"Infernetto e Dintorni" è un blog realizzato dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, ideato con lo scopo di agevolare lo scambio di opinioni tra gli abitanti dell'Infernetto e del X Municipio, ex XIII Municipio. L'obiettivo del blog è di fornire visibilità circa l'urbanizzazione del quartiere e le criticità ad essa connesse. Divulghiamo informazioni, condividiamo emozioni. L'Associazione è stata promotrice ed è stata fra i Soci Fondatori del Coordinamento Infernetto fino al 09/04/2016.

Istituto Luce Cinecittà - Polvere d'archivio

Loading...

CERCA NEL BLOG

sabato 28 febbraio 2009

CANALE 10 NEWS SU "Messa a norma delle pedane alle fermate ATAC/TRAMBUS"

Grazie a quest'ultimo servizio di Canale 10 NEWS si torna a parlare di sicurezza all'Infernetto.

Il Coordinamento Infernetto, nella persona del suo Presidente Franco Gobbi, ha raggiunto un altro risultato in materia di viabilità sicura.

Era molto tempo che i cittadini lamentavano la mancanza di sicurezza alle fermate dell'autobus lungo il viale di Castel Porziano, il rischio a cui i passeggeri dell'ATAC andavano incontro era di cadere nel fossato adiacente il viale o di essere investiti dalle auto in transito: come riportato dal servizio di Canale 10 NEWS, una ragazza è stata investita rischiando di finire anche nel canale.

Oggi, grazie all'impegno di ATAC/TRAMBUS, delle Istituzioni in collaborazione con il Coordinamento Infernetto, nonostante numerose problematiche più che altro a carattere burocratico, si sta procedendo alla messa in sicurezza delle fermate tramite l'intallazione di pensiline e debiti accorgimenti.

Questo, per noi dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni che siamo tra i soci fondatori del Coordinamento, non è solo un ottimo risultato raggiunto, ma un primo passo delle Istituzioni per rendere operativo quel famoso "Progetto Sicurezza" tanto voluto dall'attuale Governo in campagna elettorale e non solo. Attendiamo la messa in sicurezza di tutte le strade dell'Infernetto tramite l'adeguata manutenzione e la realizzazione di una adeguata illuminazione pubblica, il tutto indipendentemente dall'acquisizione o meno delle strade.

Ricordiamo a tutti i cittadini che si trovano con la strada dissestata che, ad oggi, se qualcuno riceve dei danni o, peggio, muore a seguito di una buca/voragine apertasi davanti ad una casa, gli unici legalmente responsabili sono i frontisti, ossia i padroni della casa situata di fronte alla buca stessa.

Di seguito il servizio di Canale 10 NEWS.



ROMA: CODACONS, SICUREZZA STRADALE A RISCHIO IN TUTTA LA XIII CIRCOSCRIZIONE

Tratto da "Libero-News.it"

Roma, 27 feb. - (Adnkronos) - ''Tempo fa avevamo denunciato come la zona fosse a rischio per pedoni e automobilisti, e come non fosse garantita adeguata sicurezza stradale nell'intero municipio. A distanza di mesi nulla e' cambiato e i problemi per gli utenti della strada si sono accentuati, come dimostrano le tante segnalazioni ricevute al Codacons". Lo afferma il vicepresidente Codacons, Giovanni Pignoloni, intervenendo, a seguito delle segnalazioni dei cittadini, sulla sicurezza stradale ad Acilia e in tutta la XIII Circoscrizione.

Pignoloni sottolinea che "ad Acilia, Infernetto, Ostia Antica, Dragona, Dragoncello, Villaggio San Francesco, ecc. la segnaletica orizzontale e verticale e' assolutamente insufficiente, le strade sono piene di buche, i marciapiedi scarseggiano, con la conseguenza che i pedoni sono costretti a camminare sulla carreggiata mentre le auto sfrecciano a pochi centimetri. E ancora: automobili parcheggiate sui marciapiedi e in doppia fila, i controlli sono inesistenti, i limiti di velocita' quasi mai rispettati, e raramente si vedono pattuglie dei Vigili urbani in servizio sulle strade''.

''Una siffatta situazione -prosegue Pignoloni- incrementa inevitabilmente il numero di incidenti nella zona. Per questo abbiamo deciso di lanciare una nuova campagna in favore dei cittadini del XIII municipio: in caso di incidenti, gli utenti della strada potranno rivolgersi al Codacons per chiedere i danni al Comune, in relazione alla scarsa sicurezza stradale che caratterizza la zona". "Se la concausa di un sinistro, infatti, e' la carenza di segnaletica o l'assenza di controlli da parte delle forze dell'ordine, allora le istituzioni devono risponderne e risarcire gli utenti. Se non si registreranno miglioramenti nel breve periodo - conclude -, coinvolgeremo la magistratura capitolina attraverso una serie di esposti e documentazione fotografica''.

giovedì 26 febbraio 2009

ROMA: VERDI, SCOMPARE ELETTRODOTTO 'MOSTRO' DEL XIII MUNICIPIO

Tratto da "Libero-news.it"

Roma, 25 feb. - (Adnkronos) - ''Scomparira' il famigerato elettrodotto che circonda gran parte del XIII municipio, attraversando Ostia, dal lungomare a via dei Promontori, Acilia, Bernocchi e Infernetto''. Lo comunicano in una nota Gianluca Cavino, portavoce dei Verdi del XIII Municipio di Roma e coordinatore dei Verdi del litorale, e Sandro Lorenzatti, dell'esecutivo Regionale dei Verdi del Lazio. ''Anni di battaglie ambientaliste - dichiarano Cavino e Lorenzatti - avranno finalmente un buon esito grazie al protocollo che si sta firmando tra Acea e Terna, il Comune di Roma e la Regione Lazio. E' il segno che le richieste dei Verdi e degli ambientalisti si rivelano giuste e che se si spendessero maggiori risorse da subito per le nuove tecnologie l'impatto ambientale di tanti servizi sarebbe abbattuto. Altro che il ritorno al nucleare che il governo Berlusconi, conservatore e retrivo propone agli italiani!''.

''Il nuovo progetto Acea - proseguono Cavino e Lorenzatti - prevede infatti la sostituzione dell'impianto aereo con un impianto interrato lungo la vista Ostiense che, passando per Palocco, si colleghera' all'area Laurentina. In questi giorni l'assessorato Ambiente della Regione Lazio, sta effettuando sopralluoghi, assieme ai tecnici di Terna, Acea e Comune, per verificare le proposte dei gestori e verificare le possibilita' di ulteriori riduzioni dell'impatto ambientale, interrando o spostando gli impianti esistenti.

''Secondo l'attuale piano - spiegano - verranno dismessi su tutto il territorio comunale circa 256 km di linee esistenti, mentre le nuove linee saranno di 87 Km, per una riduzione complessiva effettiva di circa 169 Km. Delle linee rimanenti, circa 51 km verranno interrate, abbattendo quindi il loro impatto visivo. Nei prossimi mesi finalmente - concludono - i cittadini di Ostia e del XIII vedranno finalmente scomparire l'elettrodotto 'mostro' che attraversa tutto il territorio con grave impatto ambientale e paesaggistico.''

mercoledì 25 febbraio 2009

PER UN INFERNETTO PIU’ SICURO

Riceviamo e pubblichiamo.

Clicca per ingrandire

INFERNETTO: EMERGENZA SICUREZZA

La sicurezza del quartiere ultimamente è stata messa a dura prova.

Ricordiamo alle Istituzione quanto sia importante l'illuminazione pubblica funzionante in tutte le strade del quartiere. Una strada buia, non favorisce solo la possibilità di incidenti stradali o brutte cadute, ma, come possiamo vedere dall'ottimo servizio di Canale 10 NEWS, offre ai malintenzionati la necessaria copertura per agire indisturbati.

Per la sicurezza dei cittadini è necessario l'adeguato controllo del territorio da parte delle Forze dell'Ordine coadiuvato dalla corretta illuminazione stradale. Quest'ultima, infatti, è un ottimo deterrente ed un alleato dei cittadini e dei tutori della sicurezza.



martedì 24 febbraio 2009

Municipio XIII, Carnevale ad Ostia

Fino al 24 febbraio, Ostia celebra in grande stile il Carnevale: sfilate di carri e maschere, cabaret, giochi per bambini, negozi aperti la domenica. Duplice la finalità, sottolinea l'assessore al Commercio e al Litorale, Davide Bordoni: rilanciare la festa, che ad Ostia conobbe momenti di gloria negli anni '60; incentivare la frequentazione del litorale fuori stagione, promuovendo il commercio nell'attuale fase di crisi.

Clou del Carnevale marino, le sfilate sul lungomare il 15 e il 21 febbraio. Altre sfilate di carri il 24 al porto. Il 22, a piazza dei Ravennati, festival del cabaret romano. Per far largo alla festa viene creata l'isola pedonale più grande di Roma: oltre 5 chilometri di lungomare.

Per tutte le iniziative del Carnevale in città il Comune ha stanziato 200 mila euro

Martedì grasso, le deviazioni Atac a Tormarancia e Acilia

Martedì 24 febbraio, ultimo giorno di Carnevale, è previsto a Tormarancia un corteo in maschera con gli alunni di scuole dell'infanzia ed elementari della zona.
Dalle 10 alle 12,30 verranno chiuse al traffico piazza Lorenzo Lotto e via Livio Agresti. Per le linee 160, 670 e 716 è prevista una deviazione di percorso.

Ad Acilia, invece, dalle 14 sfileranno i carri dell'oratorio della parrocchia San Giorgio, partendo da largo San Giorgio e proseguendo per via Bonichi, via Previati, via Brea, piazza Segantini, via di Saponara, via di Macchia Saponara, via Bocchi e via Molteni. Da lì il corteo tornerà verso largo San Giorgio per via di Macchia Saponara, via Saponara, via Morelli, via Galli e via Bonichi.
Durante la sfilata le linee 04 e 08 verranno deviate su percorsi alternativi.

ILLUMINAZIONE PUBBLICA ALL'INFERNETTO? UNA LENTA REALTA'

Apprendiamo con soddisfazione la messa in sicurezza di alcune strade dell'Infernetto tramite la collocazione di diversi punti luce.

Questo è un chiaro segnale che lentamente il XIII Municipio sta mantenendo le promesse. Nell'attesa che questo intervento coinvolga tutte le strade del quartiere, sempre in tema di sicurezza, ricordiamo alle Amministrazioni gli interventi riguardanti la manutenzione di tutte le vie dell'Infernetto, ad oggi in uno stato disastroso e pericolose per l'incolumità dei cittadini, indipendentemente dalla loro acquisizione da parte del Comune.

Associazione Culturale Infernetto e Dintorni


Articolo tratto da "Il Faro on line"

Sicurezza, in arrivo altri 40 punti luce sulle strade dell’entroterra

Ostia - Partono i lavori nella zona dell’Infernetto

Prosegue a pieno ritmo il progetto di illuminazione di alcune strade del territorio a maggiore densità abitativa, finora rimaste al buio. Ufficio tecnico del XIII municipio, dipartimento XII e Acea iniziano infatti in questi giorni i lavori per installare oltre quaranta punti luce in alcuni tratti di via Merano all’Infernetto e, in particolare, tra via Castelporziano e via Villandro - tratto lungo 519 metri - e tra via Valfloriana e via Cima Vallona - 534 metri - . Gli interventi fanno parte del piano finanziato con oltre 500mila euro grazie al progetto approvato in giunta lo scorso autunno in sede di assestamento di bilancio capitolino. I punti luce saranno installati ogni 25 metri. In questi ultimi mesi sono stati completati i lavori che hanno riguardato via Alessio Olivieri e Angelo De Gubernatis, sempre nella zona Infernetto, dove sono stati posizionati rispettivamente 42 e 53 punti luce per un importo di 176mila e 214mila euro. In via Luigi Pietrobono e in via Girolamo Baruffaldi, zona Casalbernocchi con 7 e 3 i punti luce individuati per un costo di 26 e 10mila euro. Sempre in zona Casalbernocchi, sono stati ultimati anche gli interventi che hanno riguardato la posa di quattro lampioni in via Pavullo del Frignano - costo, 19mila euro - . In via di ultimazione i lavori per l’installazione di 23 lampioni in via Domenico Mustilli nella zona Stagni di Ostia. In questo caso la somma stanziata ammonta a 73mila euro.

lunedì 23 febbraio 2009

Pineta Castelfusano, al via la bonifica

Avviata la bonifica della pineta di Castelfusano: alla presenza del sindaco Alemanno, 30 operatori del Servizio Giardini – fa sapere l'assessore all'Ambiente Fabio De Lillo – sono intervenuti con ruspe, camioncini e motoseghe per abbattere le baracche di legno. In alcuni punti, dove era impossibile portare le macchine, gli operatori hanno effettuato a mano le operazioni di pulizia.

"Contiamo di completare i lavori di bonifica degli 82 insediamenti abusivi, situati all'interno della pineta di Castelfusano, nel giro di due settimane", prosegue De Lillo. La bonifica di Castelfusano, prosegue l'assessore, è parte di un programma complessivo e sistematico che ha portato, in circa un mese tra dicembre e gennaio, all'abbattimento di 183 insediamenti fuori norma.

Ora, conclude De Lillo, l'obiettivo è duplice: "velocizzare ulteriormente il piano di intervento per abbattere le baraccopoli abusive, che negli ultimi anni sono cresciute in maniera impressionante"; nel contempo, "monitorare costantemente i luoghi bonificati, mappati attraverso un sistema satellitare e quindi ormai facilmente controllabili".

Il contenuto di questa mail è rivolto esclusivamente alle persone che utilizzano normalmente l'indirizzo di posta elettronica presso cui la presente è stata spedita e può contenere informazioni riservate o coperte dal segreto. Sono vietati la riproduzione, la comunicazione (inoltro) e la diffusione di questa e-mail in mancanza di espressa autorizzazione del mittente. Se avete ricevuto la presente e-mail per errore o comunque non ne siete il destinatario non potete utilizzarla in alcun modo e vi invitiamo cortesemente a contattarci immediatamente per e-mail, telefono o ai recapiti sotto riportati.

LA CITTÀ È UN BENE COMUNE, RIPRENDIAMOCELA!

Riceviamo e pubblichiamo.
Clicca per ingrandire

sabato 21 febbraio 2009

Bando Firb per ricercatori under 38

Il ministero dell’Università stanzia 50 milioni di Euro a favore di giovani studiosi per finanziare progetti di ricerca. Le domande devono essere presentate entro IL 27 febbraio

Il ministero dell’Istruzione, dell’università e Della ricerca, nell’ambito del Firb (Fondo per IL finanziamento Della ricerca di base) stanzia 50 milioni di Euro volti al finanziamento di progetti di ricerca fondamentali realizzati DA giovani studiosi. L’iniziativa è finalizzata a favorire IL ricambio generazionale e a sostenere Le eccellenze scientifiche emergenti e già presenti presso gli atenei e gli enti pubblici di ricerca. Al programma, denominato “Futuro in ricerca”, possono accedere dottori di ricerca italiani o comunque comunitari di età non superiore AI 32 anni non ancora strutturati e giovani docenti o ricercatori di età non superiore a 38 anni.
Il programma is concretizza nella presentazione di progetti di ricerca fondamentale, anche a rete, di durata almeno triennale.
I progetti devono essere presentati entro IL 27 febbraio 2009. La modulistica e ulteriori informazioni possono essere scaricate agli indirizzi:

Sitofirb.cineca.it
www.miur.it

venerdì 20 febbraio 2009

CANALE 10 NEWS SULLA SICUREZZA E LA VIABILITA' DELLA CRISTOFORO COLOMBO

Riportiamo lo splendido servizio di Mara Azzarelli, di Canale 10 NEWS, circa la situazione della Cristoforo Colombo.



CANALE 10 NEWS SULLA PINETA DI OSTIA







Fallimento Alitalia: migliaia le famiglie romane indebitate

Federazione Nazionale del Trasporto Aereo


COMUNICATO STAMPA DEL 19 FEBBRAIO 2009


Fallimento Alitalia: migliaia le famiglie romane indebitate

Un sondaggio sulla situazione debitoria dei dipendenti Alitalia, rimasti senza lavoro, lancia l’allarme socio economico che potrebbe investire aree specifiche della Capitale.
Federvolo, associazione professionale che riunisce i lavoratori del trasporto aereo, ha fotografato una parte della esposizione debitoria degli ex dipendenti Alitalia. L’iniziativa è partita i primi giorni del 2009 e, dopo solo un mese di sondaggio, i dati sono preoccupanti:

- Indebitamento per mutui: oltre 6 milioni di Euro
- Indebitamento per prestiti personali: oltre 300 mila Euro
- Indebitamento per cessione del quinto stipendio: oltre 250 mila Euro

Da ciò è facile comprendere il dramma socio economico che, entro la prossima estate, si abbatterà sul XIII municipio e sul Comune di Roma. Volendo fare una proiezione delle stime mensili, le cifre sopra riportate dovranno essere moltiplicate per i 6 mesi a seguire.
Il risultato del debito totale accumulato dalle famiglie è impressionante:

- Indebitamento per mutui: oltre 36 milioni di euro
- Indebitamento per prestiti personali: oltre 1 milione 800 mila Euro
- Indebitamento per cessione del quinto stipendio: oltre 1 milione 500 mila Euro

E’ importante sottolineare che al sondaggio stanno partecipando, per ora, solamente gli assistenti di volo, appena il 20% della vecchia Alitalia, su un totale di 20 mila dipendenti. E’ facile immaginare, dunque, che la situazione debitoria sia notevolmente più ampia.

Il presidente di Federvolo, Tito Livio Silvestri, ci spiega che “Federvolo sta portando avanti un progetto che ha come obiettivo primario la salvaguardia di tutte le persone, fisiche e giuridiche coinvolte nel fallimento Alitalia, società che, lo ricordiamo, era la più grande azienda del centro-sud italiano. Le conseguenze del suo fallimento coinvolgeranno anche molteplici aziende dell’indotto.

Tale crisi colpirà anche gli istituti di credito, assicurazioni, il settore immobiliare, aziende di servizio, grande e piccola distribuzione, ristorazione e negozi al dettaglio.
Per limitare l’impatto di questa crisi, che si aggiunge ad una crisi generale già esistente, la Federvolo sta mettendo in atto una serie di nuove iniziative che sono già state proposte alle istituzioni locali, tramite il Presidente del XIII Municipio Giacomo Vizzani ed al Comune di Roma, tramite Assessore alle Politiche Industriali di Roma Davide Bordoni, entrambi sensibili all’iniziativa e favorevoli ad appoggiare il progetto.

Inoltre Federvolo è in contatto con i maggiori istituti bancari, broker assicurativi ed altre aziende primarie, al fine di stipulare accordi che possano venire incontro a tutte le persone che, a seguito del fallimento Alitalia, andranno incontro a spese sempre maggiori, ma con entrate decisamente minori.

Ci riferiamo agli oltre 3000 dipendenti precari Alitalia e relative famiglie che non saranno riassunti in CAI; ci riferiamo agli oltre 8000 cassaintegrati che da dicembre scorso non ricevono lo stipendio e neanche il sussidio della cassa integrazione. Ma ci riferiamo anche a tutti i 12500 nuovi dipendenti CAI che sebbene stiano lavorando, avranno sicuramente una decurtazione di oltre il 15% rispetto allo stipendio precedente, nonostante i sindacati abbiano firmato un accordo con la CAI, nel quale si dichiarava una diminuzione del 7% della retribuzione.

Per questo motivo è fondamentale il coinvolgimento delle associazioni che rappresentano i commercianti. A fronte di tutto questo, l’obiettivo finale del progetto Federvolo è quello di mantenere invariato il potere di acquisto per cercare di non fermare le economie di tutte le zone urbane coinvolte nel fallimento Alitalia. L’iniziativa si estende anche a tute le imprese anch’esse coinvolte nel fallimento Alitalia”

Ufficio stampa
www.federvolo2005.it
Cesare Colangelo 347.3862075

lunedì 16 febbraio 2009

VIABILITA' ALTERNATIVA

Che il XIII Municipio in generale, ed alcuni quartieri, in particolare, siano rimasti "chiusi fuori" dalle Mura Romane, purtroppo è ormai cosa ben nota, ma siamo certi di aver valutato tutte le probabili soluzioni al fine di risolvere questo problema?

Sappiamo tutti che le uniche vie di comunicazione da e per Roma sono solamente le consolari (Cristoforo Colombo, Via del Mare e Ostiense), in servizio da una sessantina d'anni e mai riqualificate.

Molti affermano che la soluzione all'isolamento passa attraverso la costruzione di sottopassi agli incroci di Malafede, Acilia, AXA/Infernetto, Casalpalocco e Canale della Lingua, ricalcando quanto è stato fatto sull'Appia fuori dal Grande Raccordo Anulare. Soluzione che risolverebbe certamente il problema, ma che sarebbe una soluzione solo a lungo termine, costosa e molto sofferta.

Infatti, se pensiamo a quanto ci è voluto per fare il sottopasso della via del Mare ad Acilia (un opera rimasta tutt'oggi incompleta dopo un quinquennio di lavori e di disagio per tutti i veicoli), ci rendiamo conto di quanto sia mastodontico il progetto. Di più facile realizzazione, di minor costo e di minor impatto sulla viabilità (facendo i sottopassi la Colombo andrebbe chiusa come successe per la via del mare ad Acilia), potrebbe essere il completamento delle complanari in ambo i sensi di marcia. Certo, non è questa la soluzione alla viabilità, ma rappresenta un passo avanti nella giusta direzione.

In ogni caso, se guardiamo la mappa di seguito riportata, ci rendiamo conto di come il XIII Municipio oggi risulti restare isolato dal resto della città.


Visualizzazione ingrandita della mappa

A parte le consolari di cui prima, non c'è altro modo per andare da Ostia ad Acilia. Ci sarebbe la via dei Pescatori, ma per ovvi motivi di sicurezza stradale, per un lungo tratto è stata ridotta a senso unico. Quindi, nulla.

Per andare da Acilia a Vitinia sono previste delle vie di interconnessione a margine di Malafede (quartiere Caltagirone/Giardini di Roma) con Vitinia, ad esempio via Massimo Troisi e via Gianni Agus con via del Risaro, via Castel d'Aiano, via Massa Fiscaglia ma ad oggi risultano incomplete, quindi ancora nulla. Bisogna sempre servirsi della Colombo e dell'Ostiense appesantendo ancora la viabilità.

Vitinia/Torrino/Mostacciano/EUR sarebbero collegati tramite via Lago Santo che permette di arrivare da Vitinia a via di Mezzocammino e, quindi proseguire verso Roma, ma essendo quartieri di nuova costruzione ad oggi questa soluzione sembrerebbe essere ancora lontana.

Questa "INTERCONNESSIONE TRA I QUARTIERI", come abbiamo visto, permetterebbe di alleggerire di molto il traffico che ora è sopportato dalla Colombo, la via del Mare e l'Ostiense, e di conseguenza consentirebbe una maggiore libertà di movimento ai cittadini.

Non è un'idea nuova, tutt'altro, negli ultimi trent'anni questa soluzione è stata proposta e perorata a vario titolo da molte Associazioni di Quartiere (CdQ, Coordinamenti, Consorzi, ecc...) e dai cittadini. Anche noi dell'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni stiamo da tempo indicando anche questa tra le possibili soluzioni dell'annoso problema, ma ancora oggi se ne parla solamente, o, comunque, le cose si muovono con molta lentezza.

Speriamo che gli Enti Competenti si rendano conto presto che il XIII Municipio è letteralmente emarginato dal resto della Capitale. I quartieri che più di tutti soffrono l'emarginazione sono Dragona e Dragoncello per quanto riguarda il lato nord e l'Infernetto per il lato sud.

I primi due non hanno altra uscita che su via dei Romagnoli (complanare di via del Mare lato Tevere), mentre l'Infernetto non ha altra via se non la Colombo per raggiungere gli altri quartieri del Municipio e del Comune di Roma.

Però, mentre per Dragona e Dragoncello si potrebbe dar vita al collegamento verso Fiumicino/Parco Leonardo/Nuova Fiera di Roma tramite il progetto del ponte sul Tevere, per l'Infernetto, a meno che qualcuno si inventi un fantascientifico sottopassaggio attraverso la Tenuta Presidenziale, al momento non c'è soluzione.

Bilancio: il tesoretto ammonterebbe a 1,6 milioni

Tratto da "Il Tempo.it"

Ai Municipi vanno 67,5 milioni di euro

Entra nel vivo oggi, la discussione sul Bilancio capitolino, con il vertice di maggioranza indetto per questa mattina al Jolly Hotel, dove sindaco, assessori e tutti i consiglieri della maggioranza capitolina si confronteranno sulla manovra finanziaria, all'esame della Commissione Bilancio da domani.

Una delle tante novità riguarda proprio i Municipi. Già venerdì il sindaco Alemanno aveva annunciato la «scoperta» di un tesoretto da destinare ai Municipi, sempre in sofferenza. E il tesoretto non sarà soltanto in termini di risorse disponibili. Sul totale previsto in Bilancio da destinare ai Municipi, che ammonta a 67,561 milioni di euro il Campidoglio è riuscito ad aggiungere ulteriori risorse, 1,6 milioni di euro, che verranno distribuiti ai Municipi più «bisognosi».

«Al di là del "tesoretto" - commenta il presidente della Commissione Bilancio, Federico Guidi (Pdl) - questo bilancio rappresenta una vera e propria "rivoluzione copernicana", permettendo tra l'altro ai Municipi di fare subito la programmazione, grazie al fatto di sapere già con chiarezza le risorse disponibili. Non solo. Il Campidoglio darà altri due aiuti ai Municipi, contribuendo alla manutenzione oridinaria della rete stradale e lasciando invariata la spesa sociale, due voci che pensano sensibilmente sulle casse dei parlamentini locali».
Nel particolare, nel piano investimenti le risorse riservate ad ogni singolo Municipio, distribuite, ricordiamo in base alla popolazione residente e destinate a sostenere le spese per asili nido, edilizia scolastica e residenziale, anziani, refezione scolastica, mobilità e in alcuni casi anche verde pubblico e mercati rionali, sono:
I Municipio: 2 milioni 857 mila euro; II Municipio: 3 milioni 519 mila euro; III Municipio: 1 milione 773 mila euro; IV Municipio: 2 milioni 980 mila euro; V Municicpio: 6 milioni 520 mila euro; VI Municipio: 2 milioni 736 mila euro; VII Municipio 2 milioni 440 mila euro; VIII Municipio: 4 milioni 471 mila euro; IX Municipio: 2 milioni 853 mila euro; X Municipio: 2 milioni 601 mila euro; XI Municipio: 5 milioni 170 mila euro; XII Municipio: 4 milioni 477 mila euro; XIII Municipio: 3 milioni 650 mila euro; XV Municipio: 3 milioni 496 mila euro; XVI Municipio: 2 milioni 180 mila euro; XVII Municipio: 2 milioni 607 mila euro; XVIII Municipio: 5 milioni 571 mila euro; XIX Municipio: 3 milioni 811 mila euro; XX Municipio: 3 milioni 250 mila euro.

Oggi l'ultima «messa a punto» della manovra finanziaria capitolina, poi i Municipi avranno venti giorni di tempo per presentare osservazioni, mentre già da domani la Commissione Bilancio inizierà la lunga maratona per l'esame del provvedimento più importante nella vita capitolina, non solo economica.

sabato 14 febbraio 2009

RISCHIO AMIANTO, COMITATI LANCIANO MOBILITAZIONE PERMANENTE

Riceviamo e pubblichiamo

La Rete Romana di Mutuo Soccorso nel dichiararsi solidale con i cittadini dell'EUR invita tutti a diffonderlo.


COMUNICATO STAMPA

VELODROMO: DOMANI IN ONDA SERVIZIO SU RAI UNO
RISCHIO AMIANTO, COMITATI LANCIANO MOBILITAZIONE PERMANENTE


- Continua la mobilitazione dei cittadini e dei comitati contro il pericolo della dispersione dell’amianto dal Velodromo dell’Eur. A seguito dell’assemblea pubblica partecipatissima di giovedì scorso, con la presenza di diverse testate giornalistiche radiotelevisive, domani mattina andrà in onda un servizio su RAI UNO a partire dalle 7.00 durante la trasmissione “Sabato e Domenica” sulla vicenda - è quanto dichiara il Coordinamento cittadini e Comitati per la difesa dell’Eur. - Crediamo che l’attenzione dell’opinione pubblica sia fondamentale per dare voce alle forti preoccupazioni dei cittadini espresse in più di una occasione in assemblee e denunce contro l’eventualità che durante l’esplosione della struttura olimpica si siano potute disperdere polveri di amianto che sappiamo essere gravemente dannose per la salute pubblica. Tra l’altro ancora in questi giorni proseguono lavori di scavo e di rinvenimento di materiali contenenti amianto nell’area. Per questo – prosegue la nota - il Coordinamento insieme alle tante realtà associative e territoriali lancia una Mobilitazione Permanente che si svilupperà nelle prossime ore sul territorio coinvolgendo la popolazione appellandosi al mondo delle istituzioni finora rimasto gravemente silente alle richieste di chiarimenti e rassicurazioni poste dai cittadini. -


Per info:
Cristina Lattanzi
3289441285
coordinamento.eur@gmail.com

venerdì 13 febbraio 2009

COORDINAMENTO, TEMPO DI BILANCI E SPERANZE

Clicca per ingrandireClicca per ingrandire

Pineta di Castelfusano: tra esercitazioni militari e gran premio

di Gianluca Cavino

“Incredibile ma vero!!! Continuano le deliranti proposte per utilizzare a fini militari o economici il più grande patrimonio verde che ha la capitale di Roma. Qualche mese fa abbiamo assistito alla proposta del Presidente del Municipio di voler utilizzare la Pineta di Castelfusano per le esercitazioni militari al fine di garantire la sicurezza in quell’area, ora da parte di un esponente autorevole del PD viene proposto di utilizzarla per ospitare il gran premio di formula uno così come avvenne nel 1954, ci spiace comunicare all’attento propositore che dopo 55 anni la Pineta di Castelfusano è diventata Riserva statale del litorale Romano”.

E’ quanto dichiara Gianluca Cavino, Portavoce dei Verdi del XIII Municipio e Coordinatore del Litorale Sud che promette battaglia e forme di democrazia diretta per impedire l’ennesimo scempio contro il patrimonio ambientale più grande che ha Ostia e tutta Roma.

“Mi chiedo – continua Cavino – se siamo ancora in uno stato di diritto oppure se chiunque può alzarsi una mattina e fare delle proposte per stravolgere le regole e le leggi di tutela che con fatica abbiamo ottenuto. Stiamo parlando di una Riserva Statale che già è stata fortemente compromessa non solo dagli incendi dolosi, ma anche da diversi abusi che sono attualmente all’attenzione della magistratura, e invece di pensare a come valorizzare dal punto di vista ambientale e di fruizione dei cittadini un’area che andrebbe dedicata ai podisti, alle famiglie, agli sportivi in genere e alle scuole per fare studi scientifici, si pensa a come distruggerla e utilizzarla per fini economici o militari”.

“Tali proposte – sostiene Cavino – combaciano inoltre con la scelta del governo di smantellare le soprintendenze di Ostia e Roma e di commissariarle. Gli appetiti sulla riserva del litorale sono troppi e dal punto di vista istituzionale e locale non c’è più nessuno che vuole impedire ai sempre noti di utilizzare patrimoni pubblici per interessi privati”.

“Sono seriamente preoccupato e indignato – aggiunge Cavino – per ciò che sta accadendo e per questo siamo pronti ad una mobilitazione continua che coinvolga la cittadinanza seria, onesta, i comitati di quartiere, le associazioni sportive per difendere il polmone verde più importante della capitale”.

“Un consiglio – conclude Cavino – a chi ha incarichi istituzionali e si improvvisa in queste proposte: stiamo assistendo alla più grande crisi economica degli ultimi quaranta anni della storia italiana e internazionale, invece di fare proposte deliranti si pensi a come rilanciare l’economia.

Nel frattempo preparo la mia tenda che utilizzerò giorno e notte se tali proposte dovessero prendere corpo”.

giovedì 12 febbraio 2009

con Paola Scacciavillani al.....

VEGLIONE DI CARNEVALE
SABATO 21 FEBBRAIO
serata elegante



quest'anno festeggeremo il carnevale in una elegantissima location e con la meravigliosa voce di Giovanna Bizzarri (per i pochissimi che ancora non la conoscono) la cantante della trasmissione di Marzullo accompagnata alla tastiera dal Maestro Fulvio Mian

L'elegante festa da ballo si svolgerà in un grande salone dell'
Hotel Excel
, a Roma, in via degli Scolopi (nel parco di Monte Mario) che per l'occasione festeggerà l'avvio della nuova gestione.


Cena a buffet
(mi garantiscono qualità ed abbondanza)

costo della serata: Euro 25

è gradito l'abito scuro

comunicatemi, al più presto, le vostre prenotazioni via e,mail oppure con sms al 339 5467212
ciao Paola

martedì 10 febbraio 2009

Ostia, i cantieri avanzano, la viabilità cambia.

A Ostia avanzano i lavori per la pedonalizzazione di piazza Anco Marzio. Il cantiere, realizzato da Atac Spa, entra in una nuova fase con la modifica delle aree recintate della zona e la necessaria modifica degli schemi di circolazione delle via adiacenti la piazza. A partire da oggi 10 febbraio, quindi, la Polizia Municipale del XIII Gruppo dà il via ad un progressivo piano di interventi per cambiare la viabilità nell'area compresa tra piazza Anco Marzio e via della Stazione Vecchia.

Queste le strade interessate dagli interventi, che riguarderanno esclusivamente la viabilità privata: via dei Fabbri Navali sarà di nuovo transitabile fino a raggiungere il lungomare Toscanelli attraverso un corridoio su piazza Anco Marzio;
da via della Stazione Vecchia non si potrà più raggiungere piazza Anco Marzio, ma si dovrà svoltare a destra su via di Santa Monica, dove sarà invertito il senso di marcia.
viale dei Misenati sarà strada senza uscita, in direzione di piazza Anco Marzio, transitabile in entrambe le direzioni;
via Lucio Coilio resta ancora chiusa al traffico. La riapertura avverrà al termine dei lavori di rifacimento del manto stradale.
Le aree di cantiere della piazza lasceranno comunque percorsi pedonali per l'attraversamento e l'accesso agli edifici, alle attività commerciali e ai passi carrabili.

La pedonalizzazione di piazza Anco Marzio restituirà a Ostia uno spazio storico nella sua versione Anni '30, con arredi studiati per integrarsi con lo stile architettonico della zona e un nuovo sistema di smaltimento delle acque, con una spesa di circa 1,1 milioni di euro. La piazza, interdetta ai veicoli, manterrà comunque una zona carrabile per garantire l'accesso in caso di emergenza, per i portatori di handicap e per i servizi. I lavori dovrebbero terminare entro la fine del 2009.

VELODROMO

Riceviamo con preghiera di massima diffusione e pubblichiamo.

Clicca per ingrandire
Vedi "DEMOLITO IL VELODROMO OLIMPICO DI ROMA"

lunedì 9 febbraio 2009

La dinamica dei prezzi e il costo dei servizi

Cari amici ed amiche,

le prime tre conferenze sullo stato attuale dell'economia hanno suscitato un grande interesse, per cui abbiamo deciso di continuare l'indagine, proponendovi un tema di indubbia attualità, con un noto difensore dei consumatori, il Dr. Landi:

La dinamica dei prezzi e il costo dei servizi

Ne parleremo con il Dott. Paolo Landi Segretario Generale ADICONSUM

(Associazione Difesa Consumatori e Ambiente)

Autore tra l’altro di: “Impigliati nella rete. Per una controinformazione sul web” e

“Volevo dirti che è lei che guarda te. La televisione spiegata a un bambino" (Bompiani)


Venerdì 13 Febbraio 2009, ore 18


Biblioteca Elsa Morante - Via A. Cozza, 7 OSTIA

Con il patrocinio: dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma e e della Biblioteca Elsa Morante di Ostia

Professione Chef

COMUNICATO STAMPA

Professione Chef

Corsi di Cucina tenuti dallo Chef internazionale Alessio Duò

Impara l’arte e mettila… in cucina!

Nasce a Roma “Professione Chef”, la scuola di cucina che si rivolge a tutti gli appassionati dell’arte culinaria: a chi vuole mettere le “mani in pasta” per diletto ma anche a tutti coloro che vogliono fare di questa passione una vera professione.

La scuola propone diversi corsi di specializzazione basati su lezioni pratiche, introdotte da una parte teorica, che culmineranno nella realizzazione di piatti da degustare con il docente: la pasticceria a casa, il finger food, la lavorazione del pane e della pasta fresca; e ancora: lezioni alla scoperta del pesce, del barbeque, della cucina macrobiotica, di quella vegetariana e –perché no- della cucina afrodisiaca.

I corsi di specializzazione si svolgeranno in diversi orari durante la settimana e nel weekend e saranno ripetuti con cadenza mensile, con costi a partire da 70 euro.

Inoltre, dal mese di aprile prenderà il via a grande richiesta il corso professionale articolato in 25 lezioni teorico-pratiche dedicate a chi vuole intraprendere la professione dello chef. Attraverso questo corso si potranno apprendere i segreti, le tecniche e i tempi dell’arte culinaria e metterli in pratica come un vero professionista.

La scuola si trova nella zona residenziale di Casalpalocco (Infernetto) nei pressi dell’EUR. Gli studenti lavoreranno in una sede prestigiosa, che darà alle lezioni un tocco di originalità: il teatro Tullio Serafin, che eccezionalmente presterà il suo palcoscenico alla “messa in scena” del laboratorio culinario sotto la sapiente direzione dello Chef internazionale Alessio Duò.

Per ogni lezione verrà messa a disposizione dello studente l’attrezzatura necessaria e un prezioso ricettario.

Per informazioni: tel. 338.4780255, Via Tullio Serafin,49 (zona Infernetto) Roma 00124

E-mail duochef@yahoo.it Sito web www.teatrotullioserafin.it (Eventi)

venerdì 6 febbraio 2009

con Paola Scacciavillani a ...San Gimignano...

La città delle torri: San Gimignano
domenica 1 marzo, 2009...


... in gita bordeggiando Orvieto e Siena, tra vigneti di bianchi e rossi famosi (Orvieto, Chianti, Vernaccia) e dolci zone collinari. Da qualunque luogo si arrivi, San Gimignano svetta sulla collina, alta 334 metri, domina la val d'Elsa con le sue torri. Nel medioevo le torri rappresentavanp la massima rappresentazione simbolica della potenza dell'individuo. Ancora oggi se ne contano tredici. Si dice che "nel Trecento" ve ne fossero settantadue, una per ogni nucleo di famiglia benestante, le sole famiglie in grado di mostrare, costruendo la propria torre, il proprio benessere economico. Le stanze delle torri erano molto piccole circa un metro per due mentre i suoi muri esterni erano spessi due metri garantendo così la temperatura perfetta al suo interno: fresca durante l'estate e calda durante l'inverno.
Una leggenda narra la storia della fondazione si San Gimignano... si racconta che, nel 63 avanti Cristo, due fratelli Muzio e Silvio, giovani patrizi romani fuggiti perchè accusati di complicità nella congiura di Catilina, si fossero rifugiati in val d'Elsa e lì avessero costruito due castelli quello di Mucchio e quello di Silvia, pare che da questo derivò, in seguito, il nome della futura San Gimignano, ma pare anche che il nome Silvia derivasse, invece, dalla "selva", silva per i latini, che circondava quei luoghi. Intornoal X secolo dopo Cristo il borgo cambiò nome da Silvia divenne San Gimignano dal nome di un vescovo modenese vissuto nel V secolo dopo Cristo perchè, invocato il suo nome durante le scorribande dei barbari, il santo intervenne e salvò la città dalla minaccia del terribile Totila, apparendo miracolosamente sulle mura cittadine. Da quel giorno gli abitanti di Silvia decisero, in segno di gratitudine e per ingraziarsi in eterno la protezione del santo, di cambiare il nome della città in San Gimignano.
La città, oggi, costituisce una delle più esemplari e genuine testimonianze dell'urbanistica medievale delle regione toscana. ll centro cittadino è un vero e proprio gioiello d'arte che conserva intatto il fascino di un'epoca passata. Ebbe grande sviluppo durante il Medioevo grazie alla via Francigena che attraversava il suo territorio con una straordinaria fioritura di opere d'arte che andarono ad adornare chiese e conventi.
Nel corso della nostra visita a San Gimignano visiteremo le mura e i bastioni, e il centro medievale, dalla rocca godremo della magnifica vista della città, andremo ad ammirare le meraviglie artistiche della magnifica collegiata di Santa Maria Assunta, consacrata nel 1148, strutturata su tre navate, arricchita da pregevoli affreschi di scuola senese: Vecchio e Nuovo Testamento (Bartolo di Fredi e "Bottega dei Memmi"); il Giudizio Universale (Taddeo di Bartolo), le opere di scuola fiorentina: Storie di Santa Fina (Ghirlandaio), San Sebastiano (Benozzo Gozzoli), le Statue Lignee (Jacopo della Quercia) e le sculture di Giuliano e Benedetto da Maiano. L'insieme di queste opere rende la Collegiata di San Gimignano un museo di grande prestigio.
La storia ci racconta che nel 1199, san Gimignano, divenne libero comune, combattè contro i Vescovi di Volterra ed i comuni limitrofi, patì lotte intestine dividendosi in due fazioni al seguito degli Ardinghelli (guelfi) e dei Salvucci (ghibellini). L'otto maggio 1300 ospitò Dante Alighieri, ambaciatore della lega guelfa in Toscana. La terribile peste del 1348 ed il successivo spopolamento gettarono San Gimignano in una grave crisi. La cittadina dovette perciò sottomettersi a Firenze. Dal degrado e abbandono dei secoli successivi si uscì soltanto quando si cominciò a riscoprire la bellezza della città, la sua importanza culturale e l'originaria identità agricola.
Di sicuro questa città con la sua storia e le sue bellezze ha tutte le caratteristiche per farci innamorare di lei, avremo il tempo sia per assaggiare le meraviglie culinarie del luogo (caci toscani, salami e salsicce di cinghiale, l'olio extravergine d'oliva e i vini locali ) sia per mercanteggiare nei moltissimi negozi che vendono i pregiati prodotti locali come gli alabastri di Volterra. Senza dimenticare, poi, che la coltivazione dello zafferano ha, a San Gimignano, una storia antica. Molti documenti testimoniano quanto fosse intensamente coltivato e quanto fosse importante questa coltivazione, nel medioevo, per l'economia della zona. Nel 1228 il comune pagò i debiti, contratti per l'assedio del Castello della Nera, parte in denaro e parte in zafferano! Qui, ancora oggi, lo zafferano è coltivato con metodi naturali che escludono qualunque uso di prodotti chimici in ogni fase della coltivazioni, dell'essiccazione e della conservazione. Gli stigmi dello zafferano vengono confezionati interi per garantire la loro qualità purissima ed il loro aroma forte, pungente e leggermente amarognolo. Che dire, poi, della vernaccia di San Gimignano! le sue radici e la sua notorietà emergono da secoli lontanissimi grazie alle sue apprezzatissime caratteristiche qualitative...quindi... non ci sono parole...va assaggiata!!!

Programma:

alle ore 6.15 partenza dal Metro Drive In (Casalpalocco)
alle ore 6.30 partenza da Eur Fermi (appuntamento all'angolo con la via Cristoforo Colombo)
arrivo previsto a San Gimignano ore 10.30 circa e visita guidata alla Collegiata di S. Maria Assunta e alla Rocca dove si potrà ammirare il magnifico panorama della città delle torri.
dalle 13.30 alle 15.30 pranzo che ogni partecipante organizzerà per prorio conto dal momento che sul luogo esistono diverse botteghe dove è possibile comprare prodotti alimentari tipici della zona o ristoranti caratteristici e shopping
alle 16 visita della chiesa dominicana di sant'Agostino con i magnifici affreschi di Benozzo Gozzoli e l'Incoronazione del Pollaiolo...
e se il tempo rimasto a nostra disposizione ce lo permetterà chiuderemo la visita con l'itinerario di S.Fiona lungo le mura.

Alle 17.30 ritorno al parcheggio del pullman e partenza per Roma dove arriveremo in tarda serata

costo della gita comprensivo di pullman a/r e parcheggio a San Gimignano, servizio guida che partirà con noi da Roma e sarà a nostra disposizione per tutto il tempo della gita e auricolari = euro 35

sono esclusi: i costi per gli eventuali biglietti di ingresso nelle chiese e nei vari siti che andremo a visitare, il pranzo e quant'altro non compreso nel costo indicato

informazioni e prenotazioni preferibilmente via e.mail a:
infoacanto@gmail.com oppure con sms al 3395467212

SOVRAPPASSO: IL SERVIZIO DI CANALE 10 NEWS

Ecco il servizio di Canale 10 News sull'argomento da noi trattato all'articolo "SOVRAPPASSO SI… SOVRAPPASSO NO"




giovedì 5 febbraio 2009

Corsi d'inglese gratuiti a favore dei lavoratori Over 40 disoccupati e inoccupati

Nell'ambito delle iniziative concordate con l'Assessora ai Servizi sociali del Municipio Roma XVII, Susanna Mazzà, si comunica l'avvio di una nuova edizione dei Corsi d'inglese gratuiti a favore dei lavoratori Over 40 disoccupati e inoccupati promossa dalla nostra Associazione ATDAL – Over 40, e QUANTA SpA - Agenzia per il Lavoro che opera nella somministrazione di lavoro temporaneo a livello nazionale.

I Corsi di Lingua Inglese gratuiti erogati da Quanta Risorse Umane,  finanziati dal Fondo Forma.Temp  consentiranno ai lavoratori over 40 di aggiornare le proprie competenze per affrontare un mercato del lavoro sempre più competitivo e di accedere ad offerte di lavoro in settori trainanti dell’economia della Capitale quali il turismo.  I corsi, della durata di 40 ore, che si terranno dal 24 febbraio al 7 aprile  due volte a settimana (martedì e giovedì dalle 15.00 alle 18.00-  per un totale di 13 incontri) si svolgeranno presso la sede Quanta SpA in piazza dell’Emporio 16 / A.

L’obiettivo principale è quello sviluppare le capacità di esprimersi in lingua inglese su argomenti di carattere generale e di comprendere una varietà di messaggi orali, cogliendo la situazione, l’argomento e gli elementi del discorso, simulando situazioni pratiche come quella di prenotare un volo, scegliere un menù al ristorante, definire un itinerario turistico. Al termine del corso, a chi avrà frequentato almeno il 70% delle lezioni, sarà rilasciato un attestato di frequenza.

Per accedere al corso i lavoratori Over 40, disoccupati e inoccupati, dovranno contattare, entro venerdì 13 Febbraio 2008, la segreteria organizzativa di Quanta Risorse Umane S.p.A, (06 57082.222), o inviare la propria candidatura (con allegato C.V.) a  formazioneroma@quanta.com e per copia conoscenza a infolazio@atdal.it.

Sono oltre un centinaio i lavoratori Over 40 che hanno usufruito dei corsi Quanta e alcuni di loro hanno trovato occupazione nell’area romana. L’iniziativa s’inquadra tra quelle già intraprese con il Municipio Roma XVII come lo sportello Over 40, aperto tutti i Martedì dalle ore 16,00 e le 18.00 ed il convegno Crisi economica e disoccuopazione Over 40; quali proposte? tenutosi lo scorso 23 gennaio. 

ADL Roma 02 /02 /2009

Passeggiate nella Tenuta Presidenziale di Castelporziano: sabato 18 aprile 2009

dalle ore 9 alle ore 13 circa

L'Associazione A.C.A.N.T.Overland vi offre l'opportunità di visitare l'esclusiva Tenuta Presidenziale!

Essendo i posti limitati a soli 50 partecipanti e per consentire all'organizzazione di ottenere l'indispensabile autorizzazione è assolutamente necessario che ogni singolo partecipante comunichi al più presto:

Nome, Cognome, Luogo, Data di nascita, Residenza e recapito telefonico
via e mail a: infoacanto@gmail.com
oppure con sms al 339 5467212,
o lasciando un messaggio alla segreteria telefonica del numero
06 50913805

L'utilizzo del pullman ci consentirà di ammirare una gran parte dei seimila ettari della Tenuta, il suo bosco di querce e la macchia mediterranea sempre verde e gli animali selvatici.

Visiteremo il nuovissimo Museo Naturalistico allestito a Capocotta, presso la Villa della principessa Iolanda, lì sarà possibile osservare alcuni diorami e pannelli espositivi riguardanti gli obiettivi della Tenuta Presidenziale ed in particolare gli animali, la gestione faunistica e la vegetazione.

Uno spettacolare insieme di immagini di un territorio che, sempre più, si presenta come una zona preziosa nel contesto mediterraneo.

Sono previste anche passeggiate a piedi per raggiungere alcuni luoghi particolari.

E' consigliabile abbigliamento da campagna e scarpe comode.

La partenza avverrà, in pullman, alle ore 9, dal Metro Drive In, in Piazzale degli Acilii a Casalpalocco e terminerà alle ore 13 circa.

E' prevista una quota di partecipazione per rimborso spese pullman di € 10


Infoline: 3395467212




RETTIFICA SU QUANTO RIPORTATO SU "IL GIORNALE DI OSTIA" DEL 4/2/09

Ieri, mercoledì 4 febbraio 2009, all'interno del quotidiano "Il Giornale di Ostia" è apparso l'articolo, di seguito riportato, afferente al comunicato del Coordinamento Infernetto e divulgato dall'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni nell'articolo "Messa a norma delle pedane alle fermate ATAC/TRAMBUS".


Clicca per ingrandire


Teniamo a precisare ed a sottolineare che il comunicato in questione è stato redatto dal Coordinamento Infernetto e non dall'Associazione Culturale Infernetto e Dintorni che, seppur condividendo in pieno e approvando i lavori del Coordinamento, non ne ha alcuna paternità se non quella di diffusione, quindi ogni merito è da attribuire all'eccellente lavoro del Coordinamento, nello specifico del suo Presidente Franco Gobbi e del Direttivo che ha seguito l'evolversi della messa a norma delle pedane alle fermate dell'ATAC su viale di Castel Porziano.

Pertanto chiediamo al succitato quotidiano di pubblicare al più presto la dovuta rettifica dandone il giusto rilievo.

Associazione Culturale Infernetto e Dintorni

mercoledì 4 febbraio 2009

SOVRAPPASSO SI… SOVRAPPASSO NO

Oggi, mercoledì 4 febbraio 2009, nell’Aula Consiliare del XIII Municipio, il Presidente della Commissione LL.PP., Pierfrancesco Marchesi, ha invitato le Associazioni ed i Comitati dei quartieri interessati dall’incrocio della Cristoforo Colombo con via Pindaro e Via E.W. Ferrari (incrocio meglio conosciuto come “l’incrocio del Drive-in”), per acquisire le desiderate dei Cittadini rappresentati dalle Associazioni intervenute. Insieme al Presidente Marchesi, era presente la Commissione LL.PP. nelle persone di: Riccardo Marinelli, Stefano Salvemme, Tommaso D'Annibale, Francesco Spanò e Giuseppe Sesa.

La questione portata sul tavolo di lavoro era il sovrappasso ciclopedonale.

Durante l’incontro, sono emersi alcuni importanti “particolari” che in questi anni non hanno avuto l’adeguata visibilità. Uno tra questi è il corretto posizionamento del sovrappasso.

Fino ad oggi è stato di dominio pubblico che tale struttura avrebbe dovuto essere installata proprio all’incrocio e collegare via Pindaro con via Ferrari all’altezza del semaforo, accanto al gabbiotto dei VV.UU.. Oggi, invece, si è evinta l’esatta posizione che andrebbe ad avere, che sarebbe all’altezza dell’innesto di via Pericle (Casalpalocco) su via C. Colombo, per finire su via Guarnieri (Infernetto), questo per favorire principalmente i ragazzi del Democrito, il liceo scientifico di Casalpalocco sito in via Prassilla (vedi la mappa ricavata da Google e qui riportata con le parti interessate evidenziate), come affermato dall’on. Ghera, durante la riunione del 7 agosto 2008, “incontro tra il comitato SOSTRAFFICOLOMBO ed autorità del Comune di Roma”.

Clicca per ingrandireI diversi rappresentanti delle Associazioni intervenute, tra le quali ricordiamo, il Coordinamento Infernetto, l’Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, il CdQ Centro Giano ed il CdQ Infernetto, per delega, hanno espresso la propria opinione in merito al “problema sovrappasso” evidenziando dubbi, perplessità e proponendo soluzioni alternative.

Da più parti si è evinta l’inutilità dell’installazione della struttura nel luogo specificato. A questo punto, il Presidente Marchesi ha proposto di spostare il progetto del sovrappasso ciclopedonale in un’altra zona del XIII Municipio, portando l’attenzione degli intervenuti sulle grandi difficoltà dei residenti del Centro Giano di raggiungere a piedi la stazione della Roma Lido, Casalbernocchi/Centro Giano, a causa dei diversi livelli della sede stradale Ostiense-via del Mare.

A questo proposito è intervenuto anche il Presidente del C.d.Q. Centro Giano, che ha chiarito quali siano le loro priorità in merito anche alla viabilità delle strade interessate dal progetto, dichiarando la possibilità di realizzarlo utilizzando anche le opere a scomputo.

L’intera assemblea ha dichiarato di essere d’accordo nel realizzare, qualora si sia ancora in tempo per effettuare la modifica al progetto, il sovrappasso al Centro Giano, ma, nel contempo, ha riportato l’attenzione sulla Cristoforo Colombo e sul “problema attraversamenti pedonali”.

Si è chiesto al Tenente Mercandino del U.I.T.S.S., notizie in merito alla denominazione della via Cristoforo Colombo e sulla possibilità di installare un sistema semaforico adeguato alla realizzazione di attraversamenti pedonali a raso, questi ultimi ritenuti da tutti i presenti non la soluzione al problema traffico e viabilità dell’arteria, ma, in ogni caso, una soluzione d’emergenza alla questione attraversamenti pedonali, nell’attesa della realizzazione di opere risolutive, siano essi sottopassi o rotatorie. Il Tenente Mercandino, dopo aver informato l’assemblea che la Cristoforo Colombo è una strada comunale ad alto scorrimento e non una strada extraurbana, si è impegnato a richiedere ufficialmente agli uffici competenti un parere in merito alla possibilità di realizzare nei quattro incroci principali della Colombo, da Casal Palocco a Malafede, attraversamenti pedonali con impianti semaforici adeguati e con corretta segnalazione della presenza delle strisce.

La riunione si è conclusa con l’impegno, da parte dei membri della Commissione, Presidente in testa, di non limitare il problema allo “spostamento” del sovrappasso ciclopedonale, ma, nel contempo, arrivare alla realizzazione di quegli attraversamenti pedonali a raso tanto chiesti dalla maggior parte dei cittadini costretti ad oggi ad imprese ardue nel tentativo di passare da un lato all’altro della Colombo, nell’attesa di miglior opere.

L’Associazione Culturale Infernetto e Dintorni, sempre stata contraria alla realizzazione del sovrappasso ciclopedonale (clicca qui per vedere tutti gli articoli in merito), si ritiene soddisfatta del risultato ottenuto.

martedì 3 febbraio 2009

Messa a norma delle pedane alle fermate ATAC/TRAMBUS

COMUNICATO


Il Coordinamento Infernetto - Associazione di Quartiere è lieto di comunicare che, dopo un ultimo sopraluogo, sono finalmente iniziati i lavori di costruzione, di messa in sicurezza ed a norma delle pedane alle fermate ATAC/TRAMBUS situate sul viale di Castelporziano, così come richiesto e continuamente sollecitato, con estrema determinazione, da tanto tempo e dopo un lunghissimo e tortuoso iter burocratico, viste le numerose competenze interessate.

I lavori sono iniziati alla fermata del viale con via De Gubernatis, continueranno nell’ordine con le fermate angolo via Stradella e via Salorno, molto pericolose, e via di Canale della Lingua (angolo Somigliano). I lavori proseguiranno, confidiamo senza soluzione di continuità e maltempo permettendo, su altre sei fermate, ora situate sul ciglio del canale, a cura sia di TRAMBUS che del 13° Municipio.

Una fermata (quella all’angolo con il Canale della Lingua) era stata già messa in sicurezza fin dallo scorso settembre grazie ad un intervento straordinario specificatamente da noi richiesto al XII Dipartimento.

Le fermate interessate ai lavori, per costruzione di pedane o spostamenti e messa a norma sono undici, fino all’incrocio con via Wolf Ferrari, ponendo fine ad una situazione indecorosa ed inaccettabile lungo tutto il Viale di Castelporziano, lato canale CBTAR.

Ringraziamo pubblicamente quanti, a livello Istituzioni ed Uffici, si sono interessati e prodigati, nonostante una quantità inusitata di problemi, alla realizzazione di queste importanti opere con particolare riguardo al VII Dipartimento del Comune di Roma, ad ATAC e TRAMBUS, oltre alla Commissione LL.PP. del 13° Municipio.

Il Coordinamento Infernetto - Associazione di Quartiere ricorda che è stata richiesta, e seguita con attenzion, una serie di interventi per il maggiore decoro, fruibilità e sicurezza del Viale di Castelporziano, tra i quali il completamento dei tratti marciapiedi mancanti, idonea segnaletica orizzontale e verticale, allargamento del ponticello all’incrocio con il Canale della Lingua ecc.
Interventi che risultano essere in varie fasi di esame ed approntamento oppure in fase avanzata di inizio lavori.

Il Coordinamento Infernetto – Associazione di Quartiere continuerà a fornire tempestivamente tutte le notizie e gli aggiornamenti.

Infernetto, 3 febbraio 2009

Bandi partecipazione a Biennale Giovani di Skopje


Si
tiene a Skopje la XIV edizione della Biennale dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo, la più importante vetrina mediterranea della creatività giovanile, promossa dall'omonima associazione internazionale (BJCEM, Associazione per la Biennale dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo) cui aderisce, come socio fondatore, il Comune di Roma.
Durante i dieci giorni della manifestazione, Skopje accoglierà più di 700 artisti tra i18 e i 30 anni, provenienti da 46 paesi dell'Europa e del Mediterraneo.
Le loro opere saranno esposte negli spazi pubblici della città.
Ammessa una vasta serie di discipline:
  • arti plastiche,
  • architettura,
  • fumetto e illustrazione,
  • cinema e video, g
  • rafica di comunicazione,
  • design, moda,
  • fotografia,
  • letteratura,
  • gastronomia,
  • musica,
  • teatro e danza,
  • interventi metropolitani d'arte.

Argomento dell'edizione 2009, cui devono ispirarsi i partecipanti, è "Le sette porte".

Skopje è detta "la città delle sette porte", da cui il tema simbolico: sette strade che partono da – e conducono a – un medesimo luogo; i sette accessi vitali attraverso cui corrono le percezioni che determinano la coscienza e la personalità individuale.

Il Campidoglio, dunque (Dipartimento XVIII, Politiche della Gioventù), lancia due avvisi pubblici per i giovani artisti romani interessati a prender parte alla Biennale di Skopje.

1) Arti Visive, Spettacolo e Urban Acts, Letteratura, Immagini in Movimento Il primo riguarda chi intende partecipare per una di queste discipline artistiche: Arti Visive, Spettacolo e Urban Acts, Letteratura, Immagini in Movimento. Sarà presentata alla Biennale una sola produzione, scelta dalla commissione selezionatrice, per ciascuna disciplina. Possono partecipare alla selezione tutti i giovani fino a 30 anni (nati a partire dal 1° gennaio 1978), residenti nel Comune di Roma o anche non residenti, ma che nel Comune di Roma abbiano il proprio domicilio o la sede abituale dei propri interessi, o il luogo in cui – non occasionalmente – si svolge la parte preponderante della loro attività professionale e artistica. Nel caso delle produzioni di spettacolo, per i registi e i coreografi il limite è elevato a 35 anni (nati a partire dal 1° gennaio 1973). Altri elementi essenziali: in caso di gruppi, almeno la metà dei loro componenti non deve superare i 30 anni. Per le produzioni teatrali, viene data preferenza agli spettacoli tratti da testi di autori under 35. Non sono ammessi artisti che abbiano partecipato a precedenti edizioni della Biennale con produzioni riguardanti la medesima disciplina. I materiali potranno essere inviati anche in formato digitale.

2) Musica L'altro avviso pubblico riguarda le produzioni musicali. Si può partecipare con brani di diversi generi: Folk-Etno, World Music, Contemporanea, Digitale-DJ's, Jazz, Pop, Rock. Si possono presentare sia composizioni e produzioni originali che progetti sonori. Chi va alla Biennale dovrà tenere un concerto di circa 30 minuti. Ogni gruppo potrà essere composto al massimo da 7 persone (compresi autori, interpreti, tecnici ecc.). Ammessi tutti i tipi di strumento e ogni soluzione tecnica. Sarà presentata alla Biennale una sola produzione. La scelta verrà operata da una commissione nazionale composta da artisti, critici, operatori ed esperti del settore, sulla base di una preselezione dei materiali presentati e di una selezione finale live che si terrà a Roma. Criteri fondamentali per la scelta: qualità, innovazione, "mediterraneità". Possono partecipare alla selezione nazionale tutti i giovani fino a 30 anni (nati a partire dal 1° gennaio 1978), residenti in tutto il territorio nazionale, ad esclusione di quelli provenienti dalle località che organizzano selezioni musicali locali (per maggiori informazioni, vedere su www.bjcem.org). Per i gruppi, almeno la metà dei componenti non deve superare i 30 anni.

Presentazione domande e richiesta informazioni (Attenzione: proroga al 13 febbraio)Per ambedue gli avvisi pubblici, le domande di partecipazione (con allegati i materiali richiesti, vedere qui sotto i testi integrali degli avvisi) devono pervenire entro il 13 febbraio 2009 al seguente indirizzo:

Ufficio Politiche della Gioventù, largo Lamberto Loria 3 , piano terra stanza n. 5 – 00147 Roma.

Per informazioni: 06-671078216 / 78217 / 78218 / 72852.

Per saperne di più, www.bjcem.org.

Scarica l'avviso per le arti visive ecc.

Scarica l'avviso per la musica

"Global Junior Challenge 2009", il premio all'innovazione per i giovani


Aperte le iscrizioni alla quinta edizione del concorso internazionale "Global Junior Challenge" (GJC), indetto ogni due anni dalla Fondazione Mondo Digitale
per combattere il "digital divide" (divario digitale e 'analfabetismo' informatico).
Il concorso premia l'uso innovativo delle tecnologie nel campo della formazione, della solidarietà e della cooperazione interculturale.
GJC è aperto a scuole e università, istituzioni pubbliche e private, cooperative e associazioni culturali, imprese, privati cittadini. Sono ammessi a partecipare i progetti in corso d'opera al 31 dicembre 2008, rivolti ai giovani fino a 29 anni, incentrati sull'impiego di hi-tech informatico e telematico a fini educativi e formativi.
I progetti partecipano al concorso divisi in quattro categorie, secondo l'età dei destinatari – fino a 10 anni, fino a 15 anni, fino a 18 anni e fino a 29 anni – e in due categorie speciali: la prima, come nelle precedenti edizioni, riguarda l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro; la seconda (novità di quest'anno) è dedicata alle idee che promuovono la creatività e l'innovazione sociale. La scadenza per la registrazione dei progetti è il 30 luglio 2009.
Per presentare un progetto, basta inserire i dati nel 'form' on line su www.gjc.it, oppure spedire il modulo compilato per posta (Fondazione Mondo Digitale, via Umbria 7, 00187 Roma), via fax (06- 42000442) o per e-mail (info@gjc.it).
Una giuria internazionale selezionerà i progetti finalisti e proclamerà i vincitori. In occasione dell'evento finale, il 7-8 ottobre 2009 a Roma, sarà allestito uno spazio espositivo con i progetti finalisti, animato da workshop e convegni.
La premiazione avverrà il 9 ottobre 2009.

Premio per tesi e ricerche sui finanziamenti alle società di pubblici servizi locali

Il centro "Alberto Beneduce" istituisce per il secondo anno un premio, dedicato alla memoria di Mauro Cicchinè, per tesi di dottorato di ricerca (o altre ricerche inedite) di argomento economico-giuridico, dedicate alle "prospettive di sviluppo e alle sfide per il finanziamento delle società di servizi pubblici locali, controllate da enti territoriali".
Il premio è di diecimila euro.
Possono partecipare tutti i cittadini dell'Unione Europea laureati presso un'università con sede sul territorio UE.
Il termine per la presentazione delle domande è il 30 giugno 2009.
La ricerca premiata, e altre ritenute di significativo interesse, potranno essere utilizzate dal centro Beneduce nel corso di seminari e convegni e pubblicate su carta e su Internet. Lo stesso centro potrà autorizzare gli autori a pubblicare su riviste specializzate i propri lavori.
La commissione giudicatrice, composta da esperti e docenti universitari, decreterà il vincitore entro il 31 luglio 2009.
L'autore dell'opera vincitrice riceverà la relativa comunicazione entro il 15 settembre successivo.
Per saperne di più, scarica il bando.