"Infernetto e Dintorni" è un blog realizzato dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, ideato con lo scopo di agevolare lo scambio di opinioni tra gli abitanti dell'Infernetto e del X Municipio, ex XIII Municipio. L'obiettivo del blog è di fornire visibilità circa l'urbanizzazione del quartiere e le criticità ad essa connesse. Divulghiamo informazioni, condividiamo emozioni. L'Associazione è stata promotrice ed è stata fra i Soci Fondatori del Coordinamento Infernetto fino al 09/04/2016.

Istituto Luce Cinecittà - Polvere d'archivio

Loading...

CERCA NEL BLOG

sabato 31 marzo 2007

Da Villa Carpegna al Borghetto di Valle Aurelia squilli di rivolta !

Scritto da V. Valentino

Il Borghetto di Valle Aurelia, tante piccole palazzine immerse nel verde, a poche centinaia di metri dalla stazione della metropolitana di Valle Aurelia convive, da troppo tempo, con il continuo abbandono ed il degrado dovuto da anni ed anni di disinteresse delle istituzioni.
Le tante parole e le tante promesse del Comune di Roma e dei municipi competenti non hanno, fino ad ora, portato a nulla di buono e di fattivo.
Ad oggi sono pressochè inesistenti i servizi pubblici; dal gas alla manutenzione delle strade, dall'illuminazione pubblica alla raccolta dei rifiuti, dalla sicurezza dei cittadini alla manutenzione del verde pubblico tutto indica come il Borghetto sia stato praticamente abbandonato.
Tale assenza delle istituzioni ha fatto si che intere palazzine siano state lasciate nell'incuria e nell'abbandono più completo ed, oltre ad essere usate come rifugio dai soliti senza fissa dimora e da qualche clandestino, oggi questi edifici rappresentano con la loro fatiscenza un lampante pericolo.
Esempio di tutto ciò il crollo di uno dei muraglioni laterali. Il crollo, avvenuto due anni orsono, era stato "tamponato" con una transennatura momentanea, realizzata con degli ondulati, che doveva rappresentare una soluzione temporanea per fronteggiare un'emergenza.
Purtroppo come spesso avviene il temporaneo è divenuto permanente ed all'interno della struttura pericolante è sorta l'ennesima baraccopoli abusiva.
I cittadini, le associazioni ed i comitati di quartiere ( Borghetto Valle Aurelia, P'arcobaleno, ABC 2001, Boccea- Pineta Sacchetti, Vivere il Pineto, San Pio V ) congiuntamente con il giornale ABC Magazine, il consiliere di A.N. del XVIII° Municipio di Roma Daniele Giannini ed i militanti di Azione Giovani "Prati - Boccea" hanno dato vita, questa mattina, ad una petizione popolare per richiedere la riqualificazione dell'area.
I cittadini residenti, che hanno risposto positivamente a questa iniziativa, sono stufi di essere dimenticati ed abbandonati da chi di dovere. Per il Borghetto di Valle Aurelia è venuto il momento della riqualificazione ed è giunta l'ora che le Istituzioni passino definitivamente a tutelare la sicurezza e la legalità di quel quartiere.
Come per Villa Carpegna le istituzioni, come qualche culo di piombo della politica romana, non possono far finta che degrado, criminalità ed abbandono non esistano !!

V. Valentino.

Manifestazione per il parco

INVITIAMO TUTTI A PARTECIPARE

Sabato 31 marzo avrà luogo, a Vitinia, la prima manifestazione in favore del parco per il quale l'associazione ViviamoVitinia da anni si batte. Alle ore 15, davanti alla Chiesa, si formerà un corteo festoso al quale invitiamo tutti a partecipare, perché la nostra associazione, lo ricordiamo sempre, è apartitica per statuto.

Con la sottoscrizione del protocollo d’intesa del 2001, abbiamo ottenuto, una buonissima parte di parco e sapevamo che la parte restante sarebbe stata sacrificata per costruire gli alloggi per i militari.In questi anni, tutti (associazione, cittadini, partiti) hanno chiesto che fosse ridotto quel 30% di area che da agricola era stata resa edificabile sul N.P.R., per poter costruire circa 500 alloggi per i militari.

Con l’accordo sottoscritto l’estate scorsa la parte di parco resa edificabile sarà ceduta dai militari ai costruttori che vi realizzeranno 500 alloggi per i privati dopo aver costruito, in cambio, 250 alloggi per i militari alla Cecchignola.

CONSIDERATO CHE LE CASE PER I MILITARI SORGERANNO ALTROVE,

CHIEDIAMO

DI NON SACRIFICARE QUELLA PARTE COSÌ PITTORESCA DEL NOSTRO PARCO, SULLA SOMMITÀ DELLA COLLINA.


Un paesaggio di raro pregio che ci accoglie quando entriamo nel quartiere e ci accompagna quando ce ne allontaniamo sarà cancellato per sempre; una volta distrutto, non ce lo restituirà nessuno.

Con le nostre passeggiate nel parco è cresciuta la consapevolezza dei cittadini su quanto di meraviglioso si celasse dietro i limiti invalicabili di quei cancelli.

I rappresentanti delle Istituzioni e delle associazioni ambientaliste ci hanno sostenuto per ottenere il meglio da questa battaglia. Non abbiamo mai avuto nemici sul nostro percorso, anche le nostre osservazioni per sottrarre la maggior parte di parco alla cementificazione, in passato, sono sempre state sostenute da tutti, trasversalmente.

Ora che abbiamo avuto la riprova che i militari non vogliono ricavare dal parco abitazioni, ma solo il giusto guadagno, proviamo a riscattare quell’area da distruzione certa. !

La soluzione non è semplicissima ma cominciamo a chiedere partecipazione reale alle scelte che implicano una trasformazione urbanistica del nostro territorio; è per questo che vogliamo fermare delibere prima che sia troppo tardi, prima che che si creino situazioni irreversibili.

Vorremmo verificare una trasformazione razionale e condivisibile del nostro quartiere che tenga conto di tutte le problematiche e risolva definitivamente i problemi di accesso e di mobilità che tanto ci assillano e che si aggraveranno con i nuovi insediamenti abitativi.

Facciamo comprendere tutti insieme ai nostri amministratori quanto quest’area ci stia a cuore e quanto sia importante preservarla così com’è, nella sua integrità .

CHIEDIAMO

subito di partecipare a nuove trattative che rimettano in discussione la protezione e la fruibilità sostenibile della stessa.

CHIEDIAMO

a TUTTI i rappresentanti politici di sostenere insieme questa nostra battaglia per migliorare la qualità della vita nel nostro quartiere e per preservare definitivamente un polmone verde che argini l’espansione edilizia.

Viviamo Vitinia…insieme per il parco


venerdì 30 marzo 2007

ROMA SCUOLA: AUMENTANO LE TASSE MA I SERVIZI PEGGIORANO

Scritto da: Fabrizio Santori

AN: “TANTI BAMBINI E POCHE EDUCATRICI”

“E’ preoccupante la privatizzazione in atto degli asili nido voluta dalla giunta Veltroni”. E’ quanto afferma Fabrizio Santori, capogruppo di Alleanza Nazionale al Municipio Roma XVI a pochi giorni dall’inizio delle iscrizioni agli asili nido comunali per l’anno scolastico 2007-2008.

“L’accordo sindacale tra le organizzazioni Cgil Cisl e Uil e l’amministrazione comunale stipulato il 7 novembre u.s. aggraverà una situazione all’interno degli asili nido che risulta già drammatica, – denuncia Santori – normalmente il rapporto tra educatrice e bambini è di 1 a 6 ma dal prossimo anno non sarà più così per questo scellerato atteggiamento della giunta Veltroni che ridurrà la presenza delle educatrici nei nidi continuando a penalizzare i servizi scolastici essenziali con un inasprimento che graverà direttamente sulla cura dell’alimentazione, dell’igiene e del riposo di ogni singolo bambino, di fatto cancellando la figura fondamentale di riferimento per ogni piccolo utente”.

“La riduzione del personale educativo un’unità a partire dal 2007, l’eliminazione della figura fondamentale dell’insegnante di sostegno e del servizio pubblico ai diversamente abili nelle scuole, l’assoluta non chiarezza sull’invio di personale educativo supplente in caso di assenza della titolare e la scelta di esternalizzazione delle figure di osse e cuochi a favore della società Multiservizi e di cooperative contro le volontà effettive dei lavoratori e dei precari del Comune di Roma getterà nel caos la gestione degli asili nido pubblici della Capitale, – prosegue la nota – a tale carenza di servizio offerto rimane invariata la retta mensile, comunque alta, per le poche famiglie romane che usufruiranno dell’asilo nido pubblico considerato che anche quest’anno si prevedono 8000 bambini in lista d’attesa”.

“Il Sindaco Veltroni sta aprendo definitivamente la strada a processi di gestione esterna di diversi servizi fondamentali: dalla refezione scolastica alle attività ausiliarie, dall’assistenza ai disabili fino alla gestione degli stessi servizi educativi, vedesi Farmacap, – conclude l’esponente di AN – il centrosinistra continua ad alzare le tasse per i cittadini ma per le famiglie romane e i lavoratori precari del comune si intravede una strada in salita, buia e piena di difficoltà”.


Roma 30 marzo 2007

www.fabriziosantori.com

mercoledì 28 marzo 2007

Assunzioni in Met.Ro.


Il Comitato Utenti Metro Roma Lido intende fare chiarezza sulle ventilate ipotesi di assunzione di personale in Met.Ro.
Il presidente Bianchi conferma che le 39 unità necessarie per la Roma Lido saranno recuparate da risorse interne e da vecchie graduatorie ma ne approfitta per rilanciare: le assunzioni in Met.Ro. saranno 437 con un nuovo concorso.



Maggiori dettagli su www.iltrenino.info

INCONTRO COMMERCIANTI E IMPRENDITORI

martedì 27 marzo 2007

DA "IL MESSAGGERO" DEL 10 MARZO 2007

Ringraziamo Gianluca Morale per averci segnalato l'articolo de "Il Messaggero" uscito il 10 marzo u.s. che fa riferimento all'articolo del 2 febbraio scorso "VIA BEDOLLO...che peccato..." della nostra Associazione.

Ovviamente si ringrazia il quotidiano ed il suo giornalista Luca Brugnara per l'attenzione dedicata.

IL SOLE SUL TETTO - progetto per la diffusione del fotovoltaico a Casalpalocco

OPERAZIONE INFERNETTO PULITO: VIA SALORNO



Scritto da Pierfancesco Marchesi e Christian Curati.

Grazie Andrea, grazie anche a tutte le persone che hanno lavorato e contribuito per la realizzazione di questa isola ecologica.
Ormai dopo tanti solleciti al municipio, avevamo perso ogni speranza, solo grazie a voi siamo riusciti a rimuovere tutti i rifiuti da Via Salorno, grazie anche all'aiuto dei fratelli Sanna ti invio in allegato le foto del lavoro svolto.

domenica 25 marzo 2007

CORSI GRATUITI PER DIVENTARE IMPRENDITORI

Ad aprile due nuovi corsi organizzati dal BIC Lazio.3 e 11 aprile. Queste le due date da non perdere per chi aspira a mettersi in proprio o imprenditore lo è da poco. Il Bic Lazio, infatti, ha organizzato per il 3 aprile un corso gratuito di 8 ore “Focus Informa” mirato a far conoscere le fonti di reperimento dei finanziamenti pubblici.
L’11 aprile, invece, comincerà “Focus Orienta”, un percorso di orientamento che mira a rafforzare le conoscenze utili per gestire un’azienda. La durata del corso è di 32 ore, suddivise in 4 giornate di 8 ore ciascuna. Tutti i dettagli sul sito web www.biclazio.it

OPERAZIONE INFERNETTO PULITO: LE FOTO

Ieri, sabato 24 marzo, si è svolto il primo evento promosso dall'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni e, come si può vedere dalle foto di seguito riportate, nonostante la pessima giornata (è piovuto in maniera intermittente favorendo i cittadini nella scelta di attività al chiuso piuttosto che alla partecipazione ad un invito all'aperto anche se finalizzato al bene sociale), la raccolta dei rifiuti ingombranti ha permesso di riempire un intero cassone dell'Azienda Municipale Ambiente.

Già dalle prime ore della mattina, il cassone è stato reso disponibile nel luogo previsto, nello spazio antistante la parrocchia di San Tommaso, ben visibile e facilmente raggiungibile.



Alle 10.11 il cassone risultava essere stato notato e utilizzato dalla cittadinanza.









Questa foto, invece, è stata scattata alle 14.52: si può notare la differenza con la precedente. Siamo arrivati a metà giornata ed il cassone risulta essere ormai quasi pieno.

Come si diceva in apertura dell'articolo, la pioggia fina ed intermittente è certamente l'evento atmosferico meno pericoloso, ma tra i più fastidiosi che ha favorito la formazione di numerose pozzanghere nell'area ospitante il cassone. Questo ha reso difficile l'avvicinamento dei cittadini all'iniziativa denominata "OPERAZIONE INFERNETTO PULITO"; ciononostante, al tramonto, quando il cassone è stato ritirato dall'Azienda, era ormai colmo dei rifiuti ingombranti che i cittadini avevano depositato nel suo interno.

Per i cittadini dell'Infernetto che hanno partecipato all'iniziativa, è stato sicuramente un modo alternativo di passare il sabato, ma, altrettanto sicuramente, un modo intelligente e veloce per potersi sbarazzare di quegli oggetti che, altrimenti, avrebbero dovuto portare alle isole ecologiche di Acilia o di Ostia, con un notevole dispendio di energie e di tempo.

L'Associazione ringrazia tutti i cittadini che hanno partecipato e divulgato l'iniziativa e gli Enti che hanno collaborato permettendo la realizzazione dell'evento: l'assessore per l'ambiente al XIII Municipio Paolo Stellino, l'Azienda Municipale Ambiente, il parroco don Antonio, la web-agency LIZARDS, l'associazione SEA-HAWK, ed in ultimo, ma non per ultimo, il mensile BUONGIORNO ROMA di Gianluca Morale.

sabato 24 marzo 2007

Stazione di acilia



L'amico Massimo ha fatto un vero e proprio reportage sullo stato disastroso della stazione di Acilia della Roma Lido. Evidente lo stato di abbandono e le carenze igienico santiarie oltre che i danni al decoro. Il Comitato utenti metro roma lido presenterà denuncia alle autorità competenti nei primi giorni della prossima settimana. Sul sito del Comitato alla pagina www.iltrenino.info/foto.php tutte le foto di Massimo.

"BUONGIORNO ROMA" MARZO 2007






Nel territorio è in distribuzione il numero di marzo 2007 del mensile "BUONGIORNO ROMA" con il quale questo Blog collabora.

All'interno l'articolo dell'Associazione, clicca qui per scaricare dalla pagina "ARRETRATI" l'edizione del mese.

Buona lettura.

OPERAZIONE INFERNETTO PULITO

ASSEMBLEA CITTADINA


RACCOLTA FIRME PER LA REALIZZAZIONE PARCHEGGIO IN VIA TORCEGNO


Il CdQ "Acilia Nuova" si fa promotore per la raccolta delle firme per la realizzazione del parcheggio in via Torcegno adiacente alla scuola "Cucciolo".

Firma, fai firmare e invia il modulo al CdQ.

Tel e fax: 0652364518
Email: acilianuova@email.it

mercoledì 21 marzo 2007

INCONTRO FORMATIVO GRATUITO PER ATDAL-OVER40

Il giorno 30 marzo 2007 si svolgerà un incontro formativo gratuito riservato ai soci e simpatizzanti ATDAL - OVER 40, secondo il programma indicato. Chi desidera partecipare deve confermare la propria presenza come indicato nel progamma.

Si ringrazia per la gentile collaborazione l'amico Stefano Greco, psicologo e consulente della società Olympos .Vi aspettiamo numerosi a questo importante appuntamento associativo.

ATDAL-OVER 40
Coordinamento Lazio




INCONTRO DI FORMAZIONE PER I SOCI ED I SIMPATIZZANTI DELL’ASSOCIAZIONE ATDAL – OVER 40

Titolo:
“Autostima, motivazione e gestione intelligente delle emozioni”

Relatore:
Dott. Stefano Greco, Psicologo, Responsabile Olympos Group Roma

Tutor di aula:
Laura Pasquarelli, Consulente Olympos Group Roma

Organizzazione:
Aula della Sede ACLI di Via Prospero Alpino n. 20 (per informazioni su come raggiungere la sede: tel. 06 5708721).
Orario d’inizio: 14,30 (si prega di arrivare qualche minuto prima dell’inizio)
Conclusione dell’incontro: 18,30
E’ prevista una pausa di dieci minuti intorno alle 16,30.

Come partecipare:
La partecipazione è gratuita. E’ indispensabile confermare la propria presenza inserendo nome, cognome ed indirizzo e-mail negli appositi spazi nella colonna di destra della pagina web:
http://www.blog-over40.it/Eventi/tabid/54/Default.aspx


Obiettivi:
Ø Trasferire ai partecipanti in modo semplice e chiaro i concetti psicologici che sono alla base dell’equilibrio personale
Ø Rafforzare nei partecipanti la consapevolezza che ognuno è il primo responsabile di se stesso – “Faber est suae quisque fortunae”
Ø Creare in aula un clima di partecipazione ed impegno collettivo a supporto delle iniziative istituzionali di ATDAL OVER 40

Contenuti da sviluppare in aula:

o Valorizzare le personali esperienze di vita: analisi dei risultati di successo conseguiti
o Il concetto di autostima
o Il meccanismo psicologico del controllo interno ed esterno degli eventi: “fortuna o merito personale?”
o La motivazione: che cos’è e come gioca nelle diverse situazioni della vita
o Riconoscere le emozioni ed i sentimenti per poterli vivere in modo costruttivo e divertente
o Impariamo l’arte del saper vivere
o Agisci subito – Piano d’azione personale

Metodologia
Il relatore, con il supporto del tutor di aula, svolgerà l’intervento creando interazione costante con i partecipanti ed utilizzando diverse modalità pratiche di approfondimento dei contenuti – lavori individuali, in sottogruppo e tutti insieme.

Dispensa integrativa
Sono disponibili alcuni file relativi ai contenuti trattati che potranno essere inseriti nel sito ATDAL OVER 40 e scaricati dai partecipanti nei giorni successivi all’intervento.

"L'OCCHIO CHE" MARZO 2007

Ecco l'edizione di marzo 2007 del mensile "L'occhio che...", con il quale questa Associazione collabora e ne cura l'omonima rubrica ospitata all'interno.

In questo numero:

pag. 7 Editoriale a cura di Giancarlo Germoni

pag. 9 Dalla prima: Il popolo del fiume a cura di Marco Belmonte

pag. 11 Inchiesta: Sicurezza a cura di Corinna Corneli

pag. 13 Il fatto: Le nuove BR a cura di Davide Venditozzi

pag. 15 Inchiesta: Sicurezza a cura di Andrea Germoni

pag. 16 Cosa succede in città a cura di Marco Belmonte

pag. 19 Infernetto e dintorni a cura di Andrea Maria Arrigo

pag. 21 Territorio a cura di Andrea Germoni

pag. 23 L’intervista: Daniele Capezzone a cura di Federico Nervo

pag. 27 Attualità politica a cura di Massimiliano Vitelli

pag. 29 Attualità politica a cura di Simona Bottoni

pag. 31 Sport: Formello a cura di Davide Venditozzi

pag. 33 Sport: Trigoria a cura di Davide Venditozzi

pag. 35 Cinema e spettacolo a cura di Federico Nervo

pag. 36 Musica a cura di Antonello Sforza

pag. 39 Arte: Annibale Carracci a cura di Sergio Salvatori

pag. 41 Libri: la casa del preside a cura di Simone Colaiacomo

pag. 43 Disco Music: Erasure a cura di DJ Fabian

pag. 44 Perspectives a cura di Moses Chikuse

pag. 45 Fumetto: I casi di Luca Nero a cura di Hemera

martedì 20 marzo 2007

Chat dei pendolari


Sul sito del comitato utenti metro roma www.iltrenino.info è disponibbile in via sperimentale una chat. Non è richiesta registrazione www.iltrenino.info/chat.php o linkando sull'icona nell'homepage in alto a destra.

con Paola Scacciavillani al ...

“GRAN GALA’ DI PRIMAVERA”

Sabato 31 marzo, ore 20.30
Stabilimento balneare VENEZIA


Come preannunciato, sabato 31 marzo festeggeremo l’arrivo della Primavera con una grande festa nella splendida cornice di uno dei più eleganti stabilimenti del Lido di Ostia, il “Venezia”.
Cena raffinata e musica dal vivo, balleremo i più grandi successi dagli anni ’70 ad oggi.
Per l’occasione sarà gradito l’abito scuro.
Costo della serata comprensivo di cena e serata musicale: Euro 40
info e prenotazioni 06.50913805 (lasciare messaggio)
oppure 339 5467212;
e.mail infoacanto@yahoo.it

21 MARZO 2007 - FESTA DELLA PRIMAVERA

21 MARZO 2007 - NOX PORTENTIS GRAVIDA - DUE VITE. UN VIAGGIO


domenica 18 marzo 2007

INCROCI DIVERSI, STESSO PROBLEMA: MESSA IN SICUREZZA

Eccoci di nuovo a parlare di traffico e viabilità.

Questa mattina verso le 11.15 circa, l'incrocio della Colombo con via Pindaro è stato di nuovo teatro dell'ennesimo incidente automobilistico. Non conosciamo l'esatta dinamica dell'evento, ma dall'immagine possiamo capire che, oltre alle 2 auto coinvolte, ci ha rimesso anche il semaforo posto proprio all'angolo della strada rimasto divelto nella carambola delle auto.

Ma le luci dell'impianto semaforico, non erano state cambiate di recente e avrebbero dovuto assicurare un'alta visibilità del segnale?
A quanto pare, il problema non è nella visibilità o meno del semaforo, ma più semplicemente nel rispetto del codice della strada.

Altro che messa in sicurezza!

I quartieri del XIII Municipio limitrofi alla Colombo, soffrono di una inadeguata rete viaria. In questo Blog abbiamo più volte accennato alla criticità inerente la viabilità locale, ma a tutt'oggi non si è fatto molto e, a giudicare dagli accadimenti, quello che si è fatto è ancora oggettivamente insufficiente.

L'incrocio in questione, giudicato da QUATTRORUOTE come il "più pericoloso della capitale", continua a mietere vittime, a far soffrire famiglie e a causare danni ingenti alle auto ed ai beni di pubblica utilità, in questo caso il semaforo. In questa occasione non sembrano esserci stati danni ingenti alle persone, ma sappiamo bene che, in passato, non è sempre andata così. Sono fin troppe le vittime del crocevia dovute a tamponamenti fra veicoli, che è impensabile non correre immediatamente ai ripari con soluzioni adeguate alla gravità della situazione. Il sovrappasso ciclopedonale, aiuterebbe certamente l'attraversamento dell'incrocio da parte dei pedoni e cicli, ma fondamentalmente ed oggettivamente, tranne qualche singolo caso rispetto alla grande quantità di incidenti occorsi, non sono i pedoni a correre i rischi maggiori, ma i conducenti dei veicoli in transito.

Altro incrocio, altro disastro.

Si tratta dell'incrocio tra via Cilea, viale di Castel Porziano e via Torcegno.

Questa foto ritrae l'incrocio alle 8.15 del 14 marzo u.s. e, come si vede, l'assenza dei VV.UU. è determinante.

La situazione fotografata è tutto sommato idilliaca rispetto alle volte in cui, troppo spesso, si formano file chilometriche solo per cercare un attraversamento. Infatti la vicinanza di 2 scuole (una a maggior affluenza: la Mozart, ed una materna: il Cucciolo), la mancanza di un parcheggio adeguato, l'immediata vicinanza di un centro commerciale ed il capolinea dello 066, trasformano l'incrocio, nell'ora di punta, in una fermata forzata.

La cittadinanza ha chiesto più volte, con diverse petizioni, la creazione di un parcheggio, i marciapiedi, l'allargamento di via Torcegno e la presenza di un vigile urbano o di un semaforo che regoli il flusso dei veicoli e dei pedoni almeno durante gli orari di entrata ed uscita dei bambini dalle scuole, ma anche per questo incrocio ad oggi c'è un nulla di fatto.


Articolo pubblicato su

giovedì 15 marzo 2007

ENERGIE RINNOVABILI

Scritto da: GRUPPO VERDI PROVINCIA DI ROMA


GRUPPO VERDI PROVINCIA DI ROMA
GRUPPO VERDI XIII MUNICIPIO
P.ZZA SS. APOSTOLI, 49 - 000187 ROMA
TEL. 06-67664433 /4437 FAX. 06-69940654 MAIL : gruppoverdi@provincia.roma.it


INVITO

ENERGIE RINNOVABILI

GRAZIE ALL’INTERESSAMENTO DEI VERDI

E’ IN FASE DI PROGETTAZIONE PER LA SCUOLA ELEMENTARE “GARRONE” DI OSTIA

UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO



SABATO 17 MARZO 2007 ORE 12.00

SALA CONSILIARE DEL XIII MUNICIPIO



È in via di progettazione l’istallazione di un impianto fotovoltaico per la Scuola Elementare “Garrone”, ad Ostia.

Entra in vigore il Decreto Ministeriale sul “Conto Energia” per la promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e per la quale ne stabilisce i criteri e le modalità.


Alla conferenza stampa parteciperanno:


GIANLUCA CAVINO Capogruppo dei Verdi alla Provincia di Roma

PAOLO STELLINO Assessore all’Ambiente e alla Scuola del XIII Municipio

ANTONIO RICCI Capogruppo dei Verdi al XIII Municipio

PASQUALE BOMBINO Coordinatore dei Verdi del XIII Municipio

SABRINA ALBANESI Presidente di “Roma Energia”

BRUNO SALSEDO Direttore di “Roma Energia”

mercoledì 14 marzo 2007

Agenzia Controllo Qualità


Oggi 14 marzo 2007 alle 15:00, ovviamente il Comitato Utenti Metro Roma Lido IL TRENINO era presente alla Relazione Annuale sullo stato dei Servizi Pubblici Locali dell'Agenzia per il Controllo e la Qualità dei Servizi Pubblici Locali del Comune di Roma.

dettagli e relazione completa su www.iltrenino.info

martedì 13 marzo 2007

Libro in Metro


Torniamo ospiti di Andrea per segnalarvi l'apertura di una nuova rubrica sul sito del Comitato Utenti Metro Roma Lido.
La nuova sezione intitolata "LIBRO IN METRO" è dedicata ai tanti accaniti lettori di libri nello spostamento in metro da casa a lavoro e viceversa.
Se vuoi segnalarci un libro che ti ha particolarmente colpito o invece sei uno scrittore emergente del nostro territorio e vuoi segnalarci la tua ultima opera contattaci. Il tuo contributo sarà gradito a tutti gli altri pendolari

Andrea Angeletti

lunedì 12 marzo 2007

Messaggio di sensibilizzazione a favore delle donne

Scritto da: Fernando Cecchini.


Caro Andrea,

puoi tranquillamente utilizzare il mio commento al messaggio di tua moglie, anzi te lo riallego con alcune virgole. Mi sembra giusto aggiungere a riprova di quanto affermo un ulteriore messaggio di sensibilizzazione a favore delle donne fatto girare un paio di mesi addietro, se vuoi puoi utillizzare anche questo.

Un abbraccio.


Fernando Cecchini
Coordinatore Rete Sportelli Orientamento Mobbing CISL
c/o INAS CISL Sede Centrale Viale Regina Margherita, 83d 00198 Roma
tel.0684438364 fax.068547856
cell 330967012
e-mail: mobbing@cisl.it mobbing@inas.it


Caro Walter
trasferisci all' amica Siciliano tutta la mia comprensione per la sua storia e il mio disappunto per il disfunzionamento della pubblica amministrazione in tutti i suoi aspetti, purtroppo o fortunatamente il sindacato, di cui spesso ci ricordiamo solo per colpevolizzare qualcuno, non può fare i miracoli oltre che porre una buona parola nell' interesse del lavoratore, anche perchè se così non fosse una associazione sindacale, grande o piccola, finirebbe per dare ordini e direttive gestendo la pubblica amministrazione o l' azienda privata, questo chiaramente non è. Comunque sono uno dei pochi che nell' 8 MARZO non ha fatto auguri a nessuno e tantomeno alle donne, anche perchè dei loro problemi, al contrario dei più, mi ricordo gli altri 365 giorni dell' anno quando coloro che fanno gli auguri non ci pensano più.

Un caro saluto a te e alla nostra amica a cui desidero ricordare che in realtà nel mondo del lavoro attuale c'è molto di peggio.


I storia
Oggi sono rientrata da pochi mesi dalla maternità e continuo a subire le angherie che ricevevo anche prima della gravidanza ma oggi in forma più grave. Ho un bimbo piccolo che porto al nido, la notte non dormo quasi più...inoltre mi hanno negato di poter usufruire della pausa pranzo per proseguire il lavoro e fare le 6 ore di allattamento continuate 8.30-14.30 costringendomi ad andare a casa e a tornare poi le 2 ore pomeridiane per completare le 6 ore. Questo mi costringe a tenere il bimbo al nido fino alle 17.00 e a spendere molti soldi in più che se lo ritirassi alle 14.00 risparmierei!


II storia
Ti ringrazio infinitamente per i consigli e l'appoggio dimostratomi. Riprenderò a lavorare a fine gennaio con part time post maternità (8.30-13.30) siamo un'azienda di circa 30 dipendenti settore commerio senza sindacato e questo part time mi spetta di diritto (nessun'altra l'ha richiesto). La direzione, fingendo di aver problemi ad accettare il part time nella mia postazione precedente, mi ha inviato una lettera x raccomandata con scritto che mi sposteranno al centralino a svolgere mansioni equivalenti a quelle svolte in precedenza (falso) perciò stanno mentendo sul lavoro da me svolto per ben 6 anni. Al centralino hanno sempre lavorato 2 persone a tempo pieno e un part time creerebbe problemi a tutta l'azienda, mentre nel mio ufficio sarebbe più gestibile e limitato ad un ufficio. Altro dettaglio forse poco influente ai fini giuridici ma importantissimo x la mia vita è che al centralino il mio unico collega sarebbe il mio compagno di vita, padre della mia bambina. Quindi ciò limiterebbe la nostra libertà personale per quanto riguarda le ferie i permessi ecc.. Vorrei combattere per i miei diritti e quelli di tutte le madri, spero di averne la forza perchè non intendo licenziarmi (chi assumerebbe una neomamma?)


III storia
Vorrei presentarmi, sono una ragazza di 22 anni, impiegata in un ufficio di promozione finanziaria. Sono stata assunta nell'Ottobre 2003 con regolare contratto di apprendista impiegata. Con il mio datore ho sempre avuto (o almeno credo) un rapporto di stima reciproca e fiducia. Nel Settembre 2005 sono entrata in maternità, ormai prossima il parto (ho lavorato fino all'ottavo mese), da qui il bisogno per il mio datore di trovare una semplice SOSTITUZIONE MATERNITà PART-TIME.
A Maggio (periodo anticipato al mio Datore da tempo, per il mio rientro) mi son sentita dire che "per me prevedeva il rientro a Settembre" (che poi era Agosto, dato che i calcoli erano sbagliati). Io ho accettato, anche perché mi faceva piacere rimanere con mio figlio ancora un po'. Ma al mio rientro ho avuto una brutta sorpresa: la così detta "SOSTITUZIONE MATERNITà" un'apprendista impiegata con 40 ore lavorative settimanali, a me spettava un altro impiego.. quello della ricerca di nuova clientela, e la riduzione dell'orario lavorativo perché secondo lui guarderei il soffitto per aria con 8 ore. Ora mi han messo in una scrivania che guarda verso una parete, non posso prendere il telefono in mano, e nessuno viene a chiedermi alcun favore...come se io non esistessi.


IV storia
Gentile Sig. Cecchini, la disturbo di nuovo, questa volta solo per sfogarmi un pò visto che leggere la sua mail mi ha tirato su il morale. Cmq tornando alla mia situazione, le cose sono peggiorate al rientro dalla maternità: il quale era previsto x dicembre, il 4 esattamente solo che il primo giorno non ho trovato computer scrivania e sedia e non si sapeva ancora in quale ufficio sarei dovuta stare; inoltre nessuno mi aveva ancora messo a conoscenza circa le mie nuove mansioni. Ho considerato che non sapevano dove posizionarmi fisicamente e neanche cosa farmi fare, ho pensato tanto vale che mi godo mio figlio, pur avendolo già iscritto al nido in previsione del rientro. Sostanzialmente si trattava di una riduzione dell'orario di lavoro, motivo scarso lavoro, la mia professionalità non serve più, queste sono state le giustificazioni. Ho risposto ciò che più mi sentivo, cioè che le mamme non servono più, che il lavoro che svolgevo io prima lo sta facendo un'altra persona e che ovviamente non intendevo rinunciare all'agevolazione dell'orario di allattamento, quindi per non dare un no secco che avrei voluto dare, ho rimandato la questione ad aprile. Cosa devo fare? Posso un domani dimostrare che questo è una sorta di mobbing? Che devo fare, sono stanca di dire sempre si, il lavoro è importante ma la dignità non può passare sempre in secondo piano. Mi scusi se l'ho annoiata, se ha voglia e tempo di rispondermi sono qui che l'aspetto. Buon Anno

giovedì 8 marzo 2007

Aggiornamenti dal Comune di Roma

finalmente una notizia positiva per gli utenti della Roma-Lido, che potranno vedere gradualmente soddisfatte le loro esigenze grazie ai maggiori investimenti e agli interventi presentati dal Comune di Roma, che permetteranno di migliorare il servizio e la mobilità delle migliaia di pendolari che ogni giorno utilizzano la linea.

Si investe sulla Lido, per troppi anni ingiustamente trascurata però chiediamo una maggiore attenzione da parte sia da Met.Ro. che da Regione e Comune affinché nell'immettere in servizio le nuove "Frecce del mare" venga prevista la realizzazione di un maggior numero di posti a sedere, strutturando l'allestimento interno come le attuali MR500 già in servizio, in considerazione del fatto che la Lido svolge un servizio più di tipo suburbano a differenza della linea A, da cui provengono i treni utilizzati per le Frecce del mare

Positivo il ripristino del treno mattutino da Acilia e importante l'imminente avvio dei lavori di costruzione del parcheggio di scambio di Acilia.

A nome del comitato degli utenti il Trenino, mi vedo costretto tuttavia ancora una volta a denunciare il rammarico per non essere stati chiamati a partecipare alla riunione sui temi della Roma Lido. Le istituzioni ancora una volta preferiscono gestire le situazioni da soli o con invitati assenzienti evitando di convocare comitati e associazioni non allineate.
Fino ad ora l'impegno del comitato il Trenino è stato massimo nella fase di denuncia ora vorrebbe essere interpellato sulla fase propositiva, sentendosi rappresentativo delle istanze dei cittadini che sempre più numerosi si collegano al nostro sito http://www.iltrenino.info (ormai viaggiamo verso la quota di 5000 contatti). Il Sindaco e la giunta non credano che,lasciando fuori dalle riunioni il comitato, ci spingano a gettare la spugna. Il nostro impegno a fianco dei pendolari non finirà anzi ci sentiamo motivati ad andare avanti e invitiamo gli utenti a farsi sentire sempre più numerosi al nostro fianco.

8 MARZO 2007: FESTA DELLA DONNA. Ma è davvero così?

Oggi, in occasione della festa della donna, vorrei raccontare una storia, la mia storia. Non lo faccio per dare la colpa a qualcuno, ma semplicemente per far conoscere i fatti, nella speranza che possa esserci una soluzione.

Mi presento, mi chiamo Susanna SICILIANO, sono una donna sposata (mio marito è Andrea Maria ARRIGO) ed abito all’Infernetto dal 2000. Nel 1988 entrai alla Corte dei Conti di via Barberini e dal 1995 presso la sede di Piazza Mazzini (pieno centro di Roma). Attualmente mi trovo nell’ufficio del personale ricoprendo anche il ruolo di Referente Informatico. Dal 2000 sono mamma. Nel 2001 è nato il mio secondo figlio e, poiché non guido e anche se lo facessi sarebbe inutile (la Corte dei Conti non ha sufficienti parcheggi per tutto il personale e nei dintorni è tutto parcometro), già nel giugno 2002, quando ero ancora in maternità, feci il mio primo tentativo di avvicinare il luogo di lavoro a casa. Con 2 bambini piccoli, per gli ovvi motivi legati alla logistica e all’educazione dei figli, mi sembrava inconcepibile dover perdere circa 3 ore al giorno di vita nel traffico (quando non c’erano ulteriori intoppi). 3 ore tra auto privata e/o autobus, trenino Roma - Ostia e metropolitana!!!

Basandomi sulla legge per la mobilità volontaria, chiesi di poter essere assegnata ad un ufficio di un ministero del medesimo comparto, Grazia e Giustizia, presso la sede distaccata di Ostia del tribunale di Roma, o presso il Giudice di Pace, sempre di Ostia. Inviai entrambe le lettere a mezzo raccomandata, ma non ebbi alcuna risposta.

Tornai dalla maternità, ed incominciai ad interessare alla mia richiesta, dapprima la stessa Corte dei Conti e gli enti presso i quali avevo fatto richiesta, la CISL, l’on. BONTEMPO, l’ex Presidente del XIII Municipio sig. BORDONI.

Un giorno poi, trascorsi circa 2 anni senza esito, su suggerimento di un dirigente CISL, ho rinnovato la richiesta, questa volta in posizione di comando, presso il Giudice di Pace di Ostia, poiché si era nel frattempo appreso che non c’era alcuna possibilità presso il Tribunale, in quanto, pur essendo troppo poco il personale presente per la mole di lavoro, non si poteva fare nulla finché il Ministero non avesse deciso un ampliamento dell’organico.

In occasione di quest’ultima richiesta, ricevo il benestare del Presidente della Corte d’Appello, responsabile dell’ufficio del Giudice di Pace di Ostia, dopo di che, il nulla.

Non riuscendo ad avere risposte, decido di muovermi in qualche direzione ed inizio cercando di interessare al problema, oltre alla CISL, l’on. BONTEMPO, e l’ex Presidente del XIII Municipio sig. BORDONI, anche il Presidente della Regione Lazio sig. MARRAZZO ed alcuni amici del 13°, in qualche modo legati alla politica, sperando di riuscire nell’impresa, ormai divenuta titanica, di poter avvicinarmi a casa e poter seguire i miei figli nella loro crescita.

Ad oggi, 8 marzo 2007, nulla è cambiato. Nonostante, in mio favore ci siano anche le ultime dichiarazioni del Presidente del Consiglio Romano PRODI in merito alla mobilità (da RAINEWS24 "Previsti venti milioni per la mobilità degli impiegati pubblici - A favore della mobilità nel pubblico impiego, la Finanziaria prevede uno stanziamento di 20 milioni. Verranno così favorite quelle pubbliche amministrazioni che, con riferimento a sedi con carenze di organico superiori al 40%, attivino processi di mobilità per il personale non dirigenziale.") e ci sia anche un memorandum sottoscritto tra governo e sindacati in merito all’argomento.

8 Marzo 2007, ovvero 21° secolo, ovvero l’epoca dello sviluppo tecnologico, degli strumenti informatici, del telelavoro (perché esiste?), della mobilità, delle pari opportunità, delle quote rosa, della lotta per i diritti delle donne e poi, ad una donna che chiede di poter lavorare vicino casa per poter seguire l’educazione dei suoi figli, tutto questo non viene riconosciuto, e come me ci sono molte altre donne.

8 Marzo 2007: Festa della donna; una festa nata per ricordare un evento tragico, epilogo di una rivendicazione di diritti della donna, diritti che, a volte, proprio ad una donna non vengono riconosciuti.

Tanti auguri a tutte le donne.


Questo articolo è stato pubblicato su:

lunedì 5 marzo 2007

La Storia della Roma Lido



Dato il grande successo testimoniato dalle tante mail arrivateci abbiamo ampliato la sezione delle foto d'epoca con i vecchi rotabili. Molto interessante la foto del Locomotore Caminati e Toselli rimasto operativo dal 1922 agli anni '80 e che noi pendolari definivamo ironicamente la caffettiera!

www.iltrenino.info

Andrea Angeletti

domenica 4 marzo 2007

Sondaggi su www.iltrenino.info

Il Comitato Utenti Metro Roma Lido "IL TRENINO" prosegue la sua attività continuando a incontrare gli utenti nelle stazioni (Venerdì eravamo ad Acilia e Tor di Valle), e su internet. Da oggi è disponbile sul sito www.iltrenino.info la sezione sondaggi dove chiediamo a tutti di intervenire indicando le proprie priorità per l'ammodernamento della Roma Lido.

Dal Comitato di strada Pensionati e Lavoratori Socialmente Inutili

Scritto da Giovanni delle Fratte.


Assessorato recupero borgate e periferia. Assessorato Lavori Pubblici.
Al sindaco di Roma. Al Presidente della XIII circ. Ai Giornali locali
ai siti web



Certamente non sono un uomo di grande cultura, certamente non sarò mai all’altezza di scrivere pagine di storia vissuta, ma non nascondo di dire qualche frescacciata e ho tanti altri difetti, perché no! Non credo che oggi 24.02.2007 sia un difetto o una guasconata, dire che una delle tante bombe lanciate sul quartiere e Scalo di San Lorenzo mi cadde a venticinque o trenta metri per mia abilità o volontà. Per me è stato un colpo fortunato e sfortunato allo stesso tempo. Fortunato è semplice capirlo, o no! Eccomi qua a raccontare storie vere, se permettete, del quartiere Infernetto anche se nativo di S. Croce e con sessanta anni e più alle spalle. Storie vere dove il pane viene chiamato pane, il vino, vino. Dimenticavo visto che non vi conosco, vi dico altri difetti, credo che la mia intelligenza (per causa della bomba e il mitragliamento è inferiore alla media) e essendo anche timido ogni tanto divento rosso. Secondo molti ho il difetto di essere una persona onesta per il semplice fatto che durante il periodo bellico, non ho mai fatto la borsa nera. Che cosa è la Borza con la “z” nera ? Andate a leggere qualche libro degli anni quaranta, cinquanta, io c’ero. E voi? Vedete che educazione, vi sto dando del voi: ma torniamo al noi. Al quartiere che sarà, da qui a trent’anni, quanti “fiji de mamma” ci saranno? Noi gente di bar pensiamo un duecentomila e pensiamo anche a un quartiere, che non sia qualunquista, che sia altruista, e soprattutto onesto, e che tramite elezioni possa sviscerare personaggi locali, in tutte le istituzioni, regolarmente eletti, come sta accadendo in tutta la Nazione? Con la speranza che ogni popolo abbia il suo governo e ogni governo abbia il suo popolo. In attesa di questi bellissimi tempi noi vi mandiamo una nostra statistica o ricerca ristretta molto ristretta, di chi è convinto di rappresentare i cittadini dell’Infernetto o i romani. I votanti ci saranno. Abbiamo un presidente della Circoscrizione, 26 consiglieri circ., decine di uffici, con relativi capi, tre o quattro distaccamenti Comunali. Fin qui nulla da eccepire siamo per il PUBBLICO
Ma poi……. i comitati di quartieri. Noi ci limitiamo ad elencare quelli del quartiere Infernetto: C.d.Q. Via Wolf Ferrari, Comitato per il semaforo o il ponte, C.d.Q il Macchione, C.d.Q. Olivella, C.d.Q. La Cacciuta, C.d.Q. Il Porro, C.d.Q. La Luigina, Coop. Righetti, C.d.Q. Columbia, C.d.Q Infernetto, C.d.Q, e Coop. Ex Casa Mia. Ci sfugge il lato sud est del quartiere, ma pensiamo che anche li ci debba essere una qualche organizzazione di fatto. Poi il C.d.Q Riserva Verde, il C.d.Q. in fondo a via Nicolini e via dicendo. Cui si aggiungono i Caffè ora bar e non Hosterie, che hanno influenza sulla vita locale.
Ora dare responsabilità a chicchessia di questo sfascio è come cercare chi mi ha bombardato e mitragliato. Senz’altro ci sarà qualcuno che possa indire elezioni democratiche per essere rappresentati da un solo C.di Quartiere? Altrimenti non è vero che ogni Popolo ha il suo governo e ogni governo ha il suo popolo. Anzi si ha l’impressione di vivere in un territorio dominato da gruppetti o di classici furbi di quartiere, senza nessun potere, per il sociale, questo si dice in giro! Noi speriamo che siano solo chiacchiere e illazioni di strada, altrimenti ci sorge un dubbio, ma allora noi e il resto dei cittadini, siamo dei qua qua ra qua?????
Poi aggiungendo a questi insulti locali quelli nazionali, va a finire che la verità è a portata di mano. Non è insultante quello che avviene durante le elezioni nazionali in cui tutti quelli che non hanno compiuto il venticinquesimo anno di età non hanno il diritto al voto per il senato? Sarebbe molto più giusto aumentare i deputati e diminuire ulteriormente i senatori, anzi toglierli del tutto, in quanto due camere sono un po’ di troppo, abbiamo come esempio il quartiere: “troppi galli a cantà non viene mai giorno” (questo è colpa dello spostamento d’aria.).
Non è il caso di fare un solo comitato di quartiere regolarmente eletto o è una eresia?

Comitato di strada Pensionati e Lavoratori Socialmente Inutili

Alla prossima come nasce Totti e i campi di foot ball all’Infernetto? Che fine ha fatto la petizione per la Città di castelporziano?

sabato 3 marzo 2007

ASSOCIAZIONE CULTURALE INFERNETTO E DINTORNI

Cari amici,

come sapete dall'inizio del mese di febbraio, in internet è presente il web della nostra associazione culturale, all'interno del quale abbiamo provveduto ad inserire i primi contenuti. Il web nasce con lo scopo di rendere pubblica la nostra associazione, le iniziative, gli appuntamenti, gli eventi e quanto faremo in futuro. All'interno si possono trovare i collegamenti (link) alle pagine dedicate alle associazioni paritetiche "gemellate" con noi, ad oggi: ASSENZIO di Emiliano Belmonte, A.C.A.N.T.Overland di Paola Scacciavillani e SEA-HAWK.NET di Lorenzo Filippi. Inoltre è possibile trovare il collegamento al web del mensile "BUON GIORNO ROMA" di Gianluca Morale, organo dell'Associazione, e la pagina de "L'Occhio che..." dove gentilmente ospitiamo il mensile di Giancarlo Germoni. L'associazione collabora con entrambi i mensili nei quali si possono trovare i nostri interventi.

Al fine di dare la massima visibilità alla neonata Associazione, di allargare il numero dei soci che possano partecipare alle iniziative sociali, gentilmente chiediamo agli interessati di effettuare la pre-iscrizione (gratuita) direttamente dal web http://www.infernettoedintorni.org/.

Per informazioni scrivi a segreteria@infernettoedintorni.org

Cordiali saluti.

Associazione Culturale Infernetto e Dintorni

Presidente: Susanna Siciliano
Vice Presidente: Gianluca Morale
Direttore Finanziario: Valentina Nardecchia
Direttore Marketing e Public Relation: Lorenzo Filippi
Direttore Artistico: Mauro Orlandi
Vice Direttore Artistico: Susanna D'Orio
Direttore Responsabile sito WEB: Andrea Maria Arrigo

venerdì 2 marzo 2007

NOTIZIE DAL XII

doppio appuntamento con IL TRENINO

Oggi venerdì 02 Marzo 2007

I volontari del Comitato Utenti Metro Roma Lido saranno presso la stazione di Tor di Valle dalle ore 07:30 alle ore 09:30 e presso la Stazione di Acilia dalle ore 17:30 alle ore 19:30. In distribuzione i questionari sulla Roma Lido.

www.iltrenino.info

giovedì 1 marzo 2007

Dal XVI Municipio

SCUOLA ROMA:
CASSONI DI AMIANTO E TETTOIA IN ETHERNIT
AL COMPLESSO BUON PASTORE DISTURBANO IL SONNO
DI DOCENTI E GENITORI

LE FOTO EFFETTUATE DURANTE IL SOPRALLUOGO DI ALLEANZA NAZIONALE

“Continue richieste, diffide, telefonate, denunce da parte degli operatori della scuola e dei genitori non hanno sortito nessun effetto: l’ethernit e l’amianto sono presenti da anni generando un grave impatto sui luoghi rendendoli insalubri e pericolosi per la salute degli studenti e dei docenti” lo dichiarano con una nota i consiglieri di AN del XVI Municipio Fabrizio Santori e Antonio Aumenta dopo l’ennesimo blitz del gruppo di Alleanza Nazionale nelle scuole del territorio questa volta effettuato nel complesso Buon Pastore dove hanno sede i licei Malpighi e Ceccherelli nel quartiere di Bravetta.

“Abbiamo documentato quello che abbiamo visto con i nostri occhi, all’interno di una stanza, posta all’ultimo piano del complesso che separa le due strutture scolastiche, è presente un cassone idrico in cemento amianto in uno stato di disgregazione avanzato ed inoltre sul tetto della scuola altri due cassoni idrici in amianto campeggiano sul cortile della scuola, – denuncia la nota – senza dimenticare la ben visibile tettoia in ethernit, quasi consumata dal tempo e dalle intemperie, si sta sminuzzando sulla testa degli utenti dell’impianto scolastico”.

“Una serie di eventi, anche tristi, hanno colpito il liceo Malpighi, con gravi malattie e decessi di docenti, – prosegue la nota – tale situazione ha creato allarmismo e preoccupazione tra i genitori che hanno intenzione di andare a fondo relativamente ad una questione che tiene in agitazione l’intero apparato scolastico: certamente l’attenzione che un genitore pone nei confronti della salute del proprio figlio è unica ma in questo caso il problema igienico-sanitario esiste, è reale e andrebbe immediatamente eliminato con lo smaltimento degli oggetti pericolosi ormai in disuso”.

“Questa è purtroppo l’attenzione che la giunta Gasbarra alla Provincia di Roma, pur conoscendo la situazione, riserva alla salute dei ragazzi e non solo, anche alla tutela del patrimonio artistico e culturale che il Complesso Buon Pastore rappresenta, – prosegue la nota – bravi sono presidente e assessori ad inaugurare ogni frivolezza che si muove sul territorio ma sciagurati nel lasciare i cassoni di amianto e la tettoia in ethernit all’interno delle scuole del territorio”.

L’amianto, presente da almeno 30 anni, genera un grave impatto ambientale e luoghi insalubri all’interno e all’esterno della struttura che lo contiene. E’ grave il ritardo della Provincia di Roma nell’adozione dei provvedimenti relativi alla cessazione dell'impiego dell'amianto, ai sensi della legge 27 marzo 1992, n. 257 (Norme relative alla cessazione dell'impiego dell'amianto) e successive modifiche.

Roma 1 marzo 2007


Consigliere DOTT. FABRIZIO SANTORI

Comune di Roma XVI Municipio

Via Fabiola, 14 (monteverde – porta portese - bravetta – pisana - massimina) 00152 roma

tel. pers. 339-7360574 fax 06-58230919

www.fabriziosantori.com



Consigliere ANTONIO AUMENTA

Comune di Roma XVI Municipio

Via Fabiola, 14 (monteverde – porta portese - bravetta – pisana - massimina) 00152 roma

tel. pers. 335-5321614 fax 06-58230919

WWW.ANTONIOAUMENTA.IT