"Infernetto e Dintorni" è un blog realizzato dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, ideato con lo scopo di agevolare lo scambio di opinioni tra gli abitanti dell'Infernetto e del X Municipio, ex XIII Municipio. L'obiettivo del blog è di fornire visibilità circa l'urbanizzazione del quartiere e le criticità ad essa connesse. Divulghiamo informazioni, condividiamo emozioni. L'Associazione è stata promotrice ed è stata fra i Soci Fondatori del Coordinamento Infernetto fino al 09/04/2016.

Istituto Luce Cinecittà - Polvere d'archivio

Loading...

CERCA NEL BLOG

giovedì 31 marzo 2011

“BAMBINO” SARAI TU! IL GIORNALINO DEI BAMBINI

NELLE LIBRERIE FELTRINELLI 


“Adesso tocca a loro, ai più "piccoli" la parola! Abbiamo deciso di chiedere la loro opinione su tutto quello che ci circonda. Vedremo il mondo attraverso i loro occhi attenti quanto limpidi, ai quali non sfugge nulla.” Così nel 2008 , a Roma, nasce "Bambino", sarai tu! la rivista trimestrale dedicata ai bambini, ai genitori, alla natura e alla cultura. 

Cosa pensa un bambino del mondo in cui viviamo, in cui vive? Questa è la domanda che si pone “Bambino” sarai tu! che ha armato un gruppo di piccoli giornalisti (dai più piccoli fino ai 16 anni) alla riscossa di blocchetto e penna per scrivere le loro idee insieme ai professionisti della cultura che collaborano fra interviste e articoli alla testata.

Il direttore responsabile è Mirella Delfini scrittrice e giornalista che ha lavorato per anni con Piero Angela alla rivista “La macchina del tempo”, l’editore è Marguerite Editrice di Barbara Sarri.

La mascotte del giornale è Brio un pupazzetto che è formato da due ferri di cavallo e ha in testa un caschetto da equitazione, perché il giornale nel 2008 ha la sua prima redazione di bambini proprio in un pony club!

Gli obbiettivi sono: riflettere sulle tematiche dell’ambiente, scoprire i segreti del nostro pianeta, aiutare i bambini a conoscere la scrittura come mezzo per comunicare le loro idee, quindi sviluppare e accrescere in loro l’interesse per lo scrivere e appassionarli sin da piccoli alla lettura (ci sono molte pagine dedicate al fantastico mondo dei libri !) . 

E gli adulti invece ? I grandi leggendo il giornalino possono riflettere sul punto di vista del bambino, imparare a conoscere il mondo con la sua spontaneità, a riscoprire il genuino che lo circonda.

Alla testata hanno partecipato con articoli o interviste sin dai primi numeri grandi firme del giornalismo quali Angiola Codacci Pisanelli de “l’Espresso”, Margherita d’Amico del “Corriere della Sera”, Mauro Favale di "La Repubblica", Enrico Tonali ed Enzo Bianciardi de “Il tempo”, Mario Viggiani del “Corriere dello Sport”, Antonio Terraneo di “Libero”, Giulio Mancini de “Il Messaggero”, Alessandro Saccomandi de “L’Avvenire”, Marco d’Amico direttore responsabile del quotidiano “www.animalieanimali.it” e ancora uomini e donne di cultura : Patrizia Carrano, Licia Colò, Maria Rosa Cutrufelli, Elena Mora , Manuela Longo, Piero Angela, Salvatore Basile, Paolo Bonolis, Giulio Leoni, Franco di Mare, Aldo Milesi. 

Da questa settimana debutta con la sua prima uscita nazionale (n.8) nelle Librerie Feltrinelli.



mercoledì 30 marzo 2011

con Paola Scacciavillani ... 2^ Concorso Letterario di Poesia

2^ Concorso per il Premio Letterario di Poesia

Centro Sociale “Il Sommergibile” Ostia


di Paola Scacciavillani



Per il secondo anno consecutivo, il Comitato di Gestione del Centro Sociale per gli Anziani “Il Sommergibile” ha voluto proporre il “Premio Letterario di Poesia” aperto a tutti i residenti nel XIII Municipio allo scopo di stimolare i residenti nella loro creatività per comporre e inventare di loro pugno una poesia come pegno d’amore per la vita.



Scopo del Concorso per il Premio Letterario di Poesia è quello di essere di stimolo sia per le persone anziane che per i più giovani, sollecitando sì l’interesse delle persone che da sempre hanno dimestichezza con la penna e con le rime ma anche fungere da incoraggiamento nei confronti di quelle persone che mai hanno ritenuto, sicuramente a torto, di essere in grado di scrivere su carta i propri sentimenti e riflessioni.



Per questo motivo si è deciso di coinvolgere in questo progetto letterario tutti i residenti nel XIII^ Municipio affinché possano parlare oltre che dei propri sentimenti personali anche delle sensazioni che quotidianamente vengono loro ispirate dal magnifico territorio dove vivono.



Nell’anno 2010 hanno aderito con entusiasmo all’invito a partecipare alla Prima Edizione del Concorso per il Premio Letterario di Poesia ben 26 Poeti per un totale di 52 elaborati che grazie al generoso contributo della Banca di Credito Cooperativo di Roma sono stati raccolti e prossimamente pubblicati in un libro.



I tanti contributi già pervenuti lo scorso anno fanno ben sperare in una entusiasmante risposta anche per questo prossimo Concorso a dimostrazione che la Poesia vive in tutti noi e che è sufficiente raccogliere un semplice invito per prendere coraggio ed esprimerla donandola anche agli altri.



^^^


II^ Edizione del Premio Letterario di Poesia

Bando di Concorso:


Il Centro Sociale per gli Anziani “Il Sommergibile” bandisce il II^ Concorso per il Premio Letterario di Poesia aperto alla partecipazione dei cittadini del XIII^ Municipio

Regolamento:

Gli elaborati dovranno essere inviati entro lunedì 4 Aprile 2011 con consegna a mano presso la Segreteria del centro oppure inviati via e.mail all’indirizzo:
ilsommergibile@gmail.com

Le poesie dovranno pervenire scritte a macchina o al computer, complete di titolo, su un foglio formato A4 in duplice copia
In una sola delle due copie dovranno essere riportati:
nome e cognome, indirizzo completo, recapito telefonico (fisso/cell), eventuale indirizzo e.mail, firma leggibile.
Non saranno accettati elaborati scritti a mano o riportanti dati illeggibili.

Liberatoria:

La partecipazione al Concorso comporta implicitamente l' autorizzazione all'uso dei dati personali dei concorrenti ai sensi della legge 675/96 (relativa alla privacy), per quanto riguarda le pratiche di gestione del concorso stesso.
Per i minori, è obbligatorio l'invio della copia della carta di identità ed il consenso scritto da parte di un genitore.
Con l'iscrizione al Concorso, i partecipanti accettano tutti gli articoli del regolamento fin qui esposti, compresa l'accettazione che le loro opere possano essere pubblicate presso le riviste specializzate o in un libro edito a cura del Centro Sociale per gli Anziani “Il Sommergibile”

Le opere presentate non verranno restituite.

I finalisti verranno avvertiti tramite posta, via e.mail o telefonicamente, entro il 22 aprile 2011

Tutte le poesie regolarmente pervenute, saranno giudicate da una commissione composta di cinque persone, i cui nominativi saranno resi noti il giorno della premiazione.

Sezioni del concorso

- Lirica tradizionale

- Vernacolese

- Originalità

- Giovani



Le opere potranno essere sia edite che inedite, purché non abbiano già conseguito primi premi in altri concorsi nazionali.

Unitamente alla partecipazione, l'autore assume piena responsabilità legale del proprio elaborato soprattutto per quanto riguarda il contenuto e l'originalità dello stesso.

A tutti i Poeti che parteciperanno al Concorso verrà consegnato un attestato di partecipazione.

Tutti i premi assegnati dovranno essere ritirati direttamente dai vincitori.

La cerimonia di premiazione avrà luogo Sabato 7 maggio 2011, presso il Centro Sociale per gli Anziani “Il Sommergibile” in via del Sommergibile 70 – Ostia Lido – Roma. La mancata presenza alla cerimonia di premiazione, comporterà la rinuncia al premio.

E’ obbligatorio comunicare la propria presenza.

Paola Scacciavillani ... intervista Nicole Pasquale

Ventuno anni ed ha già scritto un libro … Nicole Pasquale e “Un amore sbagliato”, un romanzo ambientato a Casalpalocco

di Paola Scacciavillani

Nicole Pasquale è una giovanissima scrittrice che vive all’Infernetto. E’ una ragazza molto bella e solare, intraprendente, decisa...queste sue caratteristiche sono sicuramente collegate alla serenità che le trasmette la sua famiglia, cosa che è evidente quando si parla con tutti loro. Intervistare Nicole per il mensile Zeus è stata, oltre che una piacevolissima esperienza, soprattutto una grande sorpresa perché la nostra scrittrice ha solo 21 anni e già parla d’amore…addirittura di “Un amore sbagliato”, confesso che la cosa mi ha incuriosito al punto da leggere il libro tutto in un fiato, e dopo la lettura…un mare di domande hanno affollato la mia mente…eccole!

Ciao Nicole! Ho sempre pensato che per diventare scrittrici bisogna avere prima un altro grande amore, la lettura, è stato così anche per te?

Certamente leggere aiuta. Lo dicono tutti, ma anche se detto e ridetto non è mai scontato. Leggo da quando avevo 3 anni e mezzo e non ho mai smesso di farlo. Ora posso dire la mia: leggere aiuta.
A me, personalmente, ha aiutato a tirare fuori una parte di me che forse non avrei mai conosciuto: quella della scrittrice.

A vent’anni sei riuscita a coronare il sogno che, probabilmente molti di noi sognano e magari realizzano solo in età adulta, come ti sei scoperta nel ruolo di scrittrice di romanzo?

Così, da un momento all’altro mi sono trovata davanti un portatile, senza però solo il desiderio di connettermi a Facebook o di chattare su Messanger, ma con un intento diverso che avrebbe accompagnato le restanti sedute davanti al mio computer.
Fino a che, a poco a poco, dalle mie dita prende vita una storia che mi catapulta in un mondo nuovo. Dove io ci sono, e non solo dall’esterno perché i personaggi inizio a conoscerli piano piano, li vedo delinearsi sotto i miei occhi proprio come li incontrassi davvero e li scoprissi solo vivendoli.
E cosi è stato che “Un amore sbagliato” è uscito da me. Senza che l’avessi premeditato, senza che ne avessi tracciato il profilo. Si è delineato da solo, in mezzo ai miei ricordi, ai miei pensieri, alle mie paure, ai miei desideri. E io l’ho fatto: l’ho raccontato. E non da narratore onnisciente, ma quasi inconsapevole.

Possibile che in “Un amore sbagliato” ci sia un po’ di te, di una giovane poco più che ventenne?

Si, si ho messo un po’ di me,certamente! Tutti i personaggi hanno un po’ di me. Sono figli dei miei vent’anni.

L’Amore è sempre stato l’argomento che maggiormente ha ispirato poeti (Neruda, Prevert, Majakovsy e lo stesso Cohelo) e romanzieri nei cui libri spesso la parola “amore” appare nei titoli L’amore coniugale di Moravia, un amore maturo sofferto e tormentato, L’amore ai tempi del colera di Marquez, un inno all’amore magico e poetico L'amore giovane di Ethan Hawke, un amore acerbo che stenta a crescere o l’ironico saggio L' amore dura tre anni di Beigbeder Frédéric. Come mai il “tuo” amore diventa sbagliato? Cosa può esserci di sbagliato in un amore?

Sicuramente se si guarda all’amore di per sé, a prescindere da tutto, è senza dubbio una contraddizione in termini definirlo “sbagliato” forse la cosa più “sbagliata” sarebbe proprio trovare in un amore un qualcosa di sbagliato. Se invece, però, ci accingiamo a guardarlo e a pensarlo calato nella realtà, a stretto contatto con altri sentimenti, altre emozioni e anche altri valori, è lì che l’amore, appunto, per non diventare sbagliato, deve riuscire a inglobarli tutti in sé, senza distruggerne o annientarne alcuno. Di modo tale che quando tradisce tutto e tutti, quando “passa sprezzante e indifferente sul dolore di tutti”, come io stessa ne parlo nel romanzo, non può che risultare agli occhi di chi questo amore lo subisce, semplicemente un amore sbagliato. Un modo sbagliato di amare. O, talvolta, una persona sbagliata da amare.

Vuoi presentarci i personaggi principali del tuo libro: Simo e Ale, Luca e Andre, un quartetto intricato che ci ricorda le commedie francesi di Feydeau costruite sul malinteso, sulla gelosia e sul tradimento.

Simo rispecchia in tutto e per tutto l’adolescente modello: la studentessa brillante, la fidanzata dei sogni, l’amica ideale. Ed è proprio quando sente tutte queste certezze essere strettamente ancorate a lei, che le perde. Perdendosi inevitabilmente anche lei. Il romanzo si incentra proprio sulla scossa elettrica che pervade la sua esistenza in un breve periodo, ma sufficiente a cambiarle la vita.
Ale è la migliore amica di Simo, o meglio, l’amica del cuore. Il che è molto di più. E’ una ragazza fragile ed emotiva, continuamente alla ricerca di certezze e sicurezze più negli altri che in se stessa. E proprio per questo più portate a sbagliare nello scegliere le persone al suo fianco.
Andre è il fidanzato storico di Simo: il ragazzo romantico, attento e premuroso che l’ha fatta follemente innamorare. Hanno sempre vissuto la loro storia in modo trasparente e leale, senza ombre o misteri. Fino a quando…
Luca è il classico playboy bello e impossibile di cui Ale è da sempre innamorata. Nessuno però è mai riuscito a entrare nel suo cuore, niente è mai stato in grado di scalfirlo. Si dimostra quindi all’apparenza come un ragazzo privo di scrupoli e superficiale, che a sguardo più attento però può rilevare la sua folle ricerca d’amore accompagnata da una grande paura di viverlo.

Quale dei due sentimenti è più forte, secondo te, l’amicizia o l’amore? E come si sentono i tuoi personaggi quando sono costretti a privilegiare l’uno al posto dell’altro?

L’amore e l’amicizia sono le due colonne portanti del mio romanzo. Entrambi visti a tutto tondo, in tutte le loro sfaccettature e in relazione tra loro. E d’altro canto sono i pilastri fondamentali dell’esistenza di ognuno, quei due sentimenti forti e imponenti che nella maggior parte dei casi sono gli artefici delle nostre scelte, del nostro modo di vivere la vita. L’amore, in particolare, è la più alta espressione di noi stessi, il motore della nostra vita, il fine ultimo della nostra esistenza. Talmente grande da inglobare anche l’amicizia, che non è che un ramo dell’amore e può essere in esso inglobato. Proprio per questo nessuno di noi vorrebbe mai trovarsi nella situazione di scegliere tra essi, perché vorrebbe dire rinunciare comunque a una parte di se stessi. Inutile negare però che l’amore è espressione della nostra continua ricerca verso la felicità, talvolta anche egoisticamente, finendo sempre col prevalere sull’amicizia.

François de La Rochefoucauld nelle sue Massime scrive: La gelosia si nutre di sospetti, e si trasforma in furia o muore nel momento in cui il sospetto si tramuta in certezza. Quanto ci si ritrova di questa frase nel tuo libro?

Un altro tema fondamentale affrontato nel mio libro è proprio quello della gelosia, quel sentimento forte e struggente che molto spesso accompagna l’amore. Si è gelosi quando si ama talmente tanto da vivere nella costante paura di perdere la ragione della propria felicità. Ma talvolta, se non tenuta a freno, si rischia che la stessa possa sopraffare tutto il resto, diventando padrona della stessa persona che la nutre, accecandola per poi trascinarla irrimediabilmente verso il fondo.
Un aspetto molto evocativo del tuo libro, accanto e oltre l’amore, è quello delle atmosfere scolastiche: le interrogazioni, gli esami, la professoressa Imbruglia il cui nome è già tutto un programma.

Come vivono questi momenti i personaggi del libro?

Nel mio romanzo si respira fortemente l’aria di scuola: i personaggi vivono le loro vite calati nella quotidianità di un qualunque liceale alle prese con i più frequenti dilemmi: dall’amore, all’amicizia, alla scuola. Dopotutto nel periodo del liceo un ragazzo passa a scuola la maggior parte del suo tempo e il pensiero delle interrogazioni, verifiche, compiti in classe diventa ancora più pregnante l’ultimo anno quando incombe la tanto temuta maturità. Le due protagoniste femminili sono molto coinvolte da tutto questo, in particolar modo Simo, alla quale ho trasmesso la stessa passione per lo studio e la voglia di essere sempre preparata e all’altezza di ogni situazione che io possiedo.

Lo scrittore Federico Moccia, autore non più giovane ma di grande successo tra i giovani, ambienta i suoi romanzi nella zona del Villaggio Olimpico, il tuo libro, invece è ambientato a Casalpalocco, a ridosso del mare. Ci sono anche lì dei punti chiave di ritrovo dei giovani come il famoso ponte dei lucchetti?

Sì, il mio libro è ambientato laddove anch’io ho trascorso e continuo a trascorrere la mia adolescenza: a Casalpalocco. E’ una bellissima località immersa nel verde, tra la città e il mare, di cui mi sono innamorata già dall’età di 9 anni quando insieme alla mia famiglia mi ci sono trasferita. Ed è proprio dove io stessa ho vissuto le emozioni di cui parlo, dove sono cresciuta e dove sto ancora crescendo che ho immaginato e raccontato l’intricata storia dei miei protagonisti. Sicuramente un luogo celebre di questa zona sono Le Terrazze, come anche l’isola 46, il liceo Democrito, fino al mare di Ostia al quale spesso faccio riferimento. Tutti luoghi che fanno parte di me e che considero la mia casa.

Per concludere, dal tuo libro si evince un idea dell’amore molto particolare : “L'amore è un fuoco nascosto, una piaga gradevole, un veleno saporito, una amarezza dolce, un dolore dilettevole, un tormento allegro, una ferita dolce e fiera, una morte blanda…” questa è una nota frase di Fernando de Rojas che tu inserisci nel bel mezzo del tuo racconto. In che modo si concilia con l’amore sbagliato di cui parli, e in rapporto all’idea dell’amore del comune sentire?

L’aforisma di Fernando de Rojas è una descrizione dell’amore fatta di ossimori. E l’amore è tutto questo, talvolta è il bene e il male insieme, il dolore e la felicità, la gioia e il rammarico. Ma è comunque amore e, come dico nel romanzo, ”è sempre un fiore da cogliere, non da calpestare”. E se si sbaglia in qualche modo, amando la persona sbagliata o nel modo sbagliato o nel momento sbagliato, purtroppo c’è poco da fare, se non rassegnarsi all’idea che è l’amore a prevalere su tutto ”Perché, in fondo, è l’amore che ti sceglie”.

Carissima Nicole, così giovane e già con le idee molto chiare… non ci rimane che leggere il tuo libro in attesa del prossimo!

lunedì 28 marzo 2011

Spettacolo teatrale con scopo di beneficenza - teatro nino manfredi 29 aprile 2011 ore 19:00

L'associazione Happy Time Infernetto Onlus è venuta a conoscenza di un'iniziativa di alcune mamme dell'Infernetto. Il loro impegno nell'organizzare l'evento in allegato nasce dal desiderio di regalare un ciclo di pet therapy ad un bambino autistico che frequenta la scuola elementare di Via Cilea (Infernetto).

Con la vendita dei 300 biglietti dello spettacolo teatrale SPQR riusciranno a fare un regalo speciale ad un bambino autistico.

Sicuri di farVi cosa gradita, preghiamo di darne diffusione massima.
Grazie e a presto.

Ass. Happy Time Infernetto Onlus

TRAMA SPQR - SONO PAZZI QUESTI ROMANI
DI SIMONE FIORAVANTI

Roma Antica, i simboli, i miti e i suoi misteri.

Una piccola storia dell’urbe con i ritratti dei personaggi che hanno contribuito al suo sviluppo, a renderla famosa nel mondo, a farla diventare Caput Mundi. Dalla figure mitiche di Romolo e Remo a Cesare, Augusto, Nerone, fatti storici spettacolarizzati in una formula chiara e comprensibile, arricchiti da aneddoti e allegorie. L’incredibile e appassionante storia della città eterna narrata attraverso divertenti scene ma con chiari e inalterati riferimenti a fatti e persone. Sfileranno così sulla scena i diversi miti, miti che nascondono sempre un mistero, che non verrà appositamente svelato per stimolare l’attenzione del pubblico sulle diverse vicende lasciando il gusto di trovare una risposta concreta, se possibile, ai fatti storici. Assolutamente esilaranti scene come la nascita di Roma, Nerone e il ratto delle sabine, il tutto accompagnato da canzoni originali appositamente scritte per lo spettacolo.

Coinvolgenti atmosfere create da splendidi miscugli di luci e musica fanno da contorno agli attore e ai danzatori. Una messinscena nuova, originale con scene di sicura risata ma allo stesso tempo una rappresentazione delicata, piena di momenti intensi, fedele alle vicende della cultura romana e dei suoi intramontabili miti. Uno spettacolo che avvicinerà spontaneamente i ragazzi alla storia di Roma Antica e alle sue meravigliose leggende, trascinando con sé anche i più grandi per fare, insieme, un salto nella storia e poter così passare un po’ di tempo all’ombra delle grandi mura del Colosseo, fra un centurione e i tanti famosi personaggi della capitale del più grande impero di tutti i tempi…ovviamente Roma!


domenica 27 marzo 2011

VIA CILEA, 302° CD: "1.100 BAMBINI CHIUSI IN CLASSE PER OTTO ORE"

Anche "Il Tempo" di sabato 26 marzo 2011 si è occupato della scuola di via Cilea.

Clicca per ingrandire


sabato 26 marzo 2011

VIETATA LA RICREAZIONE IN GIARDINO AI BAMBINI DELLA SCUOLA DI VIA CILEA

Ancora lamentele da parte dei genitori degli alunni del 302° Circolo Didattico di via Cilea all'Infernetto, in merito all'ennesima iniziativa, a dir poco "singolare", del suo dirigente didattico.

Da "Il Nuovo Giornale di Ostia" di oggi, sabato 26 marzo 2011


Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

XIII MUNICIPIO: IL PRESIDENTE VIZZANI AL CPO CON IL PRESIDENTE DELLA REGIONE LAZIO.


Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio, questa mattina ha seguito la visita di Renata Polverini, Presidente della Regione Lazio, al Centro Paraplegici di viale Vega ad Ostia.

"Il Centro- ha spiegato Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio- continua a rappresentare un punto di riferimento per la cura di patologie e terapie specifiche non solo a livello regionale, visto che molti pazienti continuano ad arrivare da tutta Italia. Le esigenze dei degenti ricoverati al Cpo di Ostia e il potenziamento di una struttura, unica per la sua specificità, sono i punti per cui l'amministrazione municipale si è sempre battuta".

All'incontro di questa mattina, hanno preso parte anche Amerigo Olive, Assessore XIII Municipio, da sempre vicino all'Associazione Mielolesi di Ostia e Riccardo Marinelli, Presidente Osservatorio Socio-Sanitario XIII Municipio.




venerdì 25 marzo 2011

EARTH HOUR: ANCHE IL XIII MUNICIPIO ADERISCE ALL'EVENTO INTERNAZIONALE DEL WWF A FAVORE DEL RISPARMIO ENERGETICO.

Anche l'amministrazione del XIII Municipio aderirà alla giornata mondiale del risparmio energetico indetta dal WWF per domani, sabato 26 marzo.

"Per questa occasione - ha spiegato Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio – abbiamo deciso, di concerto con la sede locale del WWF, di spegnere il Palazzo del Governatorato, sede del Municipio. Un luogo simbolo per dare un segnale forte su una tematica tanto importante quale il risparmio energetico".

Domani sera, sabato 26 marzo, il Palazzo del Governatorato spegnerà le luci dalle 20.30 alle 21.30.



XIII MUNICIPIO: IL PRESIDENTE VIZZANI CONSEGNA UNA TARGA A MARIA MADDALENA D'ADDARIO PER I SUOI 104 ANNI.


Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio, accompagnato da Giancarlo Innocenzi, Assessore XIII Municipio, ha fatto visita questa mattina alla signora Maria Maddalena d'Addario nella sua abitazione di Ostia per i suoi 104 anni.

"Ho voluto consegnare alla festeggiata di oggi- ha spiegato Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio- una targa ricordo per questo importante traguardo. Ho avuto modo di conoscere la famiglia della signora Maria Maddalena, e ho toccato con mano l'affetto di cui è circondata. Quello delle figlie e dei nipoti".

Giancarlo Innocenzi, Assessore Ambiente XIII Municipio, ha, invece, consegnato dei fiori, augurando alla signora Maria Maddalena e alla sua famiglia serenità e felicità.

Maria Maddalena d'Addario è nata nel 1907. Originaria del Molise, è residente ad Ostia dal 1963.




XIII MUNICIPIO: IL PRESIDENTE VIZZANI ALLA CERIMONIA CONCLUSIVA DEL PREMIO "DE STEFANI".

Si è svolta ieri mattina presso il liceo Democrito di Casalpalocco la cerimonia conclusiva del premio letterario "Enrico de Stefani". La cerimonia, presenziata dal dirigente scolastico dell'istituto Paola Bisegna, ha visto la premiazione degli studenti, i cui elaborati, per meriti e creatività si sono distinti. Il tema dell'edizione 2011: l'incontro.

"Un tema suggestivo quello scelto per quest'anno- ha fatto sapere Monica Picca, Presidente Commissione Cultura- che ha stimolato la fantasia e la creatività dei ragazzi. Elaborati pieni di emozioni che celano quanta maturità e preparazione ci sono dietro questi giovani, che non sono tutti come le cronache ultime ci raccontano. Un plauso ai genitori di Enrico, a mamma Grazia e papà Sandro, che con fierezza e determinazione portano avanti questo premio, così importante per le scuole del territorio. Coinvolgente anche la partecipazione dei docenti che, anche il loro amore, hanno saputo motivare i ragazzi e cogliere le sfumature di un premio che continua a toccare le corde del cuore".

"Siamo da sempre vicini a questo premio – ha dichiarato Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio- che sosteniamo e appoggiamo. Un ringraziamento particolare anche all'istituto che continua a confermarsi tra le eccellenze scolastiche del territorio. I ragazzi anche quest'anno hanno dimostrato tutto il loro talento e la loro bravura".

A prendere parte alla cerimonia anche Cristiano Rasi, sempre vicino all'iniziativa, e gli assessori Amerigo Olive e Lodovico Pace.





mercoledì 23 marzo 2011

con Paola Scacciavillani ... ad AREZZO

Gita ad AREZZO per il quinto centenario della nascita di Giorgio Vasari e per la mostra mercato dell’antiquariato



Sabato 2 aprile



Arezzo…magnifica città toscana che in questi giorni organizza grandi eventi per rendere onore a questo grande artista conosciuto in tutto il mondo per le sue opere architettoniche ed artistiche. Il Granduca Cosimo I di Toscana lo ritenne il più grande artista del tempo, il suo preferito, e gli commissionò opere che ancora oggi troviamo sparse sul territorio della Toscana. Giorgio Vasari è famoso nel mondo anche perché considerato il primo storico dell’arte, perché con il libro le “Vite de’ più eccellenti architetti, pittori e scultori italiani da Cimabue insino a’ tempi nostri” ha contribuito in maniera fondamentale alla fama dell’arte toscana ed italiana nel mondo…

Trascorreremo quindi la mattina visitando, con la nostra guida Francesco, la città alla scoperta del suo illustre cittadino e trascorreremo il pomeriggio girando tra i banchi del famoso mercato dell’antiquariato.



La nostra visita guidata ci porterà al centro della città, nell’omonima piazza dedicata al monaco benedettino Guido detto d’Arezzo, il monumento all’inventore del “rigo musicale” che consentiva, per la prima volta, di scrivere la musica; inventore anche del sistema tonale, basato sulle sette note dall’ut, poi sostituito dal “do”, “al” “si”, allora quadre ed oggi ovali…su queste note si basa ancora oggi la musica!!!

Guido d’Arezzo è solo uno dei tanti nomi di personaggi illustri nati in questa mirabile città, lista che include il grande personaggio della cultura latina Gaio Cilnio Mecenate e poi … via via… Petrarca…l’Aretino…Vasari. Sulla piazza S. Francesco, visiteremo l’omonima Chiesa dove è custodita la Santa Croce, e la sua leggenda, capolavoro del massimo pittore del primo rinascimento: Piero della Francesca. Continueremo poi verso la Pieve di S. Maria con l’alto campanile a bifore abbinate detto, per questo, delle cento Buche, dove si conserva il famoso polittico di Pietro Lorenzetti. Andremo a passeggiare nella Piazza grande delimitata da bellissimi palazzi medievali e, sulla parte alta, dalle Logge del Vasari. Questa piazza è famosa in tutto il mondo perché è qui che si svolge l’annuale festa folkloristica della Giostra del Saracino, una delle più importanti ed ancora attualissima manifestazione medievale in costume. Saliremo poi al palazzo Pretorio, alla casa natale del Petrarca, e dalla sommità del parco davanti alla fortezza medicea che ospita il grande monumento a Francesco Petrarca, godremo della magnifica vista sulla vallata circostante. Visiteremo poi il Duomo gotico, con il monumento funebre a Gregorio X e l’altra famosa opera di Piero Della Francesca ad Arezzo, la celebre Maddalena. Da qui proseguiremo alla casa natale di Guido, alla Chiesa domenicana che conserva un famoso Crocifisso del Cimabue ed alla casa natale del Vasari. La giornata sarà fitta di cose interessanti da vedere ma, per chi non ama il pranzo al sacco, cercheremo di lasciare un piccolo intervallo per un pranzo in un locale caratteristico, ve ne forniremo i particolari al momento della prenotazione.

PROGRAMMA



Partenza alle ore 7 dal Metro Drive In di Casalpalocco ed alle ore 7.15 dalla fermata della metropolitana Eur Fermi (appuntamento all’angolo con la via Cristoforo Colombo)

Rientro a Roma in serata

Costo della gita comprensivo del viaggio in pullman andata e ritorno, guida che ci accompagnerà durante tutto il viaggio da Roma, auricolari = Euro 35

Sono esclusi dalla quota gli ingressi dove è previsto il pagamento, il pranzo al quale ognuno provvederà per prorpio conto e quanto non espressamente indicato. Per prenotare scrivere e.mail a: infoacanto@gmail.com oppure con sms al 339 5467212:

IMPORTANTE: al momento della prenotazione comunicare i propri recapiti telefonici fisso e cellulare

XIII MUNICIPIO: PRESENTATA LA CAMPAGNA DI PREVENZIONE "UN MINUTO CHE VALE UNA VITA".

È stata presentata questa mattina presso l'aula consiliare "Massimo di Somma" la campagna di prevenzione medico-sanitaria "Un minuto che vale una vita".

"Siamo vicini a questo progetto- ha dichiarato Salvatore Colloca, Delegato Cultura XIII Municipio- Da tempo, come amministrazione, stiamo lavorando molto insieme alle realtà territoriali ed extraterritoriali per portare avanti iniziative di questo tipo legate alla prevenzione".

"Si tratta – ha spiegato il dottor Francesco Artale, angiologo- di campagna per la prevenzione della rottura degli aneurismi dell'aorta addominale. L'iniziativa è promossa dalla Sicve, Società Italiana di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare in sinergia con i medici di famiglia. L'iniziativa consente ai cittadini di età compresa tra i 65 e gli 80 anni di sottoporsi a un esame ecodoppler, gratuito e non invasivo, al fine di un'individuazione precoce dell'eventuale presenza di aneurisma. Gli esami verranno effettuati presso lo studio di angiologia e chirurgia vascolare di via delle Baleniere, 91 ad Ostia".

"Come associazione medici di famiglia – ha aggiunto Fabio Valente, in rappresentanza della Fimmg (Federazione Italiana Medici Medicina Generale)- abbiamo sposato da subito questa iniziativa che ha già salvato una vita umana. Il miglioramento della qualità della vita dei cittadini passa soprattutto attraverso queste campagne di prevenzione".

A prendere parte alla conferenza stampa di presentazione, anche Giancarlo Innocenzi, Assessore Sport XIII Municipio, che ha lanciato la proposta di coinvolgere anche le associazioni sportive, e Antonio Caliendo, Consigliere XIII Municipio.




martedì 22 marzo 2011

Angeli nel vento 2011 - manifestazione di vela ricreativa - partecipazione gratuita

Presentazione dell’iniziativa di vela ricreativa

ANGELI NEL VENTO” 2011

Carissimi Amici,

siamo lieti di presentarvi la terza edizione di “ANGELI NEL VENTO” che nasce da un progetto di integrazione tra disabili e non, che la nostra Associazione, HAPPY TIME INFERNETTO ONLUS, promuove ormai da tempo in collaborazione con altre sul territorio.

Il mondo dello sport in generale, e quello della vela in particolare, sono infatti ambienti ricchi di elementi che favoriscono l’integrazione del disabile il quale, trovandosi in un contesto sportivo di gruppo con atleti dilettanti, ha la possibilità di relazionarsi e respirare una realtà di grande confronto e profonda coesione.

La manifestazione in questione si svolgerà nei giorni 7, 8, 14 e 15 maggio 2011, presso il Porto Turistico di Roma, in collaborazione con le Associazioni Sportive Dilettantistiche Anemos Kids, Circolo Velico di Fiumicino, Club Nautico Roma, Società di Gestione dei servizi del Porto Turistico “Roma Brokerage & Service” e le Associazioni PERLA, Spes Contra Spem, ASPERGER, UFHA e CSEN Divisione Vela Italia.

Prevediamo il coinvolgimento di 25 imbarcazioni, 75 tra armatori e sportivi dilettanti, 13 ragazzi inquadrati nello staff di gestione dell’evento, circa 400 BAMBINI E RAGAZZI DISABILI E NORMODOTATI, provenienti per lo più da Case Famiglia di Roma e Provincia.

Vi alleghiamo la locandina dell’evento in distribuzione su tutto il territorio e la scheda di adesione all’evento che deve essere compilata in tutte le sue parti e spedita IL PRIMA POSSIBILE a : info@associazinehappytimeinfernetto.org,

Chiediamo il vostro aiuto nel coinvolgere più bambini, ragazzi e adulti possibile. La PARTECIPAZIONE E' GRATUITA e l'iniziativa E' APERTA A TUTTI!!!!
PASSAPAROLA!!!!!!!!


PROGRAMMA

ANGELI NEL VENTO” 2011

Gruppo Mattina:

Ore 09.30 Breefing di Benvenuto presso il Porto di Roma e assegnazione dei gruppi alle imbarcazioni

Ore 10.30 Partenza dal Porto di Roma per un giro tra il Marina e il Faro di Fiumicino

Ore 12.30 Rientro al Porto, consegna dei Diplomi ai partecipanti.


Gruppo Pomeriggio:

Ore 14.30 Breefing di Benvenuto presso il Porto di Roma e assegnazione dei gruppi alle imbarcazioni

Ore 15.30 Partenza dal Porto di Roma per un giro tra il Marina e il Faro di Fiumicino

Ore 17.30 Rientro al Porto, consegna dei Diplomi ai partecipanti.

lunedì 21 marzo 2011

XIII MUNICIPO: PRONTO A PARTIRE IL PRIMO FESTIVAL "CORTIGIANO GIOVANI".


Si svolgerà nelle giornate di sabato 26 e domenica 27 marzo, presso la Biblioteca "Sandro Onofri" di via Umberto Lilloni 39/45 ad Acilia, il primo festival "Cortigiano Giovani". L'Associazione Colle di Giano, in collaborazione con le Biblioteche di Roma e Roma Capitale, ha infatti organizzato la Prima Edizione del concorso di corti "CORTIgiano Giovani" per aiutare gli studenti delle scuole ad avvicinarsi all'arte cinematografica. Sono stati selezionati in tutto nove corti che verranno proiettati durante il festival. Una giuria, composta da professionisti del settore, selezionerà i migliori. Al concorso hanno partecipato gli istituti scolastici di tutta la Capitale, tra questi, in nove sono arrivati alla fase finale. All'istituto vincitore del Festival andrà un premio di 500 Euro.

L'appuntamento per entrambe le serate è fissato per le ore 20.30




mercoledì 16 marzo 2011

XIII MUNICIPIO: PRESENTATI I PROGETTI PER CELEBRARE I 150 ANNI DELL'UNITA' DI ITALIA.

Sono stati presentati questa mattina presso l'Aula Consiliare "Massimo di Somma" al XIII Municipio i progetti rivolti ai giovani del territorio per celebrare i 150 anni dell'Unità di Italia.

"Si tratta – ha spiegato Lodovico Pace, Assessore Politiche Sociali e Giovanili del XIII Municipio- di due progetti che premiano la creatività dei giovani del territorio. Il primo è il "Bando delle Idee" un concorso mirato a finanziare le proposte culturali dei ragazzi che hanno come tema l'unità di Italia. Il secondo progetto, rivolto a 13 giovani tra i 18 e i 25 anni, invece, prevede un soggiorno culturale in una città significativa nella storia nazionale. Dovranno documentare, con foto, filmati e relazioni, il loro viaggio e alla fine le loro opere saranno esposte in uno degli spazi che il XIII Municipio metterà loro a disposizione. Ho sempre creduto nell'importanza della giornata di festività per celebrare l'Unità d'Italia – ha concluso Pace- tanto che nel 1996, da Senatore, sono stato il primo firmatario del disegno di legge per istituire la festa del 17 marzo".

"Ancora una volta – ha aggiunto Carmine Stornaiuolo, Presidente Commissione Scuola XIII Municipio- questa amministrazione punta sui giovani e sulla promozione e la diffusione di valori importanti".

A prendere parte alla conferenza stampa, anche Paolo Isaia, Direttore dell'Ecomuseo del Litorale Romano, che ha fatto un primo bilancio sull'attività avviata un mese fa "Il litorale romano e l'unità d'Italia". "Oltre 43 classi – ha dichiarato Isaia- hanno già aderito all'iniziativa".



martedì 15 marzo 2011

XIII MUNICIPIO: LA COMMISSIONE SICUREZZA SEMPRE ATTENTA ALLA TUTELA DELLA PINETA DI CASTELFUSANO E DEGLI SPAZI VERDI.

Si è riunita questa mattina la Commissione Sicurezza del XIII Municipio. All'ordine del giorno la prevenzione incendi all'interno della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano in vista delle prossime festività pasquali e del week-end del primo maggio.

"Come ogni anno – ha spiegato Luigi Zaccaria, Presidente Commissione Sicurezza XIII Municipio- l'attenzione della Commissione Sicurezza nei confronti della tutela della Riserva è altissimo. Sensibilizziamo nuovamente i cittadini ad un utilizzo degli spazi verdi, in vista delle prossime festività pasquali e del week-end del primo maggio, consono con quelle che sono le norme di un corretto senso civico. Invitiamo ad evitare barbecue e altri possibili fonti di principi di incendi. Chiederemo alle forze preposte, che operano nei cinque quadranti della pineta, di intensificare i controlli e di mirarli proprio nell'ottica della prevenzione degli incendi. Solleciteremo anche maggiore attenzione per chi con le auto invade gli spazi verdi, trasgredendo le regole e violando le norme comportamentali".



lunedì 14 marzo 2011

XIII MUNICIPIO: L'ASSESSORE OLIVE CONSEGNA UN RICONOSCIMENTO AI SOCI DELL'ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI.

Amerigo Olive, Assessore XIII Municipio, ha preso parte alla tradizionale cerimonia dell'Associazione Nazionale Carabinieri, sezione di Ostia, dedicata a soci nuovi e decani. L'evento, che ha visto la partecipazione anche del Tenente Colonnello Giovanni Adamo, Comandante del Gruppo Carabinieri Ostia, del Capitano Sebastiano Arena, Comandante della Compagnia Carabinieri Ostia e del Luogotenente Alberto Stefanizzi, Comandante della Stazione Carabinieri Ostia, si è svolto presso il salone parrocchiale della chiesa Santa Monica ad Ostia.

Il Presidente dell'Associazione Nazionale Carabinieri, sezione di Ostia, Battista Mazzocchetti ha consegnato le pergamene di benvenuto ai nuovi iscritti nell'anno 2010-2011, mentre Amerigo Olive, Assessore XIII Municipio, ha consegnato una targa ricordo ai soci che quest'anno hanno compiuto gli 80 anni di età.

"E' un emozione essere qui oggi – ha commentato Amerigo Olive, Assessore XIII Municipio- l'occasione mi permette di formulare un augurio particolare ai soci che raggiungono un traguardo importante ma anche per sottolineare l'importante lavoro che i carabinieri, insieme alle altre forze dell'ordine, svolgono quotidianamente sul territorio per garantire sicurezza a tutti noi cittadini".





XIII MUNICIPIO: PRESENTATO IL PROGETTO UN MARE DI SOLIDARIETA'.

È stato presentato questa mattina nell'Aula Consiliare "Massimo di Somma" presso il XIII Municipio, il progetto "Un mare di solidarietà", curato dall'Assessorato ai Servizi Sociali del XIII Municipio.

"Si tratta di un progetto di importante valenza sociale- ha spiegato Lodovico Pace, Assessore Politiche Sociali XIII Municipio- che è partito dal liceo Democrito tre anni fa e che ora è condiviso da altre scuole del territorio: il liceo Anco Marzio e l'istituto superiore Giulio Verne. Gli studenti, dalle classi seconde alle classi quarte, si impegnano a portare il proprio sostegno ai bambini disabili o agli anziani fragili. Si recano, nel loro tempo libero, nelle abitazioni delle persone per regalare un momento di sollievo a chi ne ha bisogno. Aiutano i piccoli a disegnare, ascoltano con loro la musica o fanno semplicemente compagnia ai nonni soli. Un progetto condiviso con le scuole perché siamo convinti che soprattutto allargando il confronto e la partecipazione si possano decidere le linee guida delle politiche sociali da intraprendere sul territorio".

"Spesso – ha aggiunto Carmine Stornaiuolo, Presidente Commissione Scuola XIII Municipio- i ragazzi vengono descritti come bulli e annoiati. Chi, invece, ha deciso di partecipare a questo progetto rappresenta la parte buona dei giovani, che continuano ad avere valori e idee così nobili".

"Un ringraziamento va proprio a questi ragazzi- ha concluso Settimio Bellavista, Presidente Commissione Servizi Sociali XIII Municipio- ai loro insegnanti e dirigenti scolastici, ai nostri servizi sociali e a don Manrico che è stato il promotore di questa iniziativa che l'Assessorato ha deciso di supportare".



domenica 13 marzo 2011

con Paola Scacciavillani ... intervista a Elena Carlini

Mercoledì scorso, 9 Marzo, presso lo Stabilimento balneare Venezia è stato presentato il libro di Elena Carlini “Le mie perle di plastica”.
Il piacevolissimo pomeriggio ha visto la presenza di illustri ospiti quali il Prof. Paolo De Fabritiis Primario del reparto di Ematologia e Terapia Intensiva dove Elena è stata curata, il Professor Aldo Milesi, Presidente del Premio Roma, il Professor Antonio Paone, Direttore Generale Asl Rmc ed il Professor Eugenio Santoro, Vice Presidente del Consiglio Superiore di Sanità e la Presidente della Commissione Cultura del XIII Municipio: Monica Picca.
Sono intervenuti alla presentazione del libro due beniamini del pubblico e grandi amici di Elena Carlini: Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo.

^^^

“Le mie perle di plastica”
Intervista alla scrittrice Elena Carlini

di Paola Scacciavillani


“Non so bene in che modo…ma sono viva!” … è con questa significativa esclamazione che vorrei introdurvi Elena Carlini, la giovanissima e deliziosa Autrice del libro “Le mie perle di plastica”

Carissima Elena, sei giovanissima e a soli 22 anni ti è capitato di dover scrivere un libro per reagire ad una terribile realtà chiamata “linfoma di Hodgkin”, raccontaci…

Tutto inizia nel maggio 2009 quando mi viene diagnosticato un tumore del sistema linfatico, un linfoma di Hodgkin in stato avanzato. Da qual momento ha subito inizio il calvario delle cure, un primo ciclo di chemioterapia che durerà 6 mesi, ma il linfoma è recidivante dopo poche settimane dalla fine delle terapie e si dovrà intervenire con chemioterapia di “salvataggio”: chemioterapie a dosi molto elevate, lunghe degenze in ospedale, soppressione immunitaria, trapianto di midollo osseo e radioterapia.


Ecco il perché della tua affermazione… “non so bene in che modo, ma sono viva!” E tu reagisci a tutto ciò iniziando a scrivere un libro…

Il libro è stato l’unico modo che ho avuto per reagire, un modo per far passare le ore lunghissime e solitarie dell’isolamento in camera sterile. Un libro nato come la naturale evoluzione di un percorso lungo e difficilissimo che non potevo dimenticare, che al contrario dovevo sfogare, urlare, disperarmi...dovevo convogliare da qualche parte tutte le emozioni e la rabbia e le paure, perché da sola non ce la facevo più a sostenerle, così, piano piano, ha preso forma il mio libro che è in libreria dal 15 dicembre 2010 e che sta già riscuotendo un buon successo..


Cosa ha significato questo libro per te, oltre ad essere stato un valido aiuto per trascorrere il tempo durante le lunghe e dolorose terapie?

Pubblicarlo è stato anche un modo per dire a tutti che è difficile, ma che si deve sopportare e andare avanti, sopportare e andare avanti, e crederci che tutto finirà. Un modo per prendere tutto questo, aprirlo a tutti, darlo a tutti, e in questo modo toglierne tutto il peso a me, alla mia famiglia, alle persone che mi sono state accanto.


Come ha influito questo libro nel tuo rapporto con gli altri malati?

Per me è stato di enorme aiuto parlare con malati e ex malati, fino a diventare amici, mi ha aiutato a sentirmi meno sola, mi ha aiutato a sentirmi capita, e perché vedevo che guarire è possibile. Vorrei che il mio libro fosse di aiuto a quelle persone che stanno male a loro volta e che si sentono sole, disperate, terrorizzate.

Infatti è a queste persone che tu rivolgi il tuo pensiero carico d’amore dedicando il ricavato dalla vendita di questo libro all’AIL

Sì, il mio grande desiderio è che devolvendo in beneficenza tutto il ricavato dalla vendita del libro alla Associazione Italiana Linfomi, Leucemie e Mieloma, io possa con questa mia esperienza contribuire anche economicamente alla ricerca finalizzata a debellare questo male.

Quale è ora il tuo stato d’animo?

Adesso l’euforia del mio esordio letterario ha sostituito la paura, ora c’è il mio libro, non più la mia malattia. Mi emoziona enormemente pensare che il mio libro parteciperà al prossimo “Premio Roma” e per questo vorrei esprimere i miei più sentiti ringraziamenti al Prof. Aldo Milesi che ne è il Presidente.

Auguriamo alla bravissima Elena un mare di bene!!!!

venerdì 11 marzo 2011

XIII MUNICIPIO: SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE VIZZANI PER L'IMPEGNO DI REGIONE LAZIO E ROMA CAPITALE A FAVORE DEL LITORALE

In merito allo stanziamento di fondi per il ripascimento della costa di Ostia e per la realizzazione delle opere di consolidamento, interviene Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio.

"La Giunta Polverini e la Giunta Alemanno in sinergia tra loro hanno dato soluzione positiva ad un problema, che ad Ostia, in particolar modo, si protraeva da diversi anni e che non aveva trovato adeguate risposte sino ad oggi. A questo ingente investimento degli enti locali Regione Lazio e Roma Capitale dovrà necessariamente corrispondere un assoluto impegno dei gestori balneari per il futuro mantenimento delle coste".


Lo dichiara Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio



La mobilità sulla Cristoforo Colombo: ostaggio della demagogia politica?



Da anni si fa un gran parlare della Cristoforo Colombo e dei suoi mali: pericolosità, congestione costante per i pendolari del lavoro, trappola per i bagnanti e per i residenti d’estate.

Le soluzioni via via proposte sono state tante, a volte anche fantasiose (si ricordino i sensi unici alternati: tutti in un senso la mattina, tutti nell’altro la sera…). Purtroppo quelle serie molto poche, o comunque sempre con un’ottica molto limitata.

Oggi si parla di sottopassi e di ‘fluidificazione del traffico’ come della cura di tutti i mali. Oggi vorrei veramente porre queste domande: “Ma quanta strada in più si pensa di fare una volta realizzati i sottopassi e resa la Colombo un’autostrada ad otto corsie? Come si pensa di poter andare al mare, il nostro mare, con otto corsie che vomitano macchine da Roma? Come immettersi sul Raccordo sempre bloccato? Come raggiungere l’EUR una volta arrivati a Mezzocamino?”. Roma, il GRA ed il litorale d’estate sono già al collasso, incapaci di assorbire altre auto, e spendere 60 milioni di euro (che non ci sono) per realizzare dei sottopassi solo per fare la fila per andare al lavoro qualche chilometro dopo invece che farla ai vari semafori di Via Pindaro, Via di Acilia e Via di Malafede alla mattina ed al contrario alla sera, a me sembra vagamente inutile, uno spreco che grida doppiamente vendetta perchè asservito ad interessi politici. Così come avere migliaia di macchine che si incolonnano sulle nuove corsie la domenica mattina per raggiungere Ostia d’estate, per farsi saccheggiare dai parcheggiatori abusivi (oltre che dai gestori degli stabilimenti) o accoltellarsi per un posto libero sopra un marciapiede o un attraversamento pedonale e per rendere il nostro territorio un inferno invivibile di macchine.

Tanto più che, ora più che mai, i soldi mancano, e nessuna amministrazione metterà mai in campo 60mln di euro per la Cristoforo Colombo, e chi lo dice lo fà con la coscienza di mentire, spesso con il solo scopo di sventolare la solita carota demagogica ed elettorale o, peggio ancora, come ottima scusa per deliberare nuove lucrose lottizzazioni negli interessi del costruttore di turno, migliaia di nuove abitazioni, varianti al Piano Regolatore magari in compensazione di aree che nulla hanno a che vedere con il nostro territorio: chi sa dove siano esattamente Monte Arsiccio e Tormarancia?? Sono le aree in compensazione per le quali poche settimane fa nel nostro Municipio nella seduta dell’11/12 Novembre 2010 si è approvato il cosiddetto progetto urbanistico “Infernetto” che, a fronte di previste opere a scomputo (tra cui un sottopasso) di dubbia realizzazione visti i precedenti delle Terrazze del Presidente e vista l’íncapacità di progettazione di opere urbanistiche (vedi la pista ciclabile tra Casalpalocco e la Pineta di Castelfusano, programmata nel 2005, bloccata per mesi in corso d’opera per errori progettuali), autorizza la trasformazione di centinaia di ettari dell’infernetto, tra Via Ferrari e Via Cilea, da verde pubblico e servizi in aree edificabili ad uso residenziale: altri 270.000 metri cubi di cemento, quasi 1000 appartamenti in edifici da 4 piani, altre 2000 auto in circolazione. E questo in nome della ‘mobilità’. Ma quale mobilità? Quella ad uso elettorale, che ci prende in giro dicendo che è possibile continuare ad andare a lavorare a Roma in macchina con il tasso di crescita delle urbanizzazioni? Di prendere il GRA e di andare da Roma al mare la domenica in automobile e pretendere di parcheggiare vicino all'ombrellone, per la felicità di quattro gestori balneari e la disperazione di chi quì ci vive ed al mare non può nemmeno avvicinarsi a piedi? Quella che distrugge la nostra qualità della vita, che svaluta le nostre case perché senza alternativa alla macchina?

Lasciamo perdere i bei disegni da autoscuola delle macchine che attraversano veloci un bel sottopasso vuoto: al posto della demagogia, per la mobilità della Cristoforo Colombo e per il nostro territorio, è il momento di chiedere ai nostri amministratori e politici delle scelte non politiche, che forse non ripagano immediatamente in termini di voti, ma per una volta chiare, moderne, coraggiose e sostenibili, che sarebbero ovvie in tutte le capitali europee, oltre che realizzabili con un decimo di quanto richiederebbero gli interventi propagandati e non necessiterebbero di alcuna nuova cementificazione per essere finanziati:

• Un corridoio dedicato di trasporto pubblico e ciclabile sulla Cristoforo Colombo, da Ostia all’EUR, così come già previsto dal Piano Regolatore, che non ha bisogno di inutili e costosi sottopassi
• Parcheggi di scambio, nel cuore di Axa, Palocco, Infernetto (al Drive-in per esempio, o proprio dove si è autorizzato il nuovo progetto residenziale all’Infernetto) da dove far partire i mezzi pubblici
• Altre fermate della metro sulla Roma-Lido e treni più frequenti

• Uno studio serio dei flussi di traffico
• Stop alle varianti urbanistiche in favore del costruttore di turno ed agli insediamenti residenziali in compensazione di aree che nulla hanno a che vedere con il nostro territorio
• Limitazione del trasporto privato (meno auto in circolazione = maggiore vivibilità), zone 30km/h, rispetto delle elementari norme di circolazione
• Parcheggi a pagamento per i non residenti nel municipio sul lungomare per finanziare interventi di mobilità sostenibile (corsie preferenziali, marciapiedi, ciclabili, attraversamenti pedonali rialzati)
• Percorsi ciclabili per riprenderci un territorio a misura d’uomo e non
delle automobili (per poter raggiungere il nostro mare e la nostra pineta)

Perchè un trasporto pubblico su corsie dedicate, parcheggi di scambio, la ciclabilità sono le uniche risposte sensate e sostenibili ai problemi di mobilità del territorio ed all’assedio del traffico.

CYCOM
http://blog.libero.it/cycom
cycom@libero.it

mercoledì 9 marzo 2011

XIII MUNICIPIO: IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE CULTURA CONSEGNA UNA TARGA ALLA SCRITTRICE ELENA CARLINI.

In occasione della presentazione del libro "Le mie Perle di plastica", che si è svolta questo pomeriggio presso lo stabilimento balneare "Venezia", Monica Picca, Presidente Commissione Cultura XIII Municipio ha consegnato all'autrice del volume, Elena Carlini, una targa riconoscimento.

"Ho portato il saluto del Presidente Vizzani e del Delegato alla Cultura Colloca – ha spiegato Monica Picca, Presidente Commissione Cultura XIII Municipio- e ho consegnato ad Elena questo riconoscimento per la lezione di vita che in queste pagine ci regala. Un'esperienza difficile, forte, dura, che ha segnato il carattere e la formazione di Elena, e a cui l'autrice de "Le mie Perle di plastica" ha saputo reagire, infondendo coraggio e ottimismo a tutti noi. Elena deve essere di esempio a tante persone proprio perché è lei, nel suo libro, a dire di non abbatterci davanti alle difficoltà".

Presente all'evento, anche il consigliere del XIII Municipio, Tonino Ricci.



XIII MUNICIPIO: PRESENTATO IL PROGETTO PER L'INSERIMENTO LAVORATIVO.

È stato presentato questa mattina presso l'aula consiliare "Massimo di Somma" al XIII Municipio il progetto "Tirocinio Giovani", che consiste in un programma di avviamento al lavoro rivolto a giovani del territorio di età compresa tra i 18 e i 25 anni.

"Si tratta – ha spiegato Stefano Salvemme, Presidente Commissione Attività Produttive XIII Municipio- di offrire a sei giovani diplomati di istituti professionali l'opportunità di effettuare un tirocinio di formazione, con la possibilità eventuale di essere inseriti nell'organico, presso alcune imprese artigianali del territorio. Uno strumento per coloro che vogliono farsi conoscere da un'azienda potendo mettere in pratica le proprie competenze professionali. Il periodo del tirocinio, della durata di quattro mesi, prevede una retribuzione mensile a carico dell'amministrazione. L'avviso di selezione è già stato pubblicato sul sito del XIII Municipio (www.municipioroma13.it) , dove sono visualizzate le modalità di partecipazione. Questo progetto – ha concluso Salvemme – è partito dalla Commissione Attività Produttive ed ha accolto il parere favorevole della Giunta del XIII Municipio che si è subito attivata per far partire la macchina amministrativa".

"Ringrazio il Consigliere Salvemme e il Presidente Vizzani- ha fatto sapere Antonio Caliendo, Consigliere XIII Municipio- questo progetto è una grande possibilità per giovani e studenti, un primo passo verso un'efficace sinergia tra istituzioni, scolastiche, amministrative e imprenditoriali".

"Un segnale importante- ha dichiarato Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio- che costituisce una risposta ad una delle piaghe del territorio, vale a dire la disoccupazione giovanile. Il progetto di avviamento a lavoro cerca da fare da collante tra il mondo della scuola e quello del lavoro e per questo abbiamo aderito subito, trovando anche la disponibilità delle associazioni sindacali di categoria".

Presenti in aula anche l'Ascom Confcommercio Roma Litorale, il Consorzio Nazionale Artigianato Roma Litorale e la FederLazio, oltre ai rappresentanti di alcuni istituti professionali.



UNA NUOVA REALTA' NEL QUARTIERE

Siamo lieti di presentare una nuova realtà commerciale all'Infernetto:

Clicca per ingrandire
Clicca sull'immagine per ingrandirla


Copia, incolla e stampa questo articolo, e presentalo agli operatori di Be CONnectedti sarà riservato un trattamento di favore.



Croce Rossa Italiana, invito Lezione Interattiva Disostruzione Vie Aeree - partecipazione gratuita

L'Associazione HAPPY TIME INFERNETTO ONLUS in collaborazione con l'ISTITUTO per la PREVENZIONE del DISAGIO MINORILE e con l'ISTITUTO COMPRENSIVO W.A. MOZART vi invitano a partecipare alla LEZIONE INTERATTIVA PER LE MANOVRE DI DISOSTRUZIONE DEL NEONATO O DEL BAMBINO IN ETA' PEDIATRICA (0-15 ANNI).

Questo evento nasce dalla sentita esigenza di diffondere le linee guida sulla disostruzione pediatrica e sulle manovre accessorie di rianimazione cardiopolmonare pediatrica ad esse collegate.

Ogni anno in Italia ci sono 50 famiglie distrutte da una tragedia senza confini: 50 bambini perdono la vita per soffocamento da corpo estraneo ( il 27 % dei decessi accidentali –dati 2007 SIP Societa’ Italiana di Pediatria) non solo per il “corpo estraneo” che hanno ingerito accidentalmente ( palline di gomme, prosciutto crudo, insalata,caramelle gommose,giochi etc etc …), ma soprattutto perche’ chi li assiste nei primi drammatici momenti di solito NON è “formato“ a queste manovre e genera disastrose conseguenze.

Il NON SAPERE genera errori: prendere per i piedi un bambino che è ostruito, o peggio ancora mettere le dita in bocca, sono le prime due cose che vengono fatte dal soccorritore occasionale non preparato…e che di solito cagionano la morte del bambino.

Il dott. Marco Squicciarini, un medico volontario della Croce Rossa Italiana, sta facendo da tempo attività di divulgazione sulle manovre di disostruzione per bamibini in età pediatrica (0-15 anni), per liberare le vie aeree di neonati e bambini in caso di soffocamento.

Fa riflettere sapere che da quando il dott. Squicciarini ha iniziato a fare questi incontri, che lui chiama “lezioni interattive”, si sono salvati più di 40 i bambini solo grazie al fatto che i loro genitori avevano assistito alle sue lezioni. Ma allora cosa fare?

PRENOTATI subito:LEZIONE INTERATTIVA MANOVRE DISOSTRUZIONE PEDIATRICA, 14 marzo 2011 dalle ore ore 17 alle ore 19, Teatro Scuola W. A. Mozart in Via di Castelporziano 516 – 00124 Infernetto Roma.

La partecipazione è GRATUITA e sarà rilasciato un dvd, un manuale e l'attestato di partecipazione.

L’incontro è aperto a tutti. I migliori destinatari sono mamme, papà, nonni, insegnanti scolastici, insegnanti in centri sportivi, baby sitter, educatori e chiunque abbia a che fare con bimbi!

L'iscrizione e' obbligatoria e si può effettuare via mail a v.gagliardi@soschild.org o via SMS al numero 3385051390

PASSAPAROLA....vale una vita....

Se pensate che la scuola dei vostri figli, la palestra, il centro medico dove andate possano essere disponibili ad affiggerla potete o chiederne a noi una copia oppure farne voi una stampa. L’importante è che si riesca il più possibile a divulgare la notizia dell’incontro per permettere al numero maggiore di persone di partecipare.

Per qualsiasi informazione potete contattare il 3385051390

Cogliamo l'occasione per informarvi che sono aperte le iscrizioni per il Corso che la Croce Rossa Italiana svolge per piccoli gruppi. Il Corso Manovre Disostruzione Vie Aeree Età Pediatrica è della durata di 5 ore, suddivise in 1 ora di teoria e 4 ore di pratica su manichino pediatrico. Al termine del corso sarà rilasciato un attestato con una validità di 2 anni.
La data del Corso sarà definita non appena si raggiungerà il numero minimo di partecipanti.
Gli interessati potranno effettuare una pre-iscrizione gratuita direttamente in segreteria il 14/03/2011.