risposta alle necessità del territorio. Questo sarebbe un segno tangibile dell'impegno della Giunta Provinciale, finora poco attenta alle esigenze di Ostia e del XIII Municipio”.

lunedì 21 settembre 2009

CANALE 10 NEWS: CONSEGNATE 3 NUOVE AULE ALLA MOZART

Noi dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, che abbiamo potuto seguire da vicino la realizzazione del nuovo padiglione, abbiamo saputo, parlando direttamente con la sig.ra Adriana Bordoni del CdQ Infernetto, delle lamentele fatte dal suddetto CdQ, riguardo le lungaggini burocratiche precedenti ai lavori di realizzazione. Lamentele che, seppur corrette rispetto all'eccesso di burocrazia che ha portato alla realizzazione del progetto, noi dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni come anche il Coordinamento Infernetto, di cui facciamo parte, non appoggiamo alla luce dell'eccellente risultato raggiunto. Quest'anno tutti i bambini sono potuti entrare nelle proprie aule senza chiedere ospitalità a nessuno, come accaduto in passato.

Per questo torniamo a ribadire che per noi il benessere dell'Infernetto passa attraverso l'unione delle Associazioni, degli Imprenditori e dei Residenti del quartiere. Perchè crediamo che "l'unione fa la forza", non sia solo un motto o un proverbio popolare, ma l'unica strada da percorrere per ottenere e raggiungere risultati come questo: uniti per il bene sociale del quartiere.

Ecco il sevizio di Canale 10 NEWS.



Vedi anche UN SUCCESSO FIRMATO PIERFRANCESCO MARCHESI

INFERNETTO: CONSEGNATE NUOVE AULE ALLA SCUOLA ELEMENTARE “MOZART” DI VIALE CASTELPORZIANO.

Sono state consegnate questa mattina le nuove aule della scuola elementare “Mozart” di viale CastelPorziano all’Infernetto. All’inaugurazione della struttura, e in contemporanea all’apertura dell’anno scolastico 2009/2010, erano presenti Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio, Amerigo Olive, Assessore Lavori Pubblici XIII Municipio e Pierfrancesco Marchesi, Presidente Commissione Lavori Pubblici XIII Municipio.

“Abbiamo stanziato- ha spiegato Pierfrancesco Marchesi, Presidente Commissione Lavori Pubblici XIII Municipio- 450 mila euro per la realizzazione di tre aule che ospiteranno le prime classi elementari. Il mio ringraziamento- ha concluso Marchesi- va alla Preside dell’istituto, Giuseppina Palazzo, e alla ditta appaltatrice che ha terminato i lavori nel giro di due mesi, ferie comprese”.

“In poco tempo- ha aggiunto Amerigo Olive, Assessore Lavori Pubblici XIII Municipio- abbiamo provveduto ad una prima soluzione dell’emergenza aule. A breve, altre nuove aule arriveranno per la scuola Mozart”.

Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio, ha portato il suo personale in bocca al lupo ai bambini nel loro primo giorno di scuola e ha trovato spazio per rispondere alle polemiche sollevate da alcuni comitati di quartiere. “Consegniamo quest’opera- ha dichiarato Vizzani- con sei giorni di ritardo rispetto al crono-programma dei lavori. Consideriamo offensivo il contenuto di alcuni volantini distribuiti la settimana scorsa fuori la scuola e pretendiamo le scuse a riguardo. Se tutte le opere pubbliche fossero consegnate con pochi giorni di ritardo le cose andrebbero meglio. In altri tempi e con altre amministrazioni, i progetti venivano immaginati e raccontati e mai realizzati. Al contrario, noi siamo usi a parlare poco e a realizzare molto. Ci scusiamo per i sei giorni di ritardo”.

OSTIA: ANCHE IL XIII MUNICIPIO COMMEMORA LE VITTIME DI KABUL

Anche il XIII Municipio ha commemorato le vittime italiane dell’attentato di Kabul. Questa mattina, presso la Caserma della Polizia Municipale del XIII Gruppo, l’Assessore Amerigo Olive, accompagnato dai Consiglieri Salvemme e Stornaiuolo, e i rappresentanti di Vigili Urbani, Carabinieri e Polizia hanno reso omaggio con un solenne picchetto ai sei Paracadutisti caduti in Afghanistan. Nel giorno del lutto nazionale, il Silenzio è suonato nel piazzale antistante la Caserma di Via Capo delle Armi ad Ostia.

“E’ un doveroso omaggio ai nostri eroi”, ha commentato Amerigo Olive, Assessore XIII Municipio.

OSTIA: SBLOCCATI I LAVORI DI ASFALTATURA IN VIALE VEGA. DOPO ANNI DI ATTESA, QUESTA MATTINA GLI OPERAI AL LAVORO.

Sono partiti questa mattina i lavori di asfaltatura di viale Vega ad Ostia. Da anni, la strada necessitava di un intervento di manutenzione, ma per problemi legati alla salute di una residente non potevano essere effettuati.

“Siamo riusciti a sbloccare quest’opera - ha spiegato Amerigo Olive, Assessore Lavori Pubblici XIII Municipio- e con un protocollo tra l’Ufficio Tecnico e la persona in questione abbiamo trovato la giusta soluzione. Gli operai utilizzeranno un particolare additivo che porterà ad un abbassamento della temperatura del bitume che raggiungerà una temperatura inferiore ai 100 gradi, in modo così da ridurre le emissioni di fumo, pericolose per la salute della signora”.

I lavori, partiti sulla corsia lato mare, termineranno nel giro di pochi giorni.

sabato 19 settembre 2009

BIDONE DEI MEDICINALI TROPPO PIENO, TROPPO SPESSO

Tratto dalla pagina 7 de "il Giornale di Ostia" di oggi 19 settembre 2009 e pubblicato su segnalazione dell'Associazione Infernetto Sicuro

Clicca per ingrandire

UN SUCCESSO FIRMATO PIERFRANCESCO MARCHESI

Quando i Genitori, le Associazioni e le Istituzioni lavorano in armoniosa sinergia.

Un successo firmato Pierfrancesco Marchesi, è così che abbiamo voluto intitolare questo articolo, ma il successo è stato raggiunto grazie alla fattiva collaborazione di quanti hanno lavorato e sostenuto la realizzazione del progetto portato a termine in solo due mesi.

Tutti i genitori degli alunni della Mozart riconoscono il grande sforzo e l'impegno profuso al fine del raggiungimento di questo ottimo risultato, del quale saranno i bambini del quartiere i primi a beneficiarne.

Clicca per ingrandireNoi dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni siamo convinti che il benessere dell'Infernetto passi attraverso l'unione delle Associazioni, degli Imprenditori e dei Residenti del quartiere, per questo nel 2008 fummo promotori e fondatori del Coordinamento Infernetto. Perchè crediamo che "l'unione fa la forza", non sia solo un motto o un proverbio popolare, ma l'unica strada da percorrere per ottenere e raggiungere risultati come questo: uniti per il bene sociale del quartiere.

venerdì 18 settembre 2009

FINITA L'ESTATE, RICOMINCIANO IL TRAFFICO E GLI INCIDENTI

-
Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandireEcco come si presentava questa sera, venerdì 18 settembre 2009 alle 18.15 circa, l'incrocio di via Cristoforo Colombo con via Canale della Lingua in direzione Ostia. Un taxi è entrato in collisione prima con un'autovettura eppoi con il guard-rail.

Gli incroci della Colombo sono tutti pericolosi, dal centro di Roma fino alla rotonda di Ostia, ma quelli che interessano il XIII Municipio sono stati classificati da molti esperti del settore come i più pericolosi.

Da molto tempo i residenti tramite alcune Associazioni locali, come SOSTRAFFICOLOMBO, il Coordinamento Infernetto e la nostra Associazione (vedi altri articoli nel BLog), si battono al fine di vedere interrati tali incroci verosimilmente come è avvenuto molti anni fa sulla via Appia Nuova fuori dal Grande Raccordo Anulare.

Nello specifico, agli incroci con via di Acilia, con via Pindaro/E.W. Ferrari e con via di Casalpalocco, la Cristoforo Colombo andrebbe interrata in modo da far defluire il traffico di tali crocevia senza intaccare quello da e per Roma. Viceversa, per quello con via Canale della Lingua, visto la diversità dei livelli stradali, dovrebbe essere quest'ultima ad essere interrata passando sotto alla Colombo (via Canale della Lingua è situata già sotto al livello stradale della Colombo).

Ricordiamo anche che, mentre all'incrocio della Colombo con via di Malafede, è presente l'attraversamento pedonale a raso regolamentato dall'impianto semaforico, da lì fino alla rotonda di Ostia, gli incroci non sono provvisti delle strisce pedonali per l'attraversamento. Infatti, solo alla rotonda di Ostia, pur non essendoci un semaforo che regoli il passaggio pedonale, sono presenti le strisce. Questa anomalia mai risolta comporta gravi problemi ai pedoni che per attraversare gli incroci di via Pindaro e via Ferrari, di via di Casal Palocco e via Davico/Giordano sono costretti ad attraversare senza alcuna sicurezza.


Vedi altri articoli sull'argomento "VIABILITA'"

Spettacolo danza indiana


Clicca per ingrandire

mercoledì 16 settembre 2009

IL GP DI ROMA PORTERA' L'INTERRAMENTO DELLA COLOMBO

Tratto dal Corriere della Sera di oggi 16 settembre 2009

Clicca per ingrandire

3° MEETING SULLA SICUREZZA NELL’ENTROTERRA DEL MUNICIPIO ROMA XIII


Clicca per ingrandire

3° MEETING SULLA SICUREZZA NELL’ENTROTERRA DEL MUNICIPIO ROMA XIII
“LA PERCEZIONE DELLA SICUREZZA TRA DEGRADO AMBIENTALE E SOCIALE”


Casaletto di Giano, venerdì 18 settembre 2009 ore 1600 Via Melicuccà 12

Programma:

16.30 Apertura lavori
Nicola Zahora Presidente del Coordinamento dei C.d.Q dell’entroterra

16.40 Relazione del Coordinamento sulla sicurezza
Giosuè Mirizio Delegato alla sicurezza del Coordinamento dei C.d.Q.

17.00 Intervento del Presidente del Municipio Roma XIII
On. Giacomo Vizzani

17.20 Intervento del Delegato alla sicurezza del Sindaco di Roma
On. Giuseppe Ciardi

17.40 Intervento dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine

18.00 Intervento del Presidente della Commissione sicurezza del Municipio XIII
On. Luigi Zaccaria

18.20 Intervento Associazione Codici

18.30 Dibattito con i cittadini

19.15 Chiusura lavori Giorgio Luciani

19.30 Buffet offerto dal Coordinamento dei CdQ dell’entroterra

martedì 15 settembre 2009

L'OCCASIONE FA L'UOMO LADRO... E ALL'INFERNETTO LE OCCASIONI NON MANCANO

Molti cittadini si sono lamentati con la nostra Associazione all'indomani dei tre furti nelle ville del quartiere. Le parole ridondanti sono state la mancanza di sicurezza, la mancanza dell'illuminazione stradale e la mancanza di un presidio delle forze dell'ordine.

La parola "mancanza" è quella che in queste situazioni si sente maggiormente.

I cittadini dell'Infernetto sono stanchi di essere alla mercè del primo delinquente che passa, sono stanchi di essere il prossimo probabile obiettivo, sono stanchi di vivere in un quartiere che li rende potenziali vittime.

Più volte questa Associazione ha segnalato nel corso degli anni le criticità del quartiere alle Istituzioni. Criticità che spesso, specialmente in questi ultimi due anni, sono state risolte o che sono in via di risoluzione (vedi le fermate dell'ATAC su Viale di Castelporziano o la scuola I.C. Mozart sempre sul medesimo viale), ma che a volte rimangono insolute come l'annosa questione della richiesta della Caserma dei Carabinieri. Richiesta che, di volta in volta ed a vario titolo, viene riproposta dalle diverse Associazioni di quartiere e costantemente disattesa dalle Istituzioni.

Anche l'illuminazione pubblica è uno dei primari obiettivi di sicurezza. Sicurezza perchè se la strada è illuminata non solo non si rischia di finire in qualche buca (a piedi o con la macchina), dato il cattivo stato in cui versano le nostre strade, ma soprattutto perchè una strada illuminata, specie se di scarso traffico (se non addirittura una strada chiusa) rappresenta un seppur minimo deterrente per chi, malintenzionato, voglia agire con la complicità del buio. E' noto a tutti che, se immerso nell'oscurità, un luogo rappresenta un rifugio, ma se questa oscurità viene meno, viene meno anche il rifugio e la gente acquista un senso di sicurezza che, ad oggi, non viene avvertito.

A questo punto, secondo noi dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, ci vorrebbe una sola parola d'ordine per tutti, Istituzioni e Organi preposti: "sicurezza, sicurezza, sicurezza", e per ottenerla un primo risultato passa per l'illuminazione pubblica, per poi congiungersi con l'esigenza di una presenza costante delle forze dell'ordine.

lunedì 14 settembre 2009

CIAO ESTATE

CIAO ESTATE

Bambini Vi aspettiamo il 15 settembre per un Baby Party età dai 3 ai 10 anni allo Sportin Club di Via Varna (Infernetto) con animazione - Giochi - Balli Gonfiabili - Zucchero filato e Nutella in collaborazione con la MARILU' DANCE con l'esibizione delle sue allieve.

per info: 338-1794732 - 340-5080037

ENTRATA GRATUITA

Clicca per ingrandire

sabato 12 settembre 2009

SCUOLA MATERNA “IL CUCCIOLO”: I GENITORI RINGRAZIANO


L’anno scolastico, non è ancora iniziato che già si parla di problemi da affrontare o appena risolti.

Stiamo parlando della scuola materna “il Cucciolo”. Più volte in passato ci siamo occupati di questa scuola (Cerca nel Blog “Cucciolo”) che presentava non poche “anomalie” che si ripercuotevano, come sempre, sui piccoli frequentatori; sì, perché la scuola “il Cucciolo” è una scuola materna, il che vuol dire frequentata da bambini dai 3 ai 5 anni.

Con il passare degli anni si è più volte cercato di dare seguito alle lamentele di alcuni genitori riguardo le varie problematiche che venivano a crearsi. Infatti, la nostra Associazione è più volte intervenuta, anche in maniera diretta con le istituzioni scolastiche al fine di consentire una frequentazione tranquilla della scuola da parte dei bambini e provvedere così alla tranquillità dei genitori che sapevano che non sarebbe successo nulla di male ai loro figli.

Tutto ciò fino a pochi giorni fa, quando siamo venuti a conoscenza che numerosi genitori di alunni della scuola “il Cucciolo” si sono lamentati per le condizioni pressoché fatiscenti in cui versava l’Istituto. In effetti già in passato le Istituzioni erano dovute intervenire all’interno del plesso sia per problemi inerenti la sicurezza dei bambini (cancelli lasciati aperti ed incustoditi, rete di recinzione mancante in più parti e in pessime condizioni in altre, ecc.), sia per problemi di salvaguardia della salute dei bambini e degli operatori all’interno della scuola (il tetto di uno dei due edifici conteneva Eternit).

Oggi, la scuola “il Cucciolo” ha un volto nuovo, grazie all’intervento del presidente della commissione lavori pubblici del XIII Municipio, Pierfrancesco Marchesi, il quale, già profondamente impegnato nel progetto di realizzare 6 nuove aule all’interno della scuola Mozart (3 stanno per essere consegnate) per sopperire all’emergenza scolastica della scuola primaria, ha accolto le numerose richieste dei genitori dei piccoli alunni dell’asilo, dando vita ad una serie di interventi per far tornare quella scuola ad essere quell’isola felice dove i bimbi vanno a trascorrere buona parte della loro infanzia. Con soli 250mila euro e poco più di due mesi di lavoro, la scuola è stata ristrutturata con materiali di alta qualità e rispondenti alle normative vigenti per la sicurezza per poter accogliere i bambini nel migliore dei modi (vedi foto realizzate dalla dott.ssa Elisabetta Veca, che ringraziamo per la disponibilità).

I genitori dei piccoli alunni, rappresentati anche dalla nostra Associazione, ringraziano quanto fatto dal presidente della commissione lavori pubblici del XIII Municipio, Pierfrancesco Marchesi, che si è sempre impegnato a favore delle scuole dell’Infernetto anche prima di intraprendere la carriera politica, e l’assessore Amerigo Olive per l’impegno dimostrato a favore della risoluzione della criticità segnalata.


Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

Premiati 37 sportelli

Tratto da "Il Tempo.it"

Poste, i migliori uffici della Capitale

Due riconoscimenti sono andati all'agenzia di viale delle Province. Messi a confronto i risultati di Lazio Abruzzo e Sardegna.

Trentasette uffici postali romani sono stati premiati per i risultati di eccellenza ottenuti in varie tipoligie di servizi e prodotti che le Poste mettono a disposizione dei loro clienti. Diciasette di questi uffici si sono piazzati primi in assoluto in tutta Italia. Il riconoscimento è arrivato dal Meeting dell'Area Centro di Poste Italiane che comprende Lazio, Abruzzo e Sardegno e che si è svolto ieri presso l'Auditorium del Massimo a Roma. Aumentare la soddisfazione dei milioni di clienti che ogni giorno entrano negli uffici postali, migliorare sempre di più la qualità dei servizi.

Sono questi gli argomenti cardine del Meeting. Il responsabile dell'Area Centro, Gino Frastalli, che coordina le tre regioni attraverso una rete di 17 Filiali e 1.850 uffici postali, ha dato l'avvio ai lavori davanti ad una platea formata dai vertici aziendali nazionali, dal personale delle strutture di staff e da circa 500 direttori degli uffici postali più rappresentativi dell'intera Area che più si sono distinti in termini di qualità ed efficienza, oltre che per i ricavi conseguiti durante il primo semestre dell'anno.

Tra gli uffici top della «macroregione», la medaglia d'oro è andata a Roma Torpignattara (Via Canosa di Puglia) per la vendita del Prodotto Garelli nel comparto Posteshop; Roma Prati (Piazza Mazzini), per la sottoscrizione di polizze PosteVita; Roma 100 (Via Monte delle Capre), Roma 48 (Via Orti della Farnesina), Roma 107 (Via R.R. Garibaldi) e Roma 171 (Via Cassia) nel settore del risparmio ed investimento; Roma Infernetto (Via P. Romani) per l'erogazione dei Prestiti; Roma 47 (Via di Porta Angelica) e Roma 182 (Via F. Caltagirone) per lo sviluppo della telefonia mobile; Roma Tiburtino Sud (Via P. Togliatti) per la valorizzazione delle Carte di Credito e Roma 10 (Via Arenula) per il numero di aperture di Conto BancoPosta dedicati alle piccole e medie imprese e ai professionisti; Roma Torre Gaia (Via Carlentini) e Roma 168 (Via dei Ciclamini) per la vendita del prodotto Raccomandata 1; Roma 102 (Via Vaiano) e Roma Torresina (Via A. Barbato) per il Corriere Espresso Nazionale e Roma 14 (P.le Douhet) per il Paccocelere Internazionale. L'ufficio di Roma 157 (viale delle Province) guadagna ben due primati grazie ai risultati ottenuti nei comparti assicurativo Poste Vita ed obbligazionario. Oltre ai primati assoluti, hanno ottenuto importanti riconoscimenti ulteriori 20 uffici della Capitale.


Paolo Tomei

11/09/2009

venerdì 11 settembre 2009

Da non dimenticare. MAI !

Oggi, 11 settembre, 8 anni fa un attacco terroristico alle Torri Gemelle provocò circa 3000 morti ed innumerevoli feriti.

La conseguente guerra in Iraq ha seminato altri morti fra militari e civili, ed una crisi economica mondiale. Migliaia le famiglie distrutte.

Intere popolazioni flagellate dal dolore e dalla disperazione...

Da non dimenticare. MAI !

10 settembre: il traffico impazzito di Roma

Tratto da "Linkontro.it"

Gentile redazione, mi facevo una domanda, vale a dire se è normale che il nostro pregevole sindaco abbia disposto il taglio degli alberi a Roma alle 8:00 di mattina su una delle strade piu' frequentate e battute di Roma "La Cristoforo Colombo". Per chi non lo sapesse la Colombo è punto di raccordo delle seguenti zone abitate: Ostia, Torvaianica; Infernetto; Casal Paolocco, Acilia, Axa, Casal Bernocchi; Vitinia, Malafede; Torrino; Mostacciano, Spinaceto...
Questa mattina sono uscita di casa alle ore 8: 10, da Malafede, distanza 17 km da eur, dove lavoro. Sono riuscita ad arrivare alle 10:00; all'altezza del semaforo Axa. La Colombo era completamente bloccata, si camminava in fila indiana a passo d'uomo; eravamo forse 1000 macchine. Questo alle 8; 15. Con me ,che andavo "semplicemente" a lavorare , c'era chi sicuramente aveva una visita medica prenotata da mesi, chi doveva prendere un treno per un importante appuntamento, chi aveva l'areo per una riunione di lavoro, chi aveva un esame universitario e chi aveva deciso di prendere un giorno libero per farsi una passeggiata..

Mi chiedo altresì se è altrettanto normale che non vi fosse neanche un'auto dei vìgili a diramare il traffico tra la centrale e la laterale verso il raccordo; sulla laterale le macchine sfrecciavano ad alta velocita', mentre sulla centrale eravamo ad un centimetro uno dall'altro..

Infine mi chiedo se non ci sia obbligo di comunicare con anticipo l'inizio lavori avvertendo i cittadini che se lo avessero saputo forse avrebbero alleggerito la situazione scegliendo la strada altrenativa, Via del Mare.

L'ultimo quesito: per quanto tempo ancora la qualita' della nostra vita a Roma sara' condizionata dagli insani provvedimenti del nostro sindaco?

Grazie

Stefania C.

(10 settembre 2009)

Via Lino Liviabella

Tratto da "Il Messaggero.it"

Buongiorno, scrivo per segnalare lo stato di degrado della nostra viabilità urbana. Purtroppo abito all’Infernetto in via Lino Liviabella, sull’unica strada che unisce un grande Ipermercato ed una parrocchia nota nella zona per le sue innumerevoli attività, bene questa non ha né fognature, né marciapiedi e né tantomeno illuminazione. Vi allego una foto che evidenzia lo stato dopo 1 ora di pioggia.

Al XIII Municipio asseriscono essere una strada privata aperta al pubblico passaggio, ma perché se è privata il comune, e non i “residenti”, concede ed autorizza lavori alla Telecom, Acea ed Acea Ato? Avendo riparato il manto stradale a nostre spese dovremmo citare il comune?

Il rammarico è che si continuino a dare licenze edilizie di grossa rilevanza, parliamo di 60 appartamenti, 20 ville e una grossa superficie commerciale, e che, se il comune non voglia migliorare le infrastrutture, non si obblighi la società costruttrice a farlo. Ma ahimè sembra che questo pensiero per una città come Roma sia utopia mentre sia realtà da molto tempo in centri urbani di ben minore importanza! Sperando in un Vostro cortese riscontro, invio Distinti Saluti.

Mauro Pastori

giovedì 10 settembre 2009

Infernetto, via Boezi: al via monitoraggio stradale

Tratto da "Interno 13"

Il XIII Municipio ha predisposto un monitoraggio della manutenzione stradale di via Boezi all’Infernetto. Dopo alcune segnalazioni dei cittadini, Amerigo Olive, Assessore ai Lavori Pubblici del XIII Municipio, ha dato indicazioni all’Ufficio Tecnico di verificare lo stato delle strade e di predisporre un piano di interventi. “In via Boezi- ha spiegato Amerigo Olive- siamo già intervenuti qualche anno fa. In particolar modo, nel tratto compreso tra via Stradella e via Giordano, dove tutt’ora provvediamo alla manutenzione, pur essendo una strada privata. A breve tempo, dopo lo studio dell’Ufficio Tecnico, cercheremo di intervenire anche nel tratto finale, all’angolo con via Refice”.

UFFICIO STAMPA MUNICIPIO XIII

con Paola Scacciavillani allo SPORT'S Day

Sabato 26 Settembre: è lo “SPORT’S DAY”…vieni a provare il tuo sport !


Bambini e ragazzi dai 4 12 anni ! Prendete l’evidenziatore e segnate sul calendario: “sabato 26 Settembre è lo Sport’s day” sì, perché sarà una giornata importante per voi ragazzi, tutta dedicata allo sport.

Durante questa giornata verrà offerta ai bambini e ai ragazzi del XIII^ Municipio la possibilità di conoscere e provare diverse discipline sportive! La manifestazione, organizzata in collaborazione con il Comune di Roma ed il Municipio XIII^, avrà luogo:

dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso la Polisportiva Palocco in via di Casalpalocco per Tennis, Calcio, Basket e Pallavolo

dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00 presso il Centro Sportivo Kiflow ai Parchi della Colombo per Ginnastica Artistica, Arti Marziali, Nuoto e Danza

Presso questi due Centri Sportivi saranno ad attendervi gli istruttori delle varie discipline che si metteranno a vostra completa disposizione, pronti a farvi provare le attività sportive che più vi incuriosiscono…

… e nel pomeriggio alle 18.30 tutti al Centro Sportivo KIFLOW, ai Parchi della Colombo, per la grande FESTA di conclusione dello “Sport’s day”, nel corso della quale verrà offerto a tutti i partecipanti un ricordo della giornata sportiva. A conclusione della manifestazione gruppi di atleti si esibiranno nelle loro discipline sportive con spettacoli di ginnastica artistica e arti marziali, mentre per la danza si esibiranno gli allievi di Luana Manni …e …ci sarà pure la merenda: pane e marmellata di arance rosse di Sicilia offerta dalla Azienda produttrice di marmellate biologiche “La Fattoria della Nonna”.

Vi aspettiamo numerosi, anzi, numerosissimi !!!

con Paola Scacciavillani al Centro Carapax di Massa Marittima.....

Gita al Centro Carapax di Massa Marittima (Grosseto): nato per la salvaguardia di tartarughe e di cicogne e visita guidata della città … domenica 27 settembre …

… vi proponiamo una gita particolare al Centro Carapax, una struttura che accoglie migliaia di esemplari provenienti da tutto il mondo. Nei circa 15 ettari di terreno il Centro accoglie, studia, riproduce, rimpatria e reintroduce in natura tartarughe di qualsiasi tipo, da quelle terrestri a quelle palustri e marine. Nel corso della nostra visita avremo modo di ammirare le splendide tartarughe giganti del Sahel, le tartarughe azzannatici , le tartarughe alligatore e quelle amazzoniche dalle zampe rosse. Attualmente nel Centro è presente una colonia di cicogne bianche, specie ormai estinta in Italia, ospitate nell’ambito di un progetto che sta cercando di recuperare la rotta di migrazione di questi esemplari dall’Europa all’Africa.

Carapax è un luogo unico in Europa, lungo un bellissimo percorso tra alberi secolari saremo accompagnati da guide esperte che ci illustreranno e spiegheranno cosa avviene nella “clinica delle tartarughe” dall'incubazione delle uova alla nascita dei piccoli, ci illustreranno passo dopo passo… il miracolo della maternità. Una visita interessantissima dove scoprire quante specie di tartarughe esistono nel nostro Paese e di come siano diverse da regione a regione e … sorpresa…. tra tante specie rare ed esotiche ammireremo anche gli “asinelli amiatini” anche loro graditi ospiti del Centro.

Nel pomeriggio, dopo la pausa pranzo, visita guidata all’antica città fortezza di Massa Marittima, un tuffo nel misterioso e affascinante periodo del medioevo del quale conserva ancora intatta la gran parte della struttura originaria. Al centro della città, alla sommità di una scalinata irregolare e posizionata asimmetricamente rispetto alla piazza, campeggia la bellissima Cattedrale di San Cerbone con il suo poderoso campanile, stile gotico pisano, che conserva al suo interno importanti opere di Segna di Bonaventura, di Duccio di Buoninsegna e Giovanni Pisano. La nostra espertissima guida Francesco ci accompagnerà, illustrandocela, attraverso la storia di questo antico centro minerario famoso per la sua importanza nell’estrazione del rame e dell’argento, attraverso la sua piazza con Palazzo Pretorio, la città vecchia e chi non disdegna la salita potrà visitare la città nuova con la fortezza dei senesi, la Torre del Candeliere e la Piazza Matteotti. Durante il percorso ammireremo la Laguna di Orbetello e costeggeremo il Parco dell’Uccellina.

PROGRAMMA

Partenza domenica 27 settembre alle ore 7 dal Metro Drive In di Casalpalocco ed alle ore 7.15 dalla fermata della metropolitana Eur Fermi (appuntamento all’angolo con la via Cristoforo Colombo). Rientro a Roma in serata.

Costo della gita comprensivo di viaggio in pullman a/r, guida che ci accompagnerà da Roma e che ci illustrerà anche durante il percorso la storia dei posti che attraverseremo e pranzo in ristorante con il seguente menù: Antipasto di prosciutto toscano e crostini misti: Grigliata mista con patate fritte; ¼ vino ½ acqua, caffè: Euro 45.

Sono esclusi dalla quota: i costi per gli ingressi al Centro Carapax (le tariffe prevedono sconti e gratuità per alcune categorie) e quanto non espressamente indicato nel costo della gita.

Per prenotare: e.mail : infoacanto@gmail.com oppure sms al 339 5467212

mercoledì 9 settembre 2009

SOPRALLUOGO DELLA COMMISSIONE AMBIENTE AL GIARDINO ’PAOLO ORLANDO’

Tratto da "Roma Notizie"

La Commissione Ambiente del XIII Municipio questa mattina ha effettuato un sopralluogo al giardino “Paolo Orlando” in Piazzale della Stazione Lido Centro ad Ostia. Il Presidente Cristiano Rasi, accompagnato da Salvatore Colloca, Capogruppo Pdl XIII Municipio e dai consiglieri Pannacci, Ricci, Tassone, Stornaiuolo e Bonvicini, ha preso visione dello stato in cui versa l’area verde, chiusa al pubblico da oltre tre anni.

“I problemi riscontrati non sono legati tanto al degrado ambientale quanto al fenomeno delinquenziale, visto che ignoti hanno rubato il generatore di corrente che permette il funzionamento delle pompe d’irrigazione e che molti senza tetto ne hanno fatto il loro rifugio - ha spiegato Cristiano Rasi, Presidente della Commissione Ambiente XIII Municipio - ringrazio l’Ufficio Giardini che regolarmente provvede alla pulizia dell’area e ora studieremo una soluzione per scongiurare che la vegetazione dei giardini rimanga a secco”.

“Stiamo pensando - ha aggiunto Sergio Pannacci, Presidente Commissione Urbanistica XIII Municipio - a come poter evitare l’introduzione di bevande alcoliche all’interno del giardino per garantire così più sicurezza ai residenti”.

“Dobbiamo restituire quest’area verde ai cittadini il prima possibile - ha dichiarato Salvatore Colloca, Capogruppo Pdl XIII Municipio - i giardini hanno rappresentato un punto di aggregazione importante per i residenti e il nostro compito è quello di lavorare in questo senso”.

Presente al sopralluogo anche Augusto Rossoni, Presidente del Comitato di Quartiere “Lido Centro”, e una rappresentanza dei commercianti della zona che hanno avanzato alcune interessanti proposte agli amministratori locali.

martedì 8 settembre 2009

12 SETTEMBRE A CASALPALOCCO: UNA GIORNATA DEDICATA AL RISPARMIO ENERGETICO

Clicca per ingrandire

LA MOSTRA “MOVE TOGETHER”

Clicca per ingrandire
Consigliamo caldamente di visitare la Mostra “Move Together”, che avrà luogo dal 7 al 12 settembre 2009 presso la Sala Egon von Furstenberg, a Palazzo Valentini (Sede della Provincia di Roma), in Via IV Novembre 119a.

“Move Together” è un progetto finanziato dalla Commissione Europea con lo scopo di rendere i Cittadini Europei più consapevoli delle attività di ricerca per il miglioramento del trasporto urbano – le cui finalità sono quelle di rendere i trasporti più sostenibili e di migliorare la qualità della vita dei Cittadini delle aree urbane.

Nei link che seguono potete trovare alcuni interessanti documenti, dai quali trarre ulteriori informazioni:

http://www.infernettoedintorni.org/eur/move.jpg
http://www.infernettoedintorni.org/eur/Better_Mobility.pdf
http://www.infernettoedintorni.org/eur/muoversi_insieme.pdf

Vi informiamo inoltre che l’Associazione “Robin Hood”, nello spirito della “Partecipazione della Cittadinanza alle scelte per la Mobilità” promosso dalla manifestazione e nello stesso giorno dell’inaugurazione della Mostra, ha sollecitato all’Assessore alla Mobilità del Comune di Roma un riscontro in merito alla nota proposta formulata ormai da quasi un anno per agevolare i collegamenti all’interno del Business District romano, che tanta importanza riveste nell’ambito del Settore Sud della Città di Roma (ormai ridotto pressoché al collasso a causa del traffico eccessivo).

Nei link che seguono potete leggere il testo della lettera dell’Associazione “Robin Hood”, che è stata anche anticipata via fax, ed una sintesi della proposta, con le svariate ipotesi alternative in essa contenute:

http://www.infernettoedintorni.org/eur/Lettera_per_Assessore.jpg
http://www.infernettoedintorni.org/eur/proposta.pdf

lunedì 7 settembre 2009

sabato 12 settembre ore 21,00

Clicca per ingrandire

Avviso pubblico per progetti di cooperazione e solidarietà internazionale per l'anno 2009

Il Gabinetto del Sindaco, Ufficio Relazioni Internazionali, ha emanato un avviso pubblico per la concessione di contributi per un ammontare complessivo di Euro 800.000 per progetti di cooperazione e solidarietà internazionale in favore di Paesi in via di Sviluppo con attenzione alle comunità in particolare stato di necessità.

Possono presentare domanda organismi senza fini di lucro, legalmente costituiti e con sede legale a Roma, attivi nel settore della cooperazione internazionale , con esperienza almeno biennale.

Priorità tematiche
Sarà data priorità a progetti finalizzati a promuovere e sostenere lo sviluppo economico locale dei Paesi destinatari con particolare riferimento ai temi della sicurezza e della sovranità alimentare , dell'accesso all'acqua , dell'"empowerment" (rafforzamento delle capacità) femminile e alle azioni di microcredito e di formazione dando priorità ai progetti che prevedano l'attivo coinvolgimento delle comunità immigrate presenti sul territorio cittadino e la valorizzazione delle loro associazioni.

Priorità geografiche
Saranno ritenuti prioritari progetti in favore di Paesi del bacino del Mediterraneo, del Medio Oriente e dell'Africa sub sahariana, con attenzione ai Paesi più poveri (a basso indice di sviluppo umano secondo la classificazione elaborata dall'UNDP - Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo- riportata nell'ultimo Rapporto sullo Sviluppo Umano ).

Il termine per la presentazione delle domande scade alle ore 18 del 15 ottobre 2009.

Contenuti e modalità di presentazione delle domande di contributo sono descritti nell' Avviso Pubblico che contiene in allegato i Formulari di Richiesta da utilizzare per la presentazione delle domande.

Ulteriori informazioni si possono richiedere all'Ufficio Relazioni Internazionali del Gabinetto del Sindaco
06 67104188 – 06 67104193 – 06 67102563.

"Domande per reddito minimo garantito"

Si informa che per chiedere il "reddito minimo garantito", fino a 583 euro al mese da fondi Regione Lazio (legge regionale del 4 marzo 2009), è possibile rivolgersi oltre che agli uffici postali anche nei Municipi romani. Le domande si possono presentare fino al 30 settembre, riempiendo gli appositi moduli.

L'assegno mensile è destinato ai non occupati fra i 30 e i 44 anni, residenti nel Lazio da almeno 24 mesi all'atto della domanda, iscritti ai Centri per l'Impiego come "inoccupati" – "alla ricerca di prima occupazione" – "disoccupati" – "precariamente occupati".

Le domande si consegnano a mano oppure si inviano al proprio Municipio mediante raccomandata con ricevuta di ritorno.

In base alla legge, l'erogazione del reddito minimo va avanti sperimentalmente fino al 2011 e inizierà il prossimo novembre. Ogni titolare riceverà l'assegno per un anno. La Regione sostiene il progetto con un fondo di 135 milioni di euro, 15 per l'ultimo scorcio del 2009 e 60 per ciascuno dei due anni successivi.

Per maggiorni notizie si può consultare il portale della Regione Lazio dedicato al lavoro.

giovedì 3 settembre 2009

con Paola Scacciavillani...visita guidata serale alla: ROMA di pietra

... e dopo una bellissima estate vissuta godendoci le interessanti serate che ci sono state offerte dall’estate romana a Casalpalocco e a Ostia ... vi proponiamo alcune uscite serali alla scoperta dei luoghi tra i più affascinanti del mondo ...

Visita guidata serale alla: ROMA di pietra

Mercoledì 16 settembre 2009 ore 19.30

... nel cuore di Roma, tra Piazza Navona e via del Corso, l’antico Campo Marzio, si affollano i resti, talvolta conservati in maniera incredibile o spesso nascosti da palazzi rinascimentali, di numerosi edifici romani di età imperiale.

La passeggiata, arricchita da elementi di storia, archeologia, aneddoti e leggende, si articolerà tra edifici le cui fondamenta poggiano su una ragnatela di strade romane che spesso conservano nel nome traccia dell’antica attività commerciale preminente. Numerosi sono gli edifici di età imperiale: templi, terme, basiliche, portici, luoghi per incontrasi, esercitarsi in gare di atletica o per votare. Ricordiamo: il Pantheon, voluto dall’imperatore Adriano (117 – 138 d. C.) su quello più antico eretto da Agrippa il potente genero di Augusto, su un’antica palude; le Terme Neroniane-Alessandrine di cui tra l’altro si conservano resti di colonne e una splendida fontana in granito rosa di Assuan; la Basilica di Nettuno dedicata alle vittorie navali di Agrippa; i Saepta e il Diribitorium dove i Romani si recavano per votare; Le Terme di Agrippa, le più antiche di Roma con un’enorme piscina circondata da un bosco incantevole; il tempio di Matidia, dedicato da Adriano alla suocera Matidia; il Tempio del Divo Adriano dedicato all’imperatore Adriano divinizzato di cui restano 13 splendide colonne corinzie in Piazza di Pietra.

Diverse e notevoli sono gli aneddoti e le leggende relative in particolare alla costruzione del Pantheon. Si narra che, per carenza di conoscenze tecniche allora in voga, si decidesse di riempire tutta la sala circolare, già eretta fino al cordolo, con terra mista a monete, aggiungendo questo conglomerato, mano a mano che la cupola cresceva grazie a questo supporto. Una volta terminata la cupola sorretta da questo supporto, fatto di terriccio e monete, si chiamarono i cittadini a scavare questo conglomerato recuperando le monete che avessero trovato: in men che non si dica tutto il Pantheon venne svuotato e reso praticabile al culto

Un’altra leggenda narra del diavolo, il quale per la rabbia di non essere riuscito a catturare l’anima di un negromante, sprofondasse in una nube di fumo e in una violenta fiammata accanto al Pantheon: ecco perché intorno ad esso esiste un profondo fossato…

Ricco di aneddoti è la statua dell’elefantino in marmo posto a sostenere un obelisco in Piazza di Santa Maria sopra Minerva. Prima definito “il porcino”, poi abbellito in “pulcino” di Santa Maria sopra Minerva, divenne oggetto di vendita nel 1946, quando un incauto ufficiale americano pagò a un buontempone una grossa quantità di “am lire”: ovviamente venne bloccato dalla polizia nel momento in cui si presentò con idonea attrezzatura per la rimozione .

Per concludere…questa breve carrellata di aneddoti e leggende, che dire del macellaio che utilizzava anche carne umana, scelta, per risparmiare sulla carne di suino e preparare, a detta di tutti, delle ottime salsicce? Per fortuna siamo nel 1638!

PROGRAMMA

Partenza alle ore 19.30 di mercoledì 16 settembre 2009 dal Metro Drive In di Casalpalocco con un pullman turistico con il quale raggiungeremo il centro di Roma dove inizierà la passeggiata serale e ritorno a Casalpalocco, sempre con il pullman, verso le ore 22.30

Se necessario sarà possibile salire sul pullman direttamente all'Eur, ci accorderemo in base alle vostre esigenze

Costo della passeggiata comprensivo di pullman, guida e auricolari: Euro 20

La passeggiata si farà solo se si raggiungerà il numero di 20 prenotazioni.

Per prenotare e.mail a: infoacanto@gmail.com oppure sms al 339 5467212

mercoledì 2 settembre 2009

Via del Mare, disciplina provvisoria del traffico

Tratto da "Il Faro on line"

Ostia - Strada a senso unico dalle 9,30 alle 16. Tutte le novità sul territorio

"Il XIII Municipio e la polizia municipale hanno disposto una nuova disciplina provvisoria del traffico sulla via del Mare. La strada sarà a senso unico dalle 9.30 alle 16.00. Durante gli interventi di potatura che saranno effettuati nel tratto compreso tra Malafede ed Acilia, le auto, in direzione Roma, prima del sottopasso, saranno deviate sulla Via Ostiense. Quando gli interventi saranno eseguiti, invece, nel tratto Acilia-Ostia, i mezzi provenienti da Roma saranno deviati su viale dei Romagnoli". È quanto si legge in una nota del Municipio XIII. "Stiamo provvedendo - ha detto Amerigo Olive, assessore alla mobilità del XIII Municipio - a limitare i disagi per gli automobilisti, cercando di evitare ingorghi e code".

‘Rischio chiusura per il Lido Park di Ostia: necessario intervenire’

Tratto da "Il Faro on line"

Onorato (Udc): ‘Il XIII Municipio deve cercare di non perdere un importante spazio aggregativo’

Il mancato rinnovo del contratto di affitto potrebbe portare il Lido Park di Ostia a chiudere entro breve tempo. Un'attività che per 50 anni ha rappresentato il principale punto di svago dei bambini e delle famiglie del litorale rischia di rimanere senza futuro, senza un'area su cui esercitare e senza la possibilità di fare investimenti. Chiedo che il sindaco Alemanno intervenga immediatamente per evitare che Ostia perda un ulteriore spazio dedicato ai più piccoli e fornisca le dovute garanzie affinché tale attività sia comunque tutelata, potendo esercitare nel posto in cui si trova o in un'altra area del Municipio XIII".
Lo afferma in una nota Alessandro Onorato, capogruppo Udc in Campidoglio. "Mi auguro che la giunta Alemanno, spesso in vena di dichiarazioni riguardo alla costruzione di parchi a tema, scelga la via più semplice - prosegue - quella di valorizzare ciò che già esiste, partendo dalle strutture in essere per avviare un discorso di allargamento e di maggiore offerta. Nel caso del Lido Park occorre evitare di parlare della luna o fare proposte stravaganti, cercando invece di dare risposte concrete agli imprenditori e alle famiglie dei lavoratori che già operano nell'attività. C'è anche la possibilità concreta di trasferire il Lido Park nei terreni vicini al Cineland, in questo caso all'interno di un polo dedicato al divertimento dei più piccoli e delle loro famiglie. Anche questa potrebbe essere una risposta sensata per evitare che il Municipio XIII perda un importante spazio aggregativo. Al riguardo, per chiedere l'impegno della giunta, ho preparato una mozione che porterò in consiglio comunale alla ripresa dei lavori. Non mancherà il mio appoggio ai gestori e ai lavoratori affinché ci sia un rilancio dell'attività. Ne va del loro lavoro e della qualità della vita di Ostia".

martedì 1 settembre 2009

NON GETTARE LA SPAZZATURA IN STRADA

AMIANTO: PROSEGUONO LE SEGNALAZIONI DEI CITTADINI

Tratto da "Roma Notizie"

AMIANTO: BENVENUTI (FARE AMBIENTE) PROSEGUONO LE SEGNALAZIONI DEI CITTADINI AL NOSTRO SPORTELLO “SOS AMIANTO”, dalla Magliana, alla Pontina sino alla Pineta di Ostia.

“Quotidianamente nel nostro Paese grazie alle Forze dell’Ordine vengono sequestrate discariche abusive dove vi è la presenza di eternit-amianto. La recente attivazione dello sportello “Sos Amianto” implementato dal Coordinamento del Lazio del Movimento Ecologista Europeo Fare Ambiente sta dando anch’esso buoni risultati con numerosi cittadini che si stanno attivamente segnalando la presenza di discariche abusive”.

E’ quanto ha dichiarato il responsabile delle relazioni istituzionali e coordinatore del movimento ecologista europeo FareAmbiente per il Lazio, Piergiorgio Benvenuti.

“Nel nostro indirizzo e.mail : info@fareambiente.it , oppure attraverso la segnalazione SMS di messaggi al numero 335.1353330 sono giunti interventi di cittadini che hanno indicato discariche abusive all’uscita della Via Pontina verso Pratica di mare dove già vi è una discarica sequestrata dalla Guardia di Finanza, ma non messa in sicurezza e che sta diventando un deposito soprattutto di amianto, tre capannoni alla magliana nel XV municipio di Roma dove una ex fabbrica dismessa ha le coperture in eternit senza nessun trattamento conservativo da anni, infine la presenza di alcuni depositi spontanei ed abusivi di eternit nella pineta di Ostia, in località Acque Rosse”.

“Quest’ultima segnalazione è stata direttamente acquisita direttamente dal nostro responsabile di Fare Ambiente del XIII’ Municipio”.

“L’amianto non puo’ ancora rappresentare un pericolo per la salute dei cittadini, ed è indispensabile riservare la massima attenzione per tutelare la salute pubblica attraverso controlli costanti che debbono essere eseguiti sul territorio per il controllo della legalità, ma anche attraverso le segnalazioni ed il coinvolgimento dei cittadini, ha concluso Benvenuti”.

In foto discarica Pineta Ostia.

ACILIA: NUOVO LOOK IN ARRIVO PER PIAZZA DEI SICANI

Tratto da "Roma Notizie"

È stato votato all’unanimità nel corso del Consiglio Municipale di questa mattina, l’ordine del giorno per la riqualificazione di Piazza dei Sicani ad Acilia. Il documento prevede la sistemazione dell’attuale piazza con la creazione di circa 60 nuovi posti auto.

“I lavori - ha spiegato Pierfrancesco Marchesi, Presidente della Commissione Lavori Pubblici del XIII Municipio - inizieranno a breve e saranno limitati i disagi per automobilisti e residenti.
Ringrazio personalmente l’Assessore Olive per la disponibilità e la tempestività con cui ha seguito lo studio dell’opera”.