"Infernetto e Dintorni" è un blog realizzato dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, ideato con lo scopo di agevolare lo scambio di opinioni tra gli abitanti dell'Infernetto e del X Municipio, ex XIII Municipio. L'obiettivo del blog è di fornire visibilità circa l'urbanizzazione del quartiere e le criticità ad essa connesse. Divulghiamo informazioni, condividiamo emozioni. L'Associazione è stata promotrice ed è stata fra i Soci Fondatori del Coordinamento Infernetto fino al 09/04/2016.

Istituto Luce Cinecittà - Polvere d'archivio

Loading...

CERCA NEL BLOG

giovedì 28 dicembre 2006

"L'OCCHIO CHE..." DICEMBRE 2006







Ecco l'edizione di dicembre del mensile "L'occhio che...", con il quale questo Blog collabora e ne cura l'omonima rubrica ospitata all'interno.

In questo numero:

pag. 7 Editoriale a cura di Giancarlo Germoni

pag. 9 Iena... e ribadisco iena a cura di Davide Venditozzi

pag. 13 La cultura si impara a scuola a cura di Corinna Corneli

pag. 15 Le attività culturali del Municipio a cura di Davide Venditozzi

pag. 17 Procoio, fiera di Natale, ... a cura di Marco Belmonte

pag. 18 Cosa succede in città a cura di Marco Belmonte

pag. 21 La XIII diventa mondiale a cura di Antonello Sforza

pag. 23 Centro Giano a cura di Simone Colaiacomo

pag. 25 XIII: prigionieri di se stessi a cura di Andrea Maria Arrigo

pag. 27 I respiri dell’arte a cura di Simone Colaiacomo

pag. 28 Formello&Trigoria a cura di Davide Venditozzi

pag. 33 La solitudine del centrista a cura di Simona Bottoni

pag. 35 AN fa gioco di squadra a cura di Davide Venditozzi

pag. 37 Irlanda tra cielo e mare di Massimiliano Vitelli

pag. 39 Grizzly man a cura di Federico Nervo

pag. 41 Incidenti Stradali a cura di Enrico Murmura

pag. 43 Il sound del futuro a cura di DJ Fabian

pag. 45 Singles contro Coppie a cura di Fabrizio Vasta

pag. 47 Roma Yacht Club a cura di Andrea Germoni

pag. 48 Mara Autilio, giovane artista a cura di Emiliano Belmonte


Come ormai di consueto in questo Blog, clicca sul logo de "L'occhio che..." e buona lettura.

domenica 24 dicembre 2006

"BUONGIORNO ROMA" DICEMBRE 2006






Nel territorio è in distribuzione il numero di dicembre 2006 del mensile "BUONGIORNO ROMA" con il quale questo Blog collabora.

All'interno l'articolo di "Infernetto e dintorni", clicca qui per scaricare dalla pagina "ARRETRATI" l'edizione del mese.

Buona lettura.

BUONE FESTE

sabato 23 dicembre 2006

CORSO GRATUITO "AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO"

Notizie dall'Associazione Lavoro Over 40.

L'Istituto G. Meschini offre un'importante opportunità formativa: un corso gratuito per diventare "Agente e rappresentante di Commercio" (cfr. programma allegato, per complessive 250 ore in 4 mesi). Il corso inizierà a gennaio 2007 e le lezioni si svolgeranno dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle 20. Al termine del corso gli allievi che avranno superato le prove d'esame, conseguiranno un attestato valido per l'iscrizione al ruolo degli Agenti e rappresentanti presso le Camere di Commercio.



CORSO GRATUITO (clicca sulle immagini per conoscere l'iter formativo)
Progetto cofinanziato dall'Unione Europea


"AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO" (OPERATORE DI VENDITA NEI NUOVI
BACINI)

Corso riservato a candidati in possesso dei seguenti requisiti:
Titolo di studio: Diploma di Scuola Media Superiore
Età: superiore ai 20 anni (senza limite massimo)
Stato di inoccupazione / disoccupazione (12 - 23 mesi)
Il 10% dei posti è riservato militari di leva, il 50% alle donne.

Il corso della durata di n° 250 ore sarà svolto presso la sede dell'Istituto G. Meschini s.r.l. di Viale Giotto n° 1 - ROMA. Al termine del corso gli allievi che avranno superato le prove d'esame, conseguiranno un attestato valido per l'iscrizione al ruolo AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO presso la CCIAA.

La domanda di ammissione al corso, redatta in carta semplice e con allegata la documentazione relativa al possesso dei requisiti richiesti, anche in autocertificazione, dovrà essere presentata dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle 18,00 presso la sede dell'Istituto Meschini o essere inviata tramite fax al n°065745308, e dovrà pervenire entro il termine improrogabile del giorno 29 dicembre 2006 alle ore 18.00.

La sede, la data e l'orario delle selezioni saranno indicate con apposito avviso affisso presso la sede dell'Istituto Meschini il giorno 8 gennaio 2007 dalle ore 11,00 alle 18,00.

Per ulteriori informazioni e per presentare domanda si può contattare l'amico e socio Luciano Penna, che ci ha gentilmente segnalato il corso in questione (tel. 328 3582172 - e-mail luciano.penna@fastwebnet.it).

lunedì 18 dicembre 2006

Casalpalocco, Axa e Infernetto sono veramente quartieri poco sicuri?

L’allarmismo che periodicamente si crea circa la sicurezza in questi tre quartieri residenziali dell’entroterra è spesso frutto di voci non suffragate dai fatti. Sia chiaro, problemi ci sono, reati ne vengono commessi, ma la situazione non è assolutamente da allarme sociale. Detto ciò, riteniamo comunque che né le forze dell’ordine né i cittadini debbano, nell’ambito dei propri campi d’azione, abbassare la guardia.

Periodicamente ci capita di incontrare il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Casalpalocco Maresciallo Liguori. Dati statistici alla mano, risulta che i reati (in particolare furti, rapine e scippi) rientrano assolutamente nella percentuale cittadina. Anzi rapine e scippi, in questi tre quartieri, sono quasi inesistenti, mentre più consistente è il problema dei furti in appartamento o in villa. Ma anche in questo caso la percentuale è quella che purtroppo si registra in tutta Roma, ed anzi negli ultimi tempi se ne è registrata una diminuzione. Discorso diverso per il resto del XIII Municipio dove i problemi sono ben più gravi. Da fonti giornalistiche si apprende che ad Acilia si verifica almeno una rapina al giorno e ad Ostia quasi tutte le notti vengono incendiate delle auto.E’ bene precisare che i Carabinieri di Casalpalocco devono controllare un territorio (Axa, Palocco, Infernetto) che conta circa 60.000 residenti ufficiali ed ha l’ampiezza di una piccola città di provincia italiana (come Siena o Grosseto) con un numero limitato di uomini, mezzi e risorse. Dall’inizio di dicembre abbiamo comunque visto per Casalpalocco dei carabinieri in servizio di pattugliamento a piedi. Occorre in sostanza alzare anche il livello di vigilanza da parte nostra, anche segnalando situazioni sospette. Sebbene quindi non vi siano le condizioni per determinare un allarmismo diffuso, ci permettiamo comunque di segnalare alle forze dell’ordine, ma sappiamo che ne sono a conoscenza e sono già intervenuti più volte, almeno due situazioni che destano preoccupazione fra i residenti: una riguarda l’isola 46 e l’altra riguarda il parcheggio di fronte alla scuola di Via Pirgotele, entrambi a Casalpalocco.

Gianluca Morale



Tratto da: Buongiorno Roma

sabato 16 dicembre 2006

INFERNETTO: L'INCROCIO VISTO DA QUATTRORUOTE

Ringraziamo l'amico Silvio Marinelli, esperto di motori, per averci segnalato che nel numero di dicembre di QUATTRORUOTE, a pagina 20 dell'inserto "Roma e Lazio", è presente l'articolo "Il diabolico incrocio dell'Infernetto" redatto dal dr. Francesco Parente.

Il giornalista del mensile sviluppa un'attenta analisi dell'incrocio evidenziando minuziosamente le criticità, che agli abitanti dei quartieri limitrofi all'incrocio sono tristemente note. Clicchiamo e leggiamo l'articolo sopra riportato.

Dall'analisi del dr. Parente possiamo evincere che grazie alla denuncia del concittadino Christian Curati, rappresentante del comitato di quartiere "Il Macchione", avvenuta tramite la raccolta delle firme dei residenti, è stato possibile per gli Enti e le Autorità competenti eseguire uno studio per la messa in sicurezza dell'incrocio. A seguito di ciò, sono stati raccolti i fondi sufficienti per la messa in esercizio del progetto che, tra le altre cose, prevedeva la riqualificazione dell'impianto semaforico (luci ad alta visibilità e separazione della viabilità in immissione da via Pindaro sulla Colombo e verso via Ferrari). L'intervento all'impianto semaforico, come abbiamo potuto vedere tutti è stato realizzato, ma ad oggi i restanti lavori sono rimasti inevasi, ricordiamo che la fine lavori era stata prevista per la fine del maggio scorso.

Inoltre apprendiamo con soddisfazione che il sovrappasso ciclopedonale, compreso nel progetto iniziale, sarebbe finalmente stato "archiviato". I lettori del Blog conoscono perfettamente il nostro pensiero circa la realizzazione del famigerato sovrappasso (vedi gli articoli: 30 ANNI: UN INCROCIO, TANTE IDEE E TROPPI INCIDENTI - 1^ parte e 2^ parte) che a nostro avviso sarebbe stata solo l'ennesima spesa inutile a carico dei cittadini, un pericolo in più per tutti gli automobilisti ed i pedoni che, percorrendo il sovrappasso nelle ore di buio e di minor frequentazione, potrebbero essere facilmente vittime di probabili aggressioni da parte di malviventi.

Nella speranza che le Autorità e gli Enti competenti trovino presto una soluzione che soddisfi le esigenze dei cittadini contribuenti, gli autori e la redazione del blog "Infernetto e dintorni" ringraziano ancora il dr. Parente ed il mensile QUATTRORUOTE per aver trattato l'argomento ed averne evidenziato le criticità. Ringraziamo anche il CdQ "Il Macchione" nella persona di Christian Curati per aver portato l'argomento sui tavoli istituzionali, nonchè il XIII Municipio, il suo presidente Paolo Orneli, i consiglieri comunali Davide Bordoni, Innocenzi e Cucunato ed il VII Dipartimento per l'attenzione dedicata all'incrocio in questione. Incrocio che a dire dei cittadini e del mensile QUATTRORUOTE "sta passando alla storia come l'incrocio più pericoloso della capitale".



Articoli correlati:

venerdì 15 dicembre 2006

gita suggerita da Paola Scacciavillani.........


Paola Scacciavillani ha il piacere di comunicare che, per la prima volta dalla sua costruzione, la Torre Civica di Pomezia verrà utilizzata a scopo espositivo, entrando definitivamente a far parte del circuito culturale della città già rappresentato dal Museo Archeologico Lavinium e dalla Biblioteca Comunale.

Dal 10 al 22 dicembre 2006,
orario: dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19

sarà possibile andare a visitare la mostra d'arte
“I percorsi dell’Anima”

L'iniziativa è strutturata in tre esposizioni che si snodano tra la Torre Civica e la Biblioteca Comunale:
“Linguaggi Onirici”
personale di Paolo Sommaripa (Piazza Indipendenza, Torre Civica)
“Arte in Movimento”
di P. Barone, M. Balducci, L. Palmieri , P. Ferranti, S. De Luca Associazione Culturale PLEIADI (Largo Catone, Biblioteca Comunale)
“Icone dai Balcani”
Personale di Ljljana Pavković (Largo Catone, Biblioteca Comunale).

in gita con Paola Scacciavillani.........

TREVIGNANO Romano
Centro Volo Rapaci
“I Falchi di Rocca Romana”
Sabato 30 dicembre, 2006

…tra un cenone e l’altro…che ne dite di una bella giornata all’aria aperta, in un posto incantevole con vista sul Lago di Bracciano, all’interno del “Parco Regionale di Bracciano e Martignano” in una zona di particolare pregio paesaggistico e faunistico a pochi chilometri da Roma? Il Centro didattico-naturalistico che proponiamo di andare a visitare promuove, attraverso un approccio dinamico ed interattivo con i visitatori, la conoscenza del mondo dei Rapaci.

Sullo sfondo del Lago di Bracciano: Gufi, Falchi ed Aquile, nati in cattività e provenienti da allevamenti autorizzati, saranno messi in volo e presentati dai loro allenatori specie per specie, mentre eseguiranno, completamente liberi, le loro evoluzioni sulle nostre teste in un ambiente sereno e rilassante. Potremo, quindi, ammirarli da vicino ad occhio nudo e riprenderli con videocamere e macchine fotografiche. Durante la visita guidata saremo accompagnati in un percorso didattico ricco di informazioni per meglio capire l’habitat, la morfologia, l’alimentazione e la riproduzione dei nostri amici Rapaci. Sarà un’esperienza molto interessante e certamente unica anche per i nostri bambini, vedere da vicino i Rapaci Europei, Africani e Americani e sensibilizzarli sull’importanza che questi ricoprono nell’equilibrio biologico della Natura.
PROGRAMMA
ore 8.30 - partenza in pullman dal Metro Drive In, arrivo al Centro Volo Rapaci, presentazione degli esemplari presenti nel Centro alla quale seguirà la dimostrazione di volo. Mentre ciascun rapace è in volo, verranno date tutte le informazioni inerenti le caratteristiche morfologiche e di volo, l’alimentazione e la riproduzione, ci verrà insegnato come si può riconoscerlo in natura e quale è il suo habitat . Pausa pranzo (*)
Passeggiata lungo i sentieri del Parco accompagnati da una guida esperta che ci illustrerà la zona, si raccomanda di attrezzarsi con idonei scarponcini. Rientro al Centro Volo Rapaci e alle 16 circa partenza per il rientro a Roma.
Adulti = Euro 20; Bambini da 3 a 10 anni =18 euro
La quota comprende viaggio in pullman a/r, ingresso comprensivo di visita al Centro e dimostrazione con i Rapaci in volo.
(*) Per il pranzo avremo a disposizione un’area pic-nic appositamente attrezzata, quindi proponiamo:
-pranzo al sacco
-oppure, su prenotazione, grigliata con bistecca di maiale, salsiccia, bruschetta, contorno, acqua e vino, con costo supplementare di € 15.
Informazioni e prenotazioni: 06 50913805 (lasciare messaggio segreteria telefonica) – 339 5467212 – infoacanto@yahoo.it

martedì 12 dicembre 2006

I CONCITTADINI DELL'INFERNETTO CHIEDONO PIU' SICUREZZA

Salve, sono una cittadina dell'infernetto, abito in via pedrotti.

Ho subito in data 07/12/2006 un furto in appartamento alle 18,30 del pomeriggio mentre ero dai vicini, mi hanno asportato alcuni oggetti di valore sia economico che affettivo.

Consapevole del fatto che la microcriminalità non è prevedibile, chiedo quantomeno maggior presenza delle forze dell'ordine sul ns territorio.

In cinque anni che sono qui ad abitare, si possono contare sulla dita delle mani le pattuglie dei carabinieri e polizia che ho visto girare, anzi le dirò di più, i posti di blocco sono fatti per fare le multe ai cittadini senza le cinture che vanno a fare la spesa al supermercato vicino casa e magari ti stanno rubando anni di sacrifici senza essere minimamente disturbati.

Ho visto un proliferare impressionante di extracomunitari nella ns zona e mi chiedo, consapevole del fatto che tra di loro c'è anche tanta brava gente, se tutti sono regolari e pagano le tasse come noi.

Non mi sento assolutamente tutelata, in quanto i furti avvengono anche in pieno giorno e in maniera troppo naturale.

Che fine ha fatto la proposta di costruire una caserma dei carabinieri all'infernetto?

Grazie per l'attenzione.



Liliana Bozzi

sabato 9 dicembre 2006

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Riceviamo e pubblichiamo la richiesta di aiuto pervenutaci dall'amico Roberto, di seguito riportata.

Si tratta di poter reperire il maggior numero possibile di notizie circa il camion che ha provocato l'incidente occorso al papà di Roberto. Ecco la mail pervenutaci.





In data 06/12/06 alle 9.20 mio padre è stato coinvolto in un brutto incidente stradale sul GRA carreggiata interna km 59+500 (direz. aurelia poco prima della Roma Fiumicino).

Lui era a bordo di una fiat cinquecento celestina (si vede nelle foto allegate) ed è stato tamponato da un "camion" che lo ha fatto mettere di traverso al centro del G.R.A. dove sopraggiungeva una Lancia Y che lo centrava in pieno.

Solo un miracolo ha voluto che non fosse preso dalla parte del guidatore, anche se tutt'ora si trova in ospedale con una ferita alla testa.

Purtroppo il conducente del "camion" è fuggito e i testimoni presi dal soccorrere mio padre, non si ricordano nè modello, nè colore e purtroppo nemmeno il numero di targa (nel senso che ognuno ha fornito indicazioni diverse su colore e modello ma nessuno è riuscito a prendere la targa).

Prego quindi di far girare questa mail, sperando di far capire a codesto signore che con la sua "bravata" poteva uccidere una persona e rovinare una famiglia.

Grazie a tutti anticipatamente.

Roberto


Chiunque possa fornire informazioni in merito può inviarle via mail direttamente a Roberto all'indirizzo pcstart@fastwebnet.it.

mercoledì 6 dicembre 2006

ISTITUTO COMPRENSIVO “W. A. MOZART”:... E IO PAGO!

Dal comunicato del 29/11/06 avente prot. N. 8937/co18 con oggetto: Assicurazione alunni e contributo alle spese (clicca sull’immagine per ingrandirlo), inviato a tutti i genitori degli alunni della scuola “Mozart”, si evince che il Consiglio di istituto ha deliberato il versamento, da parte dei genitori, di quanto di seguito descritto (come da comunicato):



1 - € 6,80 per assicurazione infortuni e responsabilità civile verso terzi.
Intendiamoci, è assolutamente corretto che vi sia una assicurazione, ma se è così necessaria ci perplime alquanto che non sia già stata compresa nelle tasse scolastiche e, quindi, nell’assicurazione dell’edificio scolastico. Altro dubbio è nel costo. Abbiamo saputo che il costo di tali assicurazioni non è uguale in tutte le scuole, come mai? Ma, poi, perché la recinzione della scuola è divelta? Perché i banchi hanno spigoli vivi? Perché le sedie e i banchi non sono a misura di bambino? Perché solo due anni dopo la sua apertura è stata allacciata una linea telefonica dedicata al padiglione in legno? Per non parlare delle condizioni del giardino, già più volte segnalate, quasi una discarica, che obbliga i docenti a far giocare i bambini nel piazzale asfaltato, con le conseguenze che possiamo immaginare se i bambini dovessero cadere correndo. Se la sicurezza dei bambini è veramente così importante da far stipulare una polizza aggiuntiva a quella obbligatoria per legge, perchè l’assicurazione si, e le altre cose no? Dunque, sarebbe “carino” da parte dell’amministrazione scolastica, se prima di chiedere qualsiasi cosa ai genitori, riqualificasse quanto sopra menzionato, poiché si tratta di situazioni ad oggi molto critiche.

2 – Contributo - sul bollettino allegato al comunicato c’è scritto “volontario” - di € 20,00 per il primo figlio frequentante, di € 15,00 per il secondo figlio frequentante e di € 10,00 per ciascun figlio dal terzo in poi - quindi una famiglia con tre figli frequentanti dovrà pagare € 45,00!!! - . Tale contributo - continuiamo a leggere -, oltre a coprire le spese per il Libretto Personale dell’alunno (giustificazioni assenze, ritardi, valutazioni, comunicazioni scuola famiglia, …) - praticamente inutile se si usa il diario del bambino come si è sempre fatto fino ad ora - e per il Tesserino di riconoscimento da utilizzare nelle attività parascolastiche (obbligatorio ai sensi della normativa vigente in materia di visite guidate e viaggi di istruzione), sarà utilizzato per incrementare le esigue risorse finanziarie attribuite alla scuola dagli enti istituzionali preposti - a quanto pare le istituzioni non sono “distratte/inefficienti” solo per quel che concerne l’urbanizzazione del quartiere, ma anche sui servizi essenziali tra i quali la scuola dell’obbligo - e sarà finalizzato essenzialmente all’acquisto di materiale e sussidi per attività didattiche e di laboratorio - di quale laboratorio si parla? visto che ad oggi non tutte le classi utilizzano laboratori. Molte classi non effettuano nemmeno l’attività ginnica, figuriamoci se utilizzano i laboratori! - .
L’utilizzo di tale somma sarà rendicontato a consuntivo ai genitori che ne faranno richiesta(?).

Abbiamo più volte suggerito alla dirigenza scolastica, che, l’autofinanziamento per le attività scolastiche non deve attingere alle risorse delle famiglie, bensì, deve scaturire, per esempio, dall’affitto di spazi pubblicitari perimetrali la scuola e/o l’affitto delle sale interne (palestre, teatri, saloni,…) per lo svolgimento di riunioni, di attività ed eventi sportivi, di manifestazioni culturali, ecc…. Tali suggerimenti ad ora sono rimasti ignorati, continuando ad insistere sempre e solo sulle famiglie. Fin troppo facile!

Visto che le tasse le paghiamo tutti, gradiremmo sapere perché, oltre alle tasse obbligatorie per legge, ci si debba trovare a dover pagare due volte lo stesso servizio.

martedì 5 dicembre 2006

Over 40: Strumenti e Azioni nel Territorio

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato pervenutoci dalle associazioni ATDAL e LAVORO OVER 40, con le quali il Blog collabora.

Lunedì 11 dicembre dalle ore 16 alle ore 19,30, le Associazioni ATDAL e LAVORO OVER 40 organizzano presso la sala consiliare del Municipio Roma XI in via Benedetto Croce 50 (zona EUR Montagnola) un'assemblea partecipata, sul tema "Over 40: Strumenti e Azioni nel Territorio".

Alla manifestazione porterà il saluto il Presidente del Municipio Roma XI Andrea Catarci ed interverrà, tra gli altri, l'Assessora al lavoro, alle Pari Opportunità e alle Politiche Giovanili della Regione Lazio, On. le Alessandra Tibaldi. Sono previsti interventi da parte di cittadini e lavoratori.

Per motivi organizzativi è gradita una conferma della propria partecipazione all'assemblea al n. tel. 338 7434485 o via e-mail all'indirizzo del Vice Presidente ATDAL (au.delaurentiis@libero.it)
.

Di seguito ecco il comunicato, clicca per ingrandire.

domenica 3 dicembre 2006

BUONGIORNO ROMA: i 10 articoli più letti






Riportiamo i 10 articoli più letti del web BUONGIORNO ROMA:

- 1: Infernetto, al via il "condominio di zona" - (320 Letture)
- 2: Palocco 84 - (35 Letture)
- 3: Writers o Pirla? - (24 Letture)
- 4: Sul diritto d'autore - (23 Letture)
- 5: La Sentina d'Europa - (20 Letture)
- 6: Il sogno di Claudio e Traiano: un porto per Roma imperiale - (19 Letture)
- 7: Una rete contro tutte le mafie - (18 Letture)
- 8: Pubblicità senza regole - (17 Letture)
- 9: VIRUS ALIENO - (17 Letture)
- 10: LA FINANZIARIA - (16 Letture)

Da questo elenco non possiamo essere che soddisfatti e lieti di vedere che il nostro articolo inerente al "Condomionio di zona" ha avuto un discreto seguito, arrivando a ben 320 letture dalla sua pubblicazione, avvenuta, il 18 novembre sul presente Blog, ed il 22 novembre sul web di Gianluca Morale, BUONGIORNO ROMA.

Un successo certamente dovuto all'argomento trattato, proposto dai signori Mauro Orlandi e Giovanni delle Fratte e promosso da "BUONGIORNO ROMA" e da "Infernetto e dintorni".

Grazie a tutti e continuate a seguirci fornendoci i vostri contributi in merito.


Articoli correlati:
- CONDOMINIO DI ZONA
- INFERNETTO E DINTORNI PROMUOVE IL "CONDOMINIO DI ZONA"

sabato 2 dicembre 2006

ARGOMENTO VIABILITA’

Salve a tutti.
Con alcuni miei amici e colleghi universitari sto approfondendo la situazione della viabilità del quartiere.
Il nostro obiettivo al momento è principalmente riuscire a individuare i luoghi dove poter proporre degli interventi.
Per esempio partiamo da Via Cilea, un’arteria viaria asfaltata e servita da illuminazione (forse qualcuno può confermarmi che sia pubblica?) compresa tra Via Ferrari e Via Romani.
Dal materiale fotografico a nostra disposizione e da quanto scritto da Andrea nei suoi numerosi articoli sappiamo che questa strada è solo in parte aperta al traffico dei veicoli; come più volte si è accennato in questa sede l’ apertura totale al traffico della via renderebbe molto più facile l’attraversamento di quella zona di quartiere.
Oltretutto si potrebbe creare un nuovo asse viario principale Via Cilea – Via Torcegno che faciliterebbe lo sgravio di Via Castel Porziano creando così i presupposti per il declassamento di quest’ultimo previsto dal famoso Piano Particolareggiato (una corsia per i mezzi pubblici e veicoli dei residenti, copertura dei canali, pedonalizzazione, piste ciclabili).
Sempre restando nella parte Nord Est del quartiere avremmo ipotizzato un possibile prolungamento di Via Lotti fino alla corsia laterale della Via Colombo per il traffico veicolare.
Così facendo si potrebbe diminuire il traffico sulla oggi congestionata Via Ferrari, cosa ne pensate?
Poi, ci sarebbe la questione della messa in sicurezza dei vari incroci; come primo esempio abbiamo l’incrocio tra Via Castel Porziano – Via Ferrari e Via Dobbiaco dove si potrebbe intervenire con una rotatoria (oggi molto usate) per aumentare la sicurezza. Il problema è semmai capire se c’è spazio a sufficienza per un simile intervento, cosa ne pensate?
Ultimamente ho visto in TV un servizio giornalistico di una emittente locale che trattava degli avvenimenti nel Municipio XIII e si parlava anche di Via Salorno una strada (che voi sappiate pubblica o privata?) ad oggi sterrata e completamente fatiscente priva di ogni servizio che in realtà rivestirebbe un ruolo importante collegando Via Torcegno con Via Castel Porziano.

Grazie per l’attenzione.
Un saluto e a presto

VIALE DI CASTEL PORZIANO

Sono circa le 17.00 quando su viale di Castel Porziano due automobili finiscono entrambe nei canali di scolo delle acque chiare siti ai lati della carreggiata presumibilmente a seguito di un impatto fra loro.

E' successo nel tratto tra via W. Ferrari e via Cilea, uno dei pochi tratti del viale dove i canali sono rimasti scoperti. Una "distrazione" costata il cappottamento e la caduta nel fosso delle vetture. Sono subito intervenuti i mezzi di soccorso, due ambulanze, i Vigili del Fuoco ed i Carabinieri, speriamo che i danni siano solo alle auto.

Come più volte scritto e testimoniato in questo Blog, vedi l'articolo ANCORA UN ALTRO INCIDENTE, il problema della viabilità interna al quartiere è, e deve essere, sicuramente una delle priorità da risolvere. Non è possibile che la vita degli abitanti dell'Infernetto sia messa a repentaglio perchè le strade non sono sicure: la distrazione alla guida può accadere, ma se ci fosse stata l'adeguata messa in sicurezza, forse le auto sarebbero andate a finire sul marciapiede o addosso ad un muro, ma non dentro ad un fosso e cappottate.

Ribadiamo quanto sia urgente la totale apertura di via Cilea al fine di snellire il traffico su viale di Castel Porziano e delle strade limitrofe. In ogni caso, è essenziale trovare soluzioni adeguate per riqualificare una rete viaria ormai obsoleta e pericolosa, non solo per le auto ed i loro occupanti, ma anche per pedoni e ciclisti. Non dimentichiamo che il già citato fosso di viale di Castel Porziano, mette tutti i giorni a repentaglio la sicurezza dei malcapitati che, scendendo dall'autobus alle fermate antistanti il fosso, rischiano di caderci dentro.

PHOTOFRAME - di Paolo Martino

Ricevo dall'amico Paolo l'invito alla sua mostra fotografica, invito che il Blog estende a tutti i suoi gentili lettori.

L'evento si terrà dal 15 dicembre al 7 gennaio in piazza M. Buonarroti n.14 presso il centro commerciale Parco Leonardo.

Ecco di seguito la locandina e il tema della rappresentazione (clicca per ingrandire).



Partecipiamo numerosi all'evento.

giovedì 30 novembre 2006

"BUONGIORNO ROMA" NOVEMBRE 2006






Nel territorio è in distribuzione il numero di novembre del mensile "BUONGIORNO ROMA" con il quale questo Blog collabora.

A pagina 7 l'articolo di "Infernetto e dintorni", clicca qui per scaricare dalla pagina "ARRETRATI" il numero di novembre.

Buona lettura.

mercoledì 29 novembre 2006

ANCORA CODE SULLA COLOMBO

Anche questa mattina i cittadini dei quartieri limitrofi alla via Cristoforo Colombo hanno passato gradevolmente un ora della propria vita in piacevole compagnia. Tutti insieme, come spesso sentiamo a “Striscia la notizia” e “Paperissima”, “vicini, vicini” in coda, auto dopo auto, uno accanto all’altro in attesa della fatidica luce verde del semaforo.

Arrivati all’agoniata cima, l’incrocio con via di Acilia, dopo la lunga fila, rimaniamo sconcertati dall’ennesima assenza dei VV.UU. o degli assistenti al traffico che solitamente presidiano l’incrocio al fine di snellirne la circolazione.

Poi arriviamo all’incrocio successivo, quello con Malafede e la residenza estiva del Presidente della Repubblica, Castel Porziano. Tale incrocio, difficilmente lo si trova sguarnito del controllo dei VV.UU., anzi spesso è presidiato anche durante il tardo pomeriggio e le prime ore della sera. Infatti, anche questa mattina, arrivati lì, troviamo 2 assistenti al traffico, intenti nel difficile compito di farlo defluire velocemente.

La domanda, anche questa volta sorge spontanea: “perché l’incrocio di Malafede è spesso presidiato al contrario di quello con via di Acilia?” (se le complanari fossero senza soluzione di continuità, il problema non sussisterebbe).

Chiediamo al presidente del XIII Municipio, Paolo Orneli, assiduo lettore del Blog che ringraziamo per la sua consueta attenzione alle problematiche urbanistiche del territorio, di portare l’argomento all’attenzione della Polizia Municipale.

Articoli correlati:
VIA CRISTOFORO COLOMBO: CHE SCANDALO!

martedì 28 novembre 2006

CONDOMINIO DI ZONA

Riceviamo dal sig. Fabio Pulidori l'adesione all'idea lanciata dai sig. Mauro Orlandi e Giovanni delle Fratte in merito all'iniziativa "condominio di zona", promossa dal blog "Infernetto e dintorni".

Il sig. Fabio si rende disponibile per sondare la disponibilità dei residenti di Via F. Geminiani, e vie limitrofe (Via S. Gallotti, Via F. Ghione, Via Giorza e Via B. Galluppi) sulla possibilità di poter asfaltare le suddette strade.

Per maggiori informazioni potete scrivere via mail al Blog o direttamente al sig. Fabio Pulidori.

Articoli correlati:
INFERNETTO E DINTORNI PROMUOVE IL "CONDOMINIO DI ZONA"

lunedì 27 novembre 2006

ACCORDO CON "BUONGIORNO ROMA"






Cari lettori, oggi siamo a consolidare una collaborazione nata già da qualche mese.

Infatti, come avete potuto notare, il logo della Testata Redazionale è da tempo inserito tra i loghi delle redazioni ed associazioni con cui il Blog collabora.

Dalla prossima uscita del mensile "Buongiorno Roma" che avverrà in questi giorni, ci sarà una rubrica omonima al Blog, nella quale saranno inseriti gli articoli dedicati agli argomenti più sentiti dalla popolazione dell'Infernetto e del 13° Municipio che sarà gestita dal sottoscritto.

Ringrazio ancora Gianluca Morale editore di "Buongiorno Roma" per la disponibilità e la simpatia dimostrata al Blog che, come sopra riportato, aspetta i suoi gentili lettori, già dal prossimo numero di novembre, anche all'interno del mensile "Buongiorno Roma", nella rubrica "Infernetto e dintorni".

Buona lettura a tutti.

venerdì 24 novembre 2006

"L'OCCHIO CHE..." NOVEMBRE 2006







Ecco l'edizione di novembre del mensile "L'occhio che...", con il quale questo Blog collabora e ne cura l'omonima rubrica ospitata all'interno.

In questo numero:

pag. 7 Editoriale - a cura di Giancarlo Germoni

pag. 8 Che Iene - a cura di Emiliano Belmonte

pag. 11 Auguri Occhio che - a cura di Marco Belmonte

pag. 13 Cosa succede in città - a cura di Marco Belmonte

pag. 15 La malavita spara - a cura di Davide Venditozzi

pag. 17 Infernetto&Dintorni - a cura di Andrea Maria Arrigo

pag. 18 La Continuità - a cura di Andrea Germoni

pag. 21 I Damned - a cura di Federico Nervo

pag. 23 Il giorno più lungo - a cura di Simona Bottoni

pag. 25 Inserto Cinema - a cura di E. B. e D. V.

pag. 33 Formello&Trigoria - a cura di Davide Venditozzi

pag. 35 Il profumo del desiderio - a cura di Simone Colaiacomo

pag. 37 I Picchio dal Pozzo - a cura di Federico Venditozzi

pag. 39 Colazioni Eque e Solidali - di Marco Belmonte

pag. 40 Arriva la Multa - a cura di Enrico Murmura

pag. 41 Roma Yacht Club - a cura di Andrea Germoni

pag. 43 La Rieducazione in Acqua - a cura di Andrea Germoni

pag. 45 I Singles - a cura di Fabrizio Vasta

pag. 47 Musica e Svago - a cura di DJ Fabian e F. Decina

pag. 49 Comics


Come ormai di consueto in questo Blog, clicca sul logo de "L'occhio che..." e buona lettura.

domenica 19 novembre 2006

IL MESTIERE DI CERCARE LAVORO

Riceviamo e pubblichiamo la comunicazione pervenutaci dal Coordinamento Regionale Lazio delle Associazioni ATDAL e Lavoro Over 40.

Visto il successo della precedente edizione del progetto "Labirintus" e del convegno del 3 novembre, le nostre Associazioni hanno concordato col Vicariato di Roma (Pastorale Sociale e del Lavoro - Pastorale della Famiglia) una nuova e più interessante serie d'incontri presso alcune parrocchie di Roma.

A partire da venerdì 1° dicembre e sino ad aprile 2007 si svolgeranno corsi brevi su due tematiche importanti e ben note a noi Over 40:

"IL MESTIERE DI TROVARE LAVORO"
"IL MESTIERE DI CREARE LAVORO (approfondiamo l'autoimprenditorialità)"


Clicca sul documento sottostante per ingrandirlo




Per informazioni: tel. 338 7434485 - fax 178 225 5928 -
infolazio@lavoro-over40.it - infolazio@atdal.it"

sabato 18 novembre 2006

INFERNETTO E DINTORNI PROMUOVE IL "CONDOMINIO DI ZONA"

"Infernetto e dintorni", nelle persone dei Sigg.ri Mauro Orlandi e Giovanni delle Fratte, promuove il "Condominio di Zona". Un piccolo passo per avvicinare e sensibilizzare le famiglie dell'Infernetto, al fine di risolvere insieme le tante criticità fino ad ora sofferte. Ecco di seguito l'iniziativa.

Gentilissime Famiglie,

siamo due abitanti di via Ferruccio Busoni residenti all'infernetto dagli anni '70, con questa lettera vorremmo dare un primo impulso ad un progetto che ha come intento quello di dare alla nostra area un decente assetto urbanistico.

Dalla nostra esperienza maturata nel quartiere, nasce l'idea che l'unica via percorribile sia quella di creare una sorta di "condominio di zona". Tale strumento, tutto da costruire con la vostra collaborazione, dovrebbe, oltre che mantenere i rapporti con le istituzioni, darci anche la possibilità di eseguire come privati cittadini quelle opere che già in passato, quando eravamo in pochi, abbiamo realizzato.

Le cose ora sono cambiate, l'Infernetto è un quartiere vasto, intensamente abitato ed in continua evoluzione ed espansione, ma che soffre di mancanza di infrastrutture. Siamo convinti che il Comune di Roma sistemerà le vie principali, ad oggi ne ha acquisite un centinaio, lasciando le strade minori alla buona volontà dei singoli.

Dobbiamo organizzarci, per fare questo vorremmo però prima verificare il numero delle adesioni possibili, quindi sapere quali sono le vostre opinioni in merito e se esiste una condivisione delle nostre idee o se sono solo frutto della nostra fantasia.

Contattateci, qualunque sia la Vostra opinione, tramite mail, cassette delle lettere e cellulari.

E' possibile contattarci anche attraverso il nostro blog “Infernetto e dintorni” (www.infernetto.blogspot.com), che supporta e promuove tale iniziativa anche in maniera elettronica.

Cordialmente.

Mauro Orlandi
E-mail: orlandi_mauro@fastwebnet.it - Cell.: 3332098834
Giovanni delle Fratte
E-mail: dellefratte.giovanni@fastwebnet.it - Cell.: 33478536045
Cassette delle lettere site in via F. Busoni 37 e 41

venerdì 17 novembre 2006

1° FORUM EXPO "JOB & TUTOR"

L'Associazione Lavoro Over 40 dell'amico Walter, che salutiamo, ci invita a partecipare all'evento di seguito riportato.

Vi invitiamo a visitare il 1° FORUM EXPO "JOB & TUTOR" che inizierà domenica 19 novembre alle ore 9,30 presso il Summit Roma Hotel in via della Stazione Aurelia 99 e proseguirà con orario continuato (9,30 - 18) sino a lunedì 20 novembre. Lo stand dell'Associazione Lavoro Over 40 (www.lavoro-over40.it) è il n. 44.

In particolare alle ore 11 della giornata inaugurale, nell'aula 2 (aula "Sidney") l'Associazione Lavoro Over 40 sarà protagonista di un workshop dal titolo "Lavoro Over 40: una scommessa, una risorsa, una ricchezza", nel quale prenderanno la parola Giuseppe Zaffarano, Luciano Penna ed Aurelio de Laurentiis.

La partecipazione al Forum è gratuita ma è necessario registrarsi. Potrete trovare tutti i dettagli necessari nella pagina web http://www.nstecna.com/eventi/jobetutor2006/index.php cliccando poi nelle varie sezioni della colonna di sinistra. Qui sotto potete leggere una sintetica presentazione della manifestazione.

Vi aspettiamo !

Il Coordinamento Regionale Lazio
Associazione Lavoro Over 40
tel. 338 7434485
fax 178 225 5928

infolazio@lavoro-over40.it


"JOB & TUTOR"

Roma, Centro Congressi Summit 19 - 20 novembre 2006

Summit Hotel - Via della Stazione Aurelia 99



un'appuntamento annuale dedicato al mondo dello Studio, dell'Orientamento Professionale e del Lavoro, organizzato dalla casa editrice NUOVO STUDIO TECNA.

L'evento"JOB & TUTOR" si rivolge ai laureati, diplomati e studenti in cerca di soluzioni alternative, che potranno confrontarsi direttamente con le Scuole Private, le Università e Istituti di Formazione per avere informazioni inerenti l’orientamento e i percorsi didattici delle varie vie da intraprendere, nonchè a professionisti in cerca di migliore occupazione, che avranno in queste due giornate occasione di incontrare le aziende e agenzie specializzate con lo scopo di veicolare curricula e candidature.

Maggiori informazioni potranno essere reperite visitando il sito www.nstecna.com.

L’appuntamento è patrocinato dalle Associazioni ASFOR e AIF.

Sarà inoltre presente l'Assessore Tibaldi, della Regione Lazio - Assessorato al Lavoro Pari Opportunità e Politiche Giovanili.

L’ingresso è gratuito.


Target dei visitatori:

- Diplomati (Ragionieri, Periti tecnici – informatica, telecom., aeronautica);

- Laureati (facoltà di Ingegneria, Giurisprudenza, Scienze delle Comunicazioni, Scienze Politiche, Economia, Lettere, Scienze Statistiche, etc..);

- Professionisti (agenti di commercio, consulenti az.li, resp. comm.li, resp. marketing, resp. ufficio acquisti, resp. qualità, resp. risorse umane);


Attività collaterali

L'area espositiva sarà affiancata da un ampio calendario culturale, costituito da WORKSHOP dedicati per gli espositori e relatori professionali.

I lavori si svolgeranno con programmi paralleli che prevedono 3 aule al mattino e 3 al pomeriggio, dove verranno coinvolte le maggiori Istituzioni (UNIVERSITA', SINDACATI, MINISTERO DEL LAVORO, REGIONE LAZIO, ASSESSORATO POLITICHE DEL LAVORO, varie ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA) e saranno presenti relatori noti e apprezzati nel mondo del lavoro e della formazione. Anche noi saremo presenti e sarà un’occasione per portare il nostro messaggio al mondo del lavoro.


Tematiche trattate

Le tematiche dei convegni che verranno sviluppate all'interno della manifestazione riguarderanno:

- orientamento e formazione;

- formazione e sviluppo manageriale;

- l’apprendistato e normative per le forme di stage aziendali;

- il diritto del lavoro;

- i contratti lavorativi : Il rapporto tra azienda e lavoratore è le norme che definiscono le diverse tipologie;

- quali contratti di lavoro possono essere stipulati, da chi, in che modo, soprattutto quali sono i contratti denominati atipici o flessibili;

- la tutela previdenziale, le tematiche sulla sicurezza e prevenzione sui posti di lavoro

giovedì 16 novembre 2006

SCUOLA "MOZART": IL BLOG RINGRAZIA

Questa mattina abbiamo potuto prendere atto che, finalmente, nel padiglione in legno della Mozart (lo chalet), è stato installato un apparecchio telefonico con tanto di linea.

Il Blog ringrazia gli Enti preposti, le Amministrazioni locali, il XIII Municipio, il Consiglio d'Istituto, i Rappresentanti delle Classi e, non per ultima, l'Amministrazione dell'Istituto Scolastico, che, con l'aiuto anche del presente Blog, sono potuti intervenire con tanta celerità. Quindi, grazie a tutti per l'interessamento e la veloce risoluzione della problematica.

Ora attendiamo che la riqualificazione del giardino e la risistemazione della rete di recinzione al confine tra la scuola materna "Il Cucciolo" e l'Istituto "Mozart" venga effettuata con la stessa velocità.

Articoli correlati:
- MOZART: SITUAZIONE PRECARIA
- LA SCUOLA ELEMENTARE "MOZART" DI VIALE CASTELPORZIANO;
- "IL CUCCIOLO" INSICURO.

martedì 14 novembre 2006

A.C.A.N.T.Overland - Associazione Culturale Ambiente Natura e Territorio

Riceviamo e pubblichiamo una comunicazione ricevuta dall'amica Paola Scacciavillani, che salutiamo caramente, dell'associazione culturale ACANTO.


FIOCCO ROSACELESTE IN CASA ZEUS !!!!!
(Per chi ancora non lo sapesse "Zeus" è il giornale con il quale collaboro curando la rubrica "Una gita a..." Paola Scacciavillani)

Siete tutti invitati a partecipare ai grandi festeggiamenti per la nascita del nuovo giornale del nostro editore Luca Leonardi, si, avete letto bene è nato L’URLO. No, non in sostituzione di ZEUS, ma un nuovo giornale tutto umbro: nasce a Foligno dove verrà distribuito gratuitamente. E non finisce qui perché Luca, non riuscendo a clonarsi, ha avuto un’idea migliore: ha coinvolto come socie due donne molto…moltissimo in gamba, che oltretutto, come se non bastasse, sono anche due splendide ragazze. Vi ho incuriosito abbastanza? Si,? Bene, Luca invita tutti gli amici che vogliono festeggiare con lui, Tiziana e Simona, alla grandissima festa per la nascita del nuovo giornale divertimento garantito per tutti, Luca Leonardi & C. stanno predisponendo tutto alla grande, l’ospitalità degli Umbri è una sicura garanzia per l’ottima riuscita di feste, pranzi, cene….
Per l'occasione stiamo organizzando il 18 e il 19 novembre prossimi: week end in Umbria.

Sabato 18 gita a Spoleto, Assisi e Foligno, Domenica 19: Spello e Trevi

Programma:
sabato 18 novembre, ore 8 partenza con pullman dal Metro Drive In
ore 10.30 circa arrivo a Spoleto, incontro con la guida ed inizio della visita guidata al Ponte delle Torri, alla Fortezza, alle mura umbre, visita al Duomo dove potremo ammirare gli affreschi del Lippi, visiteremo inoltre la Piazza del Mercato, l'Arco di Druso e Germanico e il Teatro Romano. pranzo libero e partenza per Assisi dove nel pomeriggio visiteremo la Basilica di Santa Chiara, la Fortezza, la Chiesa Nuova, Piazza del Comune, la Basilica di san Francesco con affreschi di Giotto, Cimabue e Lorenzetti.
Tardo pomeriggio arrivo a Spello e sistemazione presso l'hotel "La Bastiglia" dove ci prepareremo per partecipare alla festa per la nascita del giornale "L'URLO". La festa, che vedrà la partecipazione delle più alte cariche comunali e provinciali, si svolgerà a Foligno nel bellissimo e prestigioso Palazzo Giusti Orfini (si suggerisce un abbigliamento elegante per le signore e per i signori giacca e cravatta).
domenica mattina ore 11 incontro con la guida per la visita della città di Spello dove vedremo il Belvedere con Porta dell'Arce e i resti della Fortezza, Porta Venere, la Chiesa di S. Andrea con tavola del Pinturicchio, la Collegiata di Santa Maria Maggiore con affreschi del Pinturicchio e del Perugino, Porta Consolare e passeggiata nei vicoli caratteristici.
Costo del week-end comprensivo di pullman a/r, albergo con sistemazione in camera doppia e prima colazione, costo per ingresso nelle città d'arte, servizio guide, assicurazione: Euro100


Gita per il gemellaggio ZEUS – L’URLO
a TREVI e MONTEFALCO
domenica 26 novembre

Passeggiata in Umbria alla scoperta (leggi:assaggio!) dei vini, dell’olio e degli ottimi salumi.

Il programma prevede passeggiate alle Fonti del Clitunno, Trevi, Montefalco e dintorni con visite e degustazioni presso i più prestigiosi vigneti, cantine, frantoi e salumifici umbri.

- ore 8 partenza con pullman dal Metro Drive In
- ore 10 circa arrivo alle “chiare, fresche e dolci acque” cantate dal Petrarca, visita guidata alle "Fonti del Clitumno"; colazione presso il Frantonio Gradassi con presentazione e degustazione dell’Olio 2006. Visita agli oliveti e illustrazione dei sistemi di produzione.
- ore 13 pranzo presso un agriturismo dove abbiamo concordato il seguente menù: antipasto umbro, strangozzi alla spoletina (oppure gnocchetti alle erbe di campagna o zuppa di farro), grigliata mista di carne di produzione locale, insalata o patate arrosto, dolce (cresciona spoletina), acqua e vino locale, caffè e amaro dell'Umbria.
- ore 15.30 visita con passeggiata ai vigneti dove si produce l’ottimo Rosso di Montefalco e il “principe dei vini rossi”, il celeberrimo Sagrantino con degustazione presso la Cantina Tiburzi, dotata di annesso salumificio dove daremo libero sfogo ai nostri migliori sogni gastronomici…
rientro a Roma nel tardo pomeriggio

Costo della gita comprensivo di viaggio con pullman a/r, visita guidata alle Fonti del Clitumno, colazione presso il frantonio, pranzo come da programma, merenda con vino e salumi, euro: 45


NAPOLI sotterranea e la via dei presepi
domenica 3 dicembre, 2006
Quello che andremo a visitare è il grembo di Napoli, da cui essa stessa è nata, visitarlo significa compiere un viaggio nel tempo lungo duemila e quattrocento anni. Ogni epoca, dalla fondazione della Neapolis alle bombe della seconda guerra mondiale, ha lasciato traccia sulle mura di tufo giallo, pietra con cui la città è costruita. A quaranta metri di profondità sotto le vocianti e caratteristiche vie del centro storico di Napoli, si trova un mondo a parte, per molto ancora inesplorato, isolato nella sua quiete millenaria eppure strettamente collegato con la città. Attraverso il pittoresco ingresso in un tipico basso di Vico cinque Santi, fra l'arredamento domestico, si viene guidati alla scoperta di una misteriosa botola al di sotto del letto, attraverso questo particolarissimo ingresso inizia un viaggio indietro nel tempo...recenti scavi hanno portato alla luce i resti di un teatro greco romano che si trova proprio al di sotto di questo caratteristico basso napoletano...

Via S. Gregorio Armeno: il crocevia della meraviglia natalizia! Con le sue botteghe e le sue bancarelle, è il luogo del Natale napoletano, la meta obbligatoria di una passeggiata sentimentale alla ricerca di un pezzo nuovo da collocare sul presepio. Il presepe napoletano è una delle tradizioni più antiche e rinomate di Napoli. I pastori che lo compongono sono delle vere è proprie opere d'arte: statuine in terracotta riproducenti dettagliatamente il popolo Napoletano del '700, dipinte ad olio e vestite con stoffe pregiate. A Napoli esiste un vero e proprio culto per il presepe e i pastori ai quali è stata dedicata Via San Gregorio Armeno.

Chiesa di S. Lorenzo:
all’interno della chiesa vengono conservate due bacheche contenenti un centinaio di gusci di noce con all'interno piccolissime scene presepiali e di ispirazione biblica.
PROGRAMMA:

ore 7 partenza dal Drive In (piazzale degli Acilii)
ore 10 circa arrivo a Napoli, incontro con la guida presso la Stazione Centrale a Piazza Garibaldi e trasferimento a Piazza Municipio, dove si lascia il pullman. Qui inizia la passeggiata tra il centro monumentale e quello storico, percorrendo la famosa Spaccanapoli. Sosta presso la chiesa di San Lorenzo e alcune botteghe presepiali lungo via San Gregorio Armeno. Sosta pranzo. Ore 15 visita di Napoli Sotterranea e il Teatro greco-romano. Nel tardo pomeriggio partenza per Roma

Costo della gita comprensivo di viaggio in pullman a/r, 2 guide, ingressi con visita guidata attraverso la Napoli sotterranea: € 38

Al costo supplementare di 8 euro è possibile stipulare una polizza assicurativa con InaAssitalia, le persone interessate, al momento della prenotazione, devono comunicare nome, cognome, luogo e data di nascita.
Escluso dalla quota è il pranzo perché si lascia libero ogni partecipante di decidere se fermarsi a mangiare una pizza oppure approfittare delle numerose bancarelle, con ghiottonerie di ogni tipo, che si incontrano lungo la passeggiata.
Prenotazioni e informazioni: 06 50913805 (lasciare messaggio);339 5467212; infoacanto@yahoo.it

%%%%%%%
Avete vecchie coperte da buttare?

Richiesta di aiuto da parte della nostra amica Liliana Mangione che, come volontaria del canile di Montelibretti avrebbe la necessità di rimediare vecchie coperte!
Quindi, se siete in condizione di aiutarla a rimediarne, mandatemi un sms al 339 5467212 e vi metterò in contatto con Liliana,

ciao Paola

mercoledì 8 novembre 2006

OPERAZIONE "MURI PULITI"

BUONGIORNO ROMA, PERIODICO DI INFORMAZIONE DEL XIII MUNICIPIO, ORGANIZZA UNA GIORNATA PER PULIRE I MURI DEL TERRITORIO DALLE SCRITTE VANDALICHE

Considerata la situazione di generale degrado in cui versano i muri in tutto territorio del XIII Municipio, imbrattati sistematicamente da vandali e sedicenti writers, il periodico a distribuzione gratuita Buongiorno Roma organizza una giornata di pulizia volontaria per ripristinare un minimo di decoro urbano, per dare un segnale di speranza a tutti i cittadini che vorrebbero vivere in un ambiente pulito e curato e per aprire un dibattito su un problema che oltre ad un danno estetico procura danni economici rilevanti sia alla collettività che ai singoli cittadini.

E’ prevista la formazione di quattro gruppi (ma molti altri vorremmo che si formassero spontaneamente) che si incontreranno domenica 19 novembre alle ore 10.00 e dai luoghi indicati, armati di pennelli e vernice gireranno per il quartiere a cancellare quante più scritte possibili. Questi i primi appuntamenti:

- Casalpalocco: Centro commerciale Le Terrazze lato Banca di Roma;

- Malafede: davanti alla nuova scuola elementare in via Oscar Ghiglia;

- Ostia: di fronte alla biblioteca Elsa Morante in via Cozza, 7;

- Acilia: di fronte all’ufficio postale di via Bocchi (San Giorgio).

Si richiede il patrocinio del Presidente Paolo Orneli e dell’Assessore all’Ambiente Paolo Stellino. Si richiede altresì l’adesione a comitati di quartiere, associazioni di commercianti, associazioni di cittadini, studenti, Istituti scolastici, quotidiani, periodici e televisioni locali.



Per informazioni e adesioni:

redazione@buongiornoroma.it;

gianlucamorale@yahoo.it, cell. 347 6632997;

lunedì 6 novembre 2006

MOZART: SITUAZIONE PRECARIA

Torniamo a parlare della “Mozart”, anzi, diciamo che è la “Mozart” a volere che si parli di lei.

Dopo quanto rilevato nei precedenti articoli:

- LA SCUOLA ELEMENTARE "MOZART" DI VIALE CASTELPORZIANO;
- "IL CUCCIOLO" INSICURO.

Oggi riportiamo l’attenzione dei nostri lettori sulla recinzione tra la scuola “Il Cucciolo” e l’Istituto in questione. Basta dare un’occhiata alle immagini riportate. Per capire la gravità della cosa.

Infatti le foto ci raccontano di una recinzione fatiscente ed ormai quasi del tutto demolita. In alcuni tratti possiamo notare la totale assenza della rete e dei paletti.

Ricordiamo che in questo modo è possibile accedere alla scuola materna “Il Cucciolo”, tramite l’istituto “Mozart”. I cancelli pedonali dell’Istituto sono sempre aperti, e grazie alla mancanza della rete di divisione tra le due scuole, è possibile accedere al giardino di infanzia della materna. Se a questo aggiungiamo anche il fatto che ultimamente il bar adiacente alla materna è stato oggetto di rapina, non credo sia il caso di indugiare ancora sul risanamento della recinzione.

In oltre, se facciamo due passi nel giardino a latere dello “chalet” della “Mozart”, possiamo trovare materiali edili di vario genere, cartacce, bottiglie vuote, mozziconi e vecchi pacchetti di sigarette: sembra quasi di stare in una discarica abusiva.

Quindi, dopo l’articolo riguardante esclusivamente lo “chalet” in legno, e gli altri svariati articoli sull’argomento sicurezza nelle scuole, (evidentemente non sufficienti a destare l’attenzione delle autorità), eccoci ancora a testimoniare lo stato dell’arte.

Le foto non hanno bisogno di alcun commento (clicca sulle foto per ingrandirle).











Attendiamo con fiducia l’intervento delle autorità competenti.

sabato 4 novembre 2006

LA VOCE DEI VERDI

Riceviamo e pubblichiamo "LA VOCE DEI VERDI" inviataci dal Vicepresidente Commissione Cultura della Provincia di Roma, Gianluca Cavino, nostro assiduo lettore, al quale inviamo i nostri più cordiali saluti.

------------------------------------------------

L'ASSESSORE ALLA CULTURA VINCENZO VITA ED IL VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE CULTURA GIANLUCA CAVINO RICORDANO L'ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI PIER PAOLO PASOLINI E PRESENTANO IL "PARCO LETTERARIO PIER PAOLO PASOLINI" AD OSTIA NEL LUOGO IN CUI E' STATO UCCISO

"UN PROGETTO IN GRADO DI RILANCIARE LA CULTURA, L'ECONOMIA ED IL TURISMO AD OSTIA"

"La Provincia di Roma ha promosso, d'intesa con la Fondazione Ippolito Nievo la realizzazione di una rete di Parchi Letterari,ed oggi – dichiarano l'Assessore alla Cultura della Provincia di Roma Vincenzo Vita e Gianluca Cavino, Vice Presidente della Commissione Cultura della Provincia di Roma - l'area dell'Idroscalo di Ostia, luogo, che la morte di Pier Paolo Pasolini ha reso simbolo e testimone della Sua stessa vita, diventa "Parco Letterario Pier Paolo Pasolini". Con i Parchi Letterari nella Provincia di Roma, che prevedono già il "Parco Letterario Virgilio"a Torvajanica-Pomezia, si costituirà una rete di beni culturali e ambientali che sarà leva per lo sviluppo economico del territorio, in particolare per un turismo sostenibile che coniughi in modo armonico il patrimonio ambientale e quello storico-culturale. Così l'area dell'Idroscalo di Ostia diventerà spazio di incontro e confronto, nel "Parco Letterario Pier Paolo Pasolini" natura e storia ricreeranno il clima culturale ed umano dell'artista. "

"Pasolini è stato definito in molti modi – dichiarano inoltre Vita e Cavino - anche se forse la parola che lo identifica è "profeta", nel suo preciso significato etimologico: "pro-phèmì colui che parla prima", i suoi messaggi sono infatti attualissimi, nonostante siano ormai trascorsi più di trenta anni dalla sua morte. La sua testimonianza di intellettuale libero e vero, mai servo e mai mistificatore, è presente nelle nostre coscienze, nonostante la si sia voluta snaturare con lo stigma dell'orientamento sessuale dell'uomo Pasolini. Uomo segnato dal discrimine della vergogna moralistica, di ogni colore politico, che pur riconoscendone la valenza culturale ha tentato di censurare la sua parola da vivo, e emarginarne la memoria spingendosi fino a far apparire la sua morte un delitto passionale e ad oscurare i motivi "politici" che l'hanno generata.L'Idroscalo di Ostia è luogo d'elezione per conservare la memoria e far conoscere le opere ed il pensiero di Pasolini affinché ci risveglino dalla superficiale omologazione di un mondo globalizzato, e ci spingano a perseguire una società nella quale non ci sia più spazio per la censura e la violenza dettata dalla ignoranza e dall'omofobia."

"Il nostro impegno, per la valorizzazione delle risorse ambientali coniugate alla cultura, - concludono Vita e Cavino - prosegue nella volontà di acquisire al Parco anche la Torre di San Michele, che potrebbe diventare un centro di documentazione e studi pasoliniani."


Vincenzo Vita
Assessore alla Cultura della Provincia di Roma

Gianluca Cavino
Vicepresidente Commissione Cultura della Provincia di Roma

------------------------------------------------

APPROVATO ALL'UNANIMITA' IN CONSIGLIO PROVINCIALE IL FORUM PER LA PACE E LA MOZIONE PRESENTATA DAI VERDI SULL'ISTITUZIONE DEGLI UFFICI PER LA PACE NEI MUNICIPI DI ROMA

CAVINO: "SIAMO TUTTI EDUCATORI DI PACE"


Oggi in Consiglio Provinciale è stato approvata all'unanimità l'istituzione del Forum per la pace, i diritti umani e la solidarietà internazionale, è questo un importante strumento politico e civile che rappresenta ulteriormente l'impegno della Provincia di Roma a lavorare perché si la realizzi ovunque e capillarmente, il pieno rispetto dei diritti dell'uomo e dei popoli.

In questo contesto si colloca la mozione presentata dal Gruppo Verdi per l'istituzione di un ufficio per la Pace nei Municipi del Comune di Roma.

"Siamo soddisfatti per il risultato ottenuto – dichiara Gianluca Cavino – Capogruppo dei Verdi alla Provincia di Roma -, finalmente il XIII Municipio avrà il suo Ufficio per la Pace, un luogo di confronto e di promozione dei temi legati alla pace, ai diritti umani ed alla cooperazione decentrata."

"Siamo convinti – aggiunge Cavino – della necessità di un consistente impegno a livello locale per quanto riguarda la pace e la difesa dei diritti umani, soprattutto attraverso la sensibilizzazione dei giovani che rappresentano il futuro dell'umanità."

"Il XIII Municipio – continua Cavino – è uno dei territori con la più alta concentrazione di popolazione giovanile ma anche un territorio con una consistente presenza di immigrazione che rappresenta un enorme patrimonio culturale da capire e valorizzare."

"Per questo – dichiara inoltre Cavino - riteniamo importante attivare iniziative sui temi della pace e della cooperazione ed ora tutto questo sarà possibile attraverso l'istituzione dell'Ufficio per la Pace nel XIII Municipio."

"Nel marzo del 2004 la Provincia di Roma ha sottoscritto con l'Università degli Studi Roma Tre un protocollo d'intesa per la realizzazione del Centro di Cooperazione per la Pace ( Ce.Co.Pax.), protocollo che ha permesso l'attivazione nella Provincia di Roma di Uffici per la Pace in alcuni Comuni della provincia. "

"Ora grazie all'approvazione in Consiglio Provinciale della mozione anche il XIII Municipio avrà il suo Ufficio per la Pace, per promuovere la cultura della pace e dei diritti umani, un luogo in cui tutti potremo essere educatori di pace."

------------------------------------------------

IL CONSIGLIO PROVINCIALE HA APPROVATO LA PROPOSTA DI ACQUISIZIONE DELLA STRADA CERVARA CAMPAEGLI.

APPROVATO ALL'UNANIMITA' L'EMENDAMENTO DEL CONSIGLIERE CAVINO

CAVINO: " ABBIAMO ASSICURATO BUONA ED EFFICIENTE VIABILITA' TUTELANDO NEL CONTEMPO IL PARCO DEI MONTI SIMBRUINI ".


"La mozione impegna l'Assessore alla viabilità a verificare l'ipotesi di acquisire, al patrimonio della Provincia di Roma la strada comunale Cervara- Campaegli per 7,5 Km, fermo restando l'impossibilità di coinvolgimento del tratto Campaegli-Monte Livata, questo è il mio emendamento, approvato all' unanimità, che costituisce il dispositivo della mozione stessa - afferma Gianluca Cavino Capogruppo dei Verdi alla Provincia di Roma- si è giunti così alla composizione di un annoso problema che ha il suo nodo nella necessità di tutelare il paesaggio e valorizzare il territorio del Parco dei Monti Simbruini ed insieme favorire ed incrementare un turismo sostenibile che diffonda l'antica cultura di montagna ed incrementi il lavoro e l'economia locale".

"Questo avverrà tanto più poiché abbiamo voluto conservare al tratto Campaegli – Monte Livata la sua funzione di strada forestale frangifiamme, utilizzabile per il servizio antincendio e per ogni tipo di soccorso o emergenza, così come denominata dal Piano di Assetto del Parco dei Monti Simbruini – spiega Cavino- era necessario stabilire una differenza fra la strada che, dal paese di Cervara di Roma permette di raggiungere l'altopiano di Campaegli, e quella che entra nel cuore del Parco sulla quale non deve esserci transito continuo ed incondizionato di autoveicoli, che metterebbero a rischio l'intero ambiente circostante con gravi danni al patrimonio naturalistico, zootecnico e faunistico".

"L'Amministrazione Provinciale di Roma – conclude il Consigliere - ha, anche in questa occasione, provveduto con accorto e significativo intervento a valorizzare il territorio provinciale, i Verdi all'interno dell'istituzione fanno vivere, con cura attenta e vigile, il rispetto e l'amore per l'ambiente".

------------------------------------------------

PROVINCIA. CARBONE: IN VISTA DELL'INCONTRO CON BERSANI (8 NOVEMBRE) ANCHE LA PROVINCIA RIBADISCA LA SUA CONTRARIETA'


"In considerazione del fatto che lo scorso 27 settembre il Consiglio Comunale di Civitavecchia ha approvato l'ordine del giorno che esprimeva il suo No alla riconversione della Centrale di TVN e che a seguire i sindaci dei territori coinvolti (Tarquinia, Ladispoli, Montalto, S. Marinella, Cerveteri, Al lumiere) si sono riuniti ancora per ribadire la propria contrarietà alla conversione al Carbone, chiedo con forza che il presidente Gasbarra dia un ulteriore segnale in linea con quanto da sempre sostenuto in questa vicenda.

Mi auguro pertanto che l'ordine del giorno che presenteremo al prossimo Consiglio provinciale venga approvato da tutte le forze politiche e che, in occasione dell'incontro del prossimo 8 novembre, convocato dal ministro Bersani, si tenga in debita considerazione la chiara e coerente posizione sostenuta dal Consiglio Comunale di Civitavecchia e la posizione già più volte espressa dallo stesso Consiglio provinciale.


Gianluca Cavino Capogruppo dei Verdi

Maurizio Fabbri
Capogruppo di Rifondazione Comunista

------------------------------------------------

SABATO 21 OTTOBRE INAUGURAZIONE DELL'ENEA TOUR

ITINERARIO CHE RINNOVA ILTRADIZIONALE E SACRO LEGAME DI ROMA CON IL LAZIO ANTICO TERRA DELLE SUE ORIGINI.

CAVINO: " IL TERRITORIO DELL'AREA METROPOLITANA A SUD DEL TEVERE VIENE FINALMENTE VALORIZZATO DA QUESTA INIZIATIVA CHE SI CONIUGA SINERGICAMENTE AL PARCO LETTERARIO VIRGILIO".

" Il mare, Roma e i Colli Albani vengono collegati dal tour nel contesto culturale del mito di Enea, ma anche nel contesto del paesaggio naturale di questi luoghi - afferma Gianluca Cavino Vice Presidente della Commissione Cultura della Provincia di Roma – realizzando così quella coniugazione di natura cultura, storia e tradizioni popolari che andrebbe ulteriormente valorizzata e promossa, nell'ottica di un turismo sostenibile e promotore di risorse economiche e lavoro.
Per questo ho fortemente voluto, in collaborazione con l'Associazione Culturale Teatro 5 Group ed I Parchi Letterari.Il circuito dell'itinerario muove non a caso dall'Ara Pacis di Augusto, poiché a questi Virgilio dedicò l'Eneide, che canta le origini di Roma, e rese immortale il mito di Enea, percorre le antiche vie Ostiense, Laurentina, Ardeatina ed Appia che attraversano l'Agro Romano e collegano Roma al mare ed ai Colli Albani".
"Si segue un percorso che tocca località sacre agli antichi romani che le veneravano recandovisi ogni anno in pellegrinaggio - spiega Cavino - prima tappa sul colle Palatino, sede del villaggio pre-romano di Pallanteum, si prosegue per raggiungere Acilia l'antica Ficana, allora foce del Tevere e luogo dello sbarco di Enea. Lasciata Acilia il percorso si snoda lungo il Bosco Sacro fino ad Albunea, ora Solforata di Santa Palomba, per poi toccare Ardea città dei Rutili e quindi il Monte Cavo ove si venerava Giove Laziale, progenitore dei Latini, per concludere si arriva infine a Pratica di Mare, antica Lavinium. Ho voluto citare tutte le tappe del tour perchè questi luoghi vengono spesso citati perchè fonte di inquinamento elettromagnetico, vedi Monte Cavo e le sue antenne, o industriale, vedi Pomezia e Ardea, mentre sono ambienti carichi di storia e bellezze da tutelare e far conoscere."

------------------------------------------------

OSTIA: COSTRUZIONE DELLA STRADA NELLA PINETA DI ACQUE ROSSE

I VERDI HANNO CONSEGNATO L' ESPOSTO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA.

CAVINO E RICCI (VERDI): " E' CERTO, QUESTA INGIURIA AL NOSTRO PATRIMONIO AMBIENTALE E' STATA REALIZZATA SENZA L'ACQUISIZIONE DELLA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

I VERDI SI RISERVANO DI COSTITUIRSI PARTE CIVILE ".


"La strada in costruzione nella Pineta delle Acque Rosse, oltre ad essere inutile e dannosa, alla salute della pineta, è stata costruita senza rispettare la normativa vigente. Ci siamo mobilitati non solo per la tutela ambientale, ma anche e particolarmente perché si rispettino le regole, nessuno può permettersi di agire arbitrariamente, poiché questo, in ultima analisi, vuol dire agire contro gli interessi della comunità." Lo affermano in una nota Gianluca Cavino Capogruppo dei Verdi alla Provincia di Roma ed Antonio Ricci Capogruppo del Sole che ride al XIII Municipio".

"Abbiamo rivolto istanza al procuratore della Repubblica di Roma - spiegano i Consiglieri Cavino e Ricci - affinché vengano accertate eventuali responsabilità ed omissioni inerenti i lavori, in particolare relativamente alla provenienza e conformità del materiale edile di risulta utilizzato per la realizzazione delle fondazioni; all'esistenza di autorizzazione scritta, da parte del Comune di Roma Ufficio di Gestione della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano; all'assoggettabilità della strada alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale".


"Dal mese di luglio ultimo scorso, da quando sono iniziati i lavori della strada nella Pineta di Acque Rosse, i Verdi hanno chiesto a tutte le autorità competenti in materia, quanto è ora argomento dell'esposto, senza però ottenere risposte esaurienti e convincenti, hanno quindi richiesto, con un sit-in , che si è tenuto il nove settembre sul luogo, l'interruzione dei lavori – concludono Cavino e Ricci – in fine non potevamo che ricorrere all'intervento dell'Autorità Giudiziaria. I Verdi continuano e continueranno il loro impegno perché in Pineta Acque Rosse si rispetti la normativa e con essa l'ambiente."

Gianluca Cavino
Capogruppo dei Verdi alla Provincia di Roma


Antonio Ricci
Capogruppo dei Verdi al XIII Municipio

------------------------------------------------

CAVINO: "AN DOVREBBE TACERE IL RESPONSABILE STORICO DI QUESTO FAR WEST DELLE ANTENNE HA NOME E COGNOME: MAURIZIO GASPARRI.

INVIATA NOTA AL PRESIDENTE DELL'A.C.E.A CHIEDENDO DI NON RINNOVARE IL CONTRATTO DELLE 23 ANTENNE PRESENTI SULLA TORRE ACEA AD OSTIA".

"Questo Municipio è stato oggetto per anni d'istallazioni molteplici ed indiscriminate di antenne per la telefonia mobile, tale attività ha prodotto aree ad elevata densità e quasi-certa fonte di inquinamento come la Torre Acea dove sono state installate più di venti antenne.

Ho inviato una nota urgente – afferma Gianluca Cavino Capogruppo dei Verdi alla Provincia di Roma - al Presidente dell'A.C.E.A. per chiedergli di NON RINNOVARE più i contratti rilasciati per le antenne della Torre di viale della Vittoria.

E' urgente e necessario che si faccia chiarezza sulla situazione di inquinamento elettromagnetico presente nella zona, poiché se sono corrette le misure effettuate dai residenti: 25V/m queste costituiscono un vero attentato alla salute dei cittadini. Si deve applicare il principio di precauzione,e provvedere, in questa area sensibile alla delocalizzazione delle antenne esistenti, vietando naturalmente nuove istallazioni.

AN dovrebbe tacere e vergognarsi delle dichiarazioni fatte – conclude Cavino – perché il responsabile di questo storico far west delle antenne ha un nome ed un cognome : Maurizio Gasparri, che con il suo decreto, reso poi incostituzionale, ha liberalizzato le installazioni delle antenne.

Inoltre l'allora Presidente della Regione Lazio Francesco Storace, anche lui di AN, non solo non ha mai prodotto una legge regionale in materia, ma non ha dato neanche la possibilità a noi Verdi di discutere la proposta di legge, che il Capogruppo dei Verdi, di quella legislatura, aveva presentato.

Quindi se ci troviamo di fronte a questa situazione lo dobbiamo all'ex Ministro di AN ed all'exPresidente della Regione di AN".

------------------------------------------------

CHICCO TESTA E DANIELE CAPEZZONE VOGLIONO ABOLIRE LE PROVINCE

CAVINO: " IL RUOLO DELLE PROVINCE E' FONDAMENTALE.
VENGANO A VERIFICARE DI PERSONA"

In riferimento alle dichiarazioni uscite sul Corriere della Sera dove si fa riferimento esplicito circa una proposta di abolizione dell'Ente Provincia dalla organizzazione territoriale italiana e sulla proposta di boicottare la prossima tornata elettorale del 2008 interviene Gianluca Cavino Capogruppo dei Verdi alla Provincia di Roma : "Rimango interdetto da simili dichiarazioni, ed in particolare perché pronunciate anche da un deputato di sinistra al Parlamento Italiano. Che abbiano deciso di far vincere la destra?".
"La provincia di Roma, la più grande d'Italia con a capo il Presidente Enrico Gasbarra ha assunto un ruolo fondamentale e strategico per i suoi 121 comuni".
"In questo momento particolare, poi, si stanno affrontando delle questioni che erano rimaste in sospeso con la precedente Giunta di Centro-Destra".
"Sembrerà poco ai Sigg.ri Testa e Capezzone ma il Piano Territoriale Provinciale Generale, il Piano di Sviluppo Rurale, la pianificazione e gestione degli istituti superiori scolasti il discorso della raccolta differenziate, il monitoraggio e la tutela ambientale, la gestione delle strade provinciali, la promozione della cultura e delle politiche sociali, per citarne solo alcuni, sono tutti argomenti che devono essere trattati in una sede opportuna di competenza provinciale".
"La Provincia di Roma, con il Presidente Gasbarra, e la sua felice intuizione di Provincia Capitale, dovrebbe essere d'esempio per le altre province italiane".
"Penso – continua Cavino – che prima di fare simili dichiarazioni dall'alto della carica che rappresentano, ogni deputato dovrebbe fare l'esperienza dell'Amministratore locale per comprendere a fondo quanto sia importante il ruolo che loro ricoprono".
"Senza le province, chi si occuperebbe degli istituti scolastici superiori? della tutela e monitoraggio ambientale del territorio? In sintesi di creare un raccordo efficace tra i comuni?".
"Per ciò che riguarda invece, l'istituzione delle aree metropolitane, di cui si parla ormai da anni ma che ancora sembrano essere in una fase iniziale, personalmente sono favorevole, ma bisogna prevedere una serie di cambiamenti strutturali non certo facili, ai quali si è iniziato a dare corso e che senza le province probabilmente avrebbero difficoltà ad attuarsi".
"Invito pertanto i Dott. Testa ed il Dep. Capezzone a venire nelle sedi della Provincia di Roma per constatare di persona il grande ed essenziale lavoro che l'amministrazione Gasbarra sta portando avanti, grazie anche a tutti i dipendenti e le dipendenti della provincia di Roma ".

venerdì 3 novembre 2006

OGGETTO DI DISCUSSIONE: IL PROGETTO DEL CENTRO COMMERCIALE

Un saluto a tutti i frequentatori dell’ utile BLOG Infernetto e dintorni.

Sono uno studente dell’Università La Sapienza e faccio parte del Laboratorio di Urbanistica Operativa che ha deciso fin dallo scorso anno di occuparsi del quartiere Infernetto e delle sue problematiche e di farne un caso di studio a livello accademico e non solo.

Fin dall’inizio della nostra attività ci è giunta la notizia dell’esistenza del progetto del centro commerciale inserito nella programmazione del Patto Territoriale Ostia Fiumicino la cui stipula a livello amministrativo risale al 1998 e che ad oggi si stima abbia inglobato poco più di 160 progetti da localizzare sul territorio Sud Occidentale di Roma.

Resta il fatto che molti di questi progetti devono passare ancora al vaglia delle amministrazioni comunali e il progetto del centro commerciale in questione ne è un esempio.
Il gentilissimo signor Antonio Fonzi coordinatore del comitato La Luigina ci ha avvisato che Lunedì potrebbe andare ad un incontro in sede di Municipio XIII per poter prendere visione del progetto che vedrebbe localizzare questo centro commerciale all’altezza dell’incrocio tra Via Canale della Lingua e la Via Colombo.

In attesa che venga fatta maggiore chiarezza riguardo la descrizione del progetto (ad esempio quanto territorio occupa? dove? quali servizi vengono offerti ai cittadini?) vorrei sapere quali sono le VOSTRE impressioni a riguardo.
La questione di fondo è se a primo impatto vedete la cosa come un ulteriore problema che si va a sommare a quelli già esistenti oppure riuscite a vederla come una possibile opportunità di sviluppo della vita sociale ed economica del quartiere.

Ciao a tutti.

Palombi Marco

"L'OCCHIO CHE..." COMPIE 2 ANNI

L'OCCHIO CHE...
Martedi 31 ottobre scorso il mensile "L'occhio che..." ha compiuto 2 anni di attività editoriale.

Un successo festeggiato presso il teatro all'aperto del centro polisportivo "Eschilo uno", al quale sono intervenuti alcuni tra i più importanti personaggi politici ed imprenditoriali del 13° Municipio. L'evento è stato aperto da un cortometraggio, ed, a seguire, musica dal vivo, aperitivo e cocktail per tutti.

"L'occhio che..." è una giovane realtà editoriale, ma, grazie ai suoi redattori ed a tutto il suo staff, è già diventata una importante testata locale, ormai punto di riferimento di molti concittadini.

Anche noi di "Infernetto e dintorni" ringraziamo per il gentile invito che ha portato alla sigla di una importante collaborazione tra il Mensile ed il Blog. Infatti, abbiamo potuto consolidare la precedente collaborazione (vedi: "L'OCCHIO CHE..." ED "INFERNETTO E DINTORNI") attraverso una vera e propria rubrica ospitata all'interno dell'Editoriale e curata direttamente dalla redazione del Blog.

lunedì 30 ottobre 2006

"BUONGIORNO ROMA" OTTOBRE 2006






Nel territorio è in distribuzione il numero di ottobre del mensile "BUONGIORNO ROMA" con il quale questo Blog collabora.

In seconda pagina l'articolo di "Infernetto e dintorni", clicca qui per scaricare dalla pagina "ARRETRATI" il numero di ottobre.

Buona lettura.

domenica 29 ottobre 2006

I "DINTORNI": NOTIZIE DAL XII MUNICIPIO

Oggi riceviamo e rendiamo pubblica la mail del sig. Francesco Scarpaleggia in merito alle problematiche del suo quartiere del 12° Municipio.

Il sig. Scarpaleggia sta fondando un Comitato di Quartiere con la debita autorizzazione e consenso dei cittadini del Municipio, in rispetto alle normative in vigore.

Se si desidera comunicare con il sig. Scarpaleggia, è sufficente scrivere a codesto blog.

Ecco il testo della mail:


Vi invio copia della mail che oggi pomeriggio ho mandato a:

MUNICIPIO XII

ANDREA SANTORO
Assessore Urbanistica e Partecipazione
Riqualificazione urbana
Comunicazione

e copia per conoscenza a

FEDERICO SIRACUSA
Consigliere del XII Municipio


Con la stessa ho ricordato quali sono alcune delle "urgenze" del nostro quartiere.

Rispetto a quanto avevo riportato nella comunicazione che ho affisso il mese scorso i lavori che l'Assessore aveva preannunciato per la bonifica della via AcquaAcetosaOstiense sono iniziati e stanno procedendo.

Tuttavia anche dentro il nostro quartiere devono essere realizzate quelle opere che sono necessarie per il decoro, la sicurezza e la funzionalità della vita di noi che lo abitiamo.

Per la soluzione dei nostri problemi credo sia opportuno fare gioco di squadra ed è necessario l'impegno e la collaborazione di tutti. Per questo credo che la costituzione di un comitato di quartiere (cdq) possa essere il mezzo per canalizzare gli sforzi di tutti e diventare l'interlocutore unico verso le Istituzioni e verso qualunque altre realtà giuridica volessimo entrare in contatto.

Per la costituzione del cdq volevo segnalarvi che ho cercato un posto dove poterci incontrare, ovviamente c'è da pagare per l'affitto della sala.

Se siete d'accordo possiamo stabilire la data dell'incontro per il 27/11/06, le spese si divideranno tra i partecipanti quindi l'invito sarà esteso a tutti: più siamo e meglio è.

L'agenda dell'incontro potrebbe essere:

1 - ATTO COSTITUTIVO del cdq
2 - DEFINIZIONE dello STATUTO che stabilisca gli scopi del cdq (allego i modelli necessari per Atto costitutivo; Statuto; Privacy)
3 - NOMINA dei REFERENTI
4 - DEFINIZIONE delle AZIONI da intraprendere VERSO il COMUNE e i COSTRUTTORI
5 - REALIZZAZIONE del SITO WEB del cdq necessario per dare un punto di riferimento comune a noi tutti ma anche verso l'esterno
6 - ACCENSIONE di CONTO CORRENTE postale o bancario per la tenuta delle somme necessarie per le spese del cdq.

Tutti sono benvenuti e tutti possono apportare idee e soluzioni.

In attesa di un vostro riscontro.

Cordiali Saluti

giovedì 26 ottobre 2006

Storie di INURBANA follia

Percorro, per portare mia figlia all'asilo, Via di Castelporziano. Passo ogni mattina davanti alla scuola Mozart e mi incanto a vedere la tenerezza con cui tante mamme premurose recitano "il rito del mattino" rivolgendosi al piccolo depositato sul marciapiede della scuola: "Hai preso tutto? Lo zaino? I libri? Il quadernone di matematica? Bravo. Hai preso la merenda? Bene. Ricordati di dire alla maestra che devi prendere l'aspirina prima di pranzo e che ti faccia bere un bicchiere d'acqua. Ricordati di non correre in giardino a ricreazione, ché la scorsa settimana avevi il mal di gola. Cerca di non sudare. Stai attento in classe. Oggi pomeriggio passa nonno a prenderti. Tutto a posto? Vai? Ti sei dimenticato di darmi un bacino…Bacino…Bravo tesoro di mamma.". Il rito si conclude col bacino richiesto, con la tenera carezza scompigliando i capelli e il saluto con la mano finchè il bimbo non ha varcato, sano e salvo, il portone di scuola. Una brava mamma italiana, premurosa, affettuosa, attenta alle esigenze del bambino.

Chi non desidera una mamma così?

Forse le decine di automobilisti che su ENTRAMBI I LATI DELLA STRADA ASPETTANO DI PASSARE, perché "il rito della mattina", in genere non si consuma parcheggiando l'auto, ma IN DOPPIA FILA BLOCCANDO IL TRAFFICO di una strada che già da sola fa piangere…

La scuola Mozart, in particolare, è dotata di parcheggio interno ed esterno che sicuramente la mattina è molto trafficato e ingolfato di macchine, ma che è certamente più adatto allo scopo delle due risicate corsie della strada.

Comunque il massimo credo di averlo visto due giorni fa quando, una mamma di cui sopra, non ha solo accostato, recitato il rito, e poi è ripartita mollando il bimbo sul marciapiede, NO! E' scesa anche lei e LO HA ACCOMPAGNATO, lasciando la macchina a bloccare una intera corsia. Nel frattempo è arrivato l'autobus che non poteva passare perché sull'altra corsia c'erano le macchine (tra cui io) che venivano nel senso opposto e siamo stati tutti fermi per circa 10 minuti in attesa dell'affettuosa signora (che naturalmente si è risentita per gli epiteti lanciati contro di lei, invece di chiedere scusa e strisciare via).

Ci scagliamo da questo blog, A RAGIONE, sulla viabilità dell'Infernetto. Indecente, indecorosa, aggravata da un piano edilizio miope che non l'ha considerata a dovere…ma se tutti noi ci comportassimo in maniera un poco più civile, forse riusciremmo a vivere anche un po' meglio.

Il mio modesto parere è che la civiltà non si vede dalle grandi cose, ma dai piccoli, piccolissimi, comportamenti quotidiani.

PS: io sono una mamma di quelle che effettua "il rito della mattina", per questo mi sono permessa di ironizzare. Spero sia chiaro che non intendevo offendere nessuno, ma solo sottolineare che queste tenerezze si possono riservare ai nostri cuccioli, anche senza dare fastidio agli altri…Con simpatia. Vale



Articoli correlati:
LA SCUOLA ELEMENTARE "MOZART" DI VIALE CASTELPORZIANO (ndr)

LA SCUOLA ELEMENTARE "MOZART" DI VIALE CASTELPORZIANO

Oggi torniamo a parlare di scuola. Siete mai entrati nel nuovo plesso scolastico della "Mozart" di viale Castelporziano?

Quel nuovo plesso tutto in legno che a vederlo da fuori sembra un fantastico chalet, ma, visto dall'interno, l'idilliaca visione viene improvvisamente meno.

Di seguito vado ad elencare alcune anomalie, quelle più evidenti:

-> l'edificio è privo di:
- apparecchio telefonico e, ovviamente, di linea telefonica (qualora un bambino si senta male, le insegnanti si trovano costrette a chiamare i genitori dell'alunno con il proprio telefonino);
- citofono o di un sistema di intercomunicazione con l'edificio principale
- un corridoio di comunicazione con il plesso principale riparato dalle intemperie (il tetto c'è, ma mancano le pareti);
- una palestra dedicata (la palestra dell'edificio principale non è sufficiente al fabbisogno sia delle elementari che delle medie);
- un adeguato parcheggio per i genitori degli alunni (tutti noi abbiamo visto viale Castelporziano durante l'entrata e l'uscita dei bambini);

-> il mobilio delle aule è:
- insufficiente: mancano armadietti/cassettiere/librerie per far si che i bambini possano lasciare i libri e/o i quaderni ed altro materiale scolastico;
- palesemente in contrasto con le norme 626: banchi con spigoli vivi, sedie fuori misura per bambini delle prime classi (le sedie ed i banchi sono adatti a persone adulte, non a bambini), appendiabiti ad altezza adulto.

Questo è lo stato dell'arte dello chalet della scuola "Mozart".

Peccato perchè, essendo stato costruito tutto in legno, deve essere costato parecchi soldi.

Magari se fosse stato costruito in muratura, si sarebbe risparmiato qualche euro e, quantomeno, ci sarebbero stati i soldi per una linea telefonica e del mobilio adeguato alle esigenze scolastiche, e chissà, anche per un corridoio di comunicazione riparato ed i parcheggi per le auto.

Speriamo che i rappresentanti di classe e di istituto siano all'altezza del loro compito e che possano collaborare con la scuola per far si che quanto sopra descritto rimanga solo un brutto ricordo, e che un giorno ci si possa sorridere sopra.

Oggi la situazione invece fa solo piangere perchè, come al solito, a farne le spese sono soprattutto i figli dell'Infernetto.

Chiediamo agli enti competenti, Regione, Provincia, Comune e Ministero dell'Istruzione, di focalizzare la loro attenzione sull'argomento, in modo da fornire il loro gentile contributo al fine di agevolare la risoluzione delle problematiche. Ci permettiamo di suggerire una raccolta fondi tramite un autofinanziamento che potrebbe provenire dall'affitto di spazi pubblicitari (cartellonistica), nell'area perimetrale dell'istituto ed all'interno della palestra, soluzione già suggerita nell'anno scolastico 2005-2006 e riproposta in questo anno scolastico.



Articoli correlati:
"IL CUCCIOLO" INSICURO (ndr)